Il 6 Dicembre 2018 è nato il gruppo di lettura della Biblioteca di Casazza. Grazie a Carla, Luciana, Mariangela, Irma, Serena, Mario, Stefania, Regina, Silvia ,Irene, Marina, Flora e  Mariarosa per aver partecipato.

Pandemia permettendo nascerà il gruppo di lettura pomeridiano grazie alla disponibilità di Fulvia Bergalli.

Di seguito  l'elenco dei libri che di mese in mese vengono letti.

 

 

 

Trovati 2 documenti.

Nemici
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Singer, Isaac Bashevis <1904-1991>

Nemici : una storia d' amore : romanzo / Isaac Bashevis Singer ; traduzione di Bruno Oddera

Milano : TEA, 1996

Abstract: In una New York popolata di profughi ossessionati dai ricordi, Hermann Broeder vive una vita complicata tra la sua seconda moglie, Masha, l'amante, tormentata dal male di vivere e la prima moglie creduta morta nei campi nazisti ma improvvisamente ricomparsa. Fulcro del romanzo del grande narratore yiddish è dunque il triangolo morboso che lega queste tre straordinarie figure muliebri all'unico uomo amato. Nel non racconto - poiché non vi è una vera e propria trama, ma un'indagine psicologica dei personaggi - si assiste alla volontaria ghettizzazione, all'incomunicabilità, al lento disfacimento di quattro anime nemiche di se stesse, vittime della propria personalità, del proprio destino, della Storia.

La signora nel furgone e le sue conseguenze
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bennett, Alan <1934->

La signora nel furgone e le sue conseguenze / Alan Bennett ; traduzione di Giulia Arborio Mella e Mariagrazia Gini

Adelphi, 2018

Abstract: Mancava un po’ a tutti, l’intrattabile Miss Shepherd. Ai moltissimi lettori della Signora nel furgone, naturalmente. Ma soprattutto al suo riluttante e devoto biografo, Alan Bennett, che come si poteva immaginare ha colto al volo la proposta del regista Nicholas Hytner: scrivere un film che avrebbe visto Maggie Smith nel ruolo della protagonista. Dal lavoro sul film è nato poi questo libro, che oltre al testo originale e alla sceneggiatura contiene uno scritto introduttivo di pungente sincerità dove per la prima volta Bennett, anche grazie a nuove pagine di diario, racconta fino in fondo la singolare relazione che per quindici anni lo ha legato al più eccentrico dei suoi personaggi, svelando a uno a uno, con nostro irrefrenabile divertimento, i lati più curiosi dello strano mestiere che, senza quasi volerlo, ha finito per fare – più o meno meglio di chiunque altro.