Include: all following filters
× Reading target Adult, general
× Publisher Garzanti <casa editrice>
× Languages Classical Greek (until 1453)

Found 60 documents.

Apologia di Socrate
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Apologia di Socrate ; Critone / Platone ; introduzione di Ezio Savino ; traduzione e note di Nino Marziano

[Nuova ed.]

[Milano] : Garzanti, 2001

Abstract: L'Apologia di Socrate, il più celebre dei dialoghi platonici, e il Critone fanno parte dei dialoghi cosiddetti socratici, quelli cioè che rispecchiano il pensiero del grande maestro. Il primo espone l'autodifesa che Socrate pronunciò davanti al tribunale che lo aveva condannato a morte per empietà e corruzione dei giovani (forse per il suo insegnamento spregiudicato). Nel secondo dialogo, sul dovere di obbedire alle leggi, Socrate spiega il motivo per cui respinge il piano di fuga preparatogli dagli amici, esprimendo la convizione che l'errore che lo condanna a morte è degli uomini che hanno male inteso e applicato le leggi, non delle leggi.

Lirici greci
0 0 0
Modern linguistic material

Lirici greci / a cura di Umberto Albini ; traduzione di Gennaro Perrotta

4. ed. [con bibliogr. aggiornata al 1983]

Milano : Garzanti, 1983

Storia vera e altri racconti fantastici
0 0 0
Modern linguistic material

Lucianus <circa 120-180/192> - Lucianus <circa 120-180/192>

Storia vera e altri racconti fantastici / Luciano ; introduzione di Fulvio Barberis ; traduzione e note di Maurizia Matteuzzi

3. ed.

Garzanti, 2012

Abstract: Tra i più illustri rappresentanti della seconda sofistica, Luciano di Samosata (secolo il d.C.) è figura di fine intellettuale, battagliero e salace. Nelle sue opere osserva e riproduce, beffandoli, il modo di vivere, di filosofare, di fare cultura dei suoi contemporanei; imbroglioni, intellettuali da strapazzo, predicatori ipocriti, venditori di fumo sono sottoposti a motteggio; gli idoli vuoti e i formalismi inconsistenti, sono derisi e avversati. Suo capolavoro è la Storia vera, il più sapido ed estroso romanzo greco, antenato dei moderni romanzi di fantascienza, che costituisce la scherzosa e disinvolta trasposizione narrativa dei precetti di un pamphlet composto da Luciano in forma epistolare, sul Come si deve scrivere la storia.

Medea
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.> - Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Medea ; Ippolito / Euripide ; introduzione e traduzione di Umberto Albini ; note di Maurizia Matteuzzi

Ed. [con] nuova traduzione

Milano : Garzanti, 1990

Abstract: Due tragedie forti, in cui la presenza degli dèi ha ormai solo una funzione di immagine-simbolo di valori immanenti nella vita dell'uomo, come la forza dell'eros e l'ideale della purezza. La protagonista di Ippolito, Fedra, e ancor più Medea sono tra i personaggi più drammatici del teatro d'ogni tempo: la tragedia è tutta interiore, il conflitto è dentro l'animo delle due straordinarie figure femminili, nello scontro tra le ragioni del cuore e della passione e la lucidità delle risoluzioni estreme portate a compimento.

Ecuba
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Ecuba ; Elettra / Euripide ; introduzione di Umberto Albini ; traduzione e presentazione dei drammi di Umberto Albini e Vico Faggi ; note di Claudio Bevegni

11. ed.

Garzanti, 2015

Abstract: In questa tragedia inquietante ed esemplare, ambientata sulle spiagge del Chersoneso tra la flotta greca di ritorno da Troia, una sconvolgente violenza femminile sembra dominare la scena. Prigioniera dell'esercito greco, un tempo regina di Troia, Ecuba sopporta l'estremo orrore: il duplice omicidio dei figli. La madre assiste impotente al sacrificio della figlia Polissena, tributo di sangue chiesto dal fantasma di Achille. Ma scopre anche che il figlio Polidoro, apparsole in sogno, è stato ucciso da Polimestore, il re di Tracia a cui era stato affidato da bambino. Con furia eroica, la sovrana compirà una vendetta terribile, uccidendo i figli di Polimestore e accecandolo, come in un eterno esilio. Alla fine, Ecuba accetterà di essere trasformata in una cagna dagli occhi di fuoco, secondo una oscura profezia di Dioniso. L'ampia introduzione analizza il nesso tra giustizia, punizione e vendetta, inestricabilmente legate in un mito carico di orrore, che ha ispirato Virgilio, Ovidio, Dante e Shakespeare.

