Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Date 2007
× Date 2017
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Ressources E-book MLOL

Trouvés 37601 documents.

L'enigma Bergoglio. La parabola di un papato
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Franco, Massimo

L'enigma Bergoglio. La parabola di un papato

Solferino, 24/09/2020

Résumé: Dal giorno della sua elezione, Francesco è stato il personaggio pubblico del mondo cattolico per antonomasia. Una novità "rivoluzionaria" per la Chiesa, che ha creato attese e speranze enormi. Ma dopo oltre sette anni di pontificato forse è il momento di analizzare freddamente se esista ancora, e dove stia portando, il vento di cambiamento voluto dal Papa argentino; e di chiedersi se lo schema del "Bergoglio accerchiato" non vada aggiornato.Per capirlo Massimo Franco indaga nel suo nuovo libro la parabola di un papato nato nel segno della trasparenza e di un riformismo radicale; e immerso oggi in un incantesimo purgatoriale, in cui convivono popolarità e veleni, promesse di palingenesi e scandali, comitati d'affari e gesti di solidarietà.Per farlo l'autore socchiude per noi le porte del Vaticano di Jorge Mario Bergoglio: a cominciare da quella di Casa Santa Marta, l'albergo dentro le Sacre Mura dove ha deciso di abitare e lavorare. Ogni capitolo del libro è una porta simbolica che si spalanca sullo scenario della crisi del Vaticano: gli scandali finanziari, la piaga della pedofilia, l'apertura su fronti controversi come il matrimonio dei preti, gli accordi segreti con la Cina, l'avvitamento della Chiesa sudamericana, la crisi di quella italiana, la convivenza ma anche la distanza rispetto al papa emerito, i passi falsi e i personaggi discussi ai quali Francesco si è affidato.Una ricostruzione dettagliata e dal piglio narrativo, ricca di documenti e testimonianze inediti. Un'inchiesta nel cuore della Chiesa, per mettere a fuoco successi, incognite e crepe che minacciano un'istituzione millenaria e che costringono a osservare Francesco con lenti diverse da quelle di ammiratori e avversari, entrambe spesso viziate dal conformismo e dal pregiudizio.

Ikigai in love. L'amore ai tempi di se stessi. Una via orientale al mondo che cambia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Mogi, Ken - Leoncini, Thomas

Ikigai in love. L'amore ai tempi di se stessi. Una via orientale al mondo che cambia

Solferino, 24/09/2020

Résumé: "La paura vive solo nel futuro, radicarci nel presente è l'antivirus per ogni preoccupazione che investe le nostre vite." Una sentenza che è alla base dell'ikigai, termine giapponese che significa "qualcosa per cui vivere" e che è diventato lo slogan filosofico del terzo millennio.Il neuroscienziato Ken Mogi e lo scrittore Thomas Leoncini lo coniugano in queste pagine al tema universale dell'amore. Ogni relazione andrebbe vissuta al tempo presente, che si tratti dell'amore sentimentale, di famiglia o più semplicemente del prendersi cura dell'altro o del più debole. Ma come cambia da una cultura all'altra e come influisce l'ascesa vertiginosa del mondo digitale e dell'intelligenza artificiale?Un libro affascinante e profondo che è anche un dialogo audace tra Oriente e Occidente in un'era in cui la globalizzazione incentiva la tendenza a rinchiudersi egoisticamente in se stessi e ad affidare i sentimenti alla tecnologia.

Nella terra dei lupi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Wilkins, Joe - Gobetti, Norman

