Tout voir

Nouveautés du Système

Messaggio di benvenuto al catalogo.

Tout voir

Les plus lus

  1. 1

    Cambiare l'acqua ai fiori Valérie Perrin

  2. 2

    Tre Valérie Perrin

  3. 3

    2: L'inverno dei leoni

  4. 4

    Violeta Isabel Allende

  5. 5

    Fabbricante di lacrime Erin Doom

  6. 6

    Il caso Alaska Sanders Joël Dicker

  7. 7

    Il quaderno dell'amore perduto Valérie Perrin

  8. 8

    Delitti a Fleat House Lucinda Riley

  9. 9

    Rancore Gianrico Carofiglio

  10. 10

    1: I leoni di Sicilia

Tout voir

Les plus recherchés

  1. 1

    Il caso Alaska Sanders Joël Dicker

  2. 2

    Fabbricante di lacrime Erin Doom

  3. 3

    Delitti a Fleat House Lucinda Riley

  4. 4

    Come vento cucito alla terra di Ilaria Tuti

  5. 5

    Il rosmarino non capisce l'inverno Matteo Bussola

  6. 6

    Noi due come in un sogno Nicholas Sparks

  7. 7

    La costanza è un'eccezione di Alessia Gazzola

  8. 8

    Al di qua del fiume Alessandra Selmi

  9. 9

    It ends with us Colleen Hoover

  10. 10

    L'ora delle stelle Corina Bomann

Tout voir

Prochains événements

LENO
Dominato Leonense Green School
Inaugurazione del progetto Dominato Leonense Green School, che si terrà venerdì 7 ottobre 2022 alle... Horaire:
DESENZANO DEL GARDA
PAROLE TRA NOI
venerdì 7 ottobre 2022, ore 18:00 (Villa Brunati - via Agello, 5 - Desenzano  del... Horaire:
Tout voir

Dernières critiques

Il complotto dei Calafati - Francesco Abate

Francesco Abate sceglie, per ambientare il secondo episodio delle imprese investigative di Clara Simon, di raccontare una Sardegna insolita e poco nota, lontana dai luoghi comuni dell’immaginario collettivo che, quando si parla di Sardegna, evocano per lo più scene di VIP festaioli e yacht di lusso o, all’opposto, di borghi sperduti di pastori ultracentenari. Sicuramente, il libro di Abate riesce a incuriosire il lettore con una storia che si svolge nella Cagliari del 1905.
La vicenda prende le mosse da un fatto storico, il terremoto che tra il 7 e l’8 settembre del 1905 colpì la Calabria. Un po’ ovunque, e in Sardegna in particolare, la notizia del sisma suscitò quella che solitamente si definisce una gara di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dall’evento. Il romanzo apre proprio con la descrizione di due feste di raccolta fondi, quella a villa Pernis, a cui partecipa il fior fiore della nobiltà e della borghesia, e il gran ballo popolare pro Calabria nel magazzino di Martino Ganecoddai, chiassosa festa danzante a base di fiumi di alcool.
Nel romanzo la giornalista-investigatrice Clara Simon si trova a fare luce sul brutale assassinio dei baroni Cabras, trucidati durante un maldestro tentativo di rapina, o almeno così pare. L’accompagnano nelle ricerche il collega-amico-cavalierservente Ugo Fassberger, e il capitano dei carabinieri, Rodolfo Saporito, in un simpatico intreccio di vicende d’amore e poliziesche.
Con brio e leggerezza Francesco Abate svela gradualmente al lettore la realtà di un Sardegna che non si aspetta, quella della Belle Époque, con la sua fiducia nella scienza e nel progresso, il fervore di attività industriali e commerciali, il dinamismo mondano dei cafè chantant, dei teatri, delle feste.

Potete trovare la recensione completa qui:
https://www.lafettadilibro.net/2022/09/la-sardegna-che-non-ti-aspetti-il.html

La novella degli scacchi - Stefan Zweig

La novella degli scacchi è un racconto lungo che si legge tutto d’un fiato. Nella storia troviamo tutti gli ingredienti che possono tenere incatenato un lettore alla sedia e costringerlo ad arrivare all’ultima pagina prima di deporre il libro. Innanzitutto due personaggi enigmatici, entrambi usciti dal nulla: il campione mondiale di scacchi Czentovič, dagli oscurissimi natali, un individuo semi-analfabeta e quasi incapace di relazionarsi con gli altri, ma dotato di uno e unico talento per gli scacchi, e dall’altra parte il dottor B., appartenente a un’antica e stimata famiglia, titolare di uno dei più importanti studi legali dell'Austria, eppure completamente sconosciuto al mondo nella veste di genio degli scacchi. Le partite che li vedono schierati su fronti opposti divengono per il lettore il campo di battaglia in cui vengono a misurarsi l’arroganza di Czentovič e la febbrile passione del dottor B., mentre il narratore ci guida fin dalle prime pagine nella storia, come in un mito dei nostri tempi: su una nave, in un giorno non definito, in un punto imprecisato dell’Oceano, gli uomini mettono in gioco le loro emozioni, il loro passato e, in definitiva, sé stessi, con l’esclusivo obiettivo di riportare la vittoria, e null’altro.
Scritta nel 1942, poco prima del suicidio dell'autore, La novella degli scacchi costituisce l'amaro commiato di un autore che decise di non sopravvivere al "mondo nuovo" che si stava affermando in Europa.

Potrete trovare la recensione completa su
https://www.lafettadilibro.net/2022/06/la-novella-degli-scacchi-di-stefan-zweig.html

Bienvenus dans le catalogue. Ecrivez ici quelques informations supplémentaires pour les utilisateurs de la page d'accueil