Una selezione delle nuove acquisizioni disponibili al prestito in biblioteca arrivate negli ultimi 30 giorni

 

 

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Orecchia, Giulia <1955->
× Soggetto Testimonianze

Trovati 1952 documenti.

Wer Bist du?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garzoni, Bruno <1956->

Wer Bist du? = Chi sei tu? / Bruno Garzoni

Liberedizioni, 2019

Abstract: Un incontro su una panchina, una ricerca contro il tempo nel breve volgere di un week end, sino al definirsi della nuova sorpresa.

Autodeterminazione e provvidenza nel Cinquecento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ramberti, Rita <docente di filosofia>

Autodeterminazione e provvidenza nel Cinquecento / Rita Ramberti ; premessa di Annarita Angelini

Pendragon, 2019

Abstract: Il rapporto tra l'autodeterminazione individuale e l'ordine della Provvidenza è uno snodo cruciale della discussione teologica, filosofica e scientifica negli anni a ridosso della Riforma protestante e del Concilio di Trento. Ora in contrasto, ora in sintonia con le prescrizioni e i divieti della Chiesa romana e dei Riformati, filosofi come Lorenzo Valla, Pietro Pomponazzi, Girolamo Cardano, Simone Porzio, Giovan Francesco Pico, Paolo Ricci o Jean Bodin si assumono il compito di esaminare, in termini di pura razionalità, contenuti teologici e postulati etici, in vista della formulazione di una morale autonoma e di un esame delle condizioni della libertà umana nel quadro della necessità naturale e storica. Tramite piste diverse che attraversano il pensiero politico e quello scientifico e collegano luoghi diversi dell'Europa cinquecentesca, il volume mostra con quale intimo coinvolgimento e con quanta varietà di posizioni fosse avvertita, nel Rinascimento, l'esigenza di indicare le possibili vie di definizione di uno spazio adeguato alla virtù umana.

Engadina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Isella, Gilberio

Engadina / Gilberto Isella

Unicopli, 2019

Abstract: Il libro, dove l'esperienza personale si affianca alla documentazione storica, intende offrire un'immagine non convenzionale dell'Engadina. Accanto a pagine di riflessione sulla "specificità" culturale e linguistica engadinese - non escluso il folclore - l'autore propone una nutrita campionatura di testi letterari, che testimoniano il fascino esercitato da questo "Tibet delle Alpi", come lo si è chiamato, su scrittori e artisti di ieri e di oggi. Gli sguardi di illustri visitatori stranieri (da Friedrich Nietzsche, Hermann Hesse a Max Frisch ed Eugenio Montale) si alternano a quelli degli scrittori locali, poco noti in Italia (da Oscar Peer a Leta Semadeni). Isella ha tradotto, per l'occasione, prose e poesie dal tedesco e dal romancio. Il volume è suddiviso in sei capitoli, ognuno dei quali fa riferimento a un particolare nodo tematico e simbolico, come l'acqua, la terra e la casa.

Settembre 1972
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Oravecz, Imre

Settembre 1972 / Imre Oravecz ; traduzione di Vera Gheno

2. ed. riveduta

Anfora, 2019

Abstract: «Settembre 1972» è un romanzo in versi che racconta in 99 istantanee la storia di un amore, dal suo prologo al suo epilogo. Pubblicato per la prima volta nel 1988 in Ungheria, le copie vennero esaurite in tempi brevissimi e il libro divenne un caso letterario. Una donna e un uomo si conoscono, si innamorano, si sposano, hanno un figlio e poi si separano perché la donna non può vivere con l'uomo, che anche lei ama, ma non sopporta di essere proprietà di un solo uomo, anche se è padre del loro figlio. Il testo racconta minuziosamente i fatti. Il primo incontro, i primi amplessi, le prime gelosie e i primi tradimenti, di lui e di lei. Poi segue la storia della separazione fisica e spirituale. Il ciclo di poesie di Imre Oravecz descrive tante donne, ma solo un desiderio, quello che ci spinge verso l'oggetto del desiderio, verso l'unica donna.