Nella terra dei lupi

Neri Pozza, 24/09/2020

Résumé: Sullo sfondo dell'aspro e spietato Montana rurale, una storia avvincente e tempestiva sul legame indissolubile tra un giovane cowboy e il bambino autistico che gli è stato affidato.Delphia, Montana. La vita non è facile per il ventiquattrenne Wendell Newman: suo padre è scomparso tra le montagne da piú di dieci anni, la terra, che avrebbe potuto essere sua, è stata quasi tutta venduta o data in affitto e, dopo la morte di sua madre, pesanti imposte gravano sul poco che gli è rimasto: un pick-up e un trailer in cui vivere.Un giorno bussa alla porta del trailer un'assistente sociale che ha con sé un bambino, un marmocchio gracile con un sacchetto di plastica e un quaderno a spirale in mano. È Rowdy, il figlio di Lacy, la cugina arrestata e imprigionata per spaccio di stupefacenti. Ha un "ritardo nello sviluppo" e "diverse problematiche" e, da quando la polizia lo ha trovato, solo e abbandonato in un appartamento vuoto, non ha ancora detto una sola parola.Wendell è il parente piú prossimo, spetterebbe a lui farsene carico. L'uomo accetta a malincuore di tenerlo con sé. Col trascorrere del tempo, tuttavia, scopre, con sua somma sorpresa, di poter stringere un legame speciale con quel bambino schivo e silenzioso, sino al punto da amarlo piú di quanto abbia mai creduto possibile.Nel frattempo, in città, tutti parlano dell'imminente caccia al lupo, la prima caccia regolamentata nella storia dello Stato del Montana dopo trent'anni. La cittadina è in fibrillazione, e la tensione si accresce quando inaspettatamente riaffiora la vecchia storia di Verl Newman, il padre di Wendell, e della sua fuga disperata verso le montagne dopo aver compiuto un gesto sconsiderato.Nell'aspro paesaggio del Montana orientale, una frontiera dove le regole sono inflessibili e si applicano a tutti con implacabile violenza, in un circolo vizioso di degrado ambientale, mancanza di istruzione, alcolici e famiglie distrutte, Joe Wilkins ambienta "un western del Ventunesimo secolo, uno dei migliori romanzi degli ultimi anni" (Nickolas Butler).

Come nascono gli incendi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Arena, Michele

Come nascono gli incendi

Mondadori, 20/10/2020

Résumé: Peccato che quella famiglia non esista. E che, dal momento in cui tua madre, la stramba, dolce, arrabbiata Adele, pronuncia quella parola di sei lettere, tu ti senta perduto, come un biglietto dell'autobus dentro la tasca di un vecchio giubbotto messo via per l'estate. Perché tu lo sai già: quella parola è una bomba atomica che raderà al suolo quel poco che funzionava nella vostra vita e vi farà sentire tremendamente soli. Soprattutto te. E non ti basterà dirti che quello che le sta accadendo potrebbe farti apparire più interessante agli occhi della gente, soprattutto delle ragazze. Non ti basterà avere accanto Rachele, la tua migliore amica e il tuo sogno più dolce, né Ismail, il fratello che nessuno vorrebbe e che tu hai scelto come migliore amico. Non basteranno nemmeno più le vostre serate al distributore di benzina ad ascoltare musica e a parlare di tutto e di niente. Perché le vostre insicurezze vi allontaneranno ogni giorno di più. Perché nessuno vi ha insegnato cosa sentire o dire in una situazione del genere. E allora non ti rimane altro che affrontarlo, il tuo incendio. E anche se spesso, dopo, non restano che macerie, forse stavolta, superato il dolore che ti sta facendo a pezzi il cuore, potresti anche scoprire che non sei mai stato davvero solo e che la tua, la vostra vita andrà avanti e avrà un senso, nonostante tutto.

Lezioni per il futuro. Sette paradossi del mondo nuovo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Krastev, Ivan - Poo, Nicoletta

Lezioni per il futuro. Sette paradossi del mondo nuovo

Mondadori, 13/10/2020

Résumé: Negli ultimi decenni abbiamo più volte sentito dire che il mondo "non sarà mai più lo stesso". È accaduto all'indomani dell'11 settembre, dopo la recessione del 2008-2009 e la crisi dei rifugiati nel 2015. Tuttavia le cose cambiano non perché ci sia una volontà di cambiamento, ma "perché non si può tornare indietro".Mentre trascorreva il lockdown nella sua nativa campagna bulgara, Ivan Krastev, politologo e opinionista del "New York Times", ha cominciato a interrogarsi sugli effetti della pandemia da Covid-19 e su come sarebbe cambiato il futuro. Benché tracciare la storia di una trasformazione ancora in atto renda difficile avanzare delle ipotesi, è innegabile che l'esperimento sociale della quarantena abbia scoperto nodi politici ed economici irrisolti, che accomunano le singole realtà nazionali. In poche settimane, il "cigno grigio" della pandemia ha catapultato Stati e continenti nell'incertezza. Dalla Cina all'Italia, dalla Svezia agli Stati Uniti. Tanto nelle democrazie liberali quanto nei regimi autoritari, però, i governanti si sono dimostrati sprovvisti degli strumenti interpretativi necessari per fronteggiare una crisi inedita rispetto a quelle più recenti e si sono ingenuamente ostinati a operare attraverso leggi d'emergenza. Eppure, la pandemia produrrà cambiamenti irreversibili, e a farne le spese potrebbe essere soprattutto l'Unione Europea, insieme a uno dei fondamentali assunti comunitari, ovvero che l'interdipendenza generi sicurezza e prosperità. Attraverso sette paradossi, Krastev analizza questo incerto presente, teatro tra gli altri del "fallimento dei leader politici mondiali nel mobilitare una risposta collettiva" a una crisi che non potrà essere superata senza un progetto politico responsabile e condiviso.

