Immigrati

(Persona)

Nota:
  • Coloro che si sono stabiliti in Paesi diversi da quelli da cui provengono, per ragioni sociali ed economiche
Thesaurus
Rinvio da (UF)
Più generale (BT)
Più specifico (NT)
Vedi anche (RT)

Opere collegate

Encontrados 638 documentos.

Io vengo da
0 0 0
Libros Modernos

Aristarco, Daniele <1977->

Io vengo da : corale di voci straniere / Daniele Aristarco ; illustrazioni di Giordano Poloni

Einaudi ragazzi, 2019

Resumen: «Da dove vieni?» È questa la domanda che un insegnante pone ai suoi studenti. La classe è composta per metà da bambini stranieri, alcuni dei quali arrivati da poco in Italia. Il quesito, solo apparentemente banale, impegna tutti in un'appassionante ricerca su se stessi, una vera e propria investigazione sulle proprie origini, sulla propria leggenda familiare. Attraverso i racconti dei giovani protagonisti possiamo ripercorrere la storia dei diversi flussi migratori che, negli ultimi anni, hanno interessato il nostro Paese e provare a comprendere il mondo nuovo che di fronte a noi si dischiude. Un racconto corale di storie vere che aiuterà studenti, docenti e genitori a orientarsi in questa nuova geografia, a riconoscersi nell'altro e ad assaporare la ricchezza della differenza.

Chi sta male non lo dice
0 0 0
Libros Modernos

Dikele Distefano, Antonio <1992->

Chi sta male non lo dice / Antonio Dikele Distefano

Mondadori, 2017

Resumen: Questa è la storia di Yannick e Ifem, la storia di due ragazzi. Di mancanze, assenze, abbandoni, di come è difficile credere nella vita quando questa ti toglie più di quanto ti dà. Non è però solo un pugno nello stomaco, è soprattutto la storia di come i fiori spuntano anche nel cemento. Di come c’è sempre un modo per salvarsi, l’importante è non rinunciare, non smettere mai di amare la vita. Una storia iniziata in un quartiere dove a cadere a pezzi sono le persone prive di impalcature, schiave delle condizioni economiche al punto di attaccarsi al lavoro rinunciando così alla vita. Dove chi non ci riesce beve fino ad annullarsi e alza le mani sui figli e sulle mogli dietro imposte serrate. Dove la gente sa e non fa nulla. Perché addosso tutti hanno l’odore dei poveri e le scarpe consumate di chi è abituato a frenare in bici coi talloni. Una storia di sogni infranti che i figli ereditano dai genitori, partiti dall’Africa per “na Poto”, l’Europa, senza sapere che questo paese non è pronto ai loro tratti del viso né preparato a sostenere le loro ambizioni. Basta avere la pelle un po’ più scura per essere preso di mira, il taglio degli occhi diverso per sentirsi intruso, un cognome con troppe consonanti per sentirsi gli sguardi addosso. In questa desolazione, Ifem prova a colmare il vuoto che la mangia da dentro con l’amore. Quello per Yannick. Un ragazzo che sembra inarrestabile. “Ifem, non ci fermeremo finché non capiranno che non siamo neri che si sentono italiani, ma italiani neri” le ripete continuamente. Ma pian piano quell’amore, come tutto attorno a lei, svanisce. Ne rimane solo un’ombra sottile nelle linee immaginarie che lei traccia sulle labbra di lui mentre dorme. Uno dei pochi momenti in cui Yannick sembra quieto. Perché a fermare la sua corsa è la cocaina. Iniziata per noia, quasi per caso, perché lui è cresciuto in un quartiere popolare dove tutti almeno una volta hanno provato, anche i preti. E perché per un attimo la polvere bianca riempie qualsiasi vuoto – ti fa sentire come avessi dentro tutto il ferro della torre Eiffel –, ma poi si porta via tutto

Mati e Mata
0 0 0
Libros Modernos

Crema, Anna <illustratrice>

Mati e Mata / Anna Crema

ElectaKids, 2019

Resumen: Mati e Mata sono due piccole grandi sognatrici. Frequentano la stessa scuola, hanno molte cose in comune e, ogni volta che si arrampicano sugli anelli del parchetto sotto casa, sognano di poter partecipare un giorno alle Olimpiadi. Il colore della loro pelle è diverso, ma a loro non interessa e lotteranno perché in futuro questo non importi più a nessuno. Tra acrobazie e fantasia, una storia illustrata che ci racconta come l’amicizia e il sentimento di uguaglianza possono superare gli ostacoli più difficili.

