Include: all following filters
× Resources MLOL e-book
Include: none of the following filters
× Names King, Stephen

Found 34783 documents.

Non dirlo a nessuno
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Coben, Harlan - Pera Renato

Non dirlo a nessuno

Mondadori, 29/07/2014

Abstract: David e Elisabeth si danno appuntamento come ogni anno al lago nella proprietà di famiglia per festeggiare l'anniversario di matrimonio. Ma un urlo squarcia la notte: è quello di Elisabeth che si dibatte furiosamente, trascinata da due ombre sul molo. David cerca di raggiungerla ma qualcosa lo colpisce violentemente alla testa facendogli perdere i sensi. Qualche giorno dopo il corpo della giovane viene rinvenuto orribilmente sfigurato. Sono passati otto anni da quel terribile incubo quando vengono ritrovati due cadaveri vicino al lago. David riceve una inquietante e-mail con particolari della sua vita che solo Elizabeth può conoscere e un messaggio: "Non dirlo a nessuno". L'FBI riapre l'inchiesta e David, in una spirale di avvenimenti incalzanti e di coincidenze fortuite, diventa il principale sospettato...

Svaniti nel nulla
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Coben, Harlan - Pera Renato

Svaniti nel nulla

Mondadori, 29/07/2014

Abstract: Will Klein, un ragazzo del New Jersey, ha un grande amore, Julie, la sua vicina di casa. Una sera d'estate Julie viene brutalmente uccisa. Tutti i sospetti convergono su Ken, il fratello di Will, che fa perdere ogni traccia di sé. La famiglia Klein, l'unica a credere nella sua innocenza, è convinta che Ken sia morto. Undici anni dopo, nella camera della madre appena deceduta, Will trova una foto recente del fratello che, a quanto pare, è vivo. Contemporaneamente, Sheila, la sua fidanzata, svanisce nel nulla lasciando un biglietto d'addio e una scia di morte dietro di sé. Comprendere se e come questi episodi siano tra loro collegati è la sfida che Will deve affrontare, scandagliando un passato che aveva archiviato troppo in fretta.

È un problema
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Christie, Agatha - Zazo Anna Luisa

È un problema

Mondadori, 29/07/2014

Abstract: Aristides Leonides, ultraottantenne miliardario di origine greca, ha da poco sposato una giovane di umili origini, Brenda, nonostante la feroce opposizione di tutta la famiglia, costituita da figli, nuore, nipoti e dalla sorella nubile della prima moglie. Quando Aristides muore, perch&eacute qualcuno ha sostituito l'insulina contenuta in una fiala con una sostanza letale, la famiglia Leonides unanime punta il dito accusatore contro Brenda e contro Lawrence Brown, il precettore dei nipoti sospettato di avere una relazione con Brenda. Anche la polizia non trascura questa traccia, ma sembra che le indagini non riescano a fare piena luce sulla vicenda: la famiglia Leonides comincia a temere di essere costretta a vivere costantemente con la certezza che un suo componente &egrave un assassino, quando...Pubblicato nel 1949, questo romanzo nel quale non compaiono i tradizionali protagonisti della Christie, &egrave sempre stato considerato dall'autrice come il suo preferito.

Sono con voi fino alla fine del mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Vigini, Giuliano - Vigini Giuliano

Sono con voi fino alla fine del mondo

Mondadori, 02/09/2014

Abstract: Questa raccolta di discorsi e di omelie costituisce una nuova preziosa testimonianza della visione ecclesiale e pastorale di papa Francesco, oltreché uno specchio della sua capacità di comunicare, con semplicità e intensità, l'essenziale delle cose che contano per la vita cristiana. I temi toccati sono numerosi, ma uno sembra dominare su tutti: la speranza. Alle radici di quella che più volte viene chiamata la "gioia della fede" non ci sono infatti i desideri e le attese che ogni uomo coltiva guardando al futuro, ma c'è prima di tutto la grande speranza che nasce dall'incontro e dall'esperienza di Cristo. Con lui la speranza non è un miraggio che abbaglia e si allontana, è una luce certa che illumina l'esistenza per sempre. Da qui dunque occorre partire per cogliere il senso profondo del messaggio che via via Francesco – con l'afflato umano e missionario che gli è caratteristico – vuole consegnare al suo popolo, in quella prospettiva spirituale, pastorale e educativa che compenetra tutta la sua predicazione. Perché là è la speranza che apre il cuore, cambia la vita, proietta verso il futuro. Dalla speranza il discorso si estende e interagisce con tutte le problematiche dell'esistenza, con le sfide poste oggi al cristianesimo, con il modo nuovo di "essere Chiesa" e di andare incontro al mondo. Un obiettivo di rinnovamento e riforma possibile, per quanto impegnativo e di lunga prospettiva. Questa è la speranza in cui Francesco crede e in cui esorta a credere, avendo davanti unicamente la parola del Vangelo.