Di turno la notte di Natale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Kay, Adam

Di turno la notte di Natale

Mondadori, 20/10/2020

Résumé: Il Natale è alle porte, l'albero è addobbato, il cenone è quasi pronto... Ma circa un milione e mezzo di medici e infermieri del servizio sanitario nazionale inglese si stanno recando al lavoro, perché gli esseri umani non smettono di partorire, ferirsi, ammalarsi solo perché arrivano le feste.Questa è la storia esilarante, orribile e talvolta straziante della vita di un giovane medico nel periodo più impegnativo dell'anno: venticinque storie di altrettanti incidenti natalizi, spassosi, scioccanti e incredibili, che cantano le gesta - troppo spesso ignorate - degli eroi del servizio sanitario.Di turno la notte di Natale è una lettera d'amore per tutti coloro che trascorrono le loro festività in prima linea, alle prese con tragedie, nascite e morti, in quello che dovrebbe essere il momento più bello dell'anno.

I bambini sono sempre gli ultimi. Come le istituzioni si stanno dimenticando del nostro futuro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Novara, Daniele

I bambini sono sempre gli ultimi. Come le istituzioni si stanno dimenticando del nostro futuro

BUR, 13/10/2020

Résumé: Sono almeno vent'anni che genitori e professionisti dell'educazione assistono al progressivo abbandono dell'infanzia da parte delle istituzioni, ma mai come durante la recente emergenza legata al Covid-19 la realtà dei fatti è stata sotto gli occhi di tutti. Il momento per interrogarsi davvero sulla situazione dei bambini nel nostro Paese, quindi, non può più essere rimandato, ed è necessario cominciare dalle domande fondamentali: quando abbiamo smesso di occuparci di infanzia? Chi sono stati i principali agenti di questo disastro e, soprattutto, esiste un modo per rimettere i più piccoli al centro delle preoccupazioni istituzionali? A queste domande risponde Daniele Novara, esperto di riferimento italiano sui temi della pedagogia e dell'educazione, e che per primo ha lanciato l'allarme sulla scuola durante la pandemia, dando voce al dissenso delle famiglie e dei professionisti dell'educazione verso uno Stato indifferente, con una riflessione ad ampio raggio sulla considerazione di cui (non) godono i più giovani nel nostro Paese e su cosa dovrebbero fare genitori, educatori e politici per rimettere infanzia e educazione al centro del dibattito. Perché i bambini sono, più di ogni altra cosa, il nostro futuro. E ogni giorno ce ne dimentichiamo un po' di più.

La bambina dell'isola. Storia di una bambina arrivata dal mare e del medico che la salvò
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Prats Martínez, Lluís

La bambina dell'isola. Storia di una bambina arrivata dal mare e del medico che la salvò

Rizzoli, 20/10/2020

Résumé: Alika Touré, la più bella, lascia il Mali insieme alla piccola Kambirì per raggiungere il marito che vive in Italia. Affronta prima il deserto e poi la traversata del mare. Ad attenderla un sogno, la promessa di una nuova vita. Ma il viaggio è crudele, e non come Alika lo immaginava. Con le ultime forze che le restano, affida la figlia alla compagna di viaggio Awa, pregandola di fare in modo che la piccola raggiunga il padre a Mirano. Ne nasce però un fraintendimento: Awa capisce Milano, ed è questo che riferisce al medico che a Lampedusa si prende subito cura della bambina. Mentre si fa di tutto per rintracciare suo padre, Kambirì cresce nell'isola tra l'affetto del dottor Niccolò, della sua amica Chiara e della singolare famiglia del Caffè dell'Amicizia. Dall'autore di Hachiko, un racconto commovente ispirato alla storia del medico Pietro Bartolo e dei tanti abitanti di Lampedusa che ogni giorno offrono soccorso e accoglienza ai migranti che arrivano sull'isola.