La caduta dei Golden
0 0 0
Libros Modernos

Rushdie, Salman <1947->

La caduta dei Golden : romanzo / Salman Rushdie ; traduzione di Gianni Pannofino

Mondadori, 2017

Resumen: Nel giorno dell'investitura del nuovo presidente, quando noi temevamo che potesse essere assassinato mentre camminava mano nella mano con la sua eccezionale consorte tra ali di folla acclamanti, e quando tanti di noi erano sull'orlo della rovina economica a seguito dell'esplosione della bolla dei mutui, e quando Isis era ancora una divinità-madre egizia, un ultrasettantenne re senza corona arrivò da un paese lontano a New York con i suoi tre figli senza madre per prendere possesso della sede del suo esilio, fingendo che non ci fossero problemi nel suo paese, nel mondo o nella sua storia personale." Salman Rushdie torna a raccontarci una nazione e il nuovo secolo con la forza evocativa e la leggerezza ammaliante del grande scrittore che si muove con disinvoltura tra le luci cinematografiche di una realtà fatta di riflettori e finzioni, e i sortilegi di un mondo antico che conosce fin troppo bene. Il suo protagonista di chiama Nero Golden, è basso, perfino tozzo, con i capelli tinti tirati all'indietro ad accentuare il suo picco del diavolo, ha occhi neri e penetranti, avambracci da lottatore, terminanti in grosse mani pericolose, cariche di massicci anelli d'oro tempestati di smeraldi. Suona il violino, ha il culto dell'antica Roma e vive nella lussuosissima "Golden House", una Domus Aurea piazzata nel centro del Greenwich Village. Nerone, imperatore megalomane e paranoico, è il suo modello, e noi siamo avvertiti: qualcosa prima o poi brucerà.

Nawal
0 0 0
Libros Modernos

Biella, Daniele <1978->

Nawal : l'angelo dei profughi / Daniele Biella ; prefazione del cardinale Francesco Montenegro

Paoline, 2015

Chiamami sottovoce
4 0 0
Libros Modernos

Bortolotti, Nicoletta <1967->

Chiamami sottovoce / Nicoletta Bortolotti

HarperCollins, 2018

Resumen: È primavera, eppure la neve ricopre la cima del San Gottardo, monumento di roccia che si staglia sopra il piccolo paese di Airolo. La Maison des roses è ancora lì, circondata da una schiera di abeti secolari: sono passati molti anni, ma a Nicole basta aprire il cancello di ferro battuto della casa d’infanzia per ritrovarsi immersa nel profumo delle primule selvatiche ed essere trasportata nei ricordi di un tempo che credeva sommerso. È il 1976 e Nicole ha otto anni, un’età in bilico tra favole e realtà, in cui gli spiriti della montagna accendono lanterne per fare luce su mondi immaginari. Nicole ha un segreto. Nessuno lo sa tranne lei, ma accanto alla sua casa vive Michele, che di anni ne ha nove e in Svizzera non può stare. È un bambino proibito. Ha superato la frontiera nascosto nel bagagliaio di una Fiat 131, disegnando con la fantasia profili di montagne innevate e laghi ghiacciati. Adesso Michele vive in una soffitta, e come uniche compagne ha le sue paure e qualche matita per disegnare arcobaleni colorati sul muro. Le regole dei suoi genitori sono chiare: “Non ridere, non piangere, non fare rumore”. Ma i bambini non temono i divieti degli adulti, e Nicole e Michele stringono un’amicizia fatta di passeggiate furtive nel bosco e crepuscoli passati a cercare le prime stelle. Fino a quando la finestra della soffitta s’illumina per sbaglio, i contorni del disegno di due bambini stilizzati si sciolgono nella neve e le tracce di Michele si perdono nel tempo. Da quel giorno, Nicole porta dentro di sé una colpa inconfessabile. Una colpa che l’ha rinchiusa in un presente sospeso, ma che adesso è arrivato il momento di liberare per trovare la verità. Questa è la storia di un’amicizia interrotta e di un segreto mai svelato. Ma è anche la storia di come la vita, a volte, ci conceda una seconda occasione. Chiamami sottovoce è un romanzo potente su un episodio dimenticato del nostro passato recente. Perché c’è chi semina odio, ma anche chi rischia la propria libertà per aiutare gli indifesi.

