Include: all following filters
× Languages Classical Greek (until 1453)
× Names Plutarchus <50-dopo il 120>

Found 183 documents.

Alessandro
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Alessandro ; Cesare / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Domenico Magnino [per Alessandro] ; introduzione di Antonio La Penna [per Cesare] ; traduzione e note di Domenico Magnino [per Cesare] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

[Milano : Rizzoli], 1987

Quarto volume: Filopemene e Tito Quinzio Flaminino
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Quarto volume: Filopemene e Tito Quinzio Flaminino ; Pelopida e MArcello ; Alessandro e Cesare / a cura di Domenico Magnino

Vite parallele. Alessandro e Cesare
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vite parallele. Alessandro e Cesare / Plutarco ; prefazione di Giorgio Montefoschi ; traduzione e note di Domenico Magnino

[Milano : Rizzoli], 2001

Abstract: Le vite dei due massimi condottieri del mondo greco e romano nella rievocazione plutarchiana. A Plutarco non interessano i nessi storici o l'etiologia politica come la concepiva Tucidide: egli guarda soltanto alle grandi figure umane. I cui lineamenti - egli dice - si manifestano non soltanto nelle grandi imprese, ma anche nei piccoli gesti.

Allegoristi dell'età classica
0 0 0
Modern linguistic material

Palaephatus - Heraclitus <535 a.C.-475 a.C.> - Heraclitus <535 a.C.-475 a.C.> - Cornutus, Lucius Annaeus

Allegoristi dell'età classica : Zenone di Cizio, Cleante di Asso, Crisippo di Soli ... : opere e frammenti : in appendice il Papiro di Derveni con testo greco a fronte / a cura di Ilaria Ramelli ; introduzione di Roberto Radice

[Milano] : Bompiani, 2007

Abstract: Nello Stoicismo antico prima, e nel Neoplatonismo poi, nacquero svariati tentativi di interpretare filosoficamente la tradizione religiosa politeista. Lo strumento principale di questa interpretazione filosofica della pietas popolare è stato l'allegoria, utilizzata in molti modi a seconda delle Scuole: per esempio, gli Stoici misero in atto un'allegoria di tipo fisico, in cui i nomi degli dèi altro non sono che i nomi degli elementi naturali, mentre i Neoplatonici predilessero un'allegoria di tipo metafisico, in cui gli appellativi degli dèi designano le realtà ipostatiche del cosmo. In questa raccolta viene fornita per la prima volta una rassegna di tutti i testi dell'allegoresi pagana antica dalle origini al primo secolo, comprendente, fra gli altri, i frammenti e gli scritti di Teagene di Reggio, Metrodoro, Diogene di Apollonia, Zenone, Cleante, Crisippo, Diogene di Babilonia, Antipatro di Tarso, Apollodoro, Cratete di Mallo, Palefato, Anneo Cornuto, Cheremone di Alessandria, Ecfanto e della Tavola di Cebete. In appendice il Papiro di Derveni con testo greco a fronte.

Vite parallele. Alessandro e Cesare
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120> - Plutarchus <50-dopo il 120>

Vite parallele. Alessandro e Cesare / Plutarco ; traduzione e note di Domenico Magnino ; prefazione di Carlo Franco

BUR : Corriere della sera, 2012

Vite parallele. Alessandro e Cesare
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vite parallele. Alessandro e Cesare / Plutarco ; cura e traduzione di Mario Scaffidi Abbate

Ed. integrale

Newton Compton, 2015

Abstract: Le vite dei due massimi condottieri del mondo greco e romano nella rievocazione plutarchiana. A Plutarco non interessano i nessi storici o l'etiologia politica come la concepiva Tucidide: egli guarda soltanto alle grandi figure umane. I cui lineamenti - egli dice - si manifestano non soltanto nelle grandi imprese, ma anche nei piccoli gesti.

