A volte ritorno
4 3 0
Materiale linguistico moderno

Niven, John <1968->

A volte ritorno

Abstract: Dopo una vacanza di qualche secolo Dio è tornato in ufficio, in Paradiso, e per prima cosa chiede al suo staff un brief sugli ultimi avvenimenti. I suoi gli fanno un quadro talmente catastrofico - preti che molestano i bambini, enormità di cibo sprecato e popolazioni che muoiono di fame... - che Dio si vede costretto a rimandare giù il figlio per dare una sistemata. JC (Jesus Christ) gli dice: Sei sicuro sia una buona idea? Non ti ricordi cosa è successo l'altra volta? Ma Dio è irremovibile. Così JC piomba a NY, dove vive con alcuni drop-out e ha modo di rendersi conto in prima persona dell'assurdità del mondo degli uomini. E cerca, come può, di dare una mano. Il ragazzo non sa fare niente, eccetto suonare la chitarra. E riesce a finire in un programma di talenti alla tv. Un gran bel modo per fare arrivare il suo messaggio a un sacco di gente. Ma, come già in passato, anche oggi chi sta dalla parte dei marginali non è propriamente ben visto dalle autorità.


Titolo e contributi: A volte ritorno / John Niven ; traduzione di Marco Rossari

Pubblicazione: Torino : Einaudi, 2012

Descrizione fisica: 381 p. ; 22 cm

EAN: 9788806209223

Data:2012

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nota:
  • Traduzione di: The second coming

Nomi: (Editore) (Autore)

Soggetti:

Classi: 823.92 Narrativa inglese. 2000- [22] Umorismo <genere fiction>

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2012
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 28 copie, di cui 8 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
CASTEGNATO
  • Nota relativa all'esemplare: 2. ed., 2012
N 823.92 NIV
CB-35724 Su scaffale Prestabile
CASTEL MELLA
  • Nota relativa all'esemplare: 2. ed., 2012
N 823.92 NIV
CD-23226 Su scaffale Prestabile
COCCAGLIO
  • Nota relativa all'esemplare: 2. ed., 2012
823.92 NIV
CI-27097 Su scaffale Prestabile
BEDIZZOLE N 823 NIV AVO EB-26217 Su scaffale Prestabile
BOTTICINO N 823.92 NIV AVO ED-36849 Su scaffale Prestabile
GHEDI N NARRATIVA NIVEN AVOLT EK-49350 Su scaffale Prestabile
PREVALLE N 823.92 NIV AVO EU-17256 Su scaffale Prestabile
SIRMIONE N 823.92 NIV AVO EY-42089 Su scaffale Prestabile
ERBUSCO L NAR NIV JOH OE-11702 Su scaffale Prestabile
PALAZZOLO SULL'OGLIO N 823.92 NIV AVO OL-43549 In prestito 12/08/2019
VOBARNO N 823.92 NIV AVO SY-46238 Su scaffale Prestabile
BOVEZZO
  • Nota relativa all'esemplare: 2. ed., 2012
L NAR NIV JOH
TB-35585 In prestito 07/06/2019
CONCESIO NARRATIVA NIVEN JOHN TG-51380 In prestito 01/08/2019
GARDONE VAL TROMPIA L N NIV JOH TH-66083 In prestito 10/08/2019
LUMEZZANE N 823.92 NIV AVO TK-59492 Su scaffale Prestabile
LENO L 823.92 NIV AVO BL-48624 Su scaffale Prestabile
LONATO D-G aT . NIV AVO EM-31088 In prestito
NUVOLERA N 823.92 NIV AVO ES-18881 Su scaffale Prestabile
VAILATE N 823.92 NIV AVO MD-9682 Su scaffale Prestabile
GAMBARA L 823.92 NIV AVO BJ-18391 Su scaffale Prestabile
CAZZAGO SM NIVEN CF-55685 Su scaffale Prestabile
ROVATO A_Umorismo 823.92 NIV CQ-51985 In prestito 06/08/2019
VESTONE N 823.92 NIV A V SW-32984 Su scaffale Prestabile
PIANCOGNO N 820 NIV JOH WH-5992 Su scaffale Prestabile
REMEDELLO
  • Nota relativa alla vecchia segnatura: 3150 SOTTO
LETTERATURA INGLESE NIVEN AVOLT
EV-1059 In prestito 31/07/2019
VEZZA D'OGLIO N 823.92 NIV AVO WO-17553 Su scaffale Prestabile
BRESCIA - PARCO GALLO 823.92.NIV.J.AVO BC6-22112 In prestito 31/07/2019
CASALPUSTERLENGO ROMANZI NIVJ AVOL JC-43494 In prestito 10/08/2019
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Secondo le Scritture, Dio fece a Sua immagine e somiglianza l'uomo; in questo romanzo, troviamo invece la situazione opposta: è Dio che, con un lessico inaspettato e l'aspetto fisico da attore di Hollywood, sembra essersi ispirato alle sue creature; Gesù stesso viene descritto come un giovane di oggi, un "cazzaro inconcludente [...] conciato sempre come un barbone".

