Include: all following filters
× Languages Classical Greek (until 1453)
× Material Printed
× Publisher BUR <marchio editoriale>
Include: none of the following filters
× Publisher Garzanti <casa editrice>

Found 85 documents.

Medea
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Medea / Euripide ; traduzione e appendice metrica di Ester Cerbo ; note di Ester Cerbo e Vincenzo Di Benedetto ; prefazione di Ranieri Polese

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Abstract: Figura demoniaca di maga barbara e crudele, Medea è uno dei personaggi più noti, estremi e coinvolgenti del teatro antico. Lucida e determinata nel compiere una vendetta atroce, l'assassinio dei figli, che la colpirà con violenza devastante, Medea appare perfettamente consapevole delle conseguenze del suo gesto estremo. Ma alla tensione emotiva (capisco quali dolori dovrò sostenere, ma più forte dei miei propositi è la passione) si unisce un'assoluta autonomia intellettuale, fino ad allora sconosciuta in una donna nel mondo greco. Nella sua introduzione Vincenzo Di Benedetto mette in luce la modernità di questa tragedia e spiega la dura polemica dell'autore contro la società ateniese di quegli anni.

Apologia di Socrate
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Apologia di Socrate ; Critone / Platone ; introduzione, traduzione e note di Maria Michela Sassi

15. ed

[Milano : Rizzoli], 2004

Abstract: Socrate fu condotto dinanzi al tribunale dell'Eliea nel 399 a. C. dopo la caduta della tirannide di Crizia alla cui cerchia era stato legato, sotto l'accusa di empietà e di corruzione dei giovani: un'accusa che celava avversioni politiche non meno che insofferenze ideologiche. I due testi delineano non solo un ritratto individuale, ma l'immagine ideale del vero filosofo, interamente votato all'esercizio della conoscenza e alla ricerca del bene.

Antigone
0 0 0
Modern linguistic material

Sophocles <496 a.C.-406 a.C.>

Antigone ; Edipo re / Sofocle ; traduzione e note di Franco Ferrari ; prefazione di Eva Cantarella

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Abstract: Un cadavere putrescente su cui uccelli e cani banchettano. Una lotta mortale intorno al destino di questo corpo. Uno scontro sulla legge e sulla giustizia, sull'ordine e sull'obbedienza. Antigone contro Creonte. Il teatro di Sofocle ha consegnato alla tradizione occidentale un nodo tragico infinitamente riattraversato e interrogato, dall'antichità ai traumi del secolo breve. Ma che cosa ricorre effettivamente sulla scena? Quali problemi e insieme quali fraintendimenti risuonano a partire dall'antico duello verbale?

Le baccanti
0 0 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Le baccanti / Euripide ; premessa, introduzione, traduzione, costituzione del testo originale e commento di Vincenzo Di Benedetto ; appendice metrica di Ester Cerbo

2. ed., nuova ed. ampliata

BUR, 2004

Abstract: Ripensare alle Baccanti significa ripensare alla cultura dell'antica Grecia. Ma quale cultura? Quella della filosofia e della letteratura o quella della gente incolta? Euripide, intellettuale raffinato, rifiuta una visione elitaria del sapere, e crea una tragedia straordinaria, con risvolti profondamente conflittuali rispetto alla tradizione. C'è un dio, Dioniso, che inganna e vince ma senza esiti trionfalistici; c'è un antagonista, Penteo, che viene beffato e fatto a pezzi dalla sua stessa madre: impulsi selvaggi, spettacolarità esasperata, e però anche pietà e sofferenza. L'edizione, curata da Vincenzo Di Benedetto, propone un commento sistematico, che si accompagna a un riesame critico del testo originale e a un'analisi dei moduli scenici.

