Found 1698 documents.

Il regalo
0 0 0
Modern linguistic material

Adbåge, Emma <1982->

Il regalo / Emma Adbage ; traduzione di Samanta K. Milton Knowles

Beisler, 2020

Wundermaker
0 0 0
Modern linguistic material

Townsend, Jessica <1985->

Wundermaker : il segreto di Morrigan Crow : un libro della serie Nevermoor / Jessica Townsend ; traduzione di Valentina Daniele

Il Castoro, 2020

Abstract: Dopo essere fuggita alla sua maledizione e aver superato quattro difficili prove, Morrigan Crow varca finalmente i cancelli della Wundrous Society. La attendono nuovi amici, una famiglia leale e opportunità incredibili... ma sfortunatamente non riceve l'accoglienza sperata. Come ha potuto dimenticarlo? Lei è una temuta Wundermaker. E la sua nuova scuola, invece di aiutarla ad abbracciare il suo potere, e insegna che tutti i Wundermaker sono malvagi, che lei è pericolosa, che la sua identità deve essere tenuta segreta. Nel frattempo misteriose scomparse sconvolgono la Wundrous Society e qualcuno minaccia di rivelare il segreto di Morrigan, mettendo a dura prova la fedeltà dei suoi amici. E poi c'è lui Ezra Squall, l'unico altro Wundermaker del Regno Senza Nome, l'uomo più crudele di sempre. Ma anche l'unico che sembra capirla e che promette di rivelarle la vera natura della Wunder, alla quale Morrigan non sa più resistere. Davvero tutti i Wundermaker sono malvagi? E se lo fosse anche Morrigan Crow?

Il ladro di pannolini
0 0 0
Modern linguistic material

Dubini, Miriam <1977-2018>

Il ladro di pannolini / Miriam Dubini ; illustrazioni di Antongionata Ferrari

Mondadori, 2020

Ecologia della parola
0 0 0
Modern linguistic material

Tota, Anna Lisa <docente di sociologia>

Ecologia della parola : il piacere della conversazione / Anna Lisa Tota

Einaudi, 2020

Abstract: Attingendo a molteplici fonti d'ispirazione, Anna Lisa Tota ci invita a conferire spessore alle nostre parole. Perché essere capaci di pensare e parlare bene è una condizione essenziale per essere cittadini e cittadine del mondo felici, liberi e autorevoli. Quante parole pronunciamo in un giorno? Quante sono necessarie a esprimere il flusso dei nostri pensieri? E a quante saremmo disposti a rinunciare in un salutare «digiuno della parola»? Siamo attenti all'inquinamento del cibo, dell'acqua e dell'aria, come mai non all'inquinamento verbale? Eppure, ci fa ammalare alla stregua di un cibo avvelenato. Noi siamo le parole che ascoltiamo e che pronunciamo, noi siamo le parole che pensiamo e questo saggio lo dimostra. Scavando nei rapporti delle parole con la realtà e lo spazio; raccontando i modi attraverso i quali esprimiamo le nostre emozioni; individuando le molteplici patologie della comunicazione che possiamo imparare a contrastare.

Classificare, separare, escludere
0 0 0
Modern linguistic material

Aime, Marco <1956->

Classificare, separare, escludere : razzismi e identità / Marco Aime

Einaudi, 2020

Abstract: Il razzismo è un fenomeno diffuso e insinuante, che si incarna in forme sempre nuove, piú o meno gravi, nei diversi contesti storici, sociali e culturali. I pregiudizi, le esclusioni, l'odio e la paura dell'altro sembrano essere una costante del comportamento umano. Il primo gesto della costruzione dell'identità sembra essere quello di tracciare una linea tra «Noi» e gli «Altri», classificando chi va separato ed eventualmente rifiutato. Il volume affronta questa complessa questione da angolazioni diverse, ripercorrendo dapprima le molteplici forme storiche di razzismo nel contesto europeo, per poi adottare una prospettiva piú ampiamente antropologica, utile a individuare il confine, incerto e mobile, che separa quelle che possono essere considerate forme autentiche da altri tipi di avversione verso l'altro. Infine, l'autore intreccia queste due prospettive con quella della politica, per spiegare le nuove declinazioni del razzismo contemporaneo, figlio di quello passato, ma forte di caratteristiche inedite e sfuggenti, adattate ai tempi attuali, quando le costruzioni identitarie, basate su un principio di autoctonia, vengono sempre piú strumentalizzate e tradotte in azioni xenofobe violente.

