Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Langues Latin

Trouvés 30418 documents.

Anfitrione
0 0 0
Livres modernes

Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

Anfitrione ; Bacchidi ; Menecmi / Tito Macco Plauto ; introduzione e note di Margherita Rubino ; con un saggio di Vico Faggi ; traduzione di Vico Faggi

Nuova trad

Milano : Garzanti, 1993

Résumé: Nel II secolo a.C. circolavano sotto il suo nome oltre cento commedie. Nel secolo successivo Varrone sottomise a un severo vaglio la copiosa produzione e accettò come sicuramente autentiche solo 21 commedie. Anfitrione, Bacchidi e Menecmi sono tre commedie giocate sugli equivoci che nascono dalla presenza in scena di personaggi identici: nelle Bacchidi e nei Menecmi si tratta di gemelli, nell'Anfitrione, invece, di Giove, che prende le sembianze del marito di Alcmena e di Mercurio che prende quelle di Sosia (passato poi, per antonomasia, a indicare la copia somigliantissima di un individuo).

Elogio della follia
0 0 0
Livres modernes

Erasmus, Desiderius <1466/69-1536>

Elogio della follia / Erasmo da Rotterdam ; a cura di Carlo Carena

Einaudi, 2002

Résumé: Attraverso una critica caustica - ma al contempo ironica - del vuoto che pervade i valori acquisiti e i comportamenti dei grandi e dei sapienti, Erasmo ridefinisce l'idea di saggezza connettendola dialetticamente al suo opposto, e ci conduce, con una sorta di percorso iniziatico, alla scoperta dell'impossibilità di separare la follia dall'essenza dell'uomo. E non per caso i folli sono sempre stati tanto cari al Signore conclude Erasmo dopo aver sferrato un duro attacco al malcostume dei potenti e degli ecclesiastici, riproponendo il messaggio evangelico nella sua purezza, autenticità e forza morale.

Adelphoe
0 0 0
Livres modernes

Terentius Afer, Publius

Adelphoe ; Heautontimorumenos / Terenzio ; a cura di Lisa Piazzi

Milano : A. Mondadori, 2006

Résumé: Entrambe le commedie traggono il loro soggetto da opere di Menandro e negli intrecci sembrano non discostarsi dai canoni del genere: giovani innamorati, genitori che li contrastano, bambini perduti di cui si ritrovano le origini portando così al felice scioglimento finale. Ma tutta nuova è l'attenzione per la psicologia dei personaggi, indagata con finezza e con una lingua elegante e raffinata.

Anfitrione
0 1 0
Livres modernes

Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

Anfitrione / Tito Maccio Plauto ; prefazione di Cesare Questa ; introduzione di Guido Paduano ; traduzione di Mario Scandola

4. ed

[Milano : Rizzoli], 2005

Résumé: Giove assume le sembianze di Anfitrione e giunge a Tebe accompagnato da Mercurio, che ha preso a sua volta le sembianze di Sosia, servo di Anfitrione. Alcmena, che pensa di avere accanto suo marito, lo accoglie nel talamo. Il vero Anfitrione arriva all'alba, mentre il falso se ne va. Si viene così a creare una situazione intricatissima in un girotondo vorticoso di veri e falsi Anfitrione-Sosia, in cui il vero Anfitrione comincia a nutrire seri dubbi sulla fedeltà della moglie. La commedia si conclude all'improvviso con la notizia che Alcmena ha partorito due gemelli, uno figlio di Giove e l'altro di Anfitrione.

Favole
0 0 0
Livres modernes

Phaedrus <20/15 a.C.-circa 51 d.C.>

Favole / Fedro ; introduzione, traduzione e note di Fernando Solinas

Milano : A. Mondadori, 1992

Résumé: Esopo ha inventato la favola, ma è stato Fedro ad affinarla, a imporle le leggi del metro, a conferirle la dignità del verso consegnandola ai fasti della letteratura. Per Fedro la favola è un mezzo d'espressione che consente, a chi è schiavo o liberto come lui, di dire la verità ammantandola sotto la copertura di un traslato. La sua è una morale acre, cupamente rassegnata alla sconfitta sociale, pervasa da un pessimismo amaro. Osteggiato in vita, Fedro fu quasi del tutto ignorato anche dopo la morte: scrivendo della favola, tanto Seneca quanto Quintiliano tacciono ostinatamente il suo nome, riscoperto solo molto più tardi dietro l'ombra troppo ingombrante del più celebre Esopo. Introduzione di Alberto Cavarzere.

