Include: all following filters
× Publisher Feltrinelli <casa editrice>

Found 8918 documents.

Annibale
0 0 0
Modern linguistic material

Rumiz, Paolo <1947->

Annibale : un viaggio / Paolo Rumiz

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Quanto pesano le ceneri di Annibale? Si chiedevano i romani al termine della seconda guerra punica. Niente, era la risposta. Eppure lo spauracchio si trasformò in eroe, l'eroe in mito e il mito in leggenda. Ed è questa leggenda che invade il Mediterraneo fino a lambire le porte dell'Asia. Quella che ci viene incontro è la storia di un uomo, temuto e rispettato, e dei luoghi che lo hanno reso celebre. Con una scrittura che illumina e che rende i fatti storici più contemporanei della cronaca, Paolo Rumiz si imbarca in un viaggio che parte dalla Sardegna - l'isola che profuma di Oriente -, passa per il Rodano, il Trebbia, la leggenda delle Alpi e degli elefanti, l'inferno di Canne, e arriva fino in Turchia, sulla tomba del condottiero. Annibale non è solo un viaggio nella memoria, è anche attualità, le contaminazioni culturali Occidente-Oriente, la scellerata gestione urbanistica nelle grandi città, l'inutilità della guerra, la globalizzazione, Nord Italia e Sud Italia.

Il carcere dopo le riforme
0 0 0
Modern linguistic material

Il carcere dopo le riforme / contributi di Etienne Bloch ... [et al.] ; prefazione di Carlo Galante Garrone

Milano : Feltrinelli economica, 1979

Un eroe dei nostri tempi
0 0 0
Modern linguistic material

Lermontov, Mihail Jur'evic <1814-1841>

Un eroe dei nostri tempi / Michail J. Lermontov ; traduzione e cura di Paolo Nori

Milano : Feltrinelli, 2004

Abstract: Il ritratto di un uomo e di un'intera generazione in cinque racconti: l'antieroe Pecorin e il suo alter ego Maksim Maksimyc. Una pietra miliare nella storia del romanzo russo dell'Ottocento. Un Eroe dei Nostri Tempi è proprio un ritratto, ma non di una persona: è il ritratto che nasce dai vizi di tutta la nostra generazione, nel pieno del loro sviluppo. Mi direte ancora che un uomo non può essere così malvagio e io vi dirò che se avete creduto alla possibile esistenza di tutti gli scellerati tragici e romantici, perché non credete alla realtà di Pecorin? Dite che la morale da tutto ciò non ne guadagna? Agli uomini han dato fin troppi dolciumi; perciò il loro stomaco si è guastato: servono medicine amare, verità irritanti. (Dalla prefazione).

Il prezzo del velo
0 0 0
Modern linguistic material

Sgrena, Giuliana <1948->

Il prezzo del velo : la guerra dell'islam contro le donne / Giuliana Sgrena

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: II ritorno del velo non riguarda solo i paesi arabi ma tocca anche il cuore dell'Europa. Nella cosmopolita Sarajevo, per esempio, sempre più donne scelgono di portare il velo, ma anche nelle grandi metropoli occidentali esso compare con sempre maggiore visibilità. In Francia la questione è stata affrontata impedendo il suo uso nelle scuole e nei luoghi pubblici, come tutti gli altri segni di riconoscimento identitario e religioso. In Italia la risposta è affidata al cosiddetto buon senso, eludendo nei fatti il portato ideologico della questione. Quali questioni generali si celano dietro una scelta in apparenza personale? Il velo rappresenta simbolicamente l'oppressione della donna nel mondo islamico, quando è imposto come regola religiosa. Il ritorno del velo è dunque legato spesso a regimi teocratici oppure alla reislamizzazione di alcuni paesi. In questo caso si tratta di un velo ortodosso solo parzialmente legato alla tradizione locale. La reinvenzione dell'islam restituisce quel senso di appartenenza perso con il fallimento del nazionalismo arabo e quindi dichiara l'appartenenza a una comunità ampia che va oltre i confini dei singoli stati nazionali per investire anche l'Occidente.

