Mondadori università <marchio editoriale>

(Ente)

Thesaurus

Found 133 documents.

Related search results: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Azimut
0 0 0
Collections

Azimut

Mondadori università

Azimut. Sezione umanistica
0 0 0
Collections

Azimut. Sezione umanistica

Mondadori università

Manuali
0 0 0
Collections

Manuali

Mondadori università

Cinema
0 0 0
Modern linguistic material

Campari, Roberto

Cinema : generi, tecniche, autori / Roberto Campari

[Milano] : Mondadori università, 2002

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0
Scienza e filosofia
0 0 0
Collections

Scienza e filosofia

Mondadori università

Sussidiarietà e ...
0 0 0
Collections

Sussidiarietà e ...

Fondazione per la sussidiarietà ; Mondadori università

Sussidiarietà e ... istruzione e formazione professionale
0 0 0
Modern linguistic material

Sussidiarietà e ... istruzione e formazione professionale : rapporto sulla sussidiarietà 2010 / a cura di Carlo Lauro, Elena Ragazzi

Milano : Mondadori università, 2010

Abstract: La Fondazione per la Sussidiarietà, in collaborazione con il CERIS-CNR (Istituto di ricerca sull'impresa e lo sviluppo del Centro Nazionale Ricerche), ha elaborato il quinto Rapporto sulla Sussidiarietà, dedicato quest'anno al tema Sussidiarietà e Istruzione e Formazione Professionale.

Minerva manuali
0 0 0
Collections

Minerva manuali

Mondadori università; Università degli studi di Roma La Sapienza.

Minerva saggi
0 0 0
Collections

Minerva saggi

Mondadori università : Università degli studi di Roma La Sapienza

Storia della letteratura inglese
0 0 0
Monographs

Sanders, Andrew <1946->

Storia della letteratura inglese / Andrew Sanders ; a cura di Anna Anzi

[Milano] : Mondadori università

Storia e testi della letteratura italiana
0 0 0
Monographs

Storia e testi della letteratura italiana / Giulio Ferroni ... [et al.]

[Milano] : Mondadori università

Fuori di testa
0 0 0
Modern linguistic material

Meini, Cristina

Fuori di testa : le basi sociali dell'io / Cristina Meini

Mondadori università, 2012

Abstract: Come arriviamo a conoscere? In che modo le tecnologie della conoscenza modificano la nostra mente? Come arriviamo a formulare giudizi e a prendere decisioni? Come funziona il linguaggio? E quali sono i suoi rapporti con il pensiero? Come comprendiamo gli altri? Come si fissano e come si richiamano i ricordi? Esiste l'io, o è soltanto un'illusione? Siamo veramente liberi nelle nostre azioni, o soltanto sogniamo di esserlo? A queste domande, che la filosofia si pone da sempre, le scienze cognitive e le neuroscienze danno oggi risposte inedite e sempre più articolate. Oggi cominciamo a comprendere le basi neurali del ragionamento, della coscienza, delle emozioni e il loro rapporto con la genesi del mondo sociale e spirituale. Si sono ormai poste le basi per una nuova visione dell'essere umano nelle sue articolazioni cognitive, emotive e comportamentali. Il tema dell'identità personale è al centro della riflessione filosofica e psicologica. Come si costituisce il nostro senso di noi stessi? Qual è il ruolo della relazione sociale, del linguaggio, della cultura nella costruzione del nostro io? Fino a che punto la tradizione filosofica nata con Cartesio è messa in discussione dalle scoperte della scienza della mente contemporanea?

Immaginazione e memoria
0 0 0
Modern linguistic material

Oliverio, Alberto <1938->

Immaginazione e memoria : fantasia e realtà nei processi mentali / Alberto Oliverio

Mondadori università, 2013

Abstract: Immagini, fantasia, memoria sono da sempre oggetto di riflessione e teorie. Oggi, grazie alla possibilità di visualizzare i territori cerebrali, le neuroscienze ci dicono che i confini fra questi processi mentali sono spesso incerti e variabili. Riteniamo che le esperienze lascino una traccia obiettiva e immutabile nella mente, ma esiste invece un lavorio sotterraneo, prevalentemente inconscio, che rimodella di continuo i nostri ricordi e le nostre percezioni: memoria e immaginazione si intrecciano e si sovrappongono nella vasta popolazione di immagini che brulica nelle trame nervose del cervello. Non esiste, dunque, una memoria priva di quanto la nostra mente immagina sui propri ricordi, così come non esiste un'immaginazione pura che nasce dal nulla. Il continuo bombardamento d'immagini al quale siamo sottoposti rende poi incerti anche i confini tra esperienze dirette e mediate; la nostra capacità di discriminare tra ciò che è vissuto o fruito in modo virtuale è messa a dura prova. Il divario tra il potere della parola e quello dell'immagine si va via via allargando e la memoria - sia individuale sia collettiva - è ormai colonizzata da immagini. Al di là di ogni demonizzazione, oggi è dunque cruciale capire in quali modi si costruisce la nostra mente: l'immaginario è infatti importante, ma lo è ancor più l'immaginare, compiere cioè un lavoro mentale attivo che è alla base della creatività.

Didattica speciale
0 0 0
Modern linguistic material

Martinelli, Mario <1954->

Didattica speciale : insegnare a persone con disabilità, difficoltà e svantaggi / Mario Martinelli

Mondadori università, 2015

Abstract: Il volume è una riflessione sull'integrazione e sull'insegnamento alle persone con disabilità, difficoltà e svantaggi nelle scuole di ogni ordine e grado, così come nel più vasto ambito di integrazione sociale. Esso si occupa di chiarire il concetto stesso di didattica speciale e le sue caratteristiche, precisare i rapporti con le altre scienze pedagogiche e delineare l'implementazione di pratiche didattiche finalizzate al lavoro comune di tutti gli allievi nelle comunità di appartenenza. Affronta, inoltre, il problema della valutazione, della sua funzione e delle difficoltà di attuazione. Nella sezione antologica vi è la riproduzione di brani di autori classici, cui si sono aggiunti alcuni interventi di autori contemporanei