Include: all following filters
× Languages Latin
× Publisher Mondadori <casa editrice>

Found 250 documents.

Metamorfosi, L'asino d'oro
0 0 0
Modern linguistic material

Apuleius <circa 125-circa 180>

Metamorfosi, L'asino d'oro / Apuleio ; a cura di Marina Cavalli

Milano : A. Mondadori, 1994

Abstract: Lucio, protagonista e narratore, in Tessaglia per affari, abita a casa di Milone e di sua moglie Panfile, ritenuta una maga. Procuratosi un unguento magico che sapeva aver trasformato Panfile in uccello, Lucio si trasforma però in asino. Dei ladri saccheggiano la casa di Milone e caricano l'asino Lucio del bottino. Giunto poi alla caverna dei briganti, Lucio ascolta la favola di Amore e Psiche, narrata da una vecchia a una fanciulla rapita. Sconfitti i briganti dal fidanzato della ragazza, Lucio passa di padrone in padrone, subendo ogni tipo di tormento, finché non si addormenta sulla spiaggia di Cencree. In sogno gli appare la dea Iside che gli indica la strada per riprendere la forma umana.

Adelphoe
0 0 0
Modern linguistic material

Terentius Afer, Publius

Adelphoe ; Heautontimorumenos / Terenzio ; a cura di Lisa Piazzi

Milano : A. Mondadori, 2006

Abstract: Entrambe le commedie traggono il loro soggetto da opere di Menandro e negli intrecci sembrano non discostarsi dai canoni del genere: giovani innamorati, genitori che li contrastano, bambini perduti di cui si ritrovano le origini portando così al felice scioglimento finale. Ma tutta nuova è l'attenzione per la psicologia dei personaggi, indagata con finezza e con una lingua elegante e raffinata.

Storia dei Longobardi
0 0 0
Modern linguistic material

Paulus Diaconus <circa 720-799>

Storia dei Longobardi / Paolo Diacono ; a cura di Lidia Capo

Milano : Fondazione Lorenzo Valla : A. Mondadori, 1992

Abstract: "Racconta Paolo Diacono che quando, nel 568, i Longobardi giunsero ai confini d'Italia, il loro sovrano Alboino salì su un monte, e di lassù contemplò il paese che gli si apriva davanti, come Mosè aveva fatto per la terra promessa. Era l'inizio di una dominazione destinata a durare due secoli, che avrebbe fatto di una gente barbarica un popolo romanizzato, pur nella persistente coscienza della propria identità nazionale. Di questa straordinaria avventura storica abbiamo testimonianza nell'opera di uno dei più autorevoli intellettuali dell'età longobarda, Paolo Diacono, nato a Cividale del Friuli tra il 710 e il 720. Cancelliere di corte, rapido assimilatore della cultura latina, Paolo seguì le vicende dell'ultima monarchia longobarda e fu consigliere culturale dell'ultima figlia del re Desiderio, Adelperga, andata sposa al duca di Benevento. Dopo la sconfitta di Desiderio ad opera di Carlo Magno, che lo accolse per qualche tempo alla sua corte, Paolo si ritirò nel cenobio di Montecassino, dove compose la sua opera estrema, la ""Storia dei Longobardi"", cui è soprattutto affidata la sua fama. Nel tratteggiare la vicenda del suo popolo, dall'origine scandinava e mitica fino allo sviluppo della potenza in Italia, Paolo mostra orgogliosa consapevolezza del ruolo da esso svolto nella storia. I Longobardi gli appaiono i veri eredi della civiltà classica e cristiana: e le figure dei loro re campeggiano suggestive sullo sfondo di un racconto che al respiro epico alterna l'evocazione di un antico patrimonio di costumi, consuetudini, leggende.

Mostellaria
0 0 0
Modern linguistic material

Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.> - Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

Mostellaria ; Persa / Plauto ; a cura di Maurizio Bettini

Milano : A. Mondadori, 1991

Abstract: Teopropide è lontano da casa per affari, intanto il figlio Filolachete se la spassa con l'amata Filomazio, una serva da lui riscattata a caro prezzo. Il servo Tranione, per coprire il padroncino che con Filomazio e un amico ubriaco si sta divertendo nella casa, sbarra la strada a Teopropide, tornato inaspettatamente, dicendogli che la casa è infestata dagli spiriti e che il figlio, per comprare una casa nuova, ha dovuto pagare una grossa somma (quella che in realtà gli è servita per riscattare Filomazio). Dapprima l'inganno riesce, poi però Teopropide scopre la verità ed è furente contro il figlio. L'amico, non più ubriaco, riesce a rabbonirlo e a ottenerne il perdono.