Arrivederci, arancione
0 0 0
Libros Modernos

Iwaki, Kei <1971->

Arrivederci, arancione / Iwaki Kei ; traduzione dal giapponese di Anna Specchio

E/o, 2018

Resumen: Salima è una rifugiata africana costretta a lasciare il proprio paese insieme a marito e figli. Sayuri è giapponese, ha da poco avuto una bambina e sogna di scrivere un libro. Le loro vite si incrociano in Australia, dove entrambe cercano una difficile integrazione che passi, prima di tutto, attraverso la ricerca di un linguaggio comune, di quell’inglese che permetta loro di entrare in contatto col mondo circostante. Nulla in questa ricerca è scontato, poiché Salima è analfabeta e Sayuri si sente continuamente in difetto, e alle due donne si presenteranno molte difficili prove. Poco alla volta e traendo coraggio l’una dall’altra, le protagoniste dovranno imparare a fronteggiare la vita nel nuovo continente. Le sosterranno la loro intelligenza e la loro determinazione, oltre a una casalinga italiana, un camionista dal cuore tenero, un’acuta insegnante di inglese, un professore di scrittura creativa, personaggi indimenticabili dalla grande umanità.

... A casa nostra
0 0 0
Libros Modernos

Rizzo, Marco <1983-> - Bonaccorso, Lelio <1982->

... A casa nostra : cronaca da Riace / Marco Rizzo, Lelio Bonaccorso

Feltrinelli, 2019

Resumen: La Calabria è una terra di migranti e di immigrati: una delle regioni italiane più spopolate dall’assenza di un futuro per i suoi giovani, e una di quelle che più si sono dedicate all’accoglienza. Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso, sbarcati dalla nave Aquarius per il reportage a fumetti Salvezza, hanno percorso il perimetro di un triangolo ideale, che unisce tre esempi di accoglienza: da Riace, esempio noto in tutto il mondo e ormai smantellato, a Gioiosa Ionica, uno dei modelli virtuosi ancora funzionanti, passando per la baraccopoli di San Ferdinando, un buco nero dei diritti e dell’integrazione a due passi da Rosarno. ...A casa nostra è un nuovo, grande esempio di graphic journalism sul campo, che include un’intervista a Mimmo Lucano e le testimonianze di migranti e operatori, oltre a storie di successi e tragedie, di incubi burocratici e orrori quotidiani: è il racconto di cosa succede dopo la “salvezza” nell’Italia al tempo di Salvini.

Malati fuori luogo
0 0 0
Libros Modernos

Quaranta, Ivo - Ricca, Mario

Malati fuori luogo : medicina interculturale / Ivo Quaranta, Mario Ricca

Raffaello Cortina, 2012

Resumen: I saperi sulla malattia e sul corpo variano, di luogo in luogo e fra le culture del mondo. Come star male e perché sono oggetto di interpretazione, sono costrutti dell'immaginazione sociale e personale. L'esistenza è un fenomeno culturale e il corpo del malato ne parla il dialetto. Muovendo da questa constatazione, il volume prospetta l'urgente necessità e gli strumenti operativi di una medicina interculturale in grado di tradurre fra loro culture e malattie, luoghi e persone. Chi sta male, chi soffre, non è mai fuori luogo e non dovrebbe mai sentircisi, almeno fino a quando la parola umanità riuscirà a conservare significato.

Consigli per essere un bravo immigrato
0 0 0
Libros Modernos

Mujčić, Elvira <1980->

Consigli per essere un bravo immigrato / Elvira Mujčić

Elliot, 2019

Resumen: Siete scampati alla guerra, alla fame, ai pericoli dei viaggi clandestini. Adesso che siete finalmente in un luogo dove forse avrete qualche possibilità di rifarvi una vita, dovete però convincere una commissione di estranei che avete avuto valide ragioni per sopportare tutto ciò. A Ismail, un ragazzo gambiano, non hanno creduto, e adesso gira con un pezzo di carta in tasca nel quale si attesta che la sua storia non è plausibile. Ma perché, si chiede Ismail? Quali caratteristiche deve avere il racconto di una vita perché appaia convincente? La stessa domanda se la pone Elvira, una scrittrice italo-bosniaca, arrivata in Italia vent'anni prima di lui. Dal dipanarsi delle loro vicende, nasce il racconto - sul filo dell'assurdo - dell'imprevedibile violenza della burocrazia. Muovendosi tra scomparse, nostalgie e rabbia, con l'ostinato desiderio di salvaguardare la propria dignità e sfuggire allo stereotipo dell'immigrato, i due protagonisti riflettono, non senza ironia, sul potere che traccia il confine tra verità incredibili e finzioni accettabili senza considerare che la vita troppo spesso supera di gran lunga la fantasia.