Lo sapevo, non dovevo ammalarmi
0 0 0
Modern linguistic material

Levi, Roberto

Lo sapevo, non dovevo ammalarmi : un uomo alla ricerca della sua diagnosi / Roberto Levi ; prefazione di Umberto Veronesi

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Provate a immaginare: un giorno vi comunicano che i vostri valori sono fuori norma e gli esiti incomprensibili degli esami stabiliscono che avete qualcosa che non va. Che cosa non va? Il problema è proprio questo: che cosa? Qual è la diagnosi? Dopo il ricovero precauzionale, il paziente subisce ogni tipo di esame invasivo e i medici si affastellano attorno al suo letto per toccarlo, palparlo, auscultarlo, diagnosticarlo. Le ipotesi si accavallano, la medicina brancola nel buio e i dottori non sanno far altro che riempirlo di cortisone e assicurare che la causa del suo male sarà presto scoperta. Il paziente è ottimista, ma i vicini di letto !o mettono in guardia:Senza diagnosi non sei nessuno. Il paziente si trasforma in un cercatore di diagnosi. Consulta specialisti, dal luminare all'omeopata, e decide di tornare in ospedale, per un'altra ricerca. Ed ecco i vecchi amici, e ancora esami, dottori, ipotesi azzardate. Niente da fare. Il paziente viene dimesso. E adesso? Le cure? Cosa dirà ad amici e parenti? In ospedale non sanno rispondere neppure a questa domanda. Forse al prossimo ricovero potranno dirgli qualcosa di utile. Un libro divertente e arguto, paradossale e vero, da tenere in tasca o in borsa ogni volta che facciamo la fila per un ticket, a ogni ritiro di esami clinici, a ogni sguardo melanconico che ci dice quanto sembriamo stanchi, pallidi, fuori forma, a ogni check-up parziale o totale. A ogni visita specialistica, in sala d'attesa, spiando gli altri pazienti.

Per tutti i santi
0 0 0
Modern linguistic material

Marsella, Anne

Per tutti i santi / Anne Marsella

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Lei si chiama Remedy, è californiana ma vive a Parigi e scrive per riviste di moda. Si barcamena fra un articolo sulla pelliccia di orsetto lavatore, devastanti té pomeridiani con inserzionisti, imprendibili fotografi e il corso serale di danza del ventre. La pausa pranzo è dedicata a una visita in chiesa: Remedy è cattolica e, a suo modo, devota. Ha letto e riletto una Breve vita dei santi e si è scelta i suoi protettori. Del resto, la madre è stata esplicita in merito: se li sai pregare come si deve, i santi ti aiuteranno a trovare l'uomo perfetto. Già. L'uomo perfetto. E appunto quello che manca nella vita turbinosa e colorata di Remedy. È passata attraverso un maturo acrobata, un aristocratico schizzinoso, un giovane mandriano, ma alla fine le cene più esaltanti sono sempre quelle con il suo gatto Jubilee. Ecco però comparire Mouktar, il pony che consegna pizze a domicilio, dispensatore di saggezza filosofica e di mistero virile. Forse è la volta buona?

Diario di scuola
4 0 0
Modern linguistic material

Pennac, Daniel <1944->

Diario di scuola / Daniel Pennac ; traduzione di Yasmina Melaouah

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: L'autore affronta il grande tema della scuola dal punto di vista degli alunni. In verità dicendo alunni si dice qualcosa di troppo vago: qui è in gioco il punto di vista degli sfaticati, dei fannulloni, degli scavezzacollo, dei marioli, dei cattivi soggetti, insomma di quelli che vanno male a scuola. Pennac, ex scaldabanco lui stesso, studia questa figura popolare e ampiamente diffusa dandogli nobiltà, restituendogli anche il peso d'angoscia e di dolore che gli appartiene. Il libro mescola ricordi autobiografici e riflessioni sulla pedagogia, sulle universali disfunzioni dell'istituto scolastico, sul ruolo dei genitori e della famiglia, sulla devastazione introdotta dal giovanilismo, sul ruolo della televisione e di tutte le declinazioni dei media contemporanei. E da questo rovistare nel mal di scuola che attraversa con vitalissima continuità i vagabondaggi narrativi di Pennac vediamo anche spuntare una non mai sedata sete di sapere e d'imparare che contrariamente ai più triti luoghi comuni, anima i giovani di oggi come quelli di ieri. Con la solita verve, l'autore della saga dei Malaussène movimenta riflessioni e affondi teorici con episodi buffi o toccanti, e colloca la nozione di amore, così ferocemente avversata, al centro della relazione pedagogica.

