Include: all following filters
× Resources MLOL e-book
× Date 2012

Found 3311 documents.

Cambiare pagina
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

De Biase, Luca

Cambiare pagina

BUR, 29/08/2012

Abstract: Per trent'anni, dal 1980 al 2010, l'immagine che ci siamo creati attraverso i media è passata soprattutto tramite la televisione: in tutto il mondo – e in modo particolare in Italia – la tv commerciale è stata la regina del circo mediatico, condannando ognuno di noi a una fruizione sempre più solitaria e imponendo i propri modelli a giornali, libri, cinema e teatro. Oggi, quel sistema sembra non funzionare più: nascono bisogni nuovi, si affermano valori diversi e cresce il desiderio di forme di socializzazione alternative. Spetta ai nuovi media accompagnare e costruire il cambiamento, quello italiano come quello globale. Ma in che modo? In questo saggio affascinante Luca De Biase affronta temi che coinvolgono da vicino la nostra quotidianità e il nostro avvenire. Con chiarezza e competenza illumina i meccanismi della comunicazione contemporanea e delinea i contorni di quella futura, per capire come la trasformazione del pubblico da spettatore a creatore – quasi da governato a governante – possa rivoluzionare non solo l'universo mediatico, ma la nostra stessa vita.

Il suicidio. Studio di sociologia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Durkheim, Émile - Scramaglia, Rosantonietta

Il suicidio. Studio di sociologia

BUR, 30/11/2012

Abstract: Il suicidio è un problema di tutti. Una scelta privata che richiede discrezione e rispetto, ma le cui cause interpellano la responsabilità collettiva. Perché ci si toglie la vita? Perché si suicidano più gli uomini delle donne? Perché in certi Paesi più che in altri? Émile Durkheim alla fine dell'Ottocento sottolineò come la mancanza d'integrazione degli individui nella società fosse una delle cause fondamentali del suicidio. Un'analisi acuta e insuperata, che studia il problema dal punto di vista sociale, e segna una svolta non solo per la filosofia, ma anche per la psicoanalisi e la biologia. Arricchisce il volume un'ampia e aggiornata analisi delle ricerche, sociologiche e statistiche, condotte fino a oggi, che aiutano a capire il fenomeno forse più misterioso e inesplicabile dell'aggressività umana.

The Bourne Ultimatum (Il ritorno dello sciacallo)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Ludlum, Robert

The Bourne Ultimatum (Il ritorno dello sciacallo)

BUR, 05/01/2012

Abstract: Jason Bourne si è lasciato tutto alle spalle: la CIA, l'identità fittizia della quale era rimasto prigioniero e il dolore per la perdita della propria famiglia. Ma quando Martin Lindros, vicedirettore della Central Intelligence e suo amico, scompare durante un'azione in Etiopia, solo un cane sciolto come Bourne può scoprire cosa sia veramente successo, e sperare di salvargli la vita. Piagato dal ricordo degli agghiaccianti dettagli di un omicidio che teme di aver commesso, guardato a vista dagli stessi vertici CIA, che lo credono coinvolto nell'evasione di un pericoloso terrorista, braccato e solo come non mai, Bourne scoprirà di essere stato l'ignaro strumento nelle mani di una cellula terroristica che sta progettando un attentato di proporzioni inaudite al cuore dell'America.

La vita nuova
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Alighieri, Dante

La vita nuova

BUR, 30/11/2012

Abstract: Libro nuovo per eccellenza, storia di un'anima e insieme romanzo, la Vita nova non smette di sorprendere e affascinare: per ciò che rivela e per ciò che nasconde, per il rapporto continuo tra finzione e realtà, per una realtà che la finzione continuamente ricrea. Alternando prosa e poesia, Dante racconta la storia del proprio amore per Beatrice e nel contempo sconvolge ogni convenzione, fondando, per la prima volta, una teoria dei sentimenti che è anche una filosofia: con solennità e leggerezza di tratto, alternando squarci visionari e versi tra i più intensi di ogni tempo, restituendoci in maniera vivissima un mondo di amicizie e di cultura. Pagine splendide che hanno catturato e ispirato musicisti e pittori, scrittori e uomini di teatro. Questa edizione, attraverso una inedita revisione del testo dantesco, un commento puntuale e nuovi apparati critici, accompagna il lettore nell'universo multiforme e coloratissimo del più grande poeta italiano.