Il mito delle origini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montanari, Massimo <1949->

Il mito delle origini : breve storia degli spaghetti al pomodoro / Massimo Montanari

Laterza, 2019

Abstract: Per sfatare il mito dell’identità e neutralizzarne le conseguenze sulle persone ci vuole tutta la conoscenza della storia. Massimo Montanari, il massimo storico dell’alimentazione italiano, compie questo miracolo di comprensione ricostruendo la storia del piatto italiano per antonomasia: gli spaghetti al pomodoro. Il "mito delle origini" è quello che ci fa pensare che esista un punto magico della nostra storia in cui tutto prende forma, tutto comincia e tutto si spiega; il punto in cui si cela l’intimo segreto della nostra identità. Questo libro dimostra che sul piano storico un tale paradigma non funziona. E lo fa a partire da un piatto fumante di spaghetti al pomodoro. Ma perché il paradigma non funziona? Per due buoni motivi. Il primo è che le ‘origini’ di per sé non spiegano nulla. È celebre la metafora di Marc Bloch: all’origine di ogni quercia c’è una ghianda, ma non tutte le ghiande diventano querce, e ciò che veramente interessa lo storico è capire quali ‘condizioni ambientali’ (economiche, sociali, tecnologiche, politiche, culturali) hanno reso possibile quello sviluppo, consentendo alla ghianda di mettere radici. Il secondo motivo è che ricercare le ‘origini’ di ciò che siamo (ovvero la nostra identità) non ci porta quasi mai a ritrovare noi stessi (ciò che eravamo) bensì una complessità di situazioni storiche – altre culture, altri popoli, altre tradizioni – il cui incontro e la cui mescolanza ha prodotto ciò che siamo diventati. Con il risultato che nella ricerca delle radici, non troviamo solo noi stessi ma anche e soprattutto gli altri, che vivono in noi e danno corpo alla nostra identità. Basta un piatto di spaghetti al pomodoro, il nostro piatto identitario per eccellenza, per scoprirlo: le sue origini ci riconducono in queste pagine a tempi lontani (dall’età antica e medioevale sino all’epoca moderna e contemporanea), in luoghi distanti (dall’Asia all’America, dall’Africa all’Europa) e alla scoperta di abitudini alimentari, modalità e tecniche produttive diversissime da quelle che conosciamo e pratichiamo oggi.

After
0 0 0
Videoregistrazioni: BluRay

After

Leone Film Group : Rai Cinema : 01 Distribution, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • Prestabile dal: 26/01/2021

Abstract: Tessa Young è una giovane studentessa di diciotto anni pronta per il suo primo anno di college. La vita di Tessa però verrà stravolta non appena conoscerà Hardin Scott, un bel giovane studente universitario dal carattere ribelle, rude e freddo, opposto a quello di Tessa. Tra i due giovani ci saranno continui contrasti e tumulti, tanto che finiranno per odiarsi, ma ben presto capiranno che tra loro ci saranno più cose in comune di quanto entrambi potessero immaginare. Tuttavia i sentimenti di Hardin non erano sinceri: il ragazzo, dopo aver giocato a obbligo o verità, aveva scommesso che Tessa gli si sarebbe concessa. La ragazza, dopo aver appreso della macchinazione, se ne torna dalla madre. Nonostante i due giovani si siano lasciati, Tessa viene avvicinata dall'insegnante che le consegna un racconto scritto da Hardin nel quale le chiede il suo perdono, dicendo che lei è la cosa a cui tiene di più. Il film si conclude con i due giovani sul lago, che si guardano romanticamente, pronti a ricominciare la loro storia.

L'istruzione a Crema nella prima metà dell'Ottocento (1797-1848)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malossi, Matteo

L'istruzione a Crema nella prima metà dell'Ottocento (1797-1848) : tesi di laurea magistrale / tesi di laurea di Matteo Malossi ; relatore Alberto Tanturri ; correlatore Riccardo Benzoni

[Brescia, 2019]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Novantatré
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hugo, Victor <1802-1885>

Novantatré / Victor Hugo ; traduzione di Francesco Saba Sardi

Mondadori libri, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il Novantatré è l'ultimo romanzo di Victor Hugo. L'intricatissima vicenda è ambientata durante l'apogeo della Rivoluzione, nell'anno forse più tragico e più sanguinoso, l'anno della crisi, quando la Convenzione, ormai decimata, ha abdicato nelle mani di Robespierre, e Danton e i realisti, approfittando del disordine civile, ingaggiano nella Vandea una lotta disperata. Hugo, con un ritmo serrato e intenso, amalgama abilmente il racconto storico con il romanzo di avventure, creando un affresco di grande potenza e dalle tinte corrusche, in cui i personaggi si muovono in preda a sentimenti contrastanti, in perenne lotta con se stessi.

Un addio con il sorriso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pigoli, Matteo <1992->

Un addio con il sorriso / Matteo Pigoli

Centro fumetto Andrea Pazienza, 2019

Abstract: Le sue opere sono state viste ed apprezzate dal mondo intero... Ha vissuto di fama e successi, ma anche di perdite e lutti. Ora, superata la giovinezza ed il vigore, l'unica cosa che desidera è parlare ancora una volta con un vecchio, caro amico. Per farlo però, dovrà percorrere come un equilibrista il sottile filo che separa la vita dalla morte, sperando di dare, una volta per tutte, un senso alla sua arte ed alla sua vita...

Cultura immaginata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vivaldi, Paola

Cultura immaginata : studio dell'immagine coordinata di Fondazione Brescia Musei / prova finale di Paola Vivaldi ; relatore/tutor Paolo Fossati

[Brescia, 2019]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Studio di una linea grafica per l'immagine coordinata di Fondazione Brescia Musei

Planetes
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Yukimura, Makoto <1976->

Planetes / Makoto Yukimura

Panini Comics : Planet Mnaga, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Planetes segue la storia di un gruppo di raccoglitori di detriti spaziali della Sezione Space Debris, una unità della multinazionale Technora Corporation, il cui compito consiste nel prevenire danni o distruzioni di satelliti, stazioni orbitanti e navi spaziali da parte di rottami e detriti liberi di vagare lungo l'orbita terrestre.

Le bambinacce
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Raimo, Veronica <1978-> - Rossari, Marco <1973->

Le bambinacce / Veronica Raimo, Marco Rossari ; illustrazioni di Mariachiara Di Giorgio

Feltrinelli, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Inizia così il primo di questi cinquanta giocosi e stralunati componimenti in versi, ciascuno dei quali intitolato a una "bambinaccia" che fa o è qualcosa di ogni volta diverso, ma che soprattutto pensa e immagina il sesso (ad esempio, per l'appunto, «La bambina che aveva scoperto una cosa», oppure «La bambina che odiava i tabù», «La bambina che era sempre bagnata» e così via). In scena, tra le screziature, vediamo emergere i ritratti di una femminilità forte, vitale e complessa, sicura di sé, irriverente alle norme sociali e disinibita... Attraverso la leggerezza del dettato Raimo e Rossari mettono a segno un'intelligente provocazione culturale. E scrivono a quattro mani un'opera che mescola il piacere, il desiderio, la malinconia, la curiosità. E così racconta l'amore, ma anche l'incertezza, l'autolesionismo, l'omosessualità, il travestitismo, la promiscuità, perfino i filmini messi in rete a rovinare le ragazze, e anche il metafisico. Tutto fatato e stravolto, ma pure godibile e comico. A fare da contrappunto, una dozzina di immagini in bianco e nero continuano il raffinato, impertinente, gioco letterario.

Eco-home
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Entrade, Alice <laureata in Interior design>

Eco-home / prova finale di Alice Entrade ; relatore/tutor Alberto Mezzana

[Brescia, 2019]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Progetto per il recupero ecosostenibile di un edificio storico a Piancogno

Ipotesi su Gesù
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Messori, Vittorio <1941->

Ipotesi su Gesù / Vittorio Messori

Ares, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Dal 1976 sino a oggi, questo libro è stato continuamente ristampato e tradotto. Venticinque anni dopo, l'autore ha riletto questo suo lavoro d'esordio e dopo la rilettura, ha deciso di procedere solo a un modesto lavoro di editing e di aggiungere, in appendice, un testo di commento. Ai lettori vagliare se siano ancora convincenti le risposte proposte qui sul più decisivo enigma della storia: le origini del cristianesimo. Quanto a Messori è più che mai convinto della tesi centrale di Ipotesi su Gesù. La ragione stessa, cioè, se impiegata fino al limite delle sue possibilità, può portare a scommettere sul mistero della verità del vangelo. L'ipotesi della fede resta un rifugio dell'intelletto che rifletta sul caso Cristo.

I capannoncini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonsi, Stefano <laureato all'accademia di belle arti>

I capannoncini : conservazione e innovazione di un edificio industriale / prova finale di Stefano Bonsi ; relatore/tutor Anna Guindani

[Brescia, 2019]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Riqualificazione e conservazione dei caponnoncini, edifici industriali dismessi nel Parco del Mella, a Gardone Val Trompia

La signora Dalloway
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Woolf, Virginia <1882-1941>

La signora Dalloway / Virginia Woolf ; introduzione di Attilio Bertolucci ; traduzione di Alba Bariffi

Garzanti, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: 13 giugno 1923. Clarissa Dalloway, una signora dell'alta borghesia londinese, esce a comprare i fiori per la festa che sta organizzando per la sera. Passeggia per le strade di Londra, sfiora la vita di tanti sconosciuti, ma non ha il fare allegro di chi si prepara a qualcosa di lieto, il suo incedere è incerto e continuamente ostacolato da pensieri che le affollano la mente, da ricordi che si intrecciano con la nostalgia di ciò che è sfuggito e mai potrà tornare. Desideri, angosce e paure della solitudine, della morte ma anche della vita, si rincorrono in un flusso incessante di parole che aprono ad altre parole. Con La signora Dalloway, qui proposta in una nuova traduzione, Virginia Woolf ci regala un grande romanzo lirico, capace di rivelare tutta la precarietà degli esseri umani, feriti dalle circostanze, inermi di fronte alle correnti della sofferenza e della gioia. Introduzione di Antonella Anedda.

Compendio di diritto commerciale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Compendio di diritto commerciale / AA. VV.

23. ed.

Simone, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il merito più grande del compendio è quello di esporre in modo semplice e lineare anche le problematiche più complesse della disciplina, caratterizzata da norme congegnate per soddisfare determinate esigenze del mondo degli affari, spesso lontane da chi, invece, si accosta a questa materia per la preparazione di un esame universitario, di un concorso o di un'abilitazione professionale.

Comunicarsi e comunicare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Civetta, Giulia <laureata all'accademia di belle arti>

Comunicarsi e comunicare : il caso Fondazione PInAC : come dare visibilità e promuovere una realtà museale attraverso gli strumenti della comunicazione / prova finale di Civetta Giulia ; relatore/tutor Alessia Marsigalia

[Brescia, 2019]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Storia della PInAC, analisi della sua organizzazione, comunicazione e strategie per promuovere e valorizzare la sua identità ed i servizi che offre.

Madame Bovary
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Flaubert, Gustave <1821-1880>

Madame Bovary / Gustave Flaubert ; introduzione di Pasquale Di Palmo

[Edizione integrale]

Demetra, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Madame Bovary, apparso a puntate sulla Revue de Paris nel 1856 e in volume l'anno seguente, incontrò subito un grande successo di pubblico, dovuto anche al clamore del processo a cui il suo autore, incriminato per oltraggio alla morale e alla religione, fu sottoposto. Incentrato sulla superba figura di Emma Bovary - donna inquieta, insoddisfatta, simbolo di un'insanabile frustrazione sentimentale e sociale - e giocato su un antiromanticismo ideologico e formale di fondo, fin dal primo apparire questo romanzo si impose all'attenzione della critica come il capolavoro assoluto della narrativa moderna: come ha scritto Vladimir Nabokov, senza Flaubert non ci sarebbe stato un Marcel Proust in Francia, né un James Joyce in Irlanda. In Russia, Cechov non sarebbe stato Cechov. Introduzione di Antonia S. Byatt. Con una nota di Charles Baudelaire.

Green vertical farm
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mazzoleni, Piera Luciana <laureata in Interior design>

Green vertical farm = Orti verticali a Brescia / prova finale di Mazzoleni Piera Luciana ; relatore-tutor Michele Scarpellini

[Brescia, 2019]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Progetto di un orto verticale in Piaaza Rovetta a Brescia