Clarice Bean, fai finta di niente
0 0 0
Modern linguistic material

Child, Lauren <1965->

Clarice Bean, fai finta di niente / Lauren Child ; traduzione di Claudio Silipigni ; illustrazioni di Lauren Child

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Nel terzo volume delle sue avventure, Clarice Bean si ritrova inaspettatamente in possesso delle Regole di Ruby Redfort, una specie di manuale di sopravvivenza, grazie al quale la simpatica Gianburrasca inglese impara, per esempio, come affrontare l'incontro con forme di vita aliena, oppure come fare lo sgambetto e fuggire gambe in spalla, o anche come comportarsi quando ci si ritrova in una palude insieme a un alligatore. Ma, sveglia com'è, Clarice non esita a trovare soluzioni originali anche ai propri problemi. E per il lettore è un vero spasso scoprire quali. Età di lettura: da 8 anni.

Salviamo Said
0 1 0
Modern linguistic material

Smadja, Brigitte <1955->

Salviamo Said / Brigitte Smadja ; traduzione di Mariadele Bianchi

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Said, francese che tutti vedono come arabo, piacevano i lavori fatti con cura, la lingua francese e le sue sfumature, i dizionari, la bellezza in tutte le sue forme. Gli piaceva essere un bravo alunno. Ma questo era prima di arrivare alle scuole medie, dove invece trova il razzismo e l’odio di chi vuole distruggere tutte le cose belle. Said allora cambia, non è che non vuole più impegnarsi, è che gli mancano le forze. Sa che da solo non può farcela, allora si aggrappa a quello che può aiutarlo: una passeggiata a Parigi al Museo d’Orsay, un quadro che rappresenta dei fiori bianchi su un fondo nero, il suo amico Antoine, innamorato della cultura, il carattere di un professore che somiglia al Tom Cruise di Mission impossible...

Storie di politica sospetta
0 0 0
Modern linguistic material

Vázquez Montalbán, Manuel <1939-2003>

Storie di politica sospetta / Manuel Vazquez Montalban ; traduzione di Hado Lyria

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: II primo racconto vede Pepe Carvalho impegnato a ritrovare uno strano personaggio scomparso: si tratta di un vecchietto squinternato che si crede l'ultimo erede della casata reale di Castilla y Leon. Le indagini lo portano a investigare all'interno di un gruppo di giovani neofascisti, decisi a utilizzare il vecchio pazzo per attuare un colpo di stato e uccidere il re legittimo Juan Carlos I. Il secondo racconto è ambientato in un ricovero per vecchi nel quale viene trovato morto soffocato un anziano ospite. Il prete del paese, amico e compagno politico di vecchia data di Carvalho, lo chiama per far luce su questa morte a partire da un libretto rosso che è il diario della vittima: ha fatto parte di un gruppo della guerriglia repubblicana, composto da altri cinque membri che si facevano chiamare I Mozart. Nell'ultimo racconto la giovane e affascinante Teresa si reca da Carvalho per chiedergli di investigare sulla morte del nonno. Apparentemente tutto fa pensare a un normale attacco di cuore, ma la giovane ha trovato in un orologio lasciatole in eredità un bigliettino in cui il nonno dice di essere in pericolo e che questa volta l'avranno vinta loro.

Il pinguino che voleva diventare grande
4 0 0
Modern linguistic material

Tomlinson, Jill <1931-1976>

Il pinguino che voleva diventare grande / Jill Tomlinson ; traduzione di Chiara Gandolfi ; illustrazioni di Anna Laura Cantone

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Otto è un simpatico pulcino di pinguino imperatore che contesta le regole della propria specie, che impongono che i piccoli vengano accuditi da più adulti che si avvicendano nella loro cura mentre gli altri vanno in cerca di cibo. La vicenda è una riflessione sulla famiglia umana e le sue declinazioni (tate, fratellini, separazioni ecc), e sulla positività degli ostacoli nel cammino per l'indipendenza. Età di lettura: da 6 anni.

Sono il numero 1
0 0 0
Modern linguistic material

Cerasoli, Anna

Sono il numero 1 : come mi sono divertito a diventare bravo in matematica / Anna Cerasoli ; illustrazioni di Ilaria Faccioli

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Saper risolvere un problema, seguire un ragionamento, capire un nuovo concetto: sono cose che procurano un grande piacere, specialmente in un bambino che comincia a scoprire la forza del suo pensiero. È questo piacere che il protagonista, uno studente delle elementari, comunica con entusiasmo e ironia, raccontando come è passato dalla paura e dalla noia nei confronti della matematica alla soddisfazione di conoscere una materia addirittura divertente. Il libro è adatto a bambini dagli otto anni in su, che possono leggerlo senza la mediazione dell'adulto. Impareranno un uso leggero e creativo della matematica, legato a problemi quotidiani, curiosità, aneddoti e anche un po' di storia. Gli insegnanti e i genitori, dal canto loro, vi troveranno vari spunti per lezioni, approfondimenti o, semplicemente, per parlarne con i più piccoli. (A. Cerasoli) Età di lettura: da 8 anni.