Elena
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Elena ; Ione / Euripide ; traduzione di Umberto Albini e Vico Faggi ; note di Anna Maria Mesturini ; introduzione di Umberto Albini

Milano : Garzanti, 1982

Abstract: Alternando i colori cupi della tragedia a quelli brillanti di una commedia ironica, lo Ione mette in scena l'incontro della principessa ateniese Creusa con il figlio adolescente, da lei abbandonato alla nascita per tenere segreto lo stupro di cui è stata vittima. Autore della violenza è Apollo, dio della verità oracolare, che ha salvato il bambino e lo ha fatto crescere nel suo santuario di Delfi. Nell'intreccio si susseguono equivoci, rivelazioni, un avvelenamento e una condanna a morte sventati in extremis. Il riconoscimento tra madre e figlio, voluto dalla provvidenza divina ma favorito dal caso, garantisce alla fine, non senza ombre, la felicità dei protagonisti. L'introduzione e il commento evidenziano, nell'originale disegno di questa moderna tragedia a lieto fine, i modi in cui la drammaturgia di Euripide dissacra il mito di fondazione di Atene e della stirpe ionica.

Convito
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Convito / Platone ; introduzione di Ezio Savino ; traduzione e note di Nino Marziano

[Milano] : Garzanti, 2001

Abstract: Il convito è uno dei dialoghi dedicati al tema dell'amore. I numerosi protagonisti del dialogo danno voce ai diversi aspetti dell'amore: amore come forza universale, che guida il mondo vegetale e animale; amore come desiderio di bellezza (e dunque come origine della poesia e delle arti) e della conoscenza (origine delle scienze); amore come essere intermedio tra il divino e il mortale, come interprete e messaggero tra gli uomini e gli dei. È uno dei dialoghi più belli non solo per il tema trattato e il fascino delle argomentazioni, ma anche per lo stile vivace e appassionato.

Andromaca
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.> - Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Andromaca ; Troiane / Euripide ; introduzione e traduzione di Umberto Albini ; note di Fulvio Barberis

[Milano] : Garzanti, 1993

Abstract: In Euripide si afferma il tema della famiglia come ciclo e assistiamo alla caduta del'eroe maschile. Euripide invece dimostra cosa la donna può fare, nel bene e nel male: nei suooi impulsi di generosità, nella sua astuzia paziente, nella cupa violenza dei suoi sentimenti, nella sua forza distruttiva.

Edipo re
0 0 0
Modern linguistic material

Sophocles <496 a.C.-406 a.C.> - Sophocles <496 a.C.-406 a.C.>

Edipo re ; Edipo a Colono ; Antigone / Sofocle ; introduzione di Umberto Albini ; traduzione, nota storica e note di Ezio Savino

Nuova ed

Milano : Garzanti, 1988

Abstract: Un cadavere putrescente su cui uccelli e cani banchettano. Una lotta mortale intorno al destino di questo corpo. Uno scontro sulla legge e sulla giustizia, sull'ordine e sull'obbedienza. Antigone contro Creonte. Il teatro di Sofocle ha consegnato alla tradizione occidentale un nodo tragico infinitamente riattraversato e interrogato, dall'antichità ai traumi del secolo breve. Ma che cosa ricorre effettivamente sulla scena? Quali problemi e insieme quali fraintendimenti risuonano a partire dall'antico duello verbale?

Eraclidi
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Eraclidi ; Supplici / Euripide ; introduzione e traduzione di Umberto Albini ; note di Fulvio Barberis

[Ed. con bibliogr. aggiornata al 2000]

[Milano] : Garzanti, 2000

Abstract: Gli Eraclidi (collocabili tra il 430 e il 427 a.C) sono contrassegnati, come una decina di anni più tardi le Supplici, sia dall'assenza di un protagonista eroico minacciato da grandi eventi o dal cielo sia dal conflitto tra due città (Atene e Argo - Atene e Tebe) che hanno un modo diverso di intendere l'etica e la giustizia. Testo originale a fronte. Introduzione e traduzione di Umberto Albini. Note di Fulvio Barberis.

Orestea
0 0 0
Modern linguistic material

Aeschylus <525 a.C.-456 a.C.>

Orestea / Eschilo ; introduzione di Umberto Albini ; nota storica, traduzione e note di Ezio Savino

12. ed

Milano : Garzanti, 2010

Abstract: L'Orestea, scrive Savino nella sua nota storica, è un indimenticabile pezzo di maestria teatrale. Il fasto architettonico della scena e la sua ricchezza di suggestioni; il saggio impiego dell'ambiguità, in un dramma di nascosti rancori e sospirate vendette; la lingua poetica che non parla, ma che scolpisce e dipinge, evoca spazi e solitudini immense, addensa emozioni e sentimenti contrastanti; la variazione sapiente del ritmo e l'uso della suspense, che inceppa l'azione sospesa sull'orlo del gesto, quadro plastico d'orrore teso: ecco gli elementi di questa maestria. La volontà degli eroi di Eschilo è un rovello interiore, non più un dio che dall'esterno guida e sospinge. Il dovere di scegliere è il polo tragico del suo teatro: colpire o ritrarsi? Soffocare o sciogliere la guerra interiore che ci strazia?