Elleniche
0 0 0
Modern linguistic material

Xenophon <430 a. C.-circa 355 a. C.>

Elleniche / Senofonte ; introduzione, traduzione e note a cura di Giovanna Daverio Rocchi

3. ed

[Milano] : BUR, 2008

Abstract: Recentemente si è discusso molto se le Elleniche siano la continuazione scritta da Senofonte della Guerra del Peloponneso di Tucidide o invece le carte mancanti della storia di Tucidide, ritrovate e messe in ordine da Senofonte. Di fatto continuano la storia di Tucidide, là dove Tucidide l'ha interrotta e cioè dall'anno 411 al 362 a. C., data della battaglia di Mantinea.

Vite parallele. Alessandro e Cesare
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120> - Plutarchus <50-dopo il 120>

Vite parallele. Alessandro e Cesare / Plutarco ; traduzione e note di Domenico Magnino ; prefazione di Carlo Franco

BUR : Corriere della sera, 2012

Simposio
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Simposio / Platone ; introduzione di Vincenzo Di Benedetto ; premessa al testo, traduzione e note di Franco Ferrari ; aggiornamento bibliografico di Mauro Tulli

Corriere della sera : BUR, 2016

Abstract: Uno dei più celebri dialoghi platonici nel quale il filosofo mette in scena tutto ciò che i Greci hanno concepito in materia di eros. Nel Simposio si racconta di un banchetto organizzato per celebrare la vittoria che il poeta Agatone aveva riportato nell'agone tragico delle Lenee. I presenti, da Aristofane ad Alcibiade a Socrate, tengono a turno discorsi sulla natura di Eros e, nello sforzo di superarsi a vicenda in una sorta di gara, declinano la forma dell'encomio tradizionale in un climax drammatico in cui ogni discorso mette in risalto una tesi particolare: Eros come il più antico degli dèi (Fedro), il contrasto tra eros divino ed eros popolare (Pausania), l'eros come principio universale della natura (Erissimaco), l'eros come brama dell'uomo verso la sua metà perduta (Aristofane), Eros come il più giovane, il pili bello e il più eccellente degli dèi (Agatone). Infine Socrate, che non propone un suo discorso, ma riferisce quel che ha appreso dalla sacerdotessa Diotima di Mantinea, stabilendo un punto fondamentale, ma altrettanto ineluttabile: la natura carente dell'amore e dell'innamorato.

La guerra del Peloponneso
0 0 0
Modern linguistic material

Thucydides <circa 460 a. C.-circa 395 a.C.>

La guerra del Peloponneso / Tucidide ; introduzione di Moses I. Finley ; traduzione a cura di Franco Ferrari ; bibliografia e note di Giovanna Daverio Rocchi

16. ed.

BUR, 2018

Abstract: Uno degli aspetti più caratteristici dell'opera tucididea - aspetto indubbiamente collegato al fatto ce il suo autore era pienamente inserito nella vita politica di Atene prima dell'esilio, e connesso anche alla tendenza a vedere nei fatti ciò che è universalmente valido e isolare le manifestazioni della natura umana - è l'impostazione incentrata sull'analisi politica. Le Storie, più che un resoconto militare del conflitto tra due grandi potenze, sono l'analisi del fenomeno consistente nella nascita, nello sviluppo, nella conservazione e nel graduale sfaldamento di una grande aggregazione di potere, cioè l'impero ateniese. (dall'introduzione di Guido Donini)

Alessandro
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120>

Alessandro ; Cesare / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Domenico Magnino [per Alessandro] ; introduzione di Antonio La Penna [per Cesare] ; traduzione e note di Domenico Magnino [per Cesare] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini [per entrambe]

18. ed

[Milano : Rizzoli], 2004

La Repubblica
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

La Repubblica / Platone ; introduzione, traduzione e note di Mario Vegetti

Corriere della sera : BUR, 2016 (stampa 2017)

