Clara Toninelli

Vedi tutti i suoi post
تمام ملاحظہ کریں

شامل کے گئے حالیہ جائزے

Ippolito - Euripide

Le tragedie del teatro greco classico sono sempre di una stupefacente modernità e problematicità. L'innocente colpito dalla sventura è un concetto che non smette mai di colpirci e interrogarci.
Il tempo impiegato a leggere questi testi è sempre ottimamente speso!

#RBBCreadingchallenge2021- 36: un libro pubblicato almeno 250 anni fa

Racconti di Odessa - Isaak Babel'

Che talento Babel'!
I suoi racconti sono vivi, lussureggianti, icastici! Gente di malaffare, locandiere, matrimoni e funerali nel cuore del quartiere ebraico di Odessa: nulla sfugge al suo sguardo affettuoso verso la città dov'era nato.
Il tutto è raccontato in uno stile iperbolico ed esagerato, ricco di dettagli e metafore originali.
Se almeno Stalin non ce l'avesse fucilato, mandando dispersi per sempre molti dei suoi scritti, maremma diavola!

Nonostante tutto - testi e disegni Jordi Lafebre

Grazioso graphic novel, costruito a ritroso, cioè dal finale della storia. Bei colori pastello e disegni accattivanti, che creano atmosfere distese, positive.
In un mondo sempre più cinico-avido-cupido-pavido, un momento di romanticismo fa sempre bene al cuore...

Con i piedi nel Medioevo - Virtus Zallot

Saggio bellissimo, colto, divertente, pieno di aneddoti e particolari sconosciuti. Però tenerli tutti a mente è impossibile...
Scritto in modo scorrevole ed elegante, preciso e vivace.

#RBBCreadingchallenge2021 - 49: un libro che hai letto, ma non ricordi

Cappuccettorosso - Gabriel Pacheco

Splendido silent book onirico, che suggestiona e parla nel profondo all'inconscio, attraverso immagini e simboli dal forte impatto emotivo, non logico-consequenziale.
Nell'albo c'è molto buio, molta notte: non come tempo e luogo della paura, ma del mistero.
Anche la palette cromatica è particolare: molti tipi di grigio, intarsiati di rosa e di turchini splendenti, un pizzico di bianco e l'indispensabile rosso.
*Cappuccettorosso* di Pacheco è una rivisitazione raffinata della più classica delle fiabe, che chiede di essere guardata e riguardata con calma.

Il libro delle case straordinarie - Yoshida Seiji Art Works

Manuale illustrato che presenta nel dettaglio una serie di case suggestive e che già contengono una narrazione in sé stesse: "il cottage del meccanico taciturno", o "il nascondiglio del demone timido", "la casa sull'albero del sognatore", "la torre vicino al confine", e molte altre.
Bello!

Cucina botanica - Carlotta Perego

Ricette SQUISITE, etiche, semplici, super sfiziose: cosa volere di più? La dimostrazione perfetta che vegano NON è affatto sinonimo di sciapo e mortificante: provare per credere!
Eccellente!

Questione di carattere - Christian B. Miller

Saggio di etica, dalle conclusioni un po' scontate. Prevedibilmente, risultiamo esseri moralmente piuttosto complicati, MEDIAMENTE né troppo buoni (virtuosi), né troppo cattivi (viziosi).
Nell'agire etico ci facciamo influenzare da molti fattori, di alcuni dei quali non siamo assolutamente consapevoli e mai ci verrebbero in mente: un buon odore di biscotti, o la presenza o meno di altre persone, per esempio...
La notizia cattiva è che diventare virtuosi è *molto impegnativo*: "Le virtù assomigliano ad altri risultati difficili, come diventare campione di scacchi o un giocatore di serie A".
La notizia buona è che, comunque, possiamo sempre migliorare!

Una Cadillac rosso fuoco - Joe R. Lansdale

Lansdale è noto per i suoi dialoghi brillanti, per i suoi personaggi capaci d'ironia, per il ritmo vivace dei suoi gialli.
Sì, in parte è così anche qui, ma, non so, secondo me questa storia ti appiccica addosso una malinconia...

Il giudice e lo storico - Carlo Ginzburg

Come rilegge le carte processuali del caso Sofri [in relazione all'omicidio del commissario Calabresi, negli anni '70] uno storico specializzato nell'analisi degli atti dei processi per stregoneria? Come valuta le testimonianze? Come ricostruisce gli eventi?
Saggio di grande interesse, analitico, dettagliato.

#RBBCreadingchallenge2021 - 14: un libro ambientato negli anni '70

Un complicato atto d'amore - Miriam Toews

Come si vive in una comunità mennonita canadese ai giorni nostri?
Ce lo racconta Nomi, la 16nne ribelle dal cuore dolce che è rimasta a vivere con il padre, molto credente, dopo che le adorate mamma e sorella maggiore se ne sono andate di casa, in momenti diversi, per l'incapacità di continuare a vivere in una comunità così soffocante, arretrata e bigotta.
Nomi descrive cose tremende con una dose d'ironia e autoironia che sfiora l'umorismo: quando non ti spezza il cuore...

A scuola di food design - Angela Simonelli

L'estetica di un piatto non è secondaria al gusto. Porre attenzione e cura a COME si dispongono le pietanze, alle forme e ai colori è sicuramente importantissimo.
Le preparazioni suggerite in questo manuale sono molto d'effetto e scenografiche. Alcune bellissime.
Un po' artificiose, anche, se posso permettermi...