Il mago
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Grossman, Lev

Il mago

BUR, 13/10/2020

Résumé: Quentin Coldwater ha diciassette anni, la mente di un genio e troppe inquietudini. Da cui si libera solo immergendosi nel mondo incantato di Fillory, in cui sono ambientati i suoi romanzi preferiti. Un giorno viene scelto dalla prestigiosa università per maghi di Brakebills, che sorge nascosta da un incantesimo sulle rive dell'Hudson. A Brakebills la magia è una cosa seria, e tra lezioni di stregoneria, emozionanti partite a welters, primi amori e nuove amicizie, Quentin ne impara i segreti. Ma la magia ha anche dei lati oscuri e Quentin lo capirà a proprie spese ritrovandosi nella "sua" Fillory, magicamente reale, per scoprire che anche lì, come nel nostro mondo, i colori del bene e del male sono pericolosamente sfumati. Un romanzo fantastico, brulicante di invenzioni e fantasia come nei mondi creati da C.S. Lewis e J.K. Rowling; un universo senza confini che è lo specchio tragico e magnifico della vita.

Alla mamma non frega un c. Bella la vita in famiglia, finché non ti tocca
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Sims, Gill

Alla mamma non frega un c. Bella la vita in famiglia, finché non ti tocca

Fabbri Editori, 20/10/2020

Résumé: Il matrimonio di Ellen è andato in pezzi dopo che Simon le ha confessato un tradimento. Ma quando si chiude una porta si apre un portone o no? Con i due figli, Ellen si trasferisce nel cottage dei suoi sogni; la casa, però, è piena di muffa (che lei cerca di nascondere con mobili e quadri posizionati strategicamente), ha un bagno solo (per tre persone, di cui due teenager) e all'ingresso, al posto del roseto, ci sono dei cespugli di rovi. A tutto ciò si aggiunga che Peter e Jane, ormai adolescenti, comunicano a grugniti, passano le nottate su Snapchat e pretendono di essere scarrozzati in giro a qualsiasi ora del giorno e della notte. La vita sembra non darle mai tregua, ma Ellen affronta tutto con il suo stile inconfondibile: senza peli sulla lingua, un cocktail in mano e tanta voglia di ridere e voltare pagina.

Il regno segreto. Il libro della polvere
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Pullman, Philip

Il regno segreto. Il libro della polvere

Salani Editore, 05/11/2020

Résumé: Sono passati dieci anni da quando abbiamo salutato Lyra Belacqua, adolescente seduta su una panchina del giardino botanico di Oxford nel finale di Queste oscure materie. Nel Regno Segreto la incontriamo di nuovo, quando ormai è diventata più grande, ma anche più disincantata e disillusa. In questo attesissimo sequel, Lyra, ora ventenne, scoprirà luoghi dell'anima e del mondo di cui non aveva mai nemmeno immaginato l'esistenza e dovrà superare prove inattese e difficili che metteranno a dura prova il rapporto con il suo inseparabile daimon, Pantalaimon. Nel grande, rocambolesco viaggio che li attende sarà coinvolto anche Malcolm, che nella Belle Sauvage era un ragazzino con una barca e la missione di salvare una neonata dall'alluvione, e ora è un uomo con un forte senso del dovere e il desiderio di fare ciò che è giusto. Una nuova, grandiosa avventura che si spinge oltre i confini di Oxford, attraverso l'Europa fino in Asia, alla ricerca di ciò che è stato dimenticato: una città creduta impossibile, un segreto nel cuore del deserto, il mistero della Polvere e una guerra tra fazioni sconosciute. Dopo anni di attesa, con il nuovo ciclo del Libro della Polvere, Philip Pullman, uno dei più grandi scrittori viventi, torna nel sontuoso mondo allo stesso tempo familiare e straordinario di Queste oscure materie con un romanzo che è davvero un libro per i nostri tempi; un'avventura imponente in luoghi evocativi e indimenticabili ma anche uno sguardo stimolante su cosa significhi capire se stessi, crescere e dare un senso al mondo che ci circonda, qualunque esso sia.