La gabbia d'oro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Ebadi, Shirin

La gabbia d'oro

Rizzoli, 04/12/2012

Abstract: Le pigre estati all'ombra dei ciliegi e le sere d'inverno sotto il korsi; il sapore degli halva sfrigolanti di burro e le discussioni sulla moda europea: sono le consuetudini che scandiscono un'amicizia preziosa, quella tra le famiglie di Shirin e Parì. Ma la rivoluzione islamica cambia tutto, disperde su strade diverse i tre fratelli di Parì ormai uomini, rendendoli nemici e mettendo a repentaglio la vita delle due amiche. La storia vera della Gabbia d'oro è quella di molte famiglie iraniane, vittime nel giro di pochi decenni di sconvolgimenti storici e politici che hanno significato la guerra dei padri contro i figli, dei fratelli contro i fratelli, e che hanno provocato l'emigrazione di milioni di cittadini. In controluce scorre la Storia, dagli ultimi giorni della monarchia all'ascesa di Ahmadinejad. E la vicenda, densa come un romanzo, è anche un grido di denuncia e di scandalo: la tragedia della famiglia di Parì, intrecciata alla vicissitudine personale e professionale di Shirin Ebadi, è quella di un intero popolo. Vessato da una monarchia corrotta, rovinato dalle ingerenze straniere e dalla spregiudicata politica americana, e ancora in balìa dell'attuale regime teocratico.

L'equazione da un milione di dollari
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Du Sautoy, Marcus

L'equazione da un milione di dollari

BUR, 29/11/2012

Abstract: Che cos'hanno in comune i fulmini, i broccoli e il mercato azionario? Perché il più grande numero primo conosciuto – di quasi tredici milioni di cifre – prende il nome da un monaco del XVII secolo? Nella Quinta di Beethoven c'è un messaggio in codice? Ma soprattutto: come mai il nostro pianeta non è una ciambella? Per rispondere a queste e a molte altre domande non occorre essere un indovino o un tuttologo, ma un matematico. "Lo strumento più potente mai creato dagli esseri umani per orientarsi nel mondo in cui viviamo è la matematica" scrive infatti Marcus du Sautoy. E, guidandoci con competenza e humour, ci dimostra che la vita è un'equazione: dai quadrati magici all'algebra da casinò, dai segreti dell'ISBN alla lettura crittografica del pensiero, dall'aritmetica dei chicchi di riso agli istinti assassini degli icosaedri. Un viaggio tra i segreti dei numeri e dell'universo, attraverso curiosità, aneddoti, giochi, divagazioni, in cui scoprire che "la matematica è il cuore di tutto ciò che vediamo e facciamo".

Delitti e misteri del passato
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Garofano, Luciano - Vinceti, Silvano - Gruppioni, Giorgio

Delitti e misteri del passato

Rizzoli, 05/10/2012

Abstract: Cosa si nasconde dietro la morte di Giulio Cesare? Che cos'ha in comune l'omicidio di Pasolini con la tragedia di Cogne? I grandi "casi giudiziari" del passato, in gergo cold case, spesso celano la chiave per risolvere i gialli dei nostri giorni e diventano il campo di prova per tutte quelle indagini archiviate ma non ancora risolte. Spingere lo sguardo indietro di secoli ha già dato qualche risultato. Lo studio compiuto sul Dna di un poeta vissuto nel Quattrocento, Matteo Maria Boiardo, è stato il banco di prova decisivo per l'applicazione dell'analisi di alcune regioni del cromosoma maschile Y, determinanti per scoprire i responsabili di uno stupro. Seguendo le tracce di morti oscure come quelle di Poliziano e Pico della Mirandola, sospetti avvelenamenti, o di Giacomo Leopardi, di cui è scomparso il cadavere, gli autori mostrano come si conduce un'indagine, come si raccolgono gli indizi e le prove, come vengono studiati i reperti, come si fa un sopralluogo sulla scena del crimine e come viene orchestrato il lavoro di consulenza per attribuire a ciascun indizio il giusto valore. Grazie alla loro brillante esperienza sul campo, alle tecniche d'avanguardia del Ris di Parma coordinato da Luciano Garofano, uno dei più famosi investigatori italiani, alla competenza di antropologo di Giorgio Gruppioni e alla ricerca storico-documentaria di Silvano Vinceti, Delitti e misteri del passato è un saggio avvincente che si legge come un romanzo storico, ma che, pagina dopo pagina, secolo dopo secolo, conquista il lettore con tutto il sapore e il pathos di un thriller.