Siamo nel 2011: Dio torna da una "breve" vacanza a pescare e si rende conto che la situazione sulla Terra è degenerata: c'è bisogno di inviare di nuovo suo figlio. Ecco quindi che una giovane vergine rimane incinta nell'aprile del 1979 e la storia inizia a ripetersi.
L'obiettivo di Gesù è, nuovamente, di portare amore sulla Terra e diffondere l'unico vero comandamento del Padre (altro che i dieci inventati da Mosé). Come sottolinea una partecipante, incredibilmente l'unico modo che ha Gesù per farsi ascoltare è partecipare ad American Popstar, un reality televisivo dove lo scrittore punta i riflettori sull'estetica e il consumismo, sulle relazioni con gli altri e sull'arrivismo. Ma anche inquinamento e buco dell'ozono, le innumerevoli forme di cristianesimo, razzismo, omofobia, pedofilia, la liberalizzazione della marijuana, le critiche alla politica, le guerre, la globalizzazione, le fake news, gli antiabortisti e i creazionisti: Niven non tralascia proprio niente. Sciorina in tutte le parti del romanzo le piaghe moderne, i vizi capitali di una società che sta sempre più perdendo il proprio senso della moralità e dell'etica. Elencando tutto e di più, non dedica a nulla poco più di una battuta (o meglio, frecciata), perdendo l'opportunità di approfondire e sembrando più una lista di opinioni e luoghi comuni, come hanno criticato alcuni membri del gruppo. Altri hanno invece osservato che il suo scopo forse non era entrare in dettaglio ma porre l'attenzione, colpire i lettori con qualche tema a loro di interesse e farli riflettere: verso quale direzione sta andando la Terra? "Vale la pena di salvarla", dice Dio in un passo del romanzo: ha ragione?
Gli eventi e i personaggi che accompagnano Gesù durante l'intero svolgimento ripercorrono i fatti principali del Nuovo Testamento, portando a un finale previsto ma non del tutto scontato, anzi, c'è chi si è persino commosso.

Alcuni partecipanti del gruppo hanno trovato il romanzo esilarante e si sono fatti grosse risate; c'è chi invece ne è rimasto abbastanza infastidito e l'ha definito addirittura blasfemo (una partecipante ha detto che le figure di Gesù e Dio sono state un po' ridicolizzate). Non in pochi hanno avuto la tentazione di mollarlo dopo qualche pagina: qualcuno ha desistito, qualcuno non lo finirà mai. Ciò perché Niven, assieme all'ironia e al sarcasmo, ha condito le sue frasi con un linguaggio giudicato troppo scurrile, una volgarità del tutto gratuita: "Bonjour finesse!". Ci siamo chiesti quale scopo avesse e se avesse potuto farne a meno: forse voleva arrivare a un pubblico più giovane, forse l'ha fatto solo per punzecchiare di più.