Achille. Il midollo del leone
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Nucci, Giovanni

Achille. Il midollo del leone

Salani Editore, 08/10/2020

Résumé: Achille piè veloce è il più forte, il più grande degli eroi. Venuto al mondo segnato da un destino irreversibile, dopo essere stato affidato alle sapienti cure di Chirone, è diventato un temibile guerriero, pronto per conquistare la vittoria più ambita, quella della fama eterna. Ma Achille è anche un ragazzo. Figlio, sì, di una dea, è però un mortale e va incontro al suo cammino non senza dubbi e paure. Lo seguiremo nella costruzione di sé, partecipando tanto delle sue difficoltà quanto degli amori e delle amicizie, non meno che delle vittorie e dei rimorsi. Esploriamo così il rapporto con Teti, madre e dea, l'amicizia con Patroclo, la rivalità con Agamennone, in una narrazione che si fa corale senza mai perdere armonia.Giovanni Nucci, che con Ulisse aveva già raggiunto un numero altissimo di giovani lettori, ritorna al mondo antico e questa volta si ispira e si attiene fedelmente all'Iliade per raccontare di questo personaggio eroico e umano e di una guerra ‒ la più grande battaglia di tutti i tempi ‒ manovrata da forze potentissime, capaci di intervenire nelle vicende degli uomini e negli equilibri dellʼuniverso. Piena di sfumature, questa storia millenaria diventa attuale e parla ai ragazzi di oggi del coraggio di crescere, dell'importanza di comprendere il proprio destino, del valore degli affetti, della felicità di vivere. Un romanzo appassionante che affonda le radici nella cultura dell'intera umanità, imperdibile per gli appassionati di mitologia e non solo.

Storia di Marú che sapeva ascoltare la bellezza del mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Rodenas Cantero, Gabri

Storia di Marú che sapeva ascoltare la bellezza del mondo

Vallardi, 15/10/2020

Résumé: UN LIBRO MAGICO SUL POTERE DELLE PICCOLE COSEUN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI SE STESSI E DEL MONDOMarú, ormai anziana, si avvia con la dolce saggezza che la contraddistingue verso la fine della sua esistenza. Ma proprio quando sembra che il tempo delle avventure e delle sfide sia finito, un nipote ritrovato la spinge a imbarcarsi in un viaggio incredibile per riconquistare l'ultima famiglia che le è rimasta. In sella alla sua bicicletta, una tappa dopo l'altra e un incontro alla volta, Marú ci farà riscoprire il potere trasformativo dell'amore e la capacità di far emergere tesori di felicità dai momenti più bui.In tempi di esistenze facili e infelici, Marú ci insegna che la vita è spesso difficile e bellissima. Un inno alla vita e alla nostra capacità di risollevarci. Una favola per riscoprire lo splendore dell'umiltà e come le piccole gioie possano colmare baratri. Per abbracciare la magia e la bellezza del mondo. A novant'anni Marú è una donna umile, piena di compassione e amata da tutti. Conduce un'esistenza tranquilla a Oaxaca, in Messico, dove porta dolcetti alfajores, gioia e sorrisi ai bambini dell'orfanotrofio locale. In passato però la sua vita è stata segnata dal dolore: abbandonata ancora in fasce davanti a un convento in Cile, a 12 anni è fuggita e ha vissuto per strada, per poi diventare madre contro la sua volontà a soli 14 anni. Da decenni non vede suo figlio ma, proprio quando la sua vita sembra avviata al tramonto, scopre di avere un nipote. L'anziana donna decide allora di partire alla ricerca del ragazzo, in sella alla sua bicicletta, la sola cosa che possiede al mondo. Perché "non è mai troppo tardi", qualunque sia l'avventura che ci aspetta dietro l'angolo. Il peregrinare di Marú diventa un viaggio dell'anima, un'occasione d'incontro con persone e storie diverse. A tutte insegna e da tutte impara qualcosa. L'opera di Ródenas è un messaggio di amore e compassione per il prossimo. E un invito ad apprezzare i momenti minori eppure capaci di esprimere la grazia del mondo. 