La questua
0 0 0
Modern linguistic material

Maltese, Curzio <1959->

La questua : quanto costa la Chiesa agli italiani / Curzio Maltese ; con Le ragioni di un'inchiesta di Ezio Mauro ; con la collaborazione di Carlo Pontesilli e Maurizio Turco

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Un miliardo di euro dai versamenti dell'otto per mille. 650 milioni per gli stipendi degli insegnanti di religione. 700 milioni per le convenzioni su scuola e sanità. 250 milioni per il finanziamento dei Grandi Eventi. Una cifra enorme passa ogni anno dal bilancio dello Stato italiano e degli enti locali alle casse della Chiesa cattolica. A cui bisognerebbe aggiungere almeno il cumulo di vantaggi fiscali concessi al Vaticano e oggi al centro di un'inchiesta dell'Unione europea: il mancato incasso dell'lci, l'esenzione da Irap, Ires e altre imposte, l'elusione consentita per le attività turistiche e commerciali. Per un totale di circa 4 miliardi di euro, più o meno mezza finanziaria, l'equivalente di un Ponte sullo Stretto o di un Mose all'anno. Una somma (è la stessa Conferenza episcopale italiana a dichiararlo) che solo per un quinto viene destinata a interventi di carità e di assistenza sociale.

Confessioni di una maschera
0 0 0
Modern linguistic material

Mishima, Yukio <1925-1970>

Confessioni di una maschera / Yukio Mishima

7. ed

Milano : Feltrinelli, 1989

Abstract: Un giovane cui difetta in via assoluta qualsiasi forma di voglia carnale per l'altro sesso deve imparare a vivere celando la propria autentica identità. In pagine in cui risultano indissolubilmente commisti sessualità e candore, esultanza e disperazione, il protagonista di questo romanzo confessa le esperienze cruciali attraverso le quali è giunto a conoscere se stesso: dalla adorazione indicibile per un paio di calzoni all'elaborazione di fantasie sadomasochistiche, dall'identificazione con personaggi femminili celebri alle sconcertanti interpretazioni di fiabe e motivi iconografici occidentali... L'accettazione di se stesso come uomo diverso dagli altri uomini non si attua senza una lotta, tanto strenua quanto vana, per conquistare la normalità: simula vizi immaginari per far passare inosservate le proprie vere inclinazioni, si costringe a corteggiare giovinette per chiarire sino a qual punto la donna possa offrire piaceri reali, corregge con zelo manifestazioni di rischiosa passionalità... Ma le emozioni non hanno simpatia per l'ordine fisso e i suoi sentimenti reali rimangono, tenaci, quelli nascosti dalla maschera della correttezza ufficiale.

L'altro
0 0 0
Modern linguistic material

Kapuściński, Ryszard <1932-2007>

L'altro / Ryszard Kapuscinski ; traduzione di Vera Verdiani

Milano : Feltrinelli, 2007

Abstract: Ogni volta che l'uomo si è incontrato con l'altro, ha sempre avuto davanti a sé tre possibilità di scelta: fargli la guerra, isolarsi dietro a un muro o stabilire un dialogo. Chi è veramente l'altro da noi? L'altro non è solo l'altro-individuo che condivide la fame, il freddo, la gioia, il dolore, in una parola la sorte di essere uomo. L'altro è anche chi per razza, per religione, per cultura e tradizioni, dichiara una distanza che può essere superata solo dal cammino intrapreso da quanti vogliono veramente conoscere. Come ha fatto Erodoto dando forma a uno dei tratti fondamentali della civiltà occidentale; come continua a fare il reporter che Kapuscinski incarna. L'altro comincia dove comincia la volontà di capire e investigare. Una breve illuminante lezione sulla curiosità di superare i confini, per rispettarli. Un piccolo libro, quattro conferenze che diventano il testamento spirituale di Ryszard Kapuscinski.

Dottor Niù
0 0 0
Modern linguistic material

Benni, Stefano <1947->

Dottor Niù : corsivi diabolici per tragedie evitabili / Stefano Benni

Milano : Feltrinelli, 2007

Abstract: .