Abstract: Ricordate il mito della caverna, l'uomo che si libera dalle catene del conformismo, oppure la metafora dell'auriga, del cavallo nero e del cavallo bianco, utilizzata per spiegare la tripartizione dell'anima; o ancora l'importanza del filosofo in una società perfetta o le prime riflessioni sull'eguaglianza tra gli uomini e sul comunismo? Repubblica è l'opera di Platone che più ha influenzato la politologia e il pensiero moderno, che più ha infiammato studiosi e statisti di ogni epoca. Una sorta di summa nella quale il filosofo, deluso dalla politica ateniese del tempo, si rifugia in un'analisi sullo Stato ideale e sui valori che muovono la società, sulle gerarchie che dovrebbero guidarla e sul rapporto tra le esigenze del singolo e il bene comune. Repubblica resta un'opera indispensabile per chiunque voglia conoscere le radici dei concetti di democrazia, oligarchia e tirannia, la genesi dello Stato come forma collettiva di organizzazione e, sfidando la natura transitoria dell'essere umano, comprendere le ragioni più profonde del suo essere.

Fedro
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Fedro / Platone ; traduzione e note di Roberto Velardi

5. ed.

BUR, 2017

Apologia di Socrate
0 0 0
Modern linguistic material

Plato <428/27 a.C.-348/47 a.C.>

Apologia di Socrate ; Critone / Platone ; introduzione, traduzione e note di Maria Michela Sassi

4. ed.

BUR, 2016

Storia romana
0 0 0
Monographs

Dio Cassius <155-235>

Storia romana / Cassio Dione

BUR

Biblioteca storica
0 0 0
Monographs

Diodorus Siculus <circa 90 a.C.-circa 27 a.C.>

Biblioteca storica / Diodoro Siculo

BUR

Vite parallele
0 0 0
Monographs

Plutarchus <50-dopo il 120>

Vite parallele / Plutarco

BUR

Consigli ai politici
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120> - Plutarchus <50-dopo il 120>

Consigli ai politici / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Gino Giardini

4. ed.

BUR, 2008

Poetica
0 0 0
Modern linguistic material

Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.>

Poetica / Aristotele ; introduzione, traduzione e note di Diego Lanza

21. ed

BUR, 2011

Alessandro
0 0 0
Modern linguistic material

Plutarchus <50-dopo il 120> - Plutarchus <50-dopo il 120>

Alessandro ; Cesare / Plutarco ; introduzione, traduzione e note di Domenico Magnino [per Alessandro] ; introduzione di Antonio La Penna [per Cesare] ; traduzione e note di Domenico Magnino [per Cesare] ; con contributi di Barbara Scardigli e Mario Manfredini [per entrambe]

26. ed.

BUR, 2013

Lettere sulla fisica, sul cielo e sulla felicità
0 0 0
Modern linguistic material

Epicurus <341 a.C.-270 a.C.>

Lettere sulla fisica, sul cielo e sulla felicità ; Frammenti dell'epistolario/ Epicuro ; introduzione, traduzione e note di Nicoletta Russello ; con un saggio di Francesco Adorno

9. ed.

BUR, 2010

Le Bacchidi
0 0 0
Modern linguistic material

Menander <342 a.C. circa – 291 a.C. circa> - Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

Le Bacchidi / Tito Maccio Plauto ; prefazione di Cesare Questa ; introduzione di Guido Paduano ; traduzione di Mario Scandola ; in appendice [di] Menandro Dis exapaton ; a cura di Guido Paduano

Milano : BUR, 2011

Abstract: In questa brillante commedia, ambientata ad Atene, due giovani amici si innamorano perdutamente di quella che credono essere la stessa donna, Bacchide, contro il volere dei padri, vecchi dispotici e severi. Sarà il servo Crisalo, astuto e fedele schiavo di Mnesiloco, in un esilarante susseguirsi di equivoci e comici scambi di battute a indurre i due anziani padri a consentire agli amori dei figli. Accanto alle Bacchidi vengono qui presentati, grazie al fortuito ritrovamento di un papiro, caso unico per la storia della commedia latina, un centinaio di versi della commedia di Menandro Dis exapaton, che ci fornisce il modello greco a cui ha attinto Plauto. Un confronto che dimostra il profondo debito dell'autore latino verso la cultura greca ma anche il suo genio inventivo e la sua capacità drammaturgica. Del rapporto tra le due commedie parla nei suoi testi introduttivi Guido Paduano, preceduti da un profilo della commedia plautina di Cesare Questa.