Eneide
0 0 0
Modern linguistic material

Vergilius Maro, Publius <70 a.C.-19 a.C.>

Eneide / Virgilio ; a cura di Ettore Paratore ; traduzione di Luca Canali

Milano : A. Mondadori, 1989

Eneide
0 0 0
Modern linguistic material

Vergilius Maro, Publius <70 a.C.-19 a.C.>

Eneide / Virgilio ; traduzione di Luca Canali ; commento di Ettore Paratore adattato da Marco Beck ; introduzione di Ettore Paratore

Milano : A. Mondadori, 1991

Tutte le opere
0 0 0
Modern linguistic material

Horatius Flaccus, Quintus <65 a.C.-8> - Ovidius Naso, Publius <43 a.C.-18 d.C.> - Horatius Flaccus, Quintus <65 a.C.-8>

Tutte le opere / Orazio ; introduzione di Niall Rudd ; traduzioni di Luca Canali e di Marco Beck ; commento e note di Maria Pellegrini e di Marco Beck

Milano : Mondadori, 2007

Commedie
0 0 0
Modern linguistic material

Terentius Afer, Publius

Commedie / Terenzio ; a cura di Lisa Piazzi e Laura Pepe

Milano : Mondadori, 2007

Abstract: Publio Terenzio Afro, un liberto di origine africana, nacque a Cartagine intorno al 185 a.C. e fu portato a Roma come schiavo dal senatore Terenzio Lucano, che successivamente lo affrancò. Partecipò al clima di rinnovamento culturale promosso dal cosiddetto circolo degli Scipioni che diffondeva a Roma la cultura greca e favoriva un vivace dibattito che molto contribuì al processo di crescita della cultura e della società romana. Terenzio, pertanto, imprime ai personaggi delle sue fabulae (La donna di Andros, II punitore di se stesso, L'eunuco, La suocera, Formione, I fratelli) un carattere decisamente nuovo, in linea con gli ideali di humanitas auspicati per la società del futuro, e scava nelle loro emotività, mettendo in luce le risorse interiori e le debolezze, nel rispetto della persona e della dignità dell'individuo.

L'istruzione cristiana
0 0 0
Modern linguistic material

Augustinus, Aurelius, santo <354-430>

L'istruzione cristiana / Sant'Agostino ; a cura di Manlio Simonetti

[Milano] : Fondazione Lorenzo Valla : A. Mondadori, 1994

Abstract: L'istruzione cristiana (titolo originale latino: De doctrina christiana) è un trattato di ermeneutica, scritto da sant'Agostino quando era appena diventato vescovo di Ippona. In termini più attuali, può essere definito un manuale in cui il grande Dottore di una Chiesa ancora giovane e inesperta insegna a interpretare la Sacra Scrittura e a spiegarla pubblicamente secondo i canoni stilistici ereditati dalla latinità classica, in sostanza dalla retorica ciceroniana. Come modello supremo, però, viene proposto san Paolo, teologo ispirato e sublime oratore. L'istruzione cristiana viene così a situarsi come fondamentale opera-ponte tra l'antichità, nutrita di letteratura profana, e il medioevo, permeato di cultura biblica.

Canti
0 0 0
Modern linguistic material

Catullus, Gaius Valerius <84 a.C.-54 a.C.>

Canti / Catullo ; traduzione di Salvatore Quasimodo ; con un'introduzione, una cronologia, un'antologia critica e una bibliografia a cura di Alberto Giordano

Milano : A. Mondadori, 1988

Satiricon
0 0 0
Modern linguistic material

Petronius Arbiter <27-66>

Satiricon / Petronio Arbitro ; traduzione di Piero Chiara ; introduzione di Federico Roncoroni

Milano : A. Mondadori, 1991

Abstract: L'amore, l'erotismo, l'avventura, le risate, la perdita, il dolore: il Satyricon contiene tutti gli ingredienti che cerchiamo in un romanzo. E lo fa dalla distanza di circa duemila anni. Aprire il volume di Petronio è come entrare in una gelateria e affondare la mano nuda nella vaschetta del pistacchio. Salvo poi, con stupore e sospetto, accorgersi che la temperatura del gelato è bollente.

