Include: none of the following filters
× Genre Fiction
Include: all following filters
× Subject Memorie

Found 12432 documents.

Orange is the new black
0 0 0
Modern linguistic material

Kerman, Piper

Orange is the new black : dallo Smith College al carcere : il mio anno all'inferno / Piper Kerman ; traduzione di Elena Cantoni e Alice Cominotti

Rizzoli, 2014

Abstract: Piper ha venticinque anni e si è trasferita da poco a Manhattan. Ha una bella casa, un fidanzato che la adora, sta costruendo una nuova rete di amicizie e ha una marea di progetti di lavoro e di vita. Ma un passato che sembra lontanissimo è ormai pronto a riscuotere il conto sul suo futuro. Il gesto di una ragazzina ribelle che anni prima si era imbarcata per amore e spirito di avventura in una situazione più grande di lei si tramuterà in una condanna definitiva a quindici mesi di detenzione in una prigione federale, e da lì in poi nulla sarà più come prima. Così Piper diventa la detenuta #11187-424. Intorno a lei non c'è più un mondo di opportunità e amore ma la società più varia, disgraziata, cinica, crudele, gerarchica, pettegola. E capace di farla sentire sola come non è mai stata, pur non essendo mai sola un istante. Eppure, un giorno dopo l'altro, imparando a conoscerne i linguaggi e i meccanismi, questo mondo si scopre anche popolato da grandi storie di dolore e solidarietà tra donne che, pur oltre l'ultima ragionevole soglia di speranza, sanno essere cariche di un'umanità senza filtri, capace di sorprendere per tenerezza, simpatia e coraggio. Memoir autobiografico del periodo di detenzione realmente vissuto da Piper Kerman nel carcere di Danbury, è diventato una serie tv di Netflix che ha scioccato e diviso l'opinione pubblica in America e nel mondo.

In terre lontane
0 0 0
Modern linguistic material

Bonatti, Walter <1930-2011>

In terre lontane / Walter Bonatti

Corriere della sera : Gazzetta dello sport : Club alpino italiano, 2017

Abstract: Dopo sedici anni di alpinismo ai massimi livelli, Bonatti, da inviato speciale di Epoca nelle terre più remote, ardue e strane del pianeta, si muove tra una natura grandiosa e affascinante. Sono proprio quei reportage a tornare sulle pagine di questo libro. Il ritorno della narrativa avventurosa, la narrativa di viaggio che mostra tutti i turbamenti e le emozioni dell'uomo di fronte alla natura selvaggia

Il pesce che scese dall'albero
0 0 0
Modern linguistic material

Riva, Francesco <1993->

Il pesce che scese dall'albero / Francesco Riva ; prefazione di Giacomo Stella

Sperling & Kupfer, 2017

Abstract: Alle elementari Francesco è un disastro: non ricorda i mesi dell'anno, confonde le lettere e, soprattutto, non sa le tabelline! L'ora di matematica - la sua bestia nera - la passa a disegnare, relegato in fondo all'aula. Finché arriva la maestra Diana, che capisce tutto: quel bambino non è pigro né stupido, ma dislessico e discalculico. Non studierà sui libri, ma ascoltando e, per esercitare la memoria, recitando. E così Francesco finisce il liceo, impara tre lingue e scopre la passione per il teatro. Nel suo primo spettacolo - e ora in questo libro - ha raccontato la storia di un bambino che affrontando la dislessia ha realizzato i suoi sogni.

Genitori elicottero
0 0 0
Modern linguistic material

Greiner, Lena <1981-> - Padtberg, Carola <1976->

Genitori elicottero : come stiamo rovinando la vita dei nostri figli / Lena Greiner, Carola Padtberg ; traduzione di Cristina Malimpensa

Feltrinelli, 2019

Abstract: Dall'obbligo di far mangiare farro al figlio al rimprovero mosso al professore per il brutto voto: i genitori elicottero sorvolano la prole dai primi giorni di vita fino all'età adulta. Sono apprensivi, hanno grandi progetti, spianano il terreno per il futuro dei ragazzi, si sacrificano per loro senza se e senza ma e, purtroppo, sono onnipresenti e sempre più arroganti. Educatori, insegnanti, medici, allenatori, persino ostetriche e docenti universitari, insieme a padri e madri, e ai figli stessi di genitori elicottero, finalmente vuotano il sacco e raccontano le proprie esperienze con questi adulti superdeterminati, totalmente dediti ai loro "pargoli". Il risultato finale è una satira realistica che in molti susciterà grandi risate, porterà altri a mettersi le mani nei capelli, e stimolerà tutti quanti a ragionare sugli eccessi dell'essere genitore, su cosa conta davvero per i figli e sui fraintesi dell'amore.