Storiemigranti
0 0 0
Libros Modernos

Bernardi, Nicola <1988-> - Sio <1988->

Storiemigranti / Nicola Bernardi & Sio

Feltrinelli, 2019

Resumen: In un momento storico in cui le parole "immigrato", "richiedente asilo" e "clandestino" vengono sbandierate quotidianamente, è facile dimenticare che non si tratta di numeri, ma di persone. Di esseri umani, ciascuno con una vita. Con una sua storia. Sio e Nicola Bernardi, in collaborazione con il Centro di solidarietà L'Ancora di Sanremo, sono andati nei centri di accoglienza straordinaria, nella provincia di Imperia, a scoprire le storie dei migranti ospitati. Per raccontarle con ritratti fotografici e fumetti. Trentadue straordinarie storie normali, di vita vissuta e quotidiana, per ricordare come, tutte le volte che sentiamo parlare di cento persone in una barca allargo delle nostre coste, stiamo parlando di tutti noi.

Rue de Berne, numero 39
0 0 0
Libros Modernos

Lobe, Max <1986->

Rue de Berne, numero 39 / Max Lobe

66thand2nd, 2019

Resumen: Dipita è cresciuto in Rue de Berne, nel cuore del quartiere a luci rosse di Ginevra, accudito da una combriccola wolowoss, lucciole affettuose e pettegole che gli insegnano come stare al mondo e difendersi da spacciatori, «mariti di professione» e venditori di kebab. Ora che è rinchiuso nel carcere di Champ-Dollon, e ha tempo per riflettere sulla propria vita, il ragazzo decide di ricostruire le tappe del viaggio che ha condotto la sua famiglia da un piccolo villaggio del Camerun alla ricca metropoli elvetica: a partire dalle disavventure di sua madre Mbila, introdotta a sedici anni nel giro della prostituzione dopo essere sbarcata in Europa in compagnia di trafficanti e ballerine di bikutsi. Un destino, quello di Mbila, propiziato dal fratello Démoney, ex funzionario pubblico che ha investito tutto quello che aveva per far partire la sorella, da lui cresciuta come fosse una figlia, e salvare la famiglia dalla miseria.

L'immigrazione spiegata ai bambini
0 0 0
Libros Modernos

Rizzo, Marco <1983-> - Bonaccorso, Lelio <1982->

L'immigrazione spiegata ai bambini : il viaggio di Amal / un racconto di Marco Rizzo ; disegni di Lelio Bonaccorso

BeccoGiallo, 2016

Resumen: "Il sole splendeva alto, il mare sembrava tranquillo, e una gatta, un cane, una capretta e un falco si erano messi in viaggio su una vecchia barca. Insieme ai loro padroncini, fuggivano da uomini crudeli che avevano distrutto i loro paesi, nella speranza di trovare una vita migliore al di là del mare..."

L'immortale
0 0 0
Libros Modernos

Ruiz Garzón, Ricard <1973->

L'immortale / Ricard Ruiz Garzon ; traduzione di Maria Bastanzetti

Il Battello a vapore, 2018

Resumen: Judit ha quasi dodici anni e uno straordinario talento per il disegno. Da quando il padre, un celebre illustratore, ha abbandonato la famiglia per trasferirsi in Ungheria, vive con la mamma e il nonno a Ginevra. Su suggerimento del suo professore, per migliorare nel bianco e nero e nelle ombreggiature, Judit comincia a disegnare le scacchiere giganti del parco. Ed è proprio lì che conosce il misterioso signor Aliyat, riservato iraniano, fenomenale scacchista, straniero senza permesso di soggiorno e persona per cui vale la pena combattere.

Migranti e diritti: tra mutamento sociale e buone pratiche
0 0 0
Libros Modernos

Omizzolo, Marco <1975->

Migranti e diritti: tra mutamento sociale e buone pratiche / [di Marco Omizzolo ; contributi di F. Carchedi ... et al.]

