Include: all following filters
× Languages Classical Greek (until 1453)
× Date 1994
Include: none of the following filters
× Subject Lingua, Paolo <1943->. La *cucina di Omero

Found 84 documents.

Timeo
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Timeo / Platone ; a cura di Giuseppe Lozza

Milano : A. Mondadori, 1994

Abstract: Il Timeo, o della natura, è una delle opere più note del filosofo greco. In esso si parla dell'antichissimo mito della perduta Atlantide, potente regno che si estendeva oltre le colonne d'Ercole e che, millenni prima, aveva minacciato di invadere l'intero Mediterraneo, e dell'ordine che regna nella natura, voluto da un Demiurgo creatore dell'intero universo.

Vol. 5: Demetrio e Antonio
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vol. 5: Demetrio e Antonio ; Pirro e Mario ; Arato ; Artaserse ; Agide-Cleomene e Tiberio-Gaio Gracco / a cura di Gabriele Marasco

Apologia di Socrate
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Apologia di Socrate ; Critone / Platone ; introduzione, traduzione e note di Maria Michela Sassi

Fabbri, 1994

Orestea
0 0 0
Modern linguistic material

Aeschylus <525 a.C.-456 a.C.>

Orestea / Eschilo ; edizione critica, traduzione e prefazione di Mario Unterseiner ; introduzione e aggiornamenti di Walter Lapini

Milano : Bompiani, 1994

Le opere e i giorni
0 0 0
Modern linguistic material

Hesiodus

Le opere e i giorni / Esiodo

Pordenone : Studio Tesi, 1994

Vol. 1: Libri I-III
0 0 0
Modern linguistic material

Vol. 1: Libri I-III / introduzione di Delfino Ambaglio

Supplici
0 0 0
Modern linguistic material

Aeschylus <525 a.C.-456 a.C.>

Supplici ; Prometeo incatenato / Eschilo ; a cura di Laura Medda ; introduzione di Dario Del Corno

Milano : A. Mondadori, 1994

Fedone, o, Sull'anima
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Fedone, o, Sull'anima / Platone ; traduzione e cura di Andrea Tagliapietra ; saggio critico di Elisa Tetamo

Milano : Feltrinelli, 1994

Abstract: Il grande filologo e filosofo tedesco Paul Natorp ha definito il Fedone un monumento a Socrate. Ma in realtà il Fedone, dialogo in cui Platone ricostruisce a modo suo l'ultimo giorno di vita di Socrate e le conversazioni intercorse in quest'occasione, è molto più di questo: è un monumento alla filosofia. È un invito rivolto a tutti gli uomini, accattivante nei modi ma perentorio nella sostanza, a incamminarsi lungo la via della ricerca, nella consapevolezza che la cura dell'anima, la preoccupazione affinché diventi saggia quanto possibile, è l'unico modo di vivere davvero rispettoso della natura umana, dei suoi desideri e dei suoi bisogni. Forse l'aspetto più stupefacente in quest'opera è proprio l'indissolubile intreccio tra vita e filosofia, espresso in modo esemplare dall'apparente contrasto fra il pathos esistenziale e drammatico del racconto e la grande mole di sottili e pacate argomentazioni (su cui la filosofia d'Occidente non ha mai smesso di meditare) che essa propone. La presente edizione contiene un testo greco corretto alla luce delle ricerche più recenti, una traduzione filologicamente precisa ma di scorrevole lettura, un'ampia introduzione, dove sono affrontati tutti i problemi più rilevanti che l'opera solleva, e un ricco apparato di note esplicative, in confronto costante con la letteratura critica più autorevole e aggiornata.

I persiani
0 0 0
Modern linguistic material

Aeschylus <525 a.C.-456 a.C.>

I persiani / Eschilo ; a cura di Luigi Belloni

2. ed

Milano : Vita e pensiero, 1994

Abstract: Il libro offre un'edizione critica curata da Luigi Belloni, accompagnata da traduzione e una lettura che si propone di evidenziare la tinta scenica della tragedia, rievocata a Susa per superare il limite di un esclusivo elogio ateniese. L'Introduzione non insiste, pertanto, sull'intento patriottico di Eschilo, ma ravvisa nel testo una costante apertura alle strutture della monarchia persiana, riecheggiate dal poeta per fornire al suo uditorio un'immagine verisimile del cosmo orientale. I topoi delle iscrizioni achemenidi sostengono l'impianto dell'Introduzione e il commento ne approfondisce la linea esegetica offrendo al contempo uno status dei problemi filologici più rilevanti.