Fragilità bianca. Perché è così difficile per i bianchi parlare di razzismo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

DiAngelo, Robin

Fragilità bianca. Perché è così difficile per i bianchi parlare di razzismo

Chiarelettere, 08/10/2020

Résumé: Un pamphlet spiazzante sui bianchi,progressisti, di sinistra,in prima fila nelle manifestazioni:razzisti senza sapere di esserlo "La congiura del razzismo è più che evidentealle persone di colore. Molte di loro avrebberopotuto scrivere questo libro a occhi chiusi."The New Yorker "Fragilità bianca è diventato un caso editorialedurante le proteste per la morte di George Floyd,rimanendo per settimane ai verticidelle classifiche del 'New York Times'."The Atlantic È ora di affrontare il nostro razzismo. A furia di ripetere "per me il colore della pelle non ha importanza", "le razze non esistono", "i razzisti sono gente meschina e ignorante", i bianchi progressisti sono diventati i principali responsabili della discriminazione. Non riconoscersi come razza sopraffattrice ci porta a negare il problema e a perpetrare la disuguaglianza a nostro vantaggio.È questa la "fragilità bianca" di cui parla Robin DiAngelo, sociologa e educatrice che daanni tiene workshop sul tema del razzismo e della giustizia sociale per aiutare gli americani a prendere coscienza di come la rimozione aggravi il pregiudizio e la supremazia dei bianchi. Capitolo dopo capitolo, attraverso illuminanti esempi emersi dai suoi colloqui o dall'attualità, l'autrice smaschera l'ipocrisia, la reticenza, i radicati comportamenti culturali, storici, istituzionali con cui i bianchi alimentano abusi e privilegio.Il problema non riguarda solo gli Stati Uniti. Noi italiani sosteniamo Black Lives Matter in America, ci indigniamo per l'omicidio di George Floyd, ma non vogliamo nemmeno pronunciare la parola razzismo. Consideriamo quello americano lontano dalla nostra realtà. Invece faremmo bene a guardare più vicino a casa. Alla nostra lingua, al nostrofinto daltonismo, ai nostri politici xenofobi. Questo libro ce ne offre la seria opportunità. 

Salire in montagna. Prendere quota per sfuggire al riscaldamento globale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Mercalli, Luca

Salire in montagna. Prendere quota per sfuggire al riscaldamento globale

Einaudi, 29/09/2020

Résumé: Perché investire denaro ed energie nella ristrutturazione di una vecchia e scomoda baita nel cuore delle Alpi Cozie? Questo è il racconto di una migrazione verticale, con i suoi successi e i suoi ostacoli, per fuggire il riscaldamento globale che rende sempre piú roventi le estati nelle città. Le montagne, con la loro frescura, sono a due passi e offrono nuove possibilità di essere riabitate; e ciò attraverso il recupero di borgate abbandonate con tecniche di bioedilizia rispettose del paesaggio ma all'altezza delle necessità di agio e di connettività per poterci vivere e lavorare. Per salvarci dall'emergenza climatica e ridare spazio alla contemplazione di ciò che resta della natura. Mercalli affronta, con questo libro molto personale, il tema del riscaldamento climatico attraverso una narrazione in prima persona che racconta la propria esperienza del "salire in montagna": il tentativo di persuadere della necessità di un cambiamento della nostra esistenza, attraverso una vicenda esemplare.

Prometeo a Fukushima. Storia dell'energia dall'antichità ad oggi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Pagnotta, Grazia

