Include: all following filters
× Languages Classical Greek (until 1453)
× Material Printed
× Languages English
Include: none of the following filters
× Publisher Garzanti <casa editrice>

Found 12 documents.

A Greek-English lexicon
0 0 0
Modern linguistic material

Liddell, Henry George - Scott, Robert <1811-1887>

A Greek-English lexicon / compiled by Henry George Liddell and Robert Scott ; with a supplement 1968

Rev. and augmented throughout / by Henry Stuart Jones ; with the assistence of Roderick McKenzie and with the co-operation of many scholars

Oxford : Clarendon Press, [1968]

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0
Greek grammar
0 0 0
Modern linguistic material

Smyth, Herbert Weir

Greek grammar / by Herbert Weir Smyth ; revised by Gordon M. Messing

Cambridge : Harvard University Press, 1966

1: Discourses, books I and II
0 0 0
Modern linguistic material

1: Discourses, books I and II

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0
Vol. 2: Discourses, books III and IV, the Manual and Fragments
0 0 0
Modern linguistic material

Vol. 2: Discourses, books III and IV, the Manual and Fragments

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0
Dorothei Sidonii Carmen astrologicum
0 0 0
Modern linguistic material

Dorothei Sidonii Carmen astrologicum : interpretationem Arabicam in linguam anglicam versam una cum Dorothei fragmentis et Graecis et Latinis / edidit David Pingree

1. Aufl

Leipzig : Teubner, 1976

Bibliotheca scriptorum Graecorum et Romanorum Teubneriana

L'amore/ Platone
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

L'amore/ Platone ; traduzione a cura di Roberto Denti

Delfo, 2014

Abstract: Uno dei più celebri dialoghi platonici nel quale il filosofo mette in scena tutto ciò che i Greci hanno concepito in materia di eros. Nel Simposio si racconta di un banchetto organizzato per celebrare la vittoria che il poeta Agatone aveva riportato nell'agone tragico delle Lenee. I presenti, da Aristofane ad Alcibiade a Socrate, tengono a turno discorsi sulla natura di Eros e, nello sforzo di superarsi a vicenda in una sorta di gara, declinano la forma dell'encomio tradizionale in un climax drammatico in cui ogni discorso mette in risalto una tesi particolare: Eros come il più antico degli dèi (Fedro), il contrasto tra eros divino ed eros popolare (Pausania), l'eros come principio universale della natura (Erissimaco), l'eros come brama dell'uomo verso la sua metà perduta (Aristofane), Eros come il più giovane, il pili bello e il più eccellente degli dèi (Agatone). Infine Socrate, che non propone un suo discorso, ma riferisce quel che ha appreso dalla sacerdotessa Diotima di Mantinea, stabilendo un punto fondamentale, ma altrettanto ineluttabile: la natura carente dell'amore e dell'innamorato.

Dissertatio theologica prior mysteria Christianismi contra Angli cuiusdam Anonymi Christianity not mysterious i. e. Christianismum non mysticum defendens
0 0 0
Old linguistic material

FOERTSCHIUS, Michael

Dissertatio theologica prior mysteria Christianismi contra Angli cuiusdam Anonymi Christianity not mysterious i. e. Christianismum non mysticum defendens / quam ... Praeside ... Dn. Michaele Foertschio ... publicae disquisitioni in Illustri Academia Ienensi exponet Ioh. Iac. Lungershausen ... 1713. ..

Ienae : litteris Krebsianis, [1713]

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0
Nag Hammadi codices
0 0 0
Modern linguistic material

Nag Hammadi codices : Greek and Coptic papyri from the cartonnage of the covers / edited by J. W. B. Barns, G. M. Browne and J. C. Shelton

Leiden : Brill, 1981

2Nag Hammadi studies. The Coptic gnostic library ; 16

Posidippi Pellaei quae supersunt omnia
0 0 0
Modern linguistic material

Posidippus <310 a.C.–240 a.C.>

Posidippi Pellaei quae supersunt omnia / ediderunt C. Austin et G. Bastianini

LED, 2002

Abstract: Un papiro dell'Università di Milano, pubblicato nel 2001, ci ha restituito oltre cento nuovi testi di Posidippo di Fella, acclamato epigrammista della prima età ellenistica. La fortunata scoperta ci permette di ricostruire una personalità artistica di cui prima si intuivano solo vagamente i contorni. Posidippo avvertì il fascino del nuovo mondo fondato da Alessandro Magno: visse a lungo ad Alessandria, cantò i fasti e lo splendore della corte tolemaica. Ma non fu solo un poeta cortigiano; i nuovi epigrammi gettano luce anche sulla vita quotidiana della gente comune: ci sono epitaffi (per donne, soprattutto), racconti di naufragi, dediche al dio Asclepio per grazia ricevuta. Ne emerge il quadro di un'epoca complessa, segnata da trasformazioni profonde, sorprendentemente vicina alla sensibilità moderna. La presente edizione (che ripropone, accanto al nuovo, il vecchio Posidippo) fornisce al lettore anche non specialista l'informazione e gli strumenti critici necessari per comprendere questa raccolta poetica così raffinata e densa di umanità.