Class. Vite infelici di romani mantenuti a New York
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Pacifico, Francesco

Class. Vite infelici di romani mantenuti a New York

Mondadori, 02/09/2014

Abstract: Ludovica e Lorenzo sono giovani e belli. Si sono sposati anche se non usa più. Lei ha convinto il padre a aprirle una libreria nel quartiere Trieste, zona storica della borghesia romana. Lui, dottorando poco convinto in filosofia della scienza, si considera un filmmaker da quando ha realizzato un cortometraggio pieno di citazioni di film di culto. Un corto dove Ludovica, vestita di un pigiama giallo che ammicca alla tuta di Uma Thurman in Kill Bill, interpreta "la Sposina". Dopo la vittoria di un premio del comune di Roma, Lorenzo decide che, passati i trenta, ha ancora tempo per diventare regista. E per riuscirci si trasferisce un anno a New York. Ludovica, da brava Sposina, lo segue, lasciando alla famiglia la gestione della libreria. A New York i due entrano in contatto con un microcosmo di italiani con ambizioni artistiche e solidi patrimoni di famiglia. Finché un commento innocente semina il dubbio nella mente di Ludovica: e se suo marito non avesse talento? Saldando la tradizione del romanzo borghese ottocentesco agli sviluppi e le sperimentazioni dei più importanti autori internazionali contemporanei, quali Jonathan Franzen e David Foster Wallace, Francesco Pacifico mette in scena il dramma di una generazione. Sospesi tra un benessere che va a esaurirsi nemmeno troppo lentamente e un futuro che sembra non essere più il tempo dove tutto è possibile ma un territorio oscuro e ostile, intrappolati nei riti di una borghesia cui manca il terreno sotto i piedi, avviluppati in una rete di relazioni perlopiù virtuali, i protagonisti di questo romanzo si trascinano svogliati e soli in un presente nebbioso. Alfieri inconsapevoli di una nuova lost generation, vivono in un perenne isolamento, in cui i rapporti umani scivolano sempre sullo strato più superficiale delle cose, la realizzazione personale è inseguita da ambizioni prive di talento e ogni atto è compiuto con leggerezza, come se non avesse peso o conseguenze. Impreparati ad affrontare la realtà che, inevitabilmente, li travolgerà.

Chitarra For Dummies
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Phillips, Mark - Chappell, Jon

Chitarra For Dummies

Hoepli, 16/10/2013

Abstract: Volete imparare davvero a suonare la chitarra? Che siate chitarristi esperti o novellini, con questa guida sarà facilissimo. Troverete tutti i principali stili musicali, dal rock al blues, dal jazz al folk, passandro per la classica, il tutto accompagnato da foto, canzoni e consigli per l'acquisto di chitarre e accessori. Le basi: Imparate come si accorda una chitarra, come si legge un'intavolatura, come si usa il plettro e come produrre suoni puliti e privi di ronzio. Iniziare a suonare: Iniziate a suonare veramente, accompagnando le canzoni con accordi maggiori e minori, suonando melodie e aggiungendo colore alla musica con gli accordi di settima. Sempre più in alto: scoprite come si suonano la chitarra ritmica e quella solista, imparate gli accordi con il barré e create effetti straordinari. Trovate uno stile: scoprite gli stili musicali più diffusi per la chitarra acustica ed elettrica: rock, blues, folk, classica e jazz - e molto altro ancora!. Le registrazioni audio delle canzoni e degli esercizi del libro per suonare subito.