Edipo re
0 0 0
Modern linguistic material

Sophocles <496 a.C.-406 a.C.> - Sophocles <496 a.C.-406 a.C.>

Edipo re ; Edipo a Colono ; Antigone / Sofocle ; introduzione di Umberto Albini ; prefazione, traduzione e note di Ezio Savino

Milano : Garzanti, 1989

Abstract: Un cadavere putrescente su cui uccelli e cani banchettano. Una lotta mortale intorno al destino di questo corpo. Uno scontro sulla legge e sulla giustizia, sull'ordine e sull'obbedienza. Antigone contro Creonte. Il teatro di Sofocle ha consegnato alla tradizione occidentale un nodo tragico infinitamente riattraversato e interrogato, dall'antichità ai traumi del secolo breve. Ma che cosa ricorre effettivamente sulla scena? Quali problemi e insieme quali fraintendimenti risuonano a partire dall'antico duello verbale?

Inni
0 0 0
Modern linguistic material

Callimachus - Callimachus

Inni ; Chioma di Berenice / Callimaco ; introduzione, traduzione e note di Valeria Gigante Lanzara

3. ed

[Milano] : Garzanti, 1993

Vita di Coriolano
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vita di Coriolano ; Vita di Alcibiade / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Francesca Albini ; prefazione di C.B.R. Pelling

[Milano] : Garzanti, 1996

Abstract: Come di consueto Plutarco espone elementi e lascia intravedere le varie direzioni di un giudizio storico e morale, senza però scriverlo con chiarezza e imporlo al lettore. Restano dubbi e ambiguità: è solo un traditore che si autodistrugge, Coriolano? O non anche la vittima di una esasperata reazione all'ingiustizia subita, capace tuttavia di un sacrificio finale che ne riscatta in parte la figura? E Alcibiade è solo un amorale narcisista, o non anche un uomo di qualità superiori, vero prodotto di una natura formidabile e perciò oggetto di invidia e di incomprensione da parte dei contemporanei? Testo originale a fronte. Introduzione, traduzione e note di Francesca Albini. Prefazione di C. B. R. Pelling.

Eracle
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Eracle / Euripide ; introduzione e traduzione di Umberto Albini ; note di Fulvio Barberis

[Milano] : Garzanti, 1999

Abstract: Dopo avere superato le mitiche fatiche, Eracle torna finalmente a casa, appena in tempo per salvare la sua famiglia da un tiranno usurpatore. Ma subito dopo, per volere di Era, impazzisce e fa strage della propria famiglia. Ritornato in sé, invoca la morte inorridito, ma la vera morte sarà continuare a vivere, giorno dopo giorno: la forza dell'uomo, anche il più forte, è nulla al confronto degli dèi, ovvero del destino e dei suoi capricci. Una lettura che coglie e sottolinea l'aspetto precario e caduco del destino umano, mille anni fa come oggi. Il libro è corredato di testo a fronte.

Lirici greci
0 0 0
Modern linguistic material

Lirici greci / scelta dei testi, traduzione, note e commenti di Francesco Sisti ; introduzione di Umberto Albini

Milano : Garzanti, 1990

Antigone
0 0 0
Modern linguistic material

Sophocles <496 a.C.-406 a.C.> - Sophocles <496 a.C.-406 a.C.>

Antigone ; Edipo re ; Edipo a Colono / Sofocle ; introduzione di Umberto Albini ; traduzione, nota storica di Ezio Savino

2. ed

Milano : Garzanti, 1989

Abstract: Un cadavere putrescente su cui uccelli e cani banchettano. Una lotta mortale intorno al destino di questo corpo. Uno scontro sulla legge e sulla giustizia, sull'ordine e sull'obbedienza. Antigone contro Creonte. Il teatro di Sofocle ha consegnato alla tradizione occidentale un nodo tragico infinitamente riattraversato e interrogato, dall'antichità ai traumi del secolo breve. Ma che cosa ricorre effettivamente sulla scena? Quali problemi e insieme quali fraintendimenti risuonano a partire dall'antico duello verbale?

Le storie
0 0 0
Monographs

Herodotus

Le storie / Erodoto ; introduzione traduzione e note di Fulvio Barberis ; con un saggio di Luciano Canfora

Milano : Garzanti

Lirici greci
0 0 0
Modern linguistic material

Lirici greci / introduzione di Umberto Albini ; scelta dei testi, traduzione, note e commenti di Francesco Sisti

Milano : Garzanti, 1990

Aiace
0 0 0
Modern linguistic material

Sophocles <496 a.C.-406 a.C.>

Aiace ; Elettra ; Trachinie ; Filottete / Sofocle ; traduzione, nota storica e note di Ezio Savinio ; introduzione di Umberto Albini

4. ed., [con bibliogr. aggiornata al 1986]

Milano : Garzanti, 1989

Abstract: Intorno alla figura di Aiace si concentrano numerose problematiche tipiche della poetica sofoclea: il contrasto tra passato e presente, tra individualità e potere, tra leggi divine e leggi umane, tra diritti dei singoli e diritti collettivi. Nodo centrale, come nell'Antigone, il tema della sepoltura di Aiace, doppiamente colpevole, come suicida e come ribelle. Testo complesso, difficile, poco frequentato e poco rappresentato per l'oggettiva difficoltà della trama, l'Aiace costituisce invece una delle tragedie più forti di Sofocle, di grande drammaticità e impatto. Testo a fronte.