Include: all following filters
× Languages Classical Greek (until 1453)
× Material Printed
× Publisher BUR <marchio editoriale>
Include: none of the following filters
× Publisher Garzanti <casa editrice>

Found 101 documents.

Fedro
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Fedro / Platone ; traduzione e note di Roberto Velardi

5. ed.

BUR, 2017

Antigone
0 0 0
Modern linguistic material

Sophocles <496 a.C.-406 a.C.> - Sophocles <496 a.C.-406 a.C.>

Antigone ; Edipo re ; Edipo a Colono / Sofocle ; introduzione, traduzione, premessa al testo e note di Franco Ferrari

Corriere della sera : BUR, 2016

Abstract: Un cadavere putrescente su cui uccelli e cani banchettano. Una lotta mortale intorno al destino di questo corpo. Uno scontro sulla legge e sulla giustizia, sull'ordine e sull'obbedienza. Antigone contro Creonte. Il teatro di Sofocle ha consegnato alla tradizione occidentale un nodo tragico infinitamente riattraversato e interrogato, dall'antichità ai traumi del secolo breve. Ma che cosa ricorre effettivamente sulla scena? Quali problemi e insieme quali fraintendimenti risuonano a partire dall'antico duello verbale?

Odissea
0 0 0
Modern linguistic material

Homerus <poeta greco>

Odissea / Omero ; introduzione, commento e cura di Vincenzo Di Benedetto ; traduzione di Vincenzo Di Benedetto e Pierangelo Fabrini

BUR, 2012

Abstract: Poema che narra le vicende del viaggio di ritorno di Ulisse ad Itaca.

Apologia di Socrate
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Apologia di Socrate ; Critone / Platone ; introduzione, traduzione e note di Maria Michela Sassi

15. ed

[Milano : Rizzoli], 2004

Abstract: Socrate fu condotto dinanzi al tribunale dell'Eliea nel 399 a. C. dopo la caduta della tirannide di Crizia alla cui cerchia era stato legato, sotto l'accusa di empietà e di corruzione dei giovani: un'accusa che celava avversioni politiche non meno che insofferenze ideologiche. I due testi delineano non solo un ritratto individuale, ma l'immagine ideale del vero filosofo, interamente votato all'esercizio della conoscenza e alla ricerca del bene.

Fedro
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Fedro / Platone ; traduzione e note di Roberto Velardi ; prefazione di Giovanni Reale

BUR : Corriere della sera, 2012

Apologia di Socrate
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Apologia di Socrate ; Critone / Platone ; introduzione, traduzione e note di Maria Michela Sassi

4. ed.

BUR, 2016

Antigone
0 0 0
Modern linguistic material

Sophocles <496 a.C.-406 a.C.>

Antigone ; Edipo re / Sofocle ; traduzione e note di Franco Ferrari ; prefazione di Eva Cantarella

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Abstract: Un cadavere putrescente su cui uccelli e cani banchettano. Una lotta mortale intorno al destino di questo corpo. Uno scontro sulla legge e sulla giustizia, sull'ordine e sull'obbedienza. Antigone contro Creonte. Il teatro di Sofocle ha consegnato alla tradizione occidentale un nodo tragico infinitamente riattraversato e interrogato, dall'antichità ai traumi del secolo breve. Ma che cosa ricorre effettivamente sulla scena? Quali problemi e insieme quali fraintendimenti risuonano a partire dall'antico duello verbale?

Politica
0 0 0
Modern linguistic material

Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.> - Saunders, Trevor J.

Politica / Aristotele ; a cura di Carlo Augusto Viano

3. ed

Milano : BUR, 2008

Abstract: La politica è una scienza e anche una pratica che ha come obiettivo il bene della comunità. Il vero politico è quello che si propone di rendere gli uomini virtuosi attraverso l'obbedienza alle leggi. Tuttavia il genere di vita a cui si dedica è ispirato alla ricerca degli onori ed è diverso dalla vita contemplativa. Scopo della politica è anche ricercare qual è la costituzione migliore della città. L'attività politica deve essere esercitata solo dagli uomini liberi, esclusi quindi i contadini, i commercianti e coloro che esercitano un lavoro manuale.

Aristide
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Aristide ; Catone / Plutarco ; introduzione di Emma Luppino Manes ; traduzione di Claudia Mazzei ; note di Simona Ciccone [per Aristide] ; introduzione di Barbara Scardigli ; traduzione di Lucia Ghilli ; note di Chantal Gabrielli e Barbara Scardigli [per Catone] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini [per entrambe]

Milano : BUR, 2011

Abstract: Il confronto tra Aristide e Catone, accomunati dall'essere diventati uomini politici esclusivamente per virtù e non per ricchezza, serve a Plutarco per uno scopo eminentemente morale: mostrare la lotta tra la virtù e il vizio per come si è manifestata nella storia delle vicende umane. Questo volume costituisce un ulteriore passo verso il completamento dell'opera di Plutarco in BUR.