Il più grande fiore del mondo. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Saramago, José

Il più grande fiore del mondo. Ediz. illustrata

Feltrinelli Editore, 05/09/2012

Abstract: Le storie per l'infanzia devono essere scritte con parole molto semplici, perché i bambini sono ancora piccoli, e quindi conoscono poche parole e non amano usare quelle complicate. Magari sapessi scrivere storie così, ma non sono mai stato capace di imparare, e mi dispiace. E poi, bisogna saper scegliere le parole, occorre un certo non so ché per raccontare, una maniera molto diretta e molto chiara, una pazienza infinita. E a me manca quanto meno la pazienza, cosa di cui chiedo scusa. Se avessi tutte queste qualità, potrei raccontare, nei particolari, una storia bellissima che un giorno ho inventato…José Saramago.

Il diritto e il rovescio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Camus, Albert - Melaouah, Yasmina

Il diritto e il rovescio

Bompiani, 23/07/2012

Abstract: Gli scritti raccolti ne Il diritto e il rovescio costituiscono l'indispensabile premessa alle opere narrative e alla saggistica maggiore di Albert Camus. Concepiti per la maggior parte negli anni giovanili e scritti tra il 1935 e il 1936 vennero pubblicati una prima volta nel 1937 e ripresi da Gallimard solo nel 1958 con l'aggiunta della prefazione, questi saggi riflettono il mondo di povertà e bellezza in cui Camus, algerino di nascita, trascorse la giovinezza e colpiscono per l'alta qualità letteraria della scrittura e per la lucidità dell'analisi. In queste pagine, infatti, sono anticipati alcuni dei più importanti temi dell'esistenzialismo che fecero dell'autore una delle espressioni più alte della coscienza contemporanea.

Tango connection
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Casarrubea, Giuseppe - Cereghino, Mario Josè

Tango connection

Bompiani, 07/05/2012

Abstract: Questa è una storia di spie, banchieri, mafiosi, generali e banditi.Un romanzo criminale in bianco e nero, fatto di soldi, mattanze, omertà, colpi di Stato tentati e per poco non riusciti. L'Italia del 1947 rischiò un golpe antidemocratico? Vi fu l'intervento dei potentati economici internazionali legati all'oro nazista di Himmler? E che ruolo giocarono gli Usa, l'Argentina di Perón e i ragazzi di Salò? L'apertura recente degli archivi dei servizi segreti, a Londra come a Washington, ci aiuta a ricostruire in maniera inedita quella fase della nostra storia che va dalla caduta di Mussolini (luglio 1943) all'espulsione del Pci e del Psi dai governi guidati da De Gasperi (maggio 1947), mentre le carte italiane del Sis (Servizio informazioni e sicurezza), emerse negli anni Novanta, ci parlano del patto scellerato siglato nel dopoguerra tra Cosa Nostra, eversione neofascista e intelligence americana. Allora come ora, a decidere i destini della giovane repubblica vi sono spie, faccendieri, generali, vescovi, mafiosi e banditi. Un'Italia in bianco e nero, da romanzo criminale. A sovranità limitata e a perenne rischio democrazia

Delitto a Capri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Elkann, Alain

Delitto a Capri

Bompiani, 03/04/2012

Abstract: Uno sceneggiatore a caccia di idee per il soggetto di un film, e la sua giovane amante Valentine, produttrice cinematografica indecisa tra vita intellettuale e vita mondana, sono i protagonisti di "Delitto a Capri". Valentine è un modello di cinica efficienza nel lavoro, ma porta in sé "qualcosa di malinconico e di irrisolto". Il rapporto di amore-odio che si instaura fra lei e il narratore è complicato, sullo sfondo di una Capri di fine estate, dal sopraggiungere di due coppie di amici e dalla morte di un ospite della pensione. Ma la morte del signor Newman sarà davvero un evento naturale?