Le lacrime di Roma
0 0 0
Modern linguistic material

Rey, Sarah <docente di storia antica>

Le lacrime di Roma : il potere del pianto nel mondo antico / Sarah Rey ; traduzione di Maria Lorenza Chiesara

Einaudi, 2020

Abstract: I comportamenti sociali dei romani, tanto spesso punteggiati di lacrime, ci disorientano. Ma fare un passo di lato permette di vedere piú chiaro. Tesi di fondo di questo libro è che nell'antica Roma il pianto è alquanto diffuso e accompagna gli avvenimenti della vita pubblica e privata. Si tratta di esercitare un potere politico e simbolico: per aumentare la loro autorità, senatori, imperatori e brillanti condottieri non esitano a versare lacrime. Esse vengono usate nelle piú svariate situazioni: per esprimere la sofferenza del lutto, la volontà di espiazione quando oscuri presagi appaiono minacciosi, la paura di un'esclusione sociale per cui si invoca la tradizione della propria famiglia; per manifestare la propria grandezza d'animo davanti agli sconfitti. L'autrice si sofferma poi sul messaggio politico che le lacrime diffondono, sul momento calibrato in cui compaiono. Esamina con cura testi e tradizioni, sconfessando l'immagine monolitica dei romani come un popolo duro e crudele. Il tema del libro ha un interesse generale, in un momento in cui si recupera lo studio delle emozioni, la loro spontaneità o la loro calcolata esternazione, il loro ruolo nelle traiettorie individuali nelle relazioni interpersonali. Nel gennaio 2016 il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha pianto in pubblico. Sottolineando l'intreccio di forza e debolezza, la stampa si è interrogata: «Obama ha reso accettabile il fatto di piangere in pubblico?» In realtà la novità è meno importante di ciò che lascia intravedere: un'attenzione collettiva verso le lacrime. Il dato che forse colpisce di piú è che tale attenzione nasce da una dimenticanza. Le lacrime un tempo erano frequenti, tanto in pubblico quanto in privato. Nella Roma antica fornivano un ausilio imprescindibile al politico, erano l'arma preferita degli oratori e il mezzo con cui distinguersi dal volgo. Contribuivano anche a veicolare i presagi riguardanti la città. Le lacrime, insomma, scorrevano abbondanti tra i romani. Gli imperatori, il popolo, i senatori, i soldati piangono. I dibattiti pubblici, i processi, le ambasciate, tutto è pretesto per riversare emozioni. Piú dei greci, che già piangevano abbastanza, i romani hanno la lacrima facile. Essi vengono spesso dipinti come conquistatori spietati (e lo erano). Ma se ne mostrano troppo poco i momenti di fragilità. Cosí la (cattiva) reputazione dei romani ha scoraggiato finora qualunque ricerca generale sulle lacrime, mentre i lamenti degli eroi greci hanno fatto versare fiumi d'inchiostro. In questa storia della forza romana al rovescio bisogna accettare di non riconoscersi, di rimanere spaesati. I comportamenti sociali dei romani, tanto spesso punteggiati di lacrime, ci disorientano. Ma fare un passo di lato permette di vedere piú chiaro.

Dove fanno la cacca gli umani?
0 0 0
Modern linguistic material

Alvisi, Gigliola <1963->

Dove fanno la cacca gli umani? / Gigliola Alvisi ; illustrazioni di Maria Luisa di Gravio

Il Battello a vapore, 2020

Abstract: C'è una cosa che Cesare, un dolce cucciolo di cane, non capisce: perché gli umani non vanno al parco a fare i loro bisogni come tutti i cani? Quando i suoi padroni portano a casa un cucciolo di poche settimane, che invece di abbaiare fa degli strani strilli, Cesare scoprirà qualcosa di strabiliante!