Bestiari tardoantichi e medievali
0 0 0
Modern linguistic material

Bestiari tardoantichi e medievali : i testi fondamentali della zoologia sacra cristiana / a cura di Francesco Zambon ; con la collaborazione di Roberta Capelli …[et al.]

Bompiani, 2018

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Questo volume offre la più ampia raccolta di bestiari tardoantichi e medievali che sia stata finora pubblicata. I lettori, per la prima volta, avranno a disposizione tutto il corpus fondamentale dei bestiari, in versi e in prosa, con il testo originale a fronte (greco, etiopico, latino, francese, occitano, anglosassone, islandese, tedesco e russo), nuove traduzioni e ricchi apparati (introduzioni, note, bibliografie). Si tratta di testi sorprendenti e affascinanti, che costituiscono una imprescindibile fonte di informazioni per lo studio di qualsiasi aspetto (religioso, storico, letterario, artistico) della cultura medievale. Nato ad Alessandria d'Egitto probabilmente nel II secolo d. C. con il "Fisiologo greco" (il cui testo fu via via modificato, ampliato e rielaborato in numerosissime versioni in varie lingue), questo genere descrive la "natura" (le caratteristiche) dell'animale e, nello stesso tempo, elabora interpretazioni allegoriche fondate su temi e figure della dottrina cristiana. Partendo dal principio che "il mondo è un simbolo" (come suggerisce il grande storico dell'arte medievale Emile Mâle), i bestiari hanno il loro fondamento teologico nell'idea secondo cui tutte le realtà materiali sono immagini o specchi delle realtà spirituali e divine. Il volume è reso ancora più prezioso da un inserto iconografico a colori che raccoglie una settantina di miniature tratte da diversi manoscritti: una straordinaria testimonianza del valore artistico di queste splendide illustrazioni.

Gli uomini non sono isole
0 0 0
Modern linguistic material

Ordine, Nuccio <1958->

Gli uomini non sono isole : i classici ci aiutano a vivere / Nuccio Ordine

La Nave di Teseo, 2018

Abstract: Prendendo le mosse dalla commovente meditazione di John Donne (1624) a cui si ispira il titolo del volume, Nuccio Ordine arricchisce la sua “biblioteca ideale” invitandoci a leggere (e a rileggere) altre meravigliose pagine della letteratura mondiale. Convinto che una brillante citazione possa sollecitare la curiosità dei lettori e incoraggiarli a impossessarsi dell'opera intera, Ordine prosegue la sua battaglia a favore dei classici, mostrando come la letteratura sia fondamentale per rendere l'umanità più solidale e più umana. In un'epoca segnata da brutali egoismi, dalla ripresa dei razzismi e dell'antisemitismo, dalle terribili disuguaglianze economiche e sociali, dalla paura dello "straniero", queste pagine invitano a capire che "vivere per gli altri" è un'opportunità per dare un senso forte alla nostra vita.

Ovidio 2017
0 0 0
Modern linguistic material

Ovidio 2017 : prospettive per il terzo millennio : atti del convegno internazionale (Sulmona, 3-6 aprile 2017) / a cura di Paolo Fedeli e Gianpiero Rosati

Ricerche&redazioni, 2018

Abstract: Ovidio è il poeta antico oggi più letto e amato nel mondo. A distanza di 2000 anni dalla sua morte Sulmona, la sua città, ha voluto dedicargli un grande convegno internazionale che ha riunito alcuni tra i maggiori studiosi del poeta latino attivi in Europa e nel mondo. Il volume, riccamente illustrato e curato da Paolo Fedeli e Gianpiero Rosati, ne racchiude gli Atti: analizzando la sua ampia e articolata produzione, si è voluto fare il punto sulla straordinaria fioritura critica che Ovidio ha conosciuto negli ultimi decenni, sugli indirizzi di ricerca oggi più produttivi e sulla diffusa e multiforme presenza dell'opera di Ovidio nelle più varie espressioni dell'arte contemporanea. Un volume con contributi provenienti dalle Università di Cambridge, Harvard, Oxford, Manchester, Munchen, Toronto, Durham, Torino, Milano-Cattolica Sacro Cuore, Padova, Firenze, Pisa-Scuola Normale Superiore, Cassino, Roma Tor Vergata, Biblioteca Apostolica Vaticana, Accademia Nazionale dei Lincei, L'Aquila, Bari, Palermo. In copertina lo straordinario "Narciso alla fonte", opera del Caravaggio.