Simple, 2017

Resumen: Il volume parte dall’assunzione di un ruolo nuovo dell’Italia dentro la geografia globale delle migrazioni che comporta l’elaborazione, indispensabile, non solo di nuove politiche, ma anche di analisi in grado di rappresentare nuovi bisogni, necessità e problematiche legate ai flussi migratori in entrata e di cogliere gli aspetti originali di progetti organizzati territorialmente grazie ad una positiva alleanza tra istituzioni, terzo settore qualificato e migranti stessi. Sono progetti, iniziative e percorsi che possono diventare buone pratiche esportabili, sebbene spesso trascurati dal dibattito nazionale, fondati sull’indispensabile protagonismo dei migranti e, in particolare, di coloro che vivono condizioni di fragilità sociale. Nei territori invece si possono cogliere delle importanti iniziative, a volte anche sperimentali, aventi ad oggetto progetti di emancipazione del migrante. Essi elaborano e custodiscono esperienze che possono condizionare positivamente il dibattito nazionale, contrastando la dicotomica retorica vigente e rappresentare l’occasione per restituire al migrante un legittimo protagonismo sociale, culturale ed economico.

Chi sta male non lo dice
0 0 0
Libros Modernos

Dikele Distefano, Antonio <1992->

Chi sta male non lo dice / Antonio Dikele Distefano

Mondadori, 2018

Resumen: Questa è la storia di Yannick e Ifem, la storia di due ragazzi. Di mancanze, assenze, abbandoni, di come è difficile credere nella vita quando questa ti toglie più di quanto ti dà. Non è però solo un pugno nello stomaco, è soprattutto la storia di come i fiori spuntano anche nel cemento. Di come c’è sempre un modo per salvarsi, l’importante è non rinunciare, non smettere mai di amare la vita. Una storia iniziata in un quartiere dove a cadere a pezzi sono le persone prive di impalcature, schiave delle condizioni economiche al punto di attaccarsi al lavoro rinunciando così alla vita. Dove chi non ci riesce beve fino ad annullarsi e alza le mani sui figli e sulle mogli dietro imposte serrate. Dove la gente sa e non fa nulla. Perché addosso tutti hanno l’odore dei poveri e le scarpe consumate di chi è abituato a frenare in bici coi talloni. Una storia di sogni infranti che i figli ereditano dai genitori, partiti dall’Africa per “na Poto”, l’Europa, senza sapere che questo paese non è pronto ai loro tratti del viso né preparato a sostenere le loro ambizioni. Basta avere la pelle un po’ più scura per essere preso di mira, il taglio degli occhi diverso per sentirsi intruso, un cognome con troppe consonanti per sentirsi gli sguardi addosso. In questa desolazione, Ifem prova a colmare il vuoto che la mangia da dentro con l’amore. Quello per Yannick. Un ragazzo che sembra inarrestabile. “Ifem, non ci fermeremo finché non capiranno che non siamo neri che si sentono italiani, ma italiani neri” le ripete continuamente. Ma pian piano quell’amore, come tutto attorno a lei, svanisce. Ne rimane solo un’ombra sottile nelle linee immaginarie che lei traccia sulle labbra di lui mentre dorme. Uno dei pochi momenti in cui Yannick sembra quieto. Perché a fermare la sua corsa è la cocaina. Iniziata per noia, quasi per caso, perché lui è cresciuto in un quartiere popolare dove tutti almeno una volta hanno provato, anche i preti. E perché per un attimo la polvere bianca riempie qualsiasi vuoto – ti fa sentire come avessi dentro tutto il ferro della torre Eiffel –, ma poi si porta via tutto

Immigrazione e trasformazione della società
0 0 0
Libros Modernos

Immigrazione e trasformazione della società / a cura di Pietro Basso e Fabio Perocco