Vol. 1: Libri I-II
0 0 0
Livres modernes

Vol. 1: Libri I-II / introduzione e commento a cura di Salvatore Priococo ; testo critico e traduzione a cura di Manlio Simonetti

Résumé: I Dialogi di Gregorio Magno, composti in latino in quattro libri, furono tra i più amabili, drammatici e insieme divertenti testi del Medioevo. In un'Italia invasa dai goti e longobardi, visitata dalle pestilenze e dalla carestia, tutto era caos e tenebra. Restavano solo i monaci a compiere prodigi: resuscitavano i morti, liberavano gli ossessi, moltiplicavano olio e vino. Il testo, composto per un pubblico vasto e popolare, è riproposto con la cura di Manlio Simonetti e Salvatore Pricoco.

Discorso sulla dignità dell'uomo
0 0 0
Livres modernes

Pico Della Mirandola, Giovanni <1463-1494>

Discorso sulla dignità dell'uomo / Giovanni Pico Della Mirandola ; a cura di Francesco Bausi

Parma : Fondazione Pietro Bembo : Guanda, copyr. 2003

Résumé: Il Discorso sulla dignità dell'uomo è l'opera più famosa dell'umanista Pico della Mirandola (1463-1494). Composta tra il 1486 e il 1487, come premessa a un dibattito irrealizzato sulle 900 tesi filosofiche proposte da Pico, ottenne in seguito un grande successo, durato fino ai giorni nostri, soprattutto per alcune interpretazioni forzate che propongono Pico come campione del laicismo e del relativismo etico.

[Vol. 1]: Aulularia
0 0 0
Livres modernes

Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.> - Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

[Vol. 1]: Aulularia ; Miles gloriosus

L'amicizia
0 0 0
Livres modernes

Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.>

L'amicizia / Marco Tullio Cicerone ; con un saggio introduttivo, premessa al testo e note di Emanuele Narducci ; traduzione di Carlo Saggio

Milano : Rizzoli, 1985

Metamorfosi, L'asino d'oro
0 0 0
Livres modernes

Apuleius <circa 125-circa 180>

Metamorfosi, L'asino d'oro / Apuleio ; a cura di Marina Cavalli

Milano : A. Mondadori, 1994

Résumé: Lucio, protagonista e narratore, in Tessaglia per affari, abita a casa di Milone e di sua moglie Panfile, ritenuta una maga. Procuratosi un unguento magico che sapeva aver trasformato Panfile in uccello, Lucio si trasforma però in asino. Dei ladri saccheggiano la casa di Milone e caricano l'asino Lucio del bottino. Giunto poi alla caverna dei briganti, Lucio ascolta la favola di Amore e Psiche, narrata da una vecchia a una fanciulla rapita. Sconfitti i briganti dal fidanzato della ragazza, Lucio passa di padrone in padrone, subendo ogni tipo di tormento, finché non si addormenta sulla spiaggia di Cencree. In sogno gli appare la dea Iside che gli indica la strada per riprendere la forma umana.

Meditazioni metafisiche
0 0 0
Livres modernes

Descartes, René <1596-1650>

Meditazioni metafisiche / Renè Descartes ; traduzione e introduzione di Sergio Landucci

Roma : Laterza, 1997

Résumé: Le opere fondamentali del pensiero filosofico di tutti i tempi. In edizione economica, con testo a fronte e nuovi apparati didattici. Testo originale nell'edizione di Charles Adam. Traduzione e introduzione di Sergio Landucci.