Tutto si può ballare
0 0 0
Modern linguistic material

Cellucci, Marco <2002->

Tutto si può ballare : la mia vita a tempo di musica / Marco Cellucci

Fabbri, 2018

Abstract: "La vita, come il rumore, ha dei picchi belli e brutti, e bisogna saperli ballare tutti: io non sono mai stato fermo, neanche quando qualcuno voleva bloccarmi. Le mie gambe mi hanno portato lontano quando qualcuno tentava di sbarrarmi il passo, facendomi sentire goffo e insicuro, facendomi cadere. E tutte le volte che sono caduto, è stato un rumore a farmi rialzare... La voce di un amico. Una risata della mamma. Il suono del mio nome, pronunciato da chi mi vuole bene. Perché chi si ama crea una musica fantastica. Già penso al nostro prossimo incontro e mi sembra di sentire le vostre voci che mi chiamano: «Sei il nostro principe!». E la mia che risponde: «No, i principi e le principesse siete voi, che mi seguite e mi sostenete ogni giorno!». Da oggi, a tenerci più vicini, c'è anche questo libro, che ho pensato per voi."

Se sembra impossibile allora si può fare
0 0 0
Modern linguistic material

Vio, Bebe <1997->

Se sembra impossibile allora si può fare : realizziamo i nostri sogni, affrontando col sorriso ostacoli e paure / Bebe Vio

Rizzoli, 2018

Abstract: Chiunque incontri Bebe, o anche solo la veda in tv, rimane incantato dall’energia positiva che sprigiona a ogni parola, ogni gesto, ogni sguardo. Come si spiega questo suo modo di essere che le ha permesso non solo di superare difficoltà apparentemente insormontabili, ma anche di raggiungere eccezionali traguardi sportivi? Sembra un mistero.Invece, se si leggono gli spassosissimi racconti dei tanti episodi raccolti in questo libro, si scopre che Bebe affronta ogni genere di ostacolo utilizzando strumenti e risorse che ciascuno di noi ha a disposizione… anche se spesso non se ne accorge nemmeno! Innanzi tutto, Bebe è da sempre consapevole che bisogna trovarsi un sogno da perseguire con la massima passione: per esempio, lei ha iniziato a cinque anni a desiderare con tutte le sue forze di andare alle Olimpiadi. Per raggiungere la propria meta è fondamentale poi imparare a collaborare con gli altri, fare squadra, chiedere aiuto perché «da solo non sei nessuno». Ma ci sono anche tanti altri alleati a portata di mano: l’ironia, la capacità di rimanere “scialli”, il saper fare tesoro delle critiche positive stando però attenti a quelle cattive e agli hater. E persino la paura, un’emozione normalissima, può essere gestita: basta sapere come prenderla.Scritto con lo stile spontaneo e frizzante che contraddistingue Bebe, Se sembra impossibile, allora si può fare è una lettura che può ispirare e confortare persone di tutte le età, dai giovanissimi, che possono rispecchiarsi nella sensibilità e nel linguaggio fresco di una ventenne, agli adulti che si trovano a combattere battaglie quotidiane, magari impercettibili agli altri ma ugualmente gravose e impegnative.

Un lupo alla mia porta
0 0 0
Modern linguistic material

Jans, Nick <1955->

Un lupo alla mia porta : storia di Romeo / Nick Jans ; traduzione di Linda Rosaschino

Nuova ed.