Prometeo a Fukushima. Storia dell'energia dall'antichità ad oggi

Einaudi, 29/09/2020

Résumé: Questo libro ripercorre il rapporto tra l'uomo e l'energia, dal fuoco alle ultime tecnologie. In questa lunga storia l'Ottocento, ovvero il secolo del carbone, è il periodo della scoperta della maggior parte delle fonti che impieghiamo oggi e dei relativi modi di sfruttarle, mentre il Novecento, il secolo piú vorace di energie come di risorse, è quello del passaggio da politiche nazionali delle fonti energetiche alla geopolitica dell'energia capace di scatenare guerre e lasciare in eredità al nuovo millennio tensioni irrisolte. Di questa storia fanno parte diversi celebri disastri, come gli incidenti di Chernobyl o di Fukushima. Sempre piú la partita dell'energia comporta la guerra per le proprietà delle fonti e delle materie prime, la depredazione di territori e paesi piú deboli e danni ambientali. Ma un nuovo modello di sviluppo dovrebbe puntare al miglioramento tecnologico dell'impiego delle fonti naturali, a scelte omogenee alle caratteristiche delle singole aree, a una diversa impostazione dei trasporti, e al perseguimento di un'economia circolare capace di ridurre il consumo di energia e la quantità di rifiuti. Al fine di consumare meno il Pianeta.

Modigliani. L'ultimo romantico
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Augias, Corrado

Modigliani. L'ultimo romantico

Einaudi, 29/09/2020

Résumé: Gennaio 1920. Al funerale di Modigliani ci sono tutti quelli che contano, i piú grandi artisti contemporanei. Eppure nessuno, in vita, lo ha preso davvero sul serio. Con i passi che portano il feretro al cimitero del Père Lachaise cresce però la consapevolezza della nascita di una stella nel firmamento della storia dell'arte. Di colpo le quotazioni dei suoi quadri schizzano alle stelle. Nasce la leggenda di Modí, il maudit, il maledetto. Ma chi era davvero Amedeo Modigliani? Un giovane spavaldo e rissoso o piuttosto un artista combattuto e sensibile? Dall'apprendistato in Toscana, in una Livorno di commerci e affari, agli anni parigini a fianco dei maggiori pittori del primo Novecento, dai rapporti tumultuosi con le donne al tragico epilogo, Corrado Augias con una prosa asciutta, chiara e coinvolgente riesce a restituirci la parabola esemplare di "un grande artista, un uomo infelice e vitale, misterioso dissipatore del suo stesso talento", tracciando allo stesso tempo l'affresco fedele di un'epoca irripetibile

Flashover. Incendio a Venezia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Falco, Giorgio

Flashover. Incendio a Venezia

Einaudi, 29/09/2020

Résumé: La sera del 29 gennaio 1996 un incendio illumina il cielo di Venezia: il teatro La Fenice brucia. L'incendio è stato appiccato dal titolare di una piccola ditta in ritardo sulla fine dei lavori per il restauro del teatro. Giorgio Falco ha scritto un libro che come un incendio illumina e divora il suo oggetto: ricostruzione di una storia vera e sua decostruzione; romanzo di un'ossessione; indagine sul desiderio e sul potere del denaro di trasformare le cose e i corpi; ritratto in maschera degli ultimi quarant'anni di storia italiana, autobiografia di tutti.Enrico Carella, tra le 20.40 e le 20.45 del 29 gennaio 1996, con la complicità del cugino e dipendente Massimiliano Marchetti, appicca il fuoco alla Fenice di Venezia. Carella era il titolare di una piccola ditta che aveva ottenuto il subappalto per alcuni lavori elettrici nel restauro della Fenice (il capocantiere dell'azienda appaltatrice era suo padre). Carella (d'ora in poi il cugino padrone, "in minuscolo, (...) in maiuscolo sarebbe un personaggio unico, con la pretesa di concentrare su di sé le caratteristiche di tutti gli altri cugini padroni esistenti") era in ritardo sulla consegna dei lavori: avrebbe dovuto pagare una penale che non sarebbe mai stato in grado di saldare. Il cugino padrone conduceva una vita al di sopra delle sue possibilità, una vita che coincideva con l'immagine che aveva di se stesso ma non con le finanze di cui disponeva. Decide di appiccare un incendio: un incidente nel cantiere avrebbe rimandato la chiusura dei lavori. È l'innesco che provocherà la completa distruzione della Fenice. "C'è qualcosa di malinconico in ogni flashover su cui incombe la distruzione: la distruzione portata da se stesso, la distruzione di se stesso". Il flashover identifica il momento di transizione tra un incendio in crescita e un incendio nella sua fase matura: la temperatura è altissima e uniforme, il fuoco ha raggiunto la totalità delle superfici disponibili, tutto brucia all'unisono. Giorgio Falco ha scritto un libro che come un incendio illumina e divora il suo oggetto: ricostruzione di una storia vera e sua decostruzione; autobiografia di tutti, ritratto in maschera - e di una maschera - degli ultimi quarant'anni di storia italiana; romanzo di un'ossessione; iconotesto in cui le fotografie inchiodano le parole, in un autentico controcanto che brucia sotto traccia fino all'esplosione finale; interrogazione del denaro, del suo potere distruttivo e seduttivo; indagine sul desiderio, il desiderio di cose, di possesso, di riconoscimento, ma anche sul suo opposto: il desiderio di oblio, di silenzio, di distruzione. Come la fiamma che costantemente si sottrae, mobile e sfuggente, Flashover è un libro ibrido, che eccede qualsiasi definizione perché coincide solo con se stesso.