Il libro II delle Storie
0 0 0
Livres modernes

Livius, Titus <59 a.C.-17>

Il libro II delle Storie / Tito Livio ; introduzione e commento di Lorenzo D' Amore

Milano : Signorelli, copyr. 1972

Vol. 2: L'eunuco
0 0 0
Livres modernes

Terentius Afer, Publius

Vol. 2: L'eunuco ; Formione ; I fratelli

La brevità della vita
0 0 0
Livres modernes

Seneca, Lucius Annaeus <4 a.C.-65>

La brevità della vita / Lucio Anneo Seneca ; introduzione, traduzione e note di Alfonso Traina

4. ed. riv. e aggiornata

Milano : Rizzoli, 1995

Vol. 2
0 0 0
Livres modernes

Terentius Afer, Publius

Vol. 2 : L'eunuco ; Formione ; I fratelli

I Menecmi
0 0 0
Livres modernes

Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

I Menecmi / Tito Maccio Plauto ; introduzione di Cesare Questa ; traduzione di Mario Scandola

14. ed

[Milano : Rizzoli], 2004

Résumé: Un mercante di Siracusa perde a Taranto uno dei suoi due figli gemelli, Menecmo, e ne muore di dolore. Menecmo, allevato da un ricco mercante di Epidamno di cui ha poi ereditato le ricchezze, vive a Epidamno, ha una moglie gelosa e una bella amante, Erozio. Il fratello, chiamato anch'egli Menecmo, va a Epidamno e viene scambiato per il gemello, crede però che la causa delle strane avventure che gli capitano sia l'interesse da lui suscitano in Erozio. Intanto Menecmo primo subisce le ire della moglie gelosa e del suocero. I due fratelli infine si riconoscono e decidono di tornare insieme a Siracusa dopo aver venduto all'asta i beni e la moglie (se qualcuno la compra) di Menecmo primo.

L'amicizia
0 0 0
Livres modernes

Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.>

L'amicizia / Cicerone ; traduzione di Carlo Saggio ; note di Emanuele Narducci ; prefazione di Giorgio Montefoschi

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

L'Eneide
0 0 0
Livres modernes

Vergilius Maro, Publius <70 a.C.-19 a.C.>

L'Eneide / di Virgilio ; [traduzione di] Vittorio Sermonti

[Milano] : Rizzoli, 2007

Résumé: Vittorio Sermonti ha dedicato molti anni della sua vita a raccontare Dante, prima alla radio e poi in affollate letture pubbliche (oltre che naturalmente nei suoi libri). Il suo nuovo progetto riguarda invece l'opera del maestro e guida di Dante, Virgilio. Il libro è il racconto-commento di tutti i canti del poema di Virgilio, ciascuno seguito da una nuova traduzione integrale, opera dello stesso Sermonti. L'Eneide riacquista la capacità di parlare ai lettori, con parole di questo tempo.

Pseudolo
0 0 0
Livres modernes

Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

Pseudolo / Tito Maccio Plauto ; introduzione di Cesare Questa ; traduzione di Mario Scandola

Milano : Rizzoli, 1983

Résumé: Due giovani innamorati, un lenone cinico e prepotente, un marito sciocco, uno schiavo, Pseudolo, che scioglierà le pene d'amore con l'astuzia. L'opera prediletta di Plauto.

Il sogno di Scipione
0 0 0
Livres modernes

Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.> - Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.>

Il sogno di Scipione ; Il fato / Marco Tullio Cicerone ; introduzione, traduzione e note di Andrea Barabino

[Milano] : Garzanti, 1995

Résumé: Il brano è il racconto di un sogno di Scipione Emiliano (protagonista del trattato ciceroniano), ospitato in Numidia dall'anziano re Masinissa, alleato dell'Africano. In questo sogno, racconta l'Emiliano, gli era apparso il nonno adottivo Scipione l'Africano: costui gli aveva predetto le sue glorie future e la sua morte prematura, mostrandogli però successivamente una visione delle sfere celesti e spiegando che il premio riservato dagli dèi alle anime degli uomini politici virtuosi sarebbe stato l'immortalità dell'anima e una dimora eterna nella Via Lattea. Affermando l'immortalità dell'anima e l'esistenza di un premio celeste per le buone azioni degli uomini, così come di un aldilà, Cicerone espone, inoltre, rifacendosi a stoici ed aristotelici, la sua visione del cosmo, in cui nella Via Lattea trovano pace le anime che hanno in vita operato per il bene dello Stato.