Afghanistan, dove Dio viene solo per piangere
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Shakib, Siba

Afghanistan, dove Dio viene solo per piangere

Piemme, 30/07/2014

Abstract: Shirin-Gol ricorda ancora le montagne dell'Hindu Kush non devastate dalle bombe. Era una bambina, allora, una bambina quieta e ubbidiente che viveva in uno sperduto villaggio.La sua vita pareva già decisa, fissata, secondo tradizioni fissate da secoli. Poi arrivarono i russi e iniziò una guerra stupida e terribile che si portò via padri, fratelli, mariti. Da allora Shirin-Gol non ha smesso di fuggire: dalla fame, dalla miseria, dalla negazione dei più elementari diritti umani, dai soldati dell'Armata Rossa, dai mujahedin, dai talebani, da decenni di bombardamenti e di efferate faide fratricide che hanno devastato l'anima del suo Paese. È stata data in moglie a quattordici anni per onorare un debito di gioco, ha dato alla luce i suoi figli, ha lottato disperatamente per la sua famiglia, e ha imparato a leggere, a scrivere, a pensare. Quella di Shirin-Gol è la storia di una donna oppressa ma non vinta, che dà voce a milioni di donne senza voce, senza volto e senza corpo. È una storia di lotta, di coraggio, di speranza che non vuole morire, nonostante tutto e tutti. Una storia che ci aiuta a capire perché da sempre il fanatismo religioso è terrorizzato dalla serena forza del femminile.

Il quarto complice
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Dahl, Kjell Ola - Paterniti, Giovanna

Il quarto complice

Marsilio, 31/07/2014

Abstract: Il terzo caso di Gunnarstranda e FrølichElisabeth ha i capelli neri e gli occhi di un blu profondo, le mani sottili avvolte in guanti di pelle lucida. È così che la ricorda l'ispettore Frank Frølich, un'immagine che si è radicata nel suo inconscio dal giorno in cui si è gettato su di lei per proteggerla da una sparatoria. Ma Elisabeth ha un fratello che nel mondo della malavita della capitale norvegese tutti conoscono, e il problema è che non gliene ha mai parlato. Accecato dalla passione, Frølich si lascia trascinare in un gioco molto pericoloso e finisce per essere lui stesso coinvolto in un caso di omicidio. Prima di potersi liberare dalle accuse, e dall'ossessione per una donna che continua a sfuggirgli, dovrà vivere sulla sua pelle la violenza e la desolazione dei bassifondi di una Oslo insolita, questa volta non solo per fare giustizia, ma anche chiarezza dentro di sé. Con questo caso di Gunnarstranda e Frølich, Kjell Ola Dahl, esponente della più raffinata tradizione del giallo scandinavo, ha scritto una versione contemporanea del classico hard-boiled, dove spogliarelliste ciniche, gangster, uomini d'affari corrotti e una indimenticabile femme fatale arricchiscono la trama di un poliziesco degno di Hammett e Chandler.

Breve storia di (quasi) tutto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Bryson, Bill

Breve storia di (quasi) tutto

Guanda, 24/07/2014

Abstract: "Un libro eccezionalmente piacevole... Un viaggio nei segreti della scienza accompagnati da una guida coinvolgente, brillante, acuta e ben informata. "The Times"Un libro destinato a diventare un classico moderno della letteratura scientifica."he New York Times Book ReviewLa nostra vita, ci ricorda Bill Bryson, è il risultato di "una straordinaria dose di fortuna biologica", l'esito di una serie lunghissima di eventi, per molti versi assolutamente misteriosi. Questo libro prova a spiegare come un tale colpo di fortuna si sia potuto verificare. O meglio, prova a spiegare quel che gli scienziati hanno scoperto del modo in cui dal nulla è nato un universo; e in questo universo si sono formati galassie, stelle e pianeti; e su uno di questi pianeti, la Terra, sono sorte forme di vita prima molto semplici e poi più complesse, fino ad arrivare qui, a noi, esseri umani moderni, eretti e senzienti. Per raccontarci questa incredibile storia, Bryson ha dedicato tre anni a "leggere libri e riviste e a trovare esperti dotati di una pazienza da santi, disposti a rispondere a un sacco di domande straordinariamente ottuse". Il risultato è un viaggio alquanto movimentato, e decisamente divertente, alla scoperta di... be', sì: di quasi tutto. Dalla cosmologia alla fisica, dalla geologia alla paleontologia, sono pochi i territori della scienza che Bryson non abbia visitato, incontrando lungo la strada geni del calibro di Darwin e Einstein, e decine di pazienti ricercatori, più o meno eccentrici e sconosciuti. Nel raccontare questo suo viaggio, Bryson ci prende per mano con il suo humour leggero nei passaggi più tecnici, ci lascia a bocca aperta di fronte alle grandi conquiste della scienza e riflette con noi sulle tante domande che ancora attendono una risposta. E ci mostra il mondo in cui viviamo come non lo avevamo mai visto prima.