Temevamo una discussione più accesa e meno semplice da moderare, date le tematiche scottanti, però l'incontro si è svolto abbastanza tranquillamente. Forse "A volte ritorno" è stato il romanzo che ha suscitato più reazioni e recensioni finora, battendo anche "Gli assalti alle panetterie" di Haruki Murakami.
"Fare gruppo. [...] Ecco perché qui sulla Terra era andato tutto a puttane. S'era perso il senso della comunità."
Questo il nostro GdL non l'ha perso, direi che il comandamento sia stato ascoltato: abbiamo fatto i bravi.

Ovvero come scrivere ironicamente un'utopia.
Devo dire sinceramente che l'inizio è un po' debole e monotono,ma poi è tutto
un susseguirsi di situazione equivoche ed esilaranti.
Ho trovato e letto per puro caso questo autore e devo dire di esserne rimasto
molto colpito e sorpreso. Sorpreso per la definizione di un dio troppo umano
che nulla ha a vedere con il dio egoista e vendicativo del Vecchio Testamento,
o di quello che vorrebbe imporre la morale religiosa.
Colpito per un dio in cui anche un ateo sarebbe disposto a credere.
Un dio che aveva scritto un unico comandamento “Fate i bravi”,comandamento
che ogni persone con una sana etica morale sarebbe disposta a seguire.
La seconda discesa di Gesù Cristo viene ambientata in un'America ipocrita,
bigotta e schiava del danaro e giustamente parte da New York per una
traversata on the road degli stati più retrivi e conservatori.
L'America che odia a priori tutto ciò che è inusuale,ovvero i disadattati
di qualunque tipo. Si possono trovare omosessuali,ex drogati,alcolisti.
Ovvero la classica “Corte dei miracoli” di cui si circonda il novello redentore.
Ma l'America del dio dollaro e della falsa morale non può veder di buon occhio
chi non chiedendo nulla in cambio si schiera dalla parte di costoro.
L'America sentinella del mondo occidentale,l'America del patriottismo,sempre
e comunque,che usa termini reboanti per mandare al macello i soliti poveracci
e che ricava danaro,prima dalla distruzione e poi dalla ricostruzione.
Offre anche uno spaccato del mondo dello spettacolo,schiavo dell'audience
e di conseguenza della pubblicità,pardon,consigli per gli acquisti.
Un mondo che ritiene la massa popolare un mucchi di decerebrati,un mondo
che in nome dell'ascolto individua come ascoltatore medio il cittadino
dell'Oklaoma,facsimile della casalinga di Voghera,a cui ogni storia intrisa di pietismo viene propinata. Un mondo in cui affermare che la Bibbia sia solo
una raccolta di leggende,in un posto dove le parole della Bibbia vengono
interpretate come a ciascuno fa comodo,è blasfemia allo stato puro.
Certo per poter gustare meglio questo autore si dovrebbe avere una più profonda conoscenza dell'inglese ed anche della cultura rock di cui pare
un profondo conoscitore. Molto interessante la descrizione del paradiso,
luogo dove vengono poste le persone meno immaginabili e l'inferno
dove vengono spediti gli ipocriti,i corruttori di vario tipo e presunti religiosi,
credo proprio che il nostro Dante non troverebbe nulla da ridire a rale proposito.
Un libro estremamente interessante e da leggere.

Dio torna in ufficio dopo una settimana di ferie (che nel "tempo terrestre" è il periodo dal rinascimento ad oggi) e incazzato nero dice ai suoi "Che cazzo sta succcedendo sulla terra?".
Gesù vive alla giornata, partecipa ad un talent tipo X-Factor, fuma erba, mette su una comune e alla fine......

Bello, divertente, irriverente, certe immagini possono essere un po' forti per i più cattolici più convinti. Una critica profonda e tagliente alla nostra società (soprattutto quella americana) attraverso un espediente, cosa succederebbe se Gesù tornasse sulla terra oggi?

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.