Le Bacchidi
0 0 0
Modern linguistic material

Menander <342 a.C. circa – 291 a.C. circa> - Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

Le Bacchidi / Tito Maccio Plauto ; prefazione di Cesare Questa ; introduzione di Guido Paduano ; traduzione di Mario Scandola ; in appendice [di] Menandro Dis exapaton ; a cura di Guido Paduano

Milano : BUR, 2011

Abstract: In questa brillante commedia, ambientata ad Atene, due giovani amici si innamorano perdutamente di quella che credono essere la stessa donna, Bacchide, contro il volere dei padri, vecchi dispotici e severi. Sarà il servo Crisalo, astuto e fedele schiavo di Mnesiloco, in un esilarante susseguirsi di equivoci e comici scambi di battute a indurre i due anziani padri a consentire agli amori dei figli. Accanto alle Bacchidi vengono qui presentati, grazie al fortuito ritrovamento di un papiro, caso unico per la storia della commedia latina, un centinaio di versi della commedia di Menandro Dis exapaton, che ci fornisce il modello greco a cui ha attinto Plauto. Un confronto che dimostra il profondo debito dell'autore latino verso la cultura greca ma anche il suo genio inventivo e la sua capacità drammaturgica. Del rapporto tra le due commedie parla nei suoi testi introduttivi Guido Paduano, preceduti da un profilo della commedia plautina di Cesare Questa.

Lettere sulla fisica, sul cielo e sulla felicità
0 0 0
Modern linguistic material

Epicurus <341 a.C.-270 a.C.> - Epicurus <341 a.C.-270 a.C.>

Lettere sulla fisica, sul cielo e sulla felicità / Epicuro ; traduzione e note di Nicoletta Russello ; prefazione di Giulio Giorello

BUR : Corriere della sera, 2012

Abstract: Che cos'è la felicità? In una Lettera sulla felicità a Meneceo Epicuro sostiene che non c'è età per conoscere la felicità: non si è mai né troppo vecchi né troppo giovani per occuparsi del benessere dell'anima. Nella sua vita naturale l'uomo allontana da sé il dolore sia fisico che psichico e l'assenza di queste due cause porta al raggiungimento della felicità. Ma non è sufficiente: Epicuro sostiene che si deve provare piacere e quindi classifica i piaceri dividendoli in tre grandi categorie: i piaceri naturali e necessari; i piaceri naturali ma non del tutto necessari; i piaceri del tutto accessori. L'uomo ha anche delle necessità sovra-strutturate come l'ambizione a migliorarsi, a crescere intellettualmente, a primeggiare sugli altri. Per raggiungere questi obiettivi mette in campo tutta la sua passione e la sua anima e quando raggiunge l'obiettivo trova un appagamento di felicità proprio dell'intelletto. In questa breve lettera, Epicuro ci insegna cosa serve per essere felici, e cosa invece ostacola il raggiungimento della felicità.

La costituzione degli ateniesi
0 0 0
Modern linguistic material

Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.>

La costituzione degli ateniesi / Aristotele ; traduzione e note di Mario Bruselli ; prefazione di Luciano Canfora

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Etica Eudemia
0 0 0
Modern linguistic material

Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.>

Etica Eudemia / Aristotele ; introduzione, traduzione e note di Marcello Zanatta

[Milano] : BUR, 2012

Abstract: Nell'Etica endemia il pensiero morale di Aristotele raggiunge la tensione speculativa più alta e la piena maturità. Posteriore all'Etica nicomachea, questo trattato ne riformula le dottrine in una esposizione sintetica e al tempo stesso concettualmente e formalmente più rigorosa. Vi si trova, in particolare, una più solida analisi del rapporto fra la virtù etica e la contemplazione di dio, che porta Aristotele a delineare un profilo dell'uomo di straordinaria ricchezza. La paternità aristotelica dell'opera, a lungo dibattuta, è oggi riconosciuta dalla grande maggioranza degli studiosi e può considerarsi assodata. La presente edizione, condotta sul testo critico di Susemihl, è arricchita da una monografia introduttiva e da un ampio apparato di note filologiche e storiche.