Il romanzo bizantino del XII secolo
0 0 0
Modern linguistic material

Il romanzo bizantino del XII secolo : Teodoro Prodromo, Niceta Eugeniano, Eustazio Macrembolita, Costantino Manasse / a cura di Fabrizio Conca

Torino : Unione tipografico - editrice torinese, copyr. 1994

Protagora
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Protagora / Platone ; a cura di Marco Dorati

Milano : A. Mondadori, 1994

Abstract: Il Protagora è uno dei capolavori drammatici di Platone e una brillante introduzione alla sua filosofia. In quest'opera viene esaminata la possibilità di insegnare ai giovani la virtù, termine che indicava presso i Greci la capacità di realizzarsi pienamente come uomini 'kaloi kai agathoi', virtuosi ed eccellenti da tutti i punti di vista. Ambientato nella casa del ricco e dissoluto Callia, il dialogo assume i tratti di un'opera teatrale, sul cui scenario si misurano due grandiose e opposte personalità, l'affascinante Protagora, padre di tutti i sofisti e portavoce di una visione relativa dei valori politici e morali, e Socrate, il grande maestro di Platone; intorno, tra i curiosi spettatori, partecipano alla discussione i due sofisti Prodico e Ippia, e il celebre Alcibiade. Nell'introduzione Maria Lorenza Chiesara analizza puntualmente il dialogo e ne traccia le principali linee interpretative.

Verbi greci
0 0 0
Modern linguistic material

Terracina, Francesco

Verbi greci / Francesco Terracina

[Milano] : Vallardi, 1994

Gorgia
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Gorgia / Platone ; introduzione, traduzione e note di Giuseppe Zanetto

Milano : Rizzoli, 1994

Abstract: Il Gorgia, dialogo che dal celebre retore prende il nome, offre una delle più approfondite riflessioni platoniche sulla retorica. Tuttavia la sua portata va ben al di là del tentativo di definire e tracciare i confini di una disciplina. Prendendo le mosse dalla retorica e dalle sue implicazioni sul piano della conoscenza e dell'etica, il dialogo solleva interrogativi fondamentali: come bisogna vivere? A quali cose deve dare importanza chi vuol essere pienamente uomo e felice? Il confronto tra Socrate e i suoi interlocutori disegna in modo estremamente incisivo e drammatico le due strade tra le quali si trova a dover scegliere l'uomo ateniese del IV secolo a.C, e non solo lui: la vita secondo giustizia e verità, a cui conduce la filosofia, o, all'estremo opposto, la vita finalizzata al successo e all'affermazione personale, alla quale conducono la retorica e le altre pratiche dell'apparenza. Attraverso una discussione la cui tensione tradisce la rilevanza dei temi affrontati e insieme regala alcuni dei ritratti più vividi dell'intera opera platonica, il Gorgia segna uno snodo centrale nel pensiero del filosofo per i problemi che solleva e le vie di ricerca che intraprende.

Poetica
0 0 0
Modern linguistic material

Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.>

Poetica / Aristotele ; introduzione, traduzione e note di Diego Lanza

5. ed

Milano : Rizzoli, 1994

I cirenaici minori
0 0 0
Modern linguistic material

I cirenaici minori / introduzione e traduzione delle fonti antiche a cura di Silvio Muzii

Roma : Signorelli, stampa 1994

Argonautiche orfiche
0 0 0
Modern linguistic material

Argonautiche orfiche / [a cura di Luciano Migotto]

Pordenone : Studio tesi, 1994

Poesie
0 0 0
Modern linguistic material

Sappho

Poesie / Saffo ; introduzione di Vincenzo Di Benedetto ; traduzione e note di Franco Ferrari

4. ed

Milano : Rizzoli, 1994

Sull'amore
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Sull'amore / Plutarco ; cura e versione di Emma Maria Gigliozzi

Ed. integrale

Roma : Newton Compton, 1994

Inni omerici
0 0 0
Modern linguistic material

Homerus <poeta greco>

Inni omerici / a cura di Filippo Cassola

A. Mondadori, 1994

Abstract: Si tratta di 33 inni in esametri epici, databili tra l'VIII e il VI secolo a.C., anticamente attribuiti al poeta dell'Iliade, ma in realtà frutto di mani diverse. Lo schema contenutistico è comune e prevede l'invocazione a un dio, e quindi la narrazione delle sue gesta. Motivo ricorrente è quello del conflitto fra gli dei, scontro di forze primigenie che devono trovare adeguata collocazione nel mondo per garantire, al termine del conflitto, un nuovo ordine cosmico.

L' erede delle cose divine
0 0 0
Modern linguistic material

Philo Alexandrinus <circa 20 a.C.-circa 45>

L' erede delle cose divine : testo greco a fronte / Filone di Alessandria ; saggio introduttivo di Giovanni Reale ; prefazione, traduzione, note e apparati di Roberto Radice

Milano : Rusconi, 1994