L'ultimo degli uomini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Atwood, Margaret

L'ultimo degli uomini

Ponte alle Grazie, 31/07/2014

Abstract: Uomo delle Nevi vive su un albero vicino al mare, avvolto in un lenzuolo sporco. Non sa che ore sono, nessuno lo sa più. Cerca cibo e medicine nelle terre desolate e infestate da ibridi di animali. Fruga fra i resti e rimugina sulle scelte che hanno portato la Terra al tracollo, in nome di una scienza onnipotente. Si abbandona al ricordo di Oryx, donna enigmatica e quieta, e al rancore per l'amico Crake, responsabile del disastro. Le loro esistenze si erano intrecciate nel più classico, e tragico, dei triangoli. Uomo delle Nevi cerca una spiegazione, per sé e per i "figli di Crake", unica forma di vita intelligente sopravvissuta sulla Terra, frutto esemplare dell'ingegneria genetica. Sono tante le cose che vogliono capire, ignari come sono dell'insensatezza degli uomini. Come hanno dimostrato Orwell, Huxley, Vonnegut e la stessa Atwood (nel Racconto dell'ancella), la rappresentazione letteraria di un'utopia fallita può aprirci gli occhi più di innumerevoli verità sullo stato del pianeta. Quello dell'Ultimo degli uomini è un mondo che potrebbe essere a pochi anni, a poche folli decisioni di distanza da quello in cui viviamo.

Nelle tempeste d'acciaio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Jünger, Ernst

Nelle tempeste d'acciaio

Guanda, 31/07/2014

Abstract: NEL CENTENARIO DELLO SCOPPIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, IL LIBRO CHE LA RACCONTA. Ernst Jünger partecipò alla Prima guerra mondiale con i gradi di sottotenente della Wehrmacht. Il suo comportamento in prima linea lo rese leggendario: ferito quattordici volte, ricevette numerosi riconoscimenti al valore, compreso il più alto, l'Ordre pour le mérite. Portava sempre in tasca un taccuino su cui fissava con precisione gli avvenimenti. Da quelle note, in seguito all'insistenza del padre, si persuase a trarre un libro che avrebbe dovuto intitolarsi Il rosso e il grigio, in omaggio all'amato Stendhal e ai colori mesti e uggiosi della guerra in trincea; Jünger preferì alla fine l'immagine tratta da un poema medioevale islandese. Oggetto di ambigui entusiasmi negli anni Venti e Trenta, le Tempeste ci appaiono oggi la più agghiacciante testimonianza sulla Grande Guerra e l'espressione già perfetta della sovrumana capacità di osservazione di Jünger e della prosa fredda e cristallina che egli ha forgiato. Come scrive Giorgio Zampa nell'introduzione, "l'opera è omogenea: la sua cifra stilistica è unica, la sua coesione non viene mai meno... La tensione che traversa resoconti e cronache è costante, grazie a uno stile di tale perfezione che annulla se stesso... Le Tempeste appartengono al genere epico per disposizione naturale: l'autore si pone di fronte alla realtà e la restituisce, conferendole un'autonomia di cui solo l'epico è capace... In Stahlgewittern va veduto come un unicum nella letteratura del secolo: per essere senza antecedenti né seguito chiede di essere considerato al di fuori degli schemi della letteratura di guerra, di riferimenti solo ideologici e politici. Dare un giudizio su questo libro, che Jünger chiama il primo del suo Vecchio Testamento ("occhio per occhio, dente per dente") dopo aver letto (o non letto) i diari dell'ufficiale che compì il 6 agosto 1945 la sua missione su Hiroshima, non è agevole. Le Tempeste figurano come un masso erratico nella discesa sterminata della letteratura europea."