Il piccolo sabotatore dentro di noi - Michaela Muthig

Se un tuo progetto è fallito NON per colpa degli eventi esterni, attento: potrebbe esserci un piccolo sabotatore dentro di te!
È un personaggino che ti conosce benissimo, essendo un'espressione del tuo inconscio che si è sviluppata a partire dall'infanzia.
Come ragiona e quali trucchi usa per mandare a ramengo i tuoi piani, è spiegato in questo saggio scorrevole, dal taglio operativo.
Ps: i buffi ritrattini del sabotatore, come appare per esempio in copertina, sono molto simpatici.

Re: Usciti di Senna - Michel Bussi

Guarda la copertina di questo giallo: NON è una torta al cioccolato a 3 piani, su cui accadono degli omicidi, ma è il pennone di una nave!
Nel romanzo, infatti, viene rievocata l'*Armada*, la spettacolare parata che ogni 5 anni porta le navi più belle del mondo a Rouen, a sfilare lungo la Senna (è citata anche la meravigliosa Amerigo Vespucci, in rappresentanza dell'Italia).
Io adoro i velieri!
Ah, comunque il giallo è carino (gli perdoniamo gli stereotipi, dai: il bellone, la giornalista intrepida e bellona anche lei, il vecchio pirata anarchico, l'uomo d'affari senza scrupoli che vuole mettersi in politica...)

Manet - testo di Patricia Wright

"Manet: la vita, l'arte e le influenze" è un saggio divulgativo, ricco di fotografie, illustrazioni e didascalie, molto chiaro ed esplicativo anche per i non addetti ai lavori.
Realizzato in collaborazione con la National Gallery di Londra.

#RBBCreadingchallenge2021 - 45: la biografia di un artista

تمام ملاحظہ کریں

فورم میں داخل کی گی آخری پوسٹس

Re: Piccola biblioteca lesbica

Ci sono anche le bellissime poesie di Carol Ann Duffy, "Lo spendore del tempio";
il fumetto "Non ti avevo nemmeno notato";
alcune parti del libro "Ragazzo da parete", da cui han tratto anche il film "Noi siamo infinito".
Ciao!

Re: Lo scrittore delle passioni dal profondo

Uno scrittore meraviglioso, così appassionato imperfetto traboccante,
capace di guardare nel sottosuolo del cuore umano,
i suoi indimenticabili umani troppo umani personaggi,
i suoi romanzi nell'essenza più veri del vero...

I miei preferitissimi:
lunghi: I fratelli Karamazov, L'idiota
brevi: Il giocatore, La mite

Re: La vita davanti a sè - Romain Gary

Bel libro, Piero, condivido; di un grande autore (dalla vita ancor più romanzesca dei suoi romanzi, per altro...)

Fra gli altri suoi scritti sempre belli che ho letto, a me è piaciuto particolarmente anche "La promessa dell'alba";
(anche qui torna quell'intrecciarsi stretto di umorismo e tragedia e malinconia e coraggio)

Re: Caro libro, nun te regghe più!

F. BEGAUDEAU, Verso la dolcezza, Einaudi

Stufo di capolavori, hai voglia di un libro insulso? Vuoi finalmente parcheggiare il cervello e farti una passeggiata nello spettegolio di un trentenne immaturo, giornalista sportivo, dalla vita sociale e sessuale altalenante e piuttosto meschina? Benissimo, il libro che cerchi è questo!

[l'autore è lo stesso de "La classe", da cui han tratto il film omonimo, Palma d'oro a Cannes, piuttosto buono.
Questo secondo romanzo, di promettente ha mantenuto solo il titolo! ]

Re: Venezia

Il primo che mi viene in mente è un bellissimo classico che si addice all'autunno: *Morte a Venezia*, di Thomas Mann.

Ciao!

Re: Il gioco degli incipit

Marta, il bel gioco è durato proprio poco!
Hai indovinato; la risposta è *Delitto e castigo*.

Allora rilancio:

" Una delle poche cose, anzi forse la sola ch'io sapessi per certo era questa: che mi chiamavo ............... E me ne approfittavo. Ogni qual volta qualcuno de' miei amici o conoscenti dimostrava d'aver perduto il senno fino al punto di venire da me per qualche consiglio o suggerimento, mi stringevo nelle spalle, socchiudendo gli occhi e gli rispondevo:
- Io mi chiamo...............
- Grazie caro. Questo lo so.
- E ti par poco?
Non pareva molto, per dir la verità neanche a me. Ma ignoravo allora che cosa volesse dire il non saper neppur questo, il non poter più rispondere, cioè, come prima, all'occorenza:
- Io mi chiamo ................."

Il gioco degli incipit

Facciamo un gioco. Vi dico l'inizio di un romanzo famoso, e chi vuole prova a indovinare:

" In una giornata estremamente calda del principio di luglio, verso sera, un giovane scese in strada dalla stanzuccia che aveva in subaffitto nel vicolo di S. e lentamente, come fosse indeciso, s'avviò verso il ponte di K.
Per la scala, evitò felicemente l'incontro della sua padrona di casa. La stanzuccia di lui veniva a trovarsi proprio sotto il tetto di un alto casamento a cinque piani e rassomigliava a un armadio più che a una dimora. La padrona che gliela affittava, vitto e servizio compresi, abitava una scala più in basso..."

Vi è venuta qualche idea?

میری شیلف

میری محفوظ کردہ تلاش

کوئی پبلک تحقیق سیو نہیں ہے