La sindrome di Michael Jackson
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Scarlini, Luca

La sindrome di Michael Jackson

Bompiani, 18/04/2012

Abstract: Michael Jackson ha riassunto nella sua vita, splendida e tragica, disastrosa e stellare, ogni possibile ambiguità rispetto all'infanzia. Dalla sua strepitosa carriera di bambino prodigio, vissuta in ogni caso sotto il segno dello sfruttamento selvaggio, alla fama mondiale, alle accuse orribili, un mondo intero vissuto da un unico personaggio/feticcio di un'epoca che dei bambini ha fatto i propri tiranni. In questo specchio oscuro, nessuno ha saputo fornire immagini più seducenti e micidiali di freaks in cerca di amore, come lo zombie innamorato di Thriller e i vari dirty e bad people hanno spiegato benissimo. Una riflessione sui temi dell'infanzia nell'immaginario attuale d'Occidente, pop e non, da Peter Pan ai bambini prodigio.

Angeli della notte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Cronin, A. Joseph

Angeli della notte

Bompiani, 20/03/2012

Abstract: Anna è una giovane infermiera che svolge il suo lavoro con scrupolo e dedizione. Sua sorella Lucia ha fatto la stessa scelta professionale, ma con tutt'altra motivazione. La sua irruenza è causa di un grave incidente di cui Anna si assumerà la colpa pur di salvarla. Questo è il primo anello di una catena di avvenimenti che porteranno le due protagoniste verso destini diversi: un uomo entrerà nella vita di Anna, Robert Prescott; avventure sbagliate, invece, costelleranno tristemente quella di Lucia. I casi si intrecciano, i protagonisti sono persi nella morsa di avvenimenti più grandi di loro, che inizialmente riescono a governare fino a soccomberne sotto il peso gravoso. E con la morte sopraggiunge la catarsi: la pace per chi ha sofferto, l'amore e una promessa di serenità per chi sopravvive. Angeli della notte somma le straordinarie virtù narrative che hanno fatto dell'autore di Anni verdi e del Castello del cappellaio, nonché di tanti altri romanzi, uno dei narratori più letti e popolari del secolo scorso.

FAQ mafia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Bolzoni, Attilio

FAQ mafia

Bompiani, 28/09/2012

Abstract: Che cosa è la mafia? Da quanto esiste la mafia? Quando spara? Quando tace? Come uccide e come pensa. Com'era e com'è. Le sue leggi i suoi riti, le sue donne, i suoi capi. E i suoi misteri. Dai silenzi di una Palermo felicissima alla morte di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino: stragi di mafia ma non solo di mafia. Attilio Bolzoni risponde alle domande più semplici e a quelle dimenticate, presentando un ritratto lucido e aggiornato di Cosa Nostra e dei suoi intrecci con la politica e gli apparati. Patti e ricatti, latitanze infinite, depistaggi di Stato. Un lungo viaggio dentro e intorno alla mafia siciliana. Come è stata difesa dalla Chiesa. Come è entrata nella finanza. Come è stata raccontata dalla letteratura e dal giornalismo. Come l'hanno rappresentata il cinema e la tivù. La trama, lunga un secolo e mezzo, di un'associazione segreta sempre favorita dal potere.

Salviamo la costituzione italiana
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Messina, Dino

Salviamo la costituzione italiana

Bompiani, 28/09/2012

Abstract: "Un mobile antico di grande valore": così Giulio Andreotti ha definito la Costituzione italiana. Un lapidario commento che forse riassume molte cose implicite. Domandiamoci, allora, in questi anni di dissipazione delle ideologie, di crisi della politica e di ritorni di fiamma dell'anti-politica,che cosa davvero ne sia stato del testo centrale di riferimento della nostra vita pubblica. Non è pensabile che la Costituzione venga sostituita da una nuova grammatica dei doveri e dei diritti, ma qualche integrazione è opportuna. I valori che essa esprime sono ancora in grado di orientarci nella realtà sempre più mutevole in cui siamo immersi. Ma un testo scritto più di sessant'anni fa può ancora rispondere a tutte le esigenze di una società sempre più complessa? Uno dei più noti inviati del "Corriere della Sera" ha intervistato sul tema politici e intellettuali. L'equilibrio dei poteri, il ruolodella magistratura, il federalismo fiscale, il rapporto tra Stato e Chiesa e la libertà religiosa, i diritti del cittadino, i nuovi diritti del lavoro, i rapporti internazionali: questi gli argomenti sul tavolo, in un confronto di idee e ideali che tornano a far sentire il loro peso, per uomini e donne di ogni età, a sessant'anni dalla promulgazione di una Carta che rappresenta l'intelaiatura della nostra identità. Un'occasione giusta, forse, per ritornare a scuola di democrazia, anzi, di educazione civica: questa semi-sconosciuta