Alta marea
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Cussler, Clive

Alta marea

Longanesi, 01/08/2014

Abstract: Per Dirk Pitt, semplicemente, una vita senza avventura non è degna di essere vissuta. Questa volta l'avventura si chiama Qin Shang, un abietto cinese privo di scrupoli e avido di ricchezze che ha fondato il proprio impero sul contrabbando di droga, di armi e soprattutto di vite umane, la sua merce di scambio preferita, al centro di loschi traffici d'immigrazione illegale. E adesso Qin Shang è disposto a qualsiasi cosa pur d'impadronirsi del relitto di una misteriosa nave carica di capolavori dell'antica arte cinese razziati da Chiang Kaishek durante la sua fuga dalla Cina e comprendente i resti preziosissimi del cosiddetto Uomo di Pechino. La formidabile squadra della NUMA, comandata da Dirk Pitt, non ha però alcuna intenzione di stare a guardare. Seguendo le tracce delle criminose attività della sua preda, Pitt scopre che Qin Shang ha costruito un'enorme installazione portuale in una zona lontana dalle comuni rotte commerciali. Perché ha scelto un luogo così improbabile? Che cosa si nasconde dietro quell'impresa? Mentre si prepara la drammatica resa dei conti finale, una sola cosa è sicura: Pitt ha di fronte il più pericoloso nemico che abbia mai incontrato... Ed è altrettanto certo che Clive Cussler, da narratore di razza qual è, ha fatto centro ancora una volta. Coinvolgente, trascinante, pieno di intrighi, ricco di suspense: Alta marea non è soltanto un concentrato di emozioni e colpi di scena, ma molto di più.

Onda d'urto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Cussler, Clive

Onda d'urto

Longanesi, 01/08/2014

Abstract: Si dice che l'anima dei diamanti sia la luce. Ma quale luce può brillare nell'anima di Arthur Dorsett, un uomo che ha eletto i diamanti a sua unica ragione di vita? Un sole nero, accecante per chi osa guardarlo, implacabile con chi tenta di spegnerlo e alimentato dalla certezza di poter dominare il mondo intero. E infatti il mondo degli uomini si prostra davanti al suo immenso potere, ma non così la vera madre dei diamanti, la Terra, sebbene Dorsett creda di poterla ammansire e depredare servendosi di micidiali onde d'urto lanciate dalle sue miniere attraverso gli oceani, onde che per lui significano una nuova, ancor più folle ricchezza e che invece, per la natura, sono soltanto foriere di morte e distruzione. È una storia che si perde nella notte dei tempi, quella della lotta tra la ragione e la sconfinata avidità umana, e lo sa bene Dirk Pitt, che dovrà riviverla armato soltanto di una strenua forza di volontà, dell'aiuto dei suoi più cari amici e della disperata speranza di salvare dall'annientamento milioni di vite umane. Tuttavia, per lui, è anche qualcosa di più: è la possibilità di scrivere l'ultimo capitolo dell'avventura di quei naufraghi che, nel 1856, approdarono alla sperduta e negletta isola Gladiator per fare una sconcertante scoperta; è l'occasione per affrontare i ghiacci dell'Antartide e gli imprevedibili mari tropicali, e soprattutto è la strada che lo porterà a stringere tra le braccia una donna dal cuore più luminoso di qualsiasi diamante...