Piemme, 2018

Abstract: Il primo incontro avviene un giorno di dicembre. Nick sta camminando sul lago ghiacciato vicino alla sua casa, nell'Alaska sud-orientale, con la moglie e il loro labrador, quando succede. Il lupo nero fermo da un po' sulla riva opposta inizia a correre verso di loro con le fauci spalancate, sollevando la neve con le zampe. Poi si ferma, a pochi metri, con la coda tesa, in atteggiamento dominante. D'istinto Nick stringe a sé la moglie e il collare del cane e si mette in allerta. La paura atavica dell'uomo di fronte a questo animale assale anche lui, che pure ha incontrato molti lupi. Mai però così da vicino. D'un tratto il cane si divincola e va incontro al lupo, muso contro muso. Da quel momento Romeo, come è stato chiamato, entra nella vita di Nick e della piccola comunità di Juneau. Si rivela estremamente sociale, gioca con i cani, interagisce con le persone. Intelligente e attento, diventa una presenza fissa, portando un alito di vita selvaggia alle soglie delle case. Per Nick, Romeo è un amico, obbedisce ai suoi segnali, lo aspetta sul lago davanti a casa. Ma, come spesso accade, non tutti apprezzano questa prossimità, invocando l'atavica inimicizia tra uomini e lupi.

Un anno in Afghanistan
0 0 0
Modern linguistic material

Henry, Marco <1969->

Un anno in Afghanistan : viaggio al centro della guerra / Marco Henry

Newton Compton, 2017

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Un anno in Afghanistan è la cronaca della vita di un civile a Kabul, a fianco del contingente militare italiano. È il racconto della vita quotidiana, del lavoro, dei viaggi, delle riflessioni, degli incontri e dei momenti più difficili e toccanti in un mondo devastato dalla guerra, diviso tra la voglia di democrazia e il ritorno dei Talebani, sospeso tra modernità e integralismo, segnato da bombe, attentati e da un conflitto che pare non avere mai fine.

La guerra dei poveri
0 0 0
Modern linguistic material

Revelli, Nuto <1919-2004>

La guerra dei poveri : il fronte russo / Nuto Revelli ; introduzione e note di Sebastiano Vassalli

3. ed. riv

Torino : Einaudi, copyr. 1977

Abstract: «È la guerra vista "dal basso", la guerra sofferta. [...] È, prima di tutto, la tragedia dei poveri cristi gettati allo sbaraglio, beffati, traditi, e che pure, nello sfacelo immane, di un esercito e poi di uno Stato, riscoprono in sé le ragioni profonde della dignità del vivere, del semplice valore umano».

Uno psicologo nei lager
0 0 0
Modern linguistic material

Frankl, Viktor E. <1905-1997>

Uno psicologo nei lager / Viktor E. Frankl

15. ed

[Milano] : Ares, stampa 2003

Abstract: Solo i consumatori della cultura - scrisse Gabriel Marcel nella prefazione all'edizione francese - potrebbero scambiare questo libro per un'ulteriore e ormai tardiva testimonianza sui campi di concentramento. C'è molto di più: avendo vissuto personalmente l'estrema abiezione dei Lager, l'autore insegna che se vivere è sofferenza, sopravvivere è trovare il senso di questa sofferenza. È questa l'esperienza che lo condusse alla scoperta della logoterapia, il trattamento psicoterapeutico che l'ha reso famoso in tutto il mondo. Frankl, credente e ottimista, che a sedici anni interessò Freud, il quale ne pubblicò un saggio sul Giornale internazionale di psicanalisi, con olfatto sano annusa il senso della vita anche là dove lo si nega, e invita a vincere nell'oggi, insieme con il relativismo ideologico assolutista, che è stato il male del secolo XX, ogni cieco determinismo scientifico-naturale, difendendo la libertà umana in una splendida fenomenologia dell'amore. Di una felicità narrativa quasi insospettabile in uno psichiatra, il libro è stato tradotto in tutto il mondo (oltre 10 milioni di copie vendute) ed è stato dichiarato per quattro volte libro dell'anno dalle università degli Stati Uniti.

Io sono Malala
0 0 0
Modern linguistic material

Yousafzai, Malala <1997->

Io sono Malala : la mia battaglia per la libertà e l'istruzione delle donne / Malala Yousafzai con Christina Lamb ; con una nuova prefazione dell'autrice e un'intervista inedita ; traduzione di Stefania Cherchi

Nuova ed.