Amabili resti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Sebold, Alice

Amabili resti

Edizioni e/o, 15/03/2012

Abstract: "Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie.Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973""Sebold ci ha dato un romanzo di grande autorità, fascino e coraggio. È una scrittrice unica". Jonathan FranzenDa questo romanzo è stato tratto l'omonimo film di Peter JacksonSusie, quattordicenne, è stata assassinata da un serial killer che abita a due passi da casa. È stata adescata da quest'uomo dall'aria perbene, che la stupra, poi fa a pezzi il cadavere e nasconde i resti in cantina.Il racconto è affidato alla voce di Susie, che dopo la morte narra dal suo cielo la vicenda con inedito effetto straniante. Il libro procede avvincente come un giallo: vogliamo sapere chi l'ha uccisa, cosa fa l'assassino, come avanzano le indagini, come reagisce la famiglia.Ed è Susie che ci racconta tutto questo, aumentando così la nostra partecipazione emotiva. Lei "fa il tifo" per suo padre quando, opponendosi alla svolta che hanno preso le indagini della polizia, capisce chi è il vero assassino e, pur non avendo le prove, cerca d'incastrarlo. Amabili resti è un romanzo che ci commuove senza mai indulgere a sentimentalismi. Le vite dei genitori, dei fratelli e degli amici di Susie, spezzate dalla sua tragica scomparsa, vengono raccontate con lo spirito allegro e senza compromessi dell'adolescenza. E Susie aiuterà tutti, i lettori per primi, a riconciliarsi con il dolore del mondo. Con oltre dieci milioni di copie vendute nel mondo, Amabili resti è uno dei maggiori successi editoriali degli ultimi anni. Il regista Peter Jackson, Premio Oscar nel 2004 per Il Signore degli Anelli, ne ha tratto un film.

Storia del nuovo cognome. L'amica geniale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Ferrante, Elena

Storia del nuovo cognome. L'amica geniale

Edizioni e/o, 03/10/2012

Abstract: L'amica geniale - Volume secondo"Capii che ero arrivata fin là piena di superbia e mi resi conto che – in buona fede certo, con affetto – avevo fatto tutto quel viaggio soprattutto per mostrarle ciò che lei aveva perso e ciò che io avevo vinto. Lei naturalmente se ne era accorta fin dal momento in cui le ero comparsa davanti e ora stava reagendo spiegandomi di fatto che non avevo vinto niente, che al mondo non c'era alcunché da vincere, che la sua vita era piena di avventure diverse e scriteriate proprio quanto la mia, e che il tempo semplicemente scivolava via senza alcun senso, ed era bello solo vedersi ogni tanto per sentire il suono folle del cervello dell'una echeggiare dentro il suono folle del cervello dell'altra".Ecco Storia del nuovo cognome, secondo romanzo del ciclo dell'Amica geniale. Cominciate a leggere e la scrittura vi catturerà. Ritroverete subito Lila ed Elena, il loro rapporto di amore e odio, l'intreccio inestricabile di dipendenza e volontà di autoaffermazione.Lila ed Elena hanno sedici anni e si sentono entrambe in un vicolo cieco. Lila si è appena sposata ma, nell'assumere il cognome del marito, ha l'impressione di aver perso se stessa. Elena è ormai una studentessa modello ma, proprio durante il matrimonio dell'amica, ha scoperto che non sta bene né nel rione né fuori. Le vicende dell'Amica geniale riprendono a partire da questo punto e ci trascinano nella vitalissima giovinezza delle due ragazze, dentro il ritmo travolgente con cui si tallonano, si perdono, si ritrovano. Il tutto sullo sfondo di una Napoli, di un'Italia che preparano i connotati allarmanti di oggi. Della trama non anticiperemo niente. Storia e forza della scrittura fanno tutt'uno al punto che ci pare sconveniente guastare al lettore il piacere di leggere sorprendendosi a ogni pagina. Meglio dunque abbandonarsi a Lila ed Elena: conoscerle a fondo, riconoscersi sia nella tendenza alla conformità acquiescente sia nella caparbia determinazione a prendere in mano il proprio destino.Dell'Amica geniale hanno detto:"È un libro che trabocca dall'anima come un'eruzione del Vesuvio". (Paolo Mauri – La Repubblica) "Una scrittura densa, sotterranea, odorosa. Che incanta come una danza". (Chicca Gagliardo – Glamour)"È un bellissimo Bildungsroman, anzi due, anzi più di due. Il romanzo di una generazione di amici-nemici". (Paolo Di Stefano – Corriere della Sera)"Una meraviglia senza margini e senza generi". (Valerio Calzolaio – Il Salvagente)"Elena Ferrante se ne sta lì a dimostrare che la letteratura può guarire dai mali del presente, curare lo spirito, fungere da antidoto all'affanno di riconoscersi nella contemporaneità di un Paese sempre più respingente". (Titti Marrone – il Mattino)"Ha il respiro lungo della memoria l'ultimo romanzo di Elena Ferrante".(Anna Maria Crispino – Leggendaria)"Se potessi tornare indietro, non lo leggerei, m'è piaciuto troppo".(Marina Vitale – Letteratu.it)"Un testo che va letto e riletto (ma per farlo ancora più tuo lo si dovrebbe copiare e ricopiare)". (Marina Terragni – Via Dogana)"Un'epopea da non perdere".(Bia Sarasini – Società italiana delle letterate)"Elena e Lila. Ciascuna è per l'altra l'amica geniale: una potenzialità inespressa, un pungolo e un rimpianto, un oggetto dell'invidia e un orizzonte del desiderio". (Beatrice Manetti – L'indice dei libri)