Walhalla
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Cussler, Clive

Walhalla

Longanesi, 01/08/2014

Abstract: Giugno 1035. Una flottiglia di navi vichinghe individua un approdo favorevole lungo la costa orientale del Nordamerica e vi insedia una colonia, intrattenendo rapporti pacifici coi nativi. Tuttavia, dopo che un manipolo di guerrieri è partito per esplorare le vaste terre a occidente, accade qualcosa di terribile e, al ritorno, gli esploratori trovano ad attenderli un incomprensibile massacro. Resta loro un'unica certezza: il tesoro vichingo non è stato toccato... Febbraio 1894. La nave da guerra Kearsarge, in navigazione da Haiti al Nicaragua, viene speronata da un "mostro d'acciaio" subacqueo che neppure i colpi di cannone riescono a scalfire. Tuttavia, prima che la nave affondi, il comandante Leigh Hunt riesce a vedere, dietro un oblò del misterioso sottomarino, un volto che lo osserva... Luglio 2003. Il viaggio inaugurale nel mar dei Caraibi della lussuosa nave da crociera Emerald Dolphin si muta in tragedia quando a bordo divampa un incendio che, in pochissimo tempo, divora ogni cosa. Per gli oltre duemila passeggeri sembra non esserci scampo, ma Dirk Pitt, al comando della nave oceanografica Deep Encounter della NUMA, lancia una colossale operazione di salvataggio. Perché i sofisticati sistemi di allarme e antincendio della nave non hanno funziona to? Il sospetto di un sabotaggio si rafforza dopo che una violenta esplosione fa affondare il relitto dell'EmeraId Dolphin. Forse qualcuno aveva interesse nel distruggere una nave i cui rivoluzionari motori – che sfruttavano l'acqua di mare come mezzo di propulsione – avrebbero aperto una nuova era nella tecnologia dei trasporti marittimi... Non sarà facile per Pitt svelare i misteri che si celano dietro questi avvenimenti così lontani nel tempo e nello spazio. Per riuscirci, dovrà fare i conti con un'incredibile serie di mostri, umani e meccanici, antichi e moderni, confrontarsi con nemici che non hanno posto limiti alle loro brame di possesso, avventurarsi nei territori al confine tra realtà e leggenda. E alla fine, dopo molte vite perse e molte salvate, sarà proprio quella di Pitt a uscirne cambiata per sempre...

L'acciarino magico
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Andersen, Hans Christian - Ferri Giuliano

L'acciarino magico

Rizzoli, 02/08/2014

Abstract: C'era una volta... un soldato valoroso che tornava dalla guerra. Nonostante il suo coraggio, le sue tasche erano vuote e la spada era rimasta la sua unica ricchezza...

Passaggio in India
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Forster, Edward Morgan - Motti Adriana

Passaggio in India

Mondadori, 29/07/2014

Abstract: A Chandrapore, nell'India stretta sotto la morsa del colonialismo, si fronteggiano l'Islam, "un atteggiamento verso la vita squisito e durevole", la burocrazia britannica, "invadente e sgradevole come il sole", e "un pugno di fiacchi indù", in una silenziosa guerra fredda. Fino a quando l'arrivo di una giovane turista inglese non viene a incrinare il fragile equilibrio. Perché Adela Quested, con stupore del clan dei sahib bianchi, non si accontenta dei circoli e delle visite ufficiali: vuole conoscere "la vera India", e trova la guida indigena perfetta nel mite e ospitale Aziz. Ma nelle grotte di Marabar la gita preparata con ogni cura si trasforma per Adela, vittima delle proprie personali inquietudini o di un indegno affronto, in un dramma sconvolgente che arriva fino nelle aule di un tribunale, facendo esplodere pregiudizi, razzismi, contraddizioni. Il ritratto umano e poetico di un paese amatissimo si fa parabola della "segreta intelligenza del cuore" di contro alla protervia della ragione in quello che Forster chiamò "il mio romanzo indiano influenzato da Proust" e che rimane il suo indiscusso capolavoro.

In un batter di ciglia. Il potere segreto del pensiero intuitivo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Gladwell, Malcolm - Parizzi Massimo

In un batter di ciglia. Il potere segreto del pensiero intuitivo

Mondadori, 29/07/2014

Abstract: Siamo abituati a concepire il pensiero come un processo con modalità e regole ben precise. E ci è stato insegnato che, prima di operare una scelta o di formulare un giudizio, è preferibile raccogliere e vagliare con cura il maggior numero di informazioni. Esiste però un'altra forma di conoscenza, tanto trascurata dalla teoria quanto universalmente praticata nella vita di tutti i giorni: che si concretizza in quella prima, fugace idea che ci facciamo di qualcuno o di qualcosa "in un batter di ciglia". Tale attività di "cognizione rapida" si rivela spesso un indispensabile strumento di interpretazione della realtà, soprattutto nei momenti d'emergenza, anche se può essere condizionata dalla fretta e dai pregiudizi. Malcolm Gladwell analizza, alla luce delle più recenti conquiste delle neuroscienze e della psicologia, che cosa si nasconde dietro quella spontaneità di giudizio, e lo fa con lo stile brillante del giornalista, calando le astrazioni della ricerca scientifica nel quotidiano e argomentando le sue tesi attraverso gustosi aneddoti e una galleria di personaggi singolari.