Garzanti, 2014

Abstract: Valle dello Swat, Pakistan, 9 ottobre 2012, ore dodici. La scuola è finita, e Malala insieme alle sue compagne è sul vecchio bus che la riporta a casa. All'improvviso un uomo sale a bordo e spara tre proiettili, colpendola in pieno volto e lasciandola in fin di vita. Malala ha appena quindici anni, ma per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo sin da piccola il suo desiderio di leggere e studiare. Per questo deve morire. Ma Malala non muore: la sua guarigione miracolosa sarà l'inizio di un viaggio straordinario dalla remota valle in cui è nata fino all'assemblea generale delle Nazioni Unite. Oggi Malala è il simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere, ed è stata la più giovane candidata di sempre al Premio Nobel per la pace. Questo libro è la storia vera e avvincente come un romanzo della sua vita coraggiosa, un inno alla tolleranza e al diritto all'educazione di tutti i bambini, il racconto appassionato di una voce capace di cambiare il mondo.

Spaccato in due
0 0 0
Modern linguistic material

Firetti, Gianluca - D'agostino, Marco <1970->

Spaccato in due : l'alfabeto di Gianluca / Gianluca Firetti, Marco D'Agostino

San Paolo, 2015

Quello che non ho mai detto
5 1 0
Modern linguistic material

De Rosa, Federico <1993->

Quello che non ho mai detto : io, il mio autismo e ciò in cui credo / Federico De Rosa

San Paolo, 2014

Abstract: Federico era un bambino speciale. Nato a Roma in una famiglia numerosa e felice, era bello e vivace, biondissimo, con i capelli ricci. Poi il buio. Federico ha iniziato a chiudersi in se stesso a causa di un forte disturbo che lo ha reso incapace di comprendere il mondo, di costruire relazioni con le persone che gli stavano intorno, di parlare con loro. I medici dicono autismo, lui la chiama prigione. Da adolescente, però, uno spiraglio si è aperto. Ha iniziato a scrivere con il suo computer e ha spinto fuori da quel buio parole, frasi, e poi pensieri e sentimenti. Ha scoperto l'amicizia, l'amore, la fede. Ancora oggi Federico non dice nulla, anche se a volte gli sfugge una parola o borbotta tra sé, ma lettera dopo lettera è riuscito a scrivere la sua storia in un libro che impressiona per profondità e lucidità. Oggi è un ragazzo speciale. Continua a vivere a Roma in una famiglia numerosa e felice, i suoi capelli si sono fatti castani e ha un sacco di progetti per il futuro.

Battista, cercatore di graffiti
0 0 0
Modern linguistic material

Battista, cercatore di graffiti : le parole di quanti lo hanno conosciuto e stimato

[Capo di Ponte] : Comune di Capo di Ponte : Proloco Capodiponte, [2007]

Abstract: Testimonianze su Battista Maffessoli, ricercatore archeologico, nato a Capo diPonte nel 1929 e ivi scomparso nel 2006.

100 storie in bianco e nero
0 0 0
Modern linguistic material

100 storie in bianco e nero : (raccontate a colori da sacerdoti) / a cura di Gabriel Gonzalez

Roma : ART, 2010

Abstract: Questa raccolta di storie vere è frutto di una delle molteplici iniziative proposte nell'arco dell'anno sacerdotale proclamato da Benedetto XVI (2009-2010). Il sito www.catholic.net ha chiesto ai sacerdoti di far pervenire testimonianze sulle esperienze che più hanno segnato la loro vita sacerdotale. Sono arrivate circa un migliaio di storie. Qualcuno ha avuto l'idea di pubblicare alcune di queste storie. Sono state scelte queste cento che più delle altre svelano il dispiegarsi di una grazia straordinaria: poter contemplare la mano di Dio che opera miracoli nella vita di chi si dona al prossimo, e, anzitutto, a Dio stesso. L'immagine del sacerdote, ferita in tanti modi negli ultimi mesi e anni, deve essere vista con uno sguardo più ampio. Non bisogna guardare solo i punti oscuri e isolati che fanno tanto rumore nell'opinione pubblica. Bisogna vedere la dimensione delle cose soprattutto alla luce di tanto, sconfinato, eroismo. Un eroismo che si fa poco notare ma che sta lì, giorno dopo giorno, ed eleva un inno d'amore e di lode a Dio.