2. ed

Milano : Angeli, 2001

Resumen: Questo volume analizza criticamente le cause, le forme, gli effetti dei movimenti migratori che sono in atto verso l'Italia e l'Europa nel quadro del processo di mondializzazione, e discute le domande e le istanze che l'immigrazione pone alle scienze sociali e ai servizi sociali, in quanto dinamico fattore di trasformazione della società. È un lavoro a più voci, tra loro dialettiche, che suona, o almeno cerca di farlo, una musica un po' diversa da quella corrente. Il presupposto da cui muove è che le lavoratrici e i lavoratori immigrati non sono né bestie da soma, né sotto-uomini, né tanto meno gli untori del duemila, e neppure ninnoli folklorici, ma esseri umani portatori di bisogni umani emancipativi. Da integrare pienamente, su di un piano di parità, nella vita sociale e politica, e con cui integrarci in un autentico scambio solidale di esperienze e di culture proiettato al di là delle obsolete barriere nazionali. Questo testo esprime perciò una posizione di vivo contrasto nei confronti dell'etnocentrismo e del razzismo anti-immigrati di cui è malata una società che, ad onta del suo look scintillante di denaro e dei peana alla new economy , manifesta nella paura e nel rifiuto delle popolazioni immigrate (che supersfrutta) la paura per il proprio stesso futuro. Esso si rivolge non solo agli operatori dell'immigrazione, ma a tutti coloro che sono interessati a questa tematica, mettendo a loro disposizione degli utili strumenti di approfondimento e di lavoro. Pietro Basso insegna Metodologia delle scienze sociali e Sociologia della devianza all'Università di Venezia e coordina il Comitato scientifico del Master sull'immigrazione istituito presso la medesima Università. Con la FrancoAngeli ha già pubblicato Disoccupati e stato (1981) e Tempi moderni, orari antichi. L'orario di lavoro a fine secolo (1998). Fabio Perocco insegna Sociologia delle migrazioni all'Università di Venezia e coordina l'attività didattica del Master sull'immigrazione istituito presso la medesima Università. Ha pubblicato numerosi saggi sui fenomeni migratori ed è co-autore di L'Islam in Italia. Una presenza plurale , a cura di C. Saint-Blancat (1999).

Fratelli migranti
0 0 0
Libros Modernos

Chamoiseau, Patrick

Fratelli migranti : contro la barbarie / Patrick Chamoiseau ; traduzione di Maurizia Balmelli e Silvia Mercurio

Add, 2018

Resumen: "Fratelli migranti" è poesia, saggio e manifesto, un appello a rimanere sensibili a ciò che l'idea di umano ha di più umile e luminoso. Contro la barbarie di oggi, schiuma mortale che standardizza i desideri, disfacendo maglia dopo maglia libertà, uguaglianza, fraternità, dignità e con loro la felicità, Patrick Chamoiseau chiede di aprire in noi un altro immaginario, mentre il rifiuto, l'odio e la violenza guadagnano terreno. Come Saint-Exupéry nei suoi voli notturni contemplava l'arcipelago di piccole luci nascoste nella notte maestosa, quintessenza di attese, sogni, progetti e compimenti, principio di albe promesse e ineluttabili, così Chamoiseau scorge scintille di umanità nel più piccolo barlume in cui la vita è protetta e sostenuta. «Non è molto» dice. «È solo un bagliore. Forse una di quelle lucciole per la quale Pier Paolo Pasolini avrebbe dato la vita.» Il libro si chiude con la Dichiarazione dei poeti, una chiamata all'umano a resistere, rifiutando di abbandonare il mondo.

La-bas
0 0 0

La-bas : educazione criminale / Guido Lombardi

Raro Video, 2012

Resumen: Castel Volturno, circa trenta chilometri da Napoli. È il 18 settembre 2008. Un commando di camorristi irrompe in una sartoria di immigrati africani. Sparano all'impazzata un centinaio di proiettili, ammazzando sei ragazzi di colore e ferendone un altro gravemente. Yussouf, un giovane immigrato ha deciso la stessa sera di chiudere i conti con suo zio Moses. L'uomo che lo ha convinto a venire in Italia promettendogli un futuro da onesto artigiano e trasformandolo invece nel cinico gestore di un giro milionario di cocaina. Invischiati nella loro storia, un altro ragazzo africano, Germain, finito per caso nel luogo della strage; la sua ragazza Asetù, che quella sera canta in pubblico una canzone di Miriam Makeba; Suad, una prostituta che Yussouf sogna di riscattare dai suoi padroni.

La salute straniera
0 0 0
Libros Modernos

La salute straniera : epidemiologia, culture, diritti / Roberto Beneduce ... [et al.] ; premessa di Piergiorgio Maggiorotti

Napoli : Edizioni scientifiche italiane, copyr. 1994

Resumen: Studiosi di varie discipline (epidemiologia, etno-psichiatria, sociologia, diritto) esplorano e descrivono nel vissuto, le vicissitudini della malattia, della sofferenza e della salute degli immigrati. Gli esiti della loro ricerca dissolvono i pregiudizi sulla pericolosità dei nuovi venuti come possibile fonte di contagio e mettono in discussione le conclusioni di molta letteratura medica contemporanea che concede troppa enfasi alle differenze etniche perdendo di vista altre variabili decisive. Quello che emerge è la complessa, contraddittoria interazione fra modelli medici, sistemi di riferimento e pratiche terapeutiche. gia e di mistero.