Jarka Ruus. Il druido supremo di Shannara
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Brooks, Terry - Valla Riccardo

Jarka Ruus. Il druido supremo di Shannara

Mondadori, 29/07/2014

Abstract: Sono passati vent'anni dal viaggio della nave volante Jerle Shannara. Adesso Grianne Ohmsford non si fa più chiamare Strega di Ilse e ha votato la sua vita al progresso delle Quattro Terre mediante lo sfruttamento delle conoscenze dei Druidi, che adesso presiede, e cerca da anni di arrivare a una pace duratura tra i Liberi e la Federazione. Non tutti, però, la pensano come lei. Sono molti i druidi convinti che il loro destino sia quello di dominare le altre razze. E qualcuno non si limita solo a parlare: Grianne, vittima di un tradimento, scompare senza lasciare traccia. Potrebbe essere l'inizio di una nuova era oscura, ma Tagwen, assistente di Grianne, è deciso a tutto pur di ritrovare la donna e preservare il potere del Druido Supremo. Anche a scendere nelle misteriose terre del Divieto, un mondo dove anticamente gli Elfi esiliarono tutte le creature del male.

Mare di zucchero
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Desiati, Mario - Bruno Ottavia

Mare di zucchero

Mondadori, 02/09/2014

Abstract: "Il porto è aperto." Prima è un bisbiglio, poi diventa uno strido, infine muta in un boato. "Il porto è aperto!" "Il porto è aperto, avete capito?" LUCA: vive in un piccolo paese nei pressi di Bari, ma si sente lontano anni luce dai suoi genitori e dai suoi coetanei. Crede a tutto, persino ai miracoli e ai santi venuti dal mare. Su un taccuino appunta le storie sempre diverse che inventa. ERVIN E LUCA: separati da appena cento chilometri, hanno più o meno la stessa età e la stessa altezza, ma non potrebbero essere più diversi e lontani… fino all'arrivo della Vlora. In un giorno d'estate del 1991, una grande nave che sa ancora di zucchero approda alle coste italiane con ventimila albanesi a bordo, tutti spinti da un sogno di libertà. Quel giorno Ervin e Luca vivono la più grande avventura della loro vita. Grazie alla penna delicata e intensa di Mario Desiati, due vite sospese si incrociano e si intrecciano in una notte di silenzi, giochi e scoperte che segnerà, semplicemente e forse per sempre, la Storia. La loro storia.

Voglio vivere una volta sola
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Local resource

Carofiglio, Francesco

Voglio vivere una volta sola

Piemme, 26/08/2014

Abstract: La vita di Violette è uguale a quella di tante bambine. Due fratelli, Jean e Augustin, una madre premurosa, un padre completamente assorbito dal lavoro. Un cane, Javert, conosciuto per caso e amato all'istante. E tante case: la prima a Roma, poi a Parigi, infine a Plouzané, in Bretagna, a pochi metri dal mare, il posto migliore per curare le ferite dei sogni non realizzati.Le giornate di Violette corrono leggere, come quelle di tanti bambini, tra passeggiate, chiacchiere, giochi e letture. Le notti sono diverse. Perché Violette non dorme, cammina al buio, i piedi scalzi, l'abito celeste. Riempie le ore contando i libri dei genitori, tremilaottocentosettantotto per l'esattezza, sistema tutti i ricordi nel ricordario, per non perderli più.E ogni giorno guarda il mondo e lo vede cambiare, le persone vanno a una velocità differente, crescono, invecchiano, spariscono. Invece lei rimane sempre la stessa, le stesse mani, lo stesso viso. Perché Violette è la bambina che non c'è. Non è mai nata, è il desiderio perfetto di tutti loro, mamma, papà, Jean e Augustin. Eppure vive, ride, corre, esiste, almeno fino a quando qualcuno continuerà a pensarla.Sul confine magico che divide la realtà dal sogno, Violette ci racconta il suo mondo con una leggerezza allegra e malinconica, raccogliendo gli attimi, le emozioni e i gesti che nessuno riuscirebbe mai a immaginare.