Alessandro
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Alessandro ; Cesare / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Domenico Magnino [per Alessandro] ; introduzione di Antonio La Penna [per Cesare] ; traduzione e note di Domenico Magnino [per Cesare] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

12. ed

[Milano : Rizzoli], 1999

Teseo
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Teseo ; Romolo / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Marco Bettalli [per Teseo] ; introduzione, traduzione e note di Gabriella Vanotti [per Romolo] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

[Milano : Rizzoli], 2003

Abstract: Le storie e le leggende che circondano i mitici eroi eponimi delle due più importanti città del mondo antico: Atene e Roma. Teseo, che per conquistare la capitale dell'Attica dovette vincere le terribili arti magiche della matrigna Medea, e successivamente uccidere il Minotauro, sconfiggere le Amazzoni (e ne sposò la regina, Ippolita), partecipare all'impresa degli Argonauti, e svolgere un'attività di legislatore e di riformatore religioso. Altrettanto drammatica è la storia di Romolo: figlio di Marte e di Rea Silvia, assassino del fratello all'atto della fondazione di Roma, predone di donne ai danni del popolo dei Sabini, re guerriero di un popolo di esiliati da altre città, ma al tempo stesso legislatore sia in campo religioso sia civile.

Consigli agli inquieti
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Consigli agli inquieti : la cura dell'anima / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Gino Giardini

[Milano : Rizzoli], 2003

Abstract: Plutarco, l'autore delle Vite parallele, era uno studioso dotato di un'incredibile versatilità e nei suoi scritti morali ha affrontato temi che spaziano dalla fisica alla letteratura, dalla religione all'arte della tavola, alla musica, mostrandosi informatissimo e rivelandosi una fonte preziosa per conoscere quello che era la vita nel I secolo d. C. In questo libro sono raccolti sette opuscoletti che dedicò a un ideale corso di igiene mentale: Sulla serenità dell'anima, Intorno alla virtù morale, Sul contenere l'ira, Sulla virtù e il vizio, È possibile insegnare la virtù?, Se siano peggiori le malattie dell'anima o quelle del corpo, Sulla loquacità.

Vol. 2: Pericle
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vol. 2: Pericle ; e, Fabio Massimo ; Nicia ; e, Crasso ; Alcibiade ; e, Gaio Marcio ; Demostene ; e, Cicerone / a cura di Domenico Magnino

Abstract: Spesso un breve episodio, una parola, un motto di spirito mette in luce il carattere molto meglio che non battaglie con migliaia di morti, grandissimi schieramenti di eserciti, assedi di città. Di vite e non di storia s'impegna a scrivere Plutarco, autore di lingua greca tra i più importanti e fecondi del mondo classico. Nato a Cheronea intorno al 50 d.C, durante il regno dell'imperatore Claudio, egli fu cittadino dell'Impero romano e condusse una lunga vita: morì ottantenne, dopo essere stato studioso, politico, filosofo, scrittore e sacerdote del dio Apollo a Delfi. Consapevole di vivere in una fase della storia caratterizzata dalla necessità di riunire sotto un unico cielo due mondi distinti, quello greco e quello latino, Plutarco reinterpretò in modo originale la tradizione romana della biografia aneddotica, modificandone la forma e la struttura per venire incontro alle nuove esigenze di un impero che aveva sempre meno frontiere tra Oriente e Occidente. Le Vite Parallele raccolgono così, a coppie, le biografie di un uomo illustre greco e di un suo corrispettivo latino, scelti secondo criteri di somiglianza nel carattere o nel destino, allo scopo, di natura morale, di mettere in luce l'uomo. Nel presente volume sono raccolte le vite di Pericle e Quinto Fabio Massimo, grandi condottieri che guidarono Atene e Roma in tempi di crisi, ma anche le biografie di personaggi come Alcibiade e Gaio Marcio Coriolano, eroi negativi destinati a morire lontano dalla patria, nonostante le loro imprese.