La rivoluzione incompiuta di Einstein
0 0 0
Modern linguistic material

Smolin, Lee <1955->

La rivoluzione incompiuta di Einstein : la ricerca di ciò che c'è al di là dei quanti / Lee Smolin ; traduzione di Simonetta Frediani

Einaudi, 2020

Abstract: Con questo libro, Lee Smolin ci fa avanzare di un passo verso la soluzione di una delle piú grandi controversie scientifiche della nostra epoca. La fisica quantistica è la punta di diamante della scienza moderna, la base della nostra comprensione degli atomi, della radiazione e di molto altro, dalle particelle elementari alle forze fondamentali e al comportamento della materia. Da ormai un secolo, tuttavia, è anche una teoria estremamente problematica, attraversata da profondi disaccordi interni, strani paradossi e implicazioni spesso fantasiose. Che si tratti del gatto di Schrödinger, una creatura al tempo stesso viva e morta, o della credenza che il mondo non esista indipendentemente dalle nostre osservazioni, la teoria quantistica mette in dubbio i nostri assunti fondamentali sulla realtà. Ne La rivoluzione incompiuta di Einstein , il fisico teorico Lee Smolin sostiene provocatoriamente che i problemi che hanno tormentato sin dall'inizio la disciplina sono irrisolvibili per la semplice ragione che la teoria è incompleta. Vi è molto altro che attende di essere scoperto. Il nostro compito – se vogliamo avere risposte semplici alle domande semplici che ci poniamo sull'universo in cui viviamo – deve essere quello di andare al di là della meccanica quantistica arrivando a una descrizione sensata del mondo su scala atomica. ln questo libro vivace e accessibile, Smolin ci guida in un viaggio tra gli elementi essenziali della fisica quantistica, come tra le storie degli esperimenti e dei protagonisti che hanno trasformato la nostra comprensione dell'universo, affrontando enigmi e dilemmi forte di una visione improntata a una buona dose di realistico buon senso. Se vogliamo avere qualche speranza di completare la rivoluzione che Einstein iniziò quasi un secolo fa, abbiamo bisogno di una teoria che offra una descrizione completa della natura.

I guerrieri delle maree
0 0 0
Modern linguistic material

Doyle, Catherine <1990->

I guerrieri delle maree / Catherine Doyle ; traduzione di Simona Brogli

Mondadori, 2020

Abstract: Fionn Boyle è il Custode delle Tempeste da cinque mesi, quando terrificanti orde di PredaAnime invadono Arranmore. I seguaci della temuta strega Morrigan sono giunti per farla risorgere e il ragazzo, prescelto per essere il difensore dell'isola, non ha il potere di fermarli: la magia lo ha abbandonato e questa volta il nonno, la cui memoria si fa sempre più labile, non può aiutarlo. Fionn è convinto di avere un'unica speranza: ritrovare il perduto esercito di Tritoni di Dagda. Ma ormai da secoli non si crede più che le feroci creature marine dalla pelle blu e i denti di squalo esistano, e nessuno è disposto a fidarsi di lui. Fionn però non si dà per vinto. E mentre gli abitanti dell'isola si preparano alla battaglia per salvare Arranmore, si lancerà con gli amici Shelby e Sam in una disperata lotta contro il tempo alla ricerca dei leggendari guerrieri. Il destino del mondo grava sulle sue spalle e, senza magia, dovrà fare appello a tutto il suo coraggio.

Super Burp
0 0 0
Modern linguistic material

Osbourne, Philip

Super Burp : l'inizio dell'avventura : [scuola puzzona] / Philip Osbourne ; illustrazioni di Roberta Procacci ; fumetto di Beezzz Studio

Zona franca, 2020

Abstract: Il terribile Preside Walter vorrebbe degli studenti ubbidienti e rispettosi delle sue folli regole. Quando, insieme all'aiuto del cugino Steve Pops, riesce ad inventare una bibita che trasforma gli alunni in esseri senza cervello, pensa di aver realizzato il sogno della sua vita, ma non ha fatto i conti con Super Burp...