Educazione dolce del cane
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Barthel, Raymond

Educazione dolce del cane

De Vecchi, 09/07/2012

Abstract: La guida fondamentale per chi ha deciso di accogliere in casa un cane e cerca una maggiore conoscenza psicologica e specifica che lo aiuti a educarlo e a correggere alcuni comportamenti sbagliati. Seguendo i consigli e le indicazioni contenuti nel libro la convivenza sarà serena e il vostro cane imparerà come comportarsi in diverse situazioni di vita quotidiana. Dalla scelta del cane all'ingresso in famiglia alle abitudini quotidiane, tutto all'insegna di un metodo dolce ed efficace, che non vizia ma al tempo stesso educa. Titolo originale: Bien éduquer son chien, douceur et fermeté (2004).

A scuola di Natura
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Manning, Mick - Granström, Brita

A scuola di Natura

Editoriale Scienza, 09/07/2012

Abstract: Per naturalisti... in erba! Un'eccitante avventura alla scoperta dei segreti del mondo naturale per riconoscere le tracce degli animali selvatici, partire per un safari di insetti, dare un colore ai suoni della natura, fare il ritratto a una corteccia e per salvaguardare piante e animali in diversi ambienti: nel giardino e nel cortile di casa o di scuola, nei boschi e nei prati, nel mare e nei laghi! Con il diploma di Esperto naturalista conferito dall'autore! Premio Libro per l'Ambiente. Titolo originale: Nature School (1997).

Buon Appetito
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Bastien, Muriel

Buon Appetito

Editoriale Scienza, 03/07/2012

Abstract: Tutto va bene, quando l'appetito non manca! Verissimo! Ma non quando si mangia tutto ciò che è a portata di bocca. Non è poi così complicato essere in forma e stare bene: usando il buon senso e un pizzico delle giuste conoscenze, il libro offre preziosi consigli sul mangiar sano e rivela i segreti dell'appetito e quelli nascosti nel piatto. Voglia di mangiare bene pur rispettando il nostro pianeta? Il menu del libro offre salute, convivialità, socializzazione, piacere e consapevolezza. E poi, che altro dire? Buon appetito! Il libro è stato realizzato nell'ambito della mostra Buon appetito. L'alimentazione in tutti i sensi, ideata e realizzata dal museo francese della Scienza e dell'Industria della Villette (Parigi), in coproduzione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (Italia), il Museo Heureka (Finlandia) e Technopolis (Belgio). La mostra verrà allestita al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano dal 16 ottobre 2011 al 24 giugno 2012. Titolo originale: Bon Appétit. L'alimentation dans tous les sens (2010).