Vol. 4: Filopemene e Tito Quinzio Flaminio
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vol. 4: Filopemene e Tito Quinzio Flaminio ; Pelopida e Marcello ; Alessandro e Cesare / a cura di Domenico Magnino

Demostene
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Demostene ; Cicerone / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Chiara Pecorella Longo [per Demostene] ; introduzione di Joseph Geiger [per Cicerone] ; traduzione di Beatrice Mugelli [per Cicerone] ; note di Lucia Ghilli [per Cicerone] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

3. ed

[Milano : Rizzoli], 1999

Agesilao
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Agesilao ; Pompeo / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Emma Luppino Manes [per Agesilao] ; introduzione, traduzione e note di Arnaldo Marcone [per Pompeo] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

[Milano : Rizzoli], 1996

Abstract: Con Agesilao e Pompeo, Plutarco sceglie di raccontare e raffrontare le vite di due uomini abili nella virtù militare e nella gestione del potere: Agesilao re di Sparta all'inizio del IV sec. a.C., Pompeo generale e uomo politico romano vissuto nel I sec. a.C. Utilizzando come per le altre vite parallele il metodo della comparazione dei difetti e delle virtù dei personaggi raffigurati, Plutarco mette a fuoco le due personalità facendo emergere per contrasto i caratteri di ognuno. E' Pompeo a guadagnare la stima di Plutarco che gli riconosce la vera virtù militare e umanità, l'opportunismo e l'inganno sembrano invece a Plutarco tipici del modo di agire di Agesilao.

Alessandro
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Alessandro ; Cesare / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Domenico Magnino [per Alessandro] ; introduzione di Antonio La Penna [per Cesare] ; traduzione e note di Domenico Magnino [per Cesare]

[Milano : Rizzoli], 2000

Agide e Cleomene
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Agide e Cleomene ; Tiberio e Caio Gracco / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Domenico Magnino ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

3. ed

[Milano : Rizzoli], 2001

Focione
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Focione ; Catone Uticense / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Cinzia Bearzot [per Focione] ; introduzione di Joseph Geiger [per Catone uticense] ; traduzione e note di Lucia Ghilli [per Catone uticense] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

3. ed

[Milano : Rizzoli], 2001

Coriolano
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Coriolano ; Alcibiade / Plutarco ; introduzione e note di Maria Cesa [per Coriolano] ; traduzione e note di Lucia Maria Raffaelli [per Coriolano] ; introduzione e note di Luisa Prandi [per Alcibiade] ; traduzione e note di Lucia Maria Raffaelli [per Alcibiade] ; con il saggio Plutarco come lo leggeva Shakespeare, di John Denton e con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini

3. ed

[Milano : Rizzoli], 2001

Vita di Coriolano
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vita di Coriolano ; Vita di Alcibiade / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Francesca Albini ; prefazione di C.B.R. Pelling

[Milano] : Garzanti, 1996

Abstract: Come di consueto Plutarco espone elementi e lascia intravedere le varie direzioni di un giudizio storico e morale, senza però scriverlo con chiarezza e imporlo al lettore. Restano dubbi e ambiguità: è solo un traditore che si autodistrugge, Coriolano? O non anche la vittima di una esasperata reazione all'ingiustizia subita, capace tuttavia di un sacrificio finale che ne riscatta in parte la figura? E Alcibiade è solo un amorale narcisista, o non anche un uomo di qualità superiori, vero prodotto di una natura formidabile e perciò oggetto di invidia e di incomprensione da parte dei contemporanei? Testo originale a fronte. Introduzione, traduzione e note di Francesca Albini. Prefazione di C. B. R. Pelling.

De audiendis poetis
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

De audiendis poetis / Plutarco ; introduzione, testo, commento, traduzione a cura di Ernesto Valgiglio

Torino : Loescher, stampa 1973

L'arte di ascoltare
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

L'arte di ascoltare / Plutarco ; a cura di Giuliano Pisani

Milano : Mondadori, stampa 2005

Abstract: In questo manuale del corretto ascolto Plutarco elargisce consigli di virtù, ma anche esempi di vizi che toccano uno degli aspetti più importanti della vita, la comunicazione. L'operetta è dedicata al giovane Nicandro, in occasione del suo ingresso nell'età virile: Plutarco quindi si rivolge ai giovani, perché sappiano maturare senza cedere al disordine delle emozioni, ma cercando in ogni cosa la pacatezza e la riflessione.