Da Minosse a Omero
0 0 0
Modern linguistic material

Godart, Louis <1945->

Da Minosse a Omero : genesi della prima civiltà europea / Louis Godart

Einaudi, 2020

Abstract: Piú seducenti di una leggenda, piú icastiche di un mito, le ipotesi scientifiche di Godart trasformano il nostro sguardo su ciò che credevamo di conoscere. L'Egeo è il mare su cui sta l'Arcipelago in cui si scrive, come una profezia, l'origine dell'Occidente. Oltre che per lo splendore di mare e isole, all'Egeo si ritorna con quell'idea non dichiarata di rifare un percorso verso le fonti da cui proveniamo e verso l'irriducibile differenza che ci ha generato. Louis Godart inizia il suo viaggio antichissimo da storie che si svolgono fra Ottocento e Novecento e che hanno per protagonisti Heinrich Schliemann, Arthur John Evans e Michael Ventris, che attraverso gli scavi di Troia, Micene, Cnosso e la decifrazione della Lineare B hanno restituito alla storia i mondi scomparsi dell'epopea omerica. Dalle vicissitudini di questi uomini, dalla loro passione individuale, Louis Godart, con un itinerario fondato su fonti archeologiche anche di prima mano, parte alla scoperta delle antiche radici della storia dell'Egeo. Dal Paleolitico si arriva fino alla glittica del Bronzo Antico e alle statuette cicladiche, primissima, insuperata testimonianza della venerazione per la dea madre che attraversa tutto il Mediterraneo. Da qui si continua con le tracce delle nove città di Troia e con un'ipotesi per quella di Priamo, e poi ancora con il complesso della civiltà cicladica, al cui centro sta l'evento distruttivo e capitale dell'esplosione del vulcano di Santorini, che distrugge la città di Thera, ne conserva le pitture murali, come in una Pompei cicladica, e forse fonda il mito non tramontato di Atlantide. E poi Creta, che in questo libro splende piú che mai al centro di un Mediterraneo fitto di traffici che vanno dall'interno del continente asiatico attraverso le coste dell'attuale Siria fino all'Egitto dei Faraoni. Un'isola di cui si seguono le ragioni possibili del passaggio dalla civiltà palaziale minoica, figurata nel mito di Minosse, a quella piú concreta e mercantile, ma ugualmente raffinata, dei greci micenei, il transito dallo Stato minoico a quello miceneo. Creta e l'Egeo, la loro cultura, l'apparizione della scrittura , i luoghi di culto, i poteri, i commerci, gli scambi e i miti, vengono scolpiti da Louis Godart in questo libro come crocevia di mondi fra oriente e occidente, come luogo di trasformazioni, di guerre e certamente di rapine, un universo di conflitti che portarono per vie affini all'epopea di Gilgameš come a quelle dell' Iliade e dell' Odissea .

Bjorn il morfirio
0 0 0
Modern linguistic material

Lavachery, Thomas <1966->

Bjorn il morfirio / Thomas Lavachery ; disegni dell'autore ; traduzione di Simona Mambrini

Gallucci, 2020

Abstract: Nell'inverno dell'anno 1065 la neve, il nemico più temibile, decide di impossessarsi degli uomini: legioni di fiocchi giganti si abbattono sul regno di Fizzland seppellendo i villaggi vichinghi, con l'obiettivo di far morire gli abitanti e appropriarsi delle loro anime. Per sfuggire al "Demone bianco", Bjorn e la sua famiglia si rintanano in casa preparandosi a un assedio che rischia di protrarsi per mesi. Sottoposti a questa terribile prova, alcuni mostrano coraggio e abnegazione, altri rivelano il proprio egoismo o cadono in preda alla follia. Bjorn invece subisce una metamorfosi: da ragazzo timido e pauroso, mingherlino e maldestro con le armi, diventa all'improvviso un irriducibile guerriero. Si è forse trasformato in un "morfirio", la specie più rara di eroi nordici? Il primo a dubitarne è lui stesso

Piccole storie che fanno bene
0 0 0
Modern linguistic material

Brun-Cosme, Nadine <1960-> - Fouquier, Elsa <illustratrice>

Piccole storie che fanno bene / testo Nadine Brun Cosme ; illustrazioni Elsa Fouquier

Emme, 2020

Abstract: All’improvviso Leo si rende conto che sta pedalando da solo, che nessuno lo tiene. Gli sembra di volare, come il primo giorno in cui si è tuffato in acqua. Si sente grande. Si sente forte. E allora grida: “Sono pronto! Uno, due, tre… Via!” Quattro belle storie divertenti e positive, che aiutano il bambino a crescere fiducioso. Un libro che rende più bella la vita!