Germania
0 0 0
Modern linguistic material

Tacitus, Publius Cornelius <55/58-117>

Germania / Tacito ; a cura di Elisabetta Risari

Milano : A. Mondadori, 1991

Favole
0 0 0
Modern linguistic material

Phaedrus <20/15 a.C.-circa 51 d.C.>

Favole / Fedro ; introduzione, traduzione e note di Fernando Solinas

Milano : A. Mondadori, 1992

Abstract: Esopo ha inventato la favola, ma è stato Fedro ad affinarla, a imporle le leggi del metro, a conferirle la dignità del verso consegnandola ai fasti della letteratura. Per Fedro la favola è un mezzo d'espressione che consente, a chi è schiavo o liberto come lui, di dire la verità ammantandola sotto la copertura di un traslato. La sua è una morale acre, cupamente rassegnata alla sconfitta sociale, pervasa da un pessimismo amaro. Osteggiato in vita, Fedro fu quasi del tutto ignorato anche dopo la morte: scrivendo della favola, tanto Seneca quanto Quintiliano tacciono ostinatamente il suo nome, riscoperto solo molto più tardi dietro l'ombra troppo ingombrante del più celebre Esopo. Introduzione di Alberto Cavarzere.

Eneide
0 0 0
Modern linguistic material

Vergilius Maro, Publius <70 a.C.-19 a.C.>

Eneide / Virgilio ; a cura di Ettore Paratore ; traduzione di Luca Canali

Milano : Mondadori, 2007

La guerra giugurtina
0 0 0
Modern linguistic material

Sallustius Crispus, Gaius <86 a.C.-34 a.C.>

La guerra giugurtina / Sallustio ; traduzione di Lucia Zuccoli Clerici ; introduzione di Domenico Magnino

Milano : A. Mondadori, 1994

Le elegie
0 0 0
Modern linguistic material

Tibullus, Albius <54 a.C-19 a.C.> - Nemeti, Annalisa

Le elegie / Tibullo ; a cura di Francesco Della Corte

[Italia] : Fondazione Lorenzo Valla ; Milano : A. Mondadori, 1980

Le guerre in Gallia
0 0 0
Modern linguistic material

Caesar, Gaius Iulius <102/100 a.C.-44 a.C.>

Le guerre in Gallia = De bello gallico / Cesare ; a cura di Carlo Carena

Milano : A. Mondadori, 1991

La regola di san Benedetto e le regole dei Padri
0 0 0
Modern linguistic material

Benedictus, santo <circa 480-547>

La regola di san Benedetto e le regole dei Padri / a cura di Salvatore Pricoco

[Milano] : Fondazione Lorenzo Valla : A. Mondadori, 1995

Abstract: Pubblicando con il testo latino a fronte i 73 capitoli della Regola, la Fondazione Valla ci dischiude i segreti di un testo che, pervaso dal senso dell'ordine, della concretezza, dell'equilibrio, anticipa le future conquiste del pensiero moderno. Da queste pagine San Benedetto emerge come un antesignano della politica parlamentare, dell'economia agricola e artigianale, dell'editoria libraria (lo studio e la trascrizione dei codici), della psicologia e dell'antropologia.

De senectute
0 0 0
Modern linguistic material

Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.> - Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.>

De senectute ; De amicitia / Cicerone ; a cura di Guerino Pacitti

Milano : A. Mondadori, 1997

Le metamorfosi
0 0 0
Modern linguistic material

Ovidius Naso, Publius <43 a.C.-18 d.C.>

Le metamorfosi / Ovidio ; traduzione di Guido Paduano ; introduzione di Alessandro Perutelli

Milano : Mondadori, 2007

Abstract: Che cos'hanno da dire all'uomo del ventunesimo secolo le storie di Narciso che si consuma nell'amore di sé, di Aracne ragnificata per la propria superbia, di Dafne trasformata in alloro per sottrarsi alle brame di Apollo, di Mirra innamorata di suo padre e Bìblide di suo fratello, di Progne e di Medea che, assetate di vendetta, si fanno assassine dei propri figli? Perché dovrebbero interessargli due alluvioni universali, una trentina di stupri e quasi altrettanti stupri mancati, più di un caso di transessualità, tre incesti e due tentati incesti, circa sedici fiumi innamorati, quattro isole e otto cani che cominciano con la lettera 'L'... per non dire delle centinaia di alberificazioni, uccellificazioni, pietrificazioni, stellificazioni che si tamponano, si abbinano, si contaminano, si mescolano, si inquinano senza pudore nelle Metamorfosi di Ovidio? Per rispondersi, l'uomo del ventunesimo secolo farà bene a sgranare gli occhi su questo libro e affacciarsi su una incredibile raffica di mutazioni, scandite da scarti di timbro, aritmie, modulazioni, tracciate talora da un'ironia micidiale, sull'orlo talora del gossip; dove però ad ogni passo può spalancarsi il crepaccio della tragedia. Se saprà riconoscersi nel delicato nonsenso di essere sempre chi è diventando continuamente un altro, e nel suo segreto bisogno di incantesimi e di mostri, si potrà permettere la libertà di perdersi fra gli esametri di questo libro, lasciandosi accompagnare dalla traduzione di Vittorio Sermonti.