Non dire notte
3 0 0
Modern linguistic material

Oz, Amos <1939-2018>

Non dire notte / Amos Oz ; traduzione di Elena Loewenthal

Milano : Feltrinelli, 2007

Abstract: A Tel Kedar, una tranquilla cittadina israeliana nel deserto del Negev, abitano Noa e Theo. Dopo sette anni di felice convivenza, sono in una fase stagnante del loro rapporto. Theo, urbanista sessantenne di successo, appare sempre più introverso e sembra aver perso energia, voglia di fare e di mettersi in gioco. Noa, frenetica professoressa di lettere di quindici anni più giovane che insegna nella scuola locale, è sempre alla ricerca di nuovi traguardi e nuove sfide. In seguito alla morte di uno degli studenti di Noa, le viene affidato il compito di dare vita a un centro di riabilitazione per giovani tossicodipendenti. Aiutata da Muki, agente immobiliare, da Linda, una timida divorziata, e da Lumir, un pensionato, Noa si dedica al progetto con entusiasmo e idealismo, pronta a lottare contro l'opposizione di tutta la cittadina che teme che un simile centro possa portare droga e criminalità. Non vuole mostrare le sue debolezze e chiedere l'aiuto di Theo, e lui non vuole interferire se non è richiesto. Se per un verso la vicenda sembra mettere a dura prova la loro relazione, dall'altro dimostra lo struggente affetto, l'infinita tenerezza e il profondo amore che ancora li lega. La storia è narrata dai due protagonisti in prima persona. Un libro che esplora l'animo umano, che racconta la realtà quotidiana di una comunità lontana da Tel Aviv o Gerusalemme, protetta da filo spinato e guardie, che cerca di vivere una vita normale come qualsiasi altra cittadina del mondo.

Berlino
0 0 0
Modern linguistic material

Montrucchio, Alessandra <1970->

Berlino / Alessandra Montrucchio

Feltrinelli traveller, 2007

Abstract: Alessandra Montrucchio descrive in maniera ironica e disincantata una città che è un magma, un calderone in cui si può buttare di tutto, ne racconta le trasformazioni, testimoniando i suoi peculiari aspetti di città in crescita, alle prese con l'avanzare della globalizzazione, ma ancorata al passato drammatico, memore nei monumenti e nella sensibilità collettiva della tragedia nazista, del contrasto tra Occidente e Urss durante la Guerra fredda, delle lotte sociali negli anni Settanta e delle esperienze trasgressive negli anni ottanta e novanta. Fotografando la realtà delle innumerevoli trasformazioni in maniera divertente, il libro ne rivela gli aspetti inediti: Potsdamer Platz nel 1994 era una bruciatura di sigaretta su un vestito da sera, il pezzo perduto di un puzzle da diecimila tessere. Era una mancanza, un vuoto immenso in una città immensamente piena. Invece nel 2005 è divenuta il risultato delle inebrianti sperimentazioni architettoniche della modernità. L'immensa e confusa varietà di locali notturni e negozi testimonia della sua complessa stratificazione sociale e culturale, in cui coesistono, in armonia, i contrasti, perché Berlino sfugge alle definizioni, non si riesce a trattenere, è una città in perenne transito. Infine, grazie allo sguardo privilegiato degli amici che vivono a Berlino, si restituisce un'immagine viva e vera della città e di una realtà complessa.

La noia di essere moglie
0 0 0
Modern linguistic material

Lessing, Doris <1919-2013>

La noia di essere moglie : romanzo / Doris Lessing

Milano : Feltrinelli, 1957

La gattina che voleva tornare a casa
5 0 0
Modern linguistic material

Tomlinson, Jill <1931-1976>

La gattina che voleva tornare a casa / Jill Tomlinson ; traduzione di Chiara Gandolfi ; illustrazioni di Anna Laura Cantone

Milano : Feltrinelli, 2007

Abstract: Suzy, una gattina tigrata, sta cacciando le farfalle, quando si imbatte in una cesta enorme. Incuriosita, ci entra e si appisola ma al suo risveglio scopre di essere in una mongolfiera che sta sorvolando la Manica. Ma lei non vuole andare in Inghilterra! Al suo arrivo Suzy viene trovata da una signora della Lav che la affida a zia Jo, una simpatica vecchietta: ma la gattina non è certo il tipo che se ne sta tranquilla a casa! La storia della gattina dispersa mette in scena la curiosità, le paure e il coraggio che sono propri dei bambini che si affacciano al mondo e iniziano a esplorare l'ambiente esterno alla famiglia. Età di lettura: da 8 anni.