Selfie
0 0 0
Modern linguistic material

Stanghellini, Giovanni <1960->

Selfie : sentirsi nello sguardo dell'altro / Giovanni Stanghellini

Feltrinelli, 2020

Abstract: Nell'epoca dei selfie riusciamo ad essere sicuri della nostra identità solo attraverso lo sguardo degli altri: sono visto dunque sono. Un'analisi allarmante di come sta cambiando il nostro rapporto con il corpo e con l'immagine di noi stessi. Ciascuno di noi ha due corpi, forse addirittura tre. Noi possiamo avere un'esperienza diretta e immediata del nostro corpo, possiamo "sentirlo": la carne è l'oggetto di questo sentire. Ma possiamo fare esperienza del nostro corpo anche "vedendolo" dall'esterno, come quando ci guardiamo in uno specchio oppure rappresentati in una fotografia. L'equilibrio fra queste due modalità garantisce una buona esperienza del nostro corpo e quindi una buona base per costituire la nostra identità. È grazie a questa proporzione che possiamo sentirci, e soprattutto possiamo sentire le nostre emozioni, che ci radicano in noi stessi e nel mondo. Esiste anche una terza modalità di fare esperienza del nostro corpo: sentirlo quando è oggetto dello sguardo altrui. È quello che succede quando scattiamo un selfie. L'equilibrio va in pezzi e, improvvisamente, abbiamo bisogno di una mediazione esterna per assicurarci della nostra identità. A garantirla è il pubblico: solo l'altro, colui che si trova altrove, può esserne il testimone. 'Videor ergo sum' - sono visto dunque sono. Giovanni Stanghellini dimostra che il selfie è il sintomo di un'epoca in cui omologazione culturale, sociale, identitaria e corporea vanno di pari passo. Sviluppare un rapporto diretto, singolare e necessariamente complesso con il nostro corpo, con la carne, è sempre più difficile. Così cediamo a un rapporto mediato e posticcio con l'immagine di noi stessi che ci restituisce uno sguardo estraneo, che valutiamo molto più del nostro.

Storie dei miti greci
0 0 0
Modern linguistic material

McCaughrean, Geraldine <1951->

Storie dei miti greci / Geraldine McCaughrean, Emma Clichester Clark

Fabbri, 2020

Abstract: Le storie della mitologia greca raccontate da una tra le più note autrici per ragazzi. Una raccolta illustrata per scoprire le avventure di Apollo, Perseo, Teseo, Ulisse e tanti altri personaggi intramontabili che hanno incantato i lettori di ogni tempo.

I calzini!
0 0 0
Modern linguistic material

Gilly <regista e illustratore>

I calzini! / [illustrazioni di Gilly]

DeAgostini, 2020

Abstract: Henry è un bimbo curioso di cinque anni che adora scoprire e imparare cose nuove. Sfoglia le pagine di questo libro e incontra insieme a lui ...i calzini e un mondo di altri oggetti e animali!

Il numero 3!
0 0 0
Modern linguistic material

Gilly <regista e illustratore>

Il numero 3! / [illustrazioni di Gilly]

DeAgostini, 2020

Abstract: Henry è un bimbo curioso di cinque anni che adora scoprire e imparare cose nuove. Sfoglia le pagine di questo libro e incontra insieme a lui ...il 3 e tutti i suoi amici numeri!

La leggenda della clessidra
0 0 0
Modern linguistic material

Stilton, Tea <personaggio>

La leggenda della clessidra / Tea Stilton

Piemme, 2020

Abstract: Cinque principesse, cinque animali magici, una missione: salvare Incanto! I nemici di Incanto hanno sferrato il loro attacco finale, rubando la preziosa Clessidra del Tempo. Se le Cinque Guardiane non riusciranno a recuperarla, il loro legame con il Potere di Incanto verrà spezzato... per sempre!

Il rosso!
0 0 0
Modern linguistic material

Gilly <regista e illustratore>

Il rosso! / [illustrazioni di Gilly]

DeAgostini, 2020

Abstract: Henry è un bimbo curioso di cinque anni che adora scoprire e imparare cose nuove. Sfoglia le pagine di questo libro e incontra insieme a lui ...il rosso e tutti i suoi amici colori!

Quando il grande spirito parlò
0 0 0
Modern linguistic material

Livio, Simona <1974->

Quando il grande spirito parlò / Simona Livio

Bookabook, 2019 (stampa 2020)

Abstract: Aruk e Akim vivono in una piccola tribù indiana alle pendici delle Grandi Montagne. Fra le prime battute di caccia e i sogni a occhi aperti sul futuro, l’adolescenza dei due fratelli trascorre felice nella serenità del villaggio. Ma una minaccia oscura sta per abbattersi sul loro popolo: un demone che porterà con sé morte e distruzione, e che da settimane infesta i sogni dei due ragazzi. Solo l’aiuto degli spiriti potrà salvarli, guidandoli attraverso un percorso pieno di pericoli, alla ricerca della salvezza della loro tribù e alla scoperta di se stessi.