La guerra del Peloponneso. Libro I
0 0 0
Modern linguistic material

Thucydides <circa 460 a. C.-circa 395 a.C.>

La guerra del Peloponneso. Libro I / Tucidide ; traduzione a cura di Franco Ferrari ; note di Giovanna Daverio Rocchi ; prefazione di Sergio Romano

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Abstract: Uno degli aspetti più caratteristici dell'opera tucididea - aspetto indubbiamente collegato al fatto ce il suo autore era pienamente inserito nella vita politica di Atene prima dell'esilio, e connesso anche alla tendenza a vedere nei fatti ciò che è universalmente valido e isolare le manifestazioni della natura umana - è l'impostazione incentrata sull'analisi politica. Le Storie, più che un resoconto militare del conflitto tra due grandi potenze, sono l'analisi del fenomeno consistente nella nascita, nello sviluppo, nella conservazione e nel graduale sfaldamento di una grande aggregazione di potere, cioè l'impero ateniese. (dall'introduzione di Guido Donini)

Repubblica. Libro V
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Repubblica. Libro V / Platone ; traduzione e note di Roberto Radice ; con la collaborazione di Giovanni Reale ; prefazione di Pierluigi Battista

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Poetica
0 0 0
Modern linguistic material

Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.>

Poetica / Aristotele ; traduzione e note di Diego Lanza ; prefazione di Guido Paduano

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Poesie
0 0 0
Modern linguistic material

Sappho

Poesie / Saffo ; traduzione e note di Franco Ferrari ; prefazione di Mario Andrea Rigoni

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Orazioni
0 0 0
Modern linguistic material

Isocrates

Orazioni / Isocrate ; introduzione, traduzione e note di Chiara Ghirga e Roberta Romussi ; con un saggio di Silvia Gastaldi

8. ed

[Milano] : BUR, 2009

Contro Leocrate
0 0 0
Modern linguistic material

Lycurgus

Contro Leocrate / Licurgo ; introduzione, traduzione e note di Andrea Taddei

[Milano] : BUR, 2012

Abstract: All'indomani della sconfitta inflitta ad Atene da Filippo di Macedonia nella battaglia di Cheronea, il cittadino Leocrate liquida i propri beni e, in compagnia di un'etera, fugge all'estero per darsi agli affari. Otto anni dopo, Licurgo, oratore e influente uomo politico, lo trascina davanti all'Aeropago chiedendone la condanna a morte per alto tradimento. Ma perché, a distanza di cosi tanto tempo, un uomo di spicco dell'amministrazione ateniese intenta un processo contro un commerciante? Nella sua arringa appassionata, Licurgo contrappone al comportamento empio ed egoista dell'imputato gli exempla storici e mitici di coloro che hanno dimostrato la devozione per la patria anche a prezzo della vita. Leocrate sarà assolto per un solo voto, ma il suo processo getta luce su un delicatissimo momento di passaggio per Atene e l'intera Grecia.

Del sublime
0 0 0
Modern linguistic material

Pseudo-Longinus

Del sublime / Pseudo Longino ; traduzione e note di Francesco Donati ; prefazione di Nuccio Ordine

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Abstract: Il trattato su II Sublime, un piccolo gioiello della letteratura greca di età imperiale, contiene una delle più antiche, e senz’altro la più importante, fra le riflessioni classiche sulla natura della bellezza letteraria, rappresentata dalla parola hypsos, « vetta » o « apice », e metaforicamente « sublime ».Il fine dell’opera è didattico e pratico: l’autore si propone infatti di insegnare « come noi possiamo elevare le nostre doti naturali » al punto da poter creare un’opera così elevata che innalzi alla propria vertiginosa altezza l’animo di un lettore o di un ascoltatore. I suoi precetti non sono meramente tecnici: li sostanziano infatti due attitudini naturali quali la magnanimità (che si apre ad una prospettiva metafisica) e la passione. Ma di più: come già osservò il primo traduttore francese dell’opera, Nicolas Boileau (1674), «en parlant du Sublime, il est lui-mesme tres-sublime ».L’Antichità classica e il Medioevo non si mostrarono generosi verso questo testo, a noi giunto attraverso un unico manoscritto bizantino, per di più lacunoso. Fu solo la traduzione del Boileau, poco più di un secolo dopo la prima edizione a stampa dell’originale greco (F. Robortello, 1554), che diede il via alla fortuna de II Sublime e al suo impatto sulle teorie estetiche dell’età moderna. Proprio l’importanza vieppiù riconosciuta a questo antico trattato dalle moderne teorizzazioni sul sublime rendeva necessarie una traduzione e una esegesi che il più possibile si attenessero con fedeltà al testo greco, cercando di evitare ogni deviazione anacronistica: questo è stato appunto il fine principale della traduzione e del commento de II Sublime di Elisabetta Matelli.