Polvere
0 0 0
Modern linguistic material

Flesca, Giancesare

Polvere : una storia di cocaina / Giancesare Flesca e Valerio Riva

Milano : Sperling & Kupfer, copyr. 1988

Via dalla pazza guerra
0 0 0
Modern linguistic material

Shiri, Alidad - Abbate, Gina <insegnante di materie letterarie>

Via dalla pazza guerra : un ragazzo in fuga dall'Afghanistan / Alidad Shiri, Gina Abbate ; prefazione di Antonio Riccò

Trento : Il margine, 2007

Abstract: Mi chiamo Alidad Shiri. Il mio nome vuol dire dono di Alì. Il mio cognome, Shiri, indica l'abbondanza e la bontà del cibo. Vuol dire infatti: tanto latte, molto dolce. Sono cresciuto in Afghanistan, nella città di Ghazni, ma quando avevo nove anni i talebani hanno ucciso il mio papà. Pochi mesi dopo la mia mamma, la mia sorella più piccola e la mia nonna sono morte sotto un bombardamento. Allora, con i miei zii, mio fratello e mia sorella più grandi siamo emigrati in Pakistan perché per noi era pericoloso rimanere. Ma lì non c'era futuro per me. Con un amico sono emigrato clandestinamente in Iran dove ho lavorato per due anni in una fabbrica di Teheran finché ho guadagnato abbastanza soldi per fuggire in Europa. Dopo un lungo e pericoloso viaggio sono arrivato in Alto Adige legandomi sotto un tir che partiva dalla Grecia. Adesso ho sedici anni e vivo a Merano. Con l'aiuto della mia insegnante di italiano, Gina Abbate, vi racconto la mia storia.

Le due guerre
0 0 0
Modern linguistic material

Revelli, Nuto <1919-2004>

Le due guerre : guerra fascista e guerra partigiana / Nuto Revelli ; a cura di Michele Calandri ; presentazione di Giorgio Rochat

Torino : Einaudi, copyr. 2005

Abstract: Nuto Revelli offre qui un libro tra storia e memoria, una storia ricostruita dal basso, dalla parte degli umili, dalle loro testimonianze. Memoria personale e quindi tanto più coinvolgente in quanto vita vissuta - e sofferta - dal suo narratore. L'autore di Guerra dei poveri e del Mondo dei vinti racconta due guerre: quella in cui il popolo italiano è stato trascinato dalla follia nazifascista sul Fronte occidentale, su quello greco-albanese e infine, più tragicamente, sul fronte russo; e quella partigiana, che ha significato il riscatto di un'intera generazione.

La voce dell'angelo
0 0 0
Modern linguistic material

De Col, Roberto

La voce dell'angelo : romanzo / Roberto De Col

Anordest, 2015

Abstract: Ed eccomi ancora qui a parlare di angeli, a dar loro voce attraverso le storie che mi sono state raccontate dalle meravigliose persone che ho avuto la fortuna di conoscere. Qui ci sono le loro esperienze, le loro emozioni, le loro gioie ma anche i loro dolori. Spero di aver reso giustizia con le mie parole alle loro straordinarie storie e che sappiano che gli sarò sempre grato per avermele fatte conoscere e trascrivere. Per rispetto della privacy nomi e luoghi sono stati cambiati, il resto è rimasto più fedele possibile alla realtà dei fatti.

Una vita per la neurochirurgia
0 0 0
Modern linguistic material

DiMeco, Francesco <neurochirurgo>

Una vita per la neurochirurgia : dal presente al futuro / Francesco DiMeco ; con Daniela Condorelli

Vallardi, 2015

Abstract: Un grande medico, che è anche e soprattutto un uomo e un padre, racconta della sua quotidianità serrata, intensa, dove la passione e le frustrazioni, indissolubili, si rincorrono. Le sue sono le giornate di un ricercatore innamorato dell'essenza dell'umanità, racchiusa in quel cervello sul quale ogni giorno deve intervenire. Le sue riflessioni svelano la solitudine di un uomo che si sente impotente quando il male ha la meglio sulla vita di un bambino, ma una solida formazione classica, che permea il suo sguardo sull'esistenza e sulla morte, lo sostiene nelle occasioni più difficili. Quel giovane aspirante latinista oggi è un affermato neuroscienziato, pronto a cogliere le sfide della malattia e a fronteggiarla con gli strumenti più all'avanguardia, determinato a vincere uno dei tumori più aggressivi che l'uomo conosca. Leggendo le sue parole, non seguiamo solamente le affascinanti tappe dello sviluppo della chirurgia del cervello e della ricerca neuroncologica, ma scopriamo anche la ricchezza umana dei suoi incontri con persone che lasciano, in lui e in noi, tracce indelebili.