Scimmie al volante. L'inchiesta definitiva sulla classe politica che non ha saputo gestire la crisi del Covid-19
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Mensurati, Marco - Tonacci, Fabio

Scimmie al volante. L'inchiesta definitiva sulla classe politica che non ha saputo gestire la crisi del Covid-19

BUR, 06/10/2020

Résumé: Non è vero che è andato tutto bene. Non è vero che abbiamo gestito la pandemia meglio degli altri Paesi europei. Il "modello Italia" è un'illusione, buono per la propaganda ma lontano dalla realtà. La verità è un'altra: l'Italia si è trovata ad affrontare la peggiore crisi dai tempi della Seconda guerra mondiale avendo nei posti di comando esponenti di una classe politica impreparata, irresponsabile, quasi sempre inadatta agli incarichi ricoperti. La tragedia del Covid ha avuto almeno questo merito: ha tracciato una linea di separazione definitiva tra i buoni amministratori e gli improvvisati, cancellando per sempre la retorica dell'uno vale uno, dimostrandone l'assoluta inconsistenza quando arriva l'ora più buia e le decisioni da prendere si fanno gravi. La prima notizia in Occidente dell'esistenza del Coronavirus in Cina è un lancio Reuters battuto la sera di Capodanno. Da quel momento, i nostri governanti non fanno nulla di ciò che dovrebbe essere fatto per prepararsi. E dire che c'eravamo già passati con la Sars, e avevamo un piano pandemico che però è stato dimenticato nei cassetti del ministero della Salute. "Siamo prontissimi", dice il premier Conte a fine gennaio, ma niente è pronto. Quando il virus diventa visibile anche in Italia, e i morti aumentano di giorno in giorno, tutte le scelte sbagliate sono già state prese: protocolli sanitari contraddittori, incapacità di reperire dispositivi di protezione, terapie intensive insufficienti e al collasso. In questo libro-inchiesta i due reporter di "Repubblica" ricostruiscono, documenti alla mano, le mosse degli attori politici durante la pandemia e nella Fase 2, quella della ripartenza. Svelando chi sono, chi non sono, chi si credono di essere le persone che stanno gestendo l'emergenza non ancora finita, e alle quali, una volta tornati alla normalità, rischiamo di lasciare le redini del Paese.

Mormorio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Eaves, Will - Viola, Fabio

Mormorio

Codice Edizioni, 22/01/2020

Résumé: Liberamente ispirato alla tragica vita di Alan Turing, il genio matematico che decifrò i messaggi in codice dei nazisti durante la Seconda guerra mondiale e che è considerato uno dei padri dell'informatica, Mormorio ripercorre le settimane seguenti alla condanna per atti osceni di Alec Pryor, il protagonista del libro. Pryor, per sfuggire alla prigione, accetta di sottoporsi a castrazione chimica attraverso iniezioni di ormoni e a una serie di sedute psicanalitiche dal dottor Stallbrook. Will Eaves firma un romanzo coraggioso e sperimentale, nella forma e nei contenuti; in parte diario personale, in parte corrispondenza con l'ex fidanzata June, in parte descrizione dei sogni allucinatori di Pryor, Mormorio è il viaggio in una mente straordinaria, acuta, sensibile, stravolta dalla sua stessa grandezza. Una storia capace di stupire, spezzare il cuore e alla fine restituirci inaspettatamente la fiducia negli esseri umani e nella loro capacità di amare.Vincitore del Wellcome Book Prize 2019; libro dell'anno per "The Guardian", "Times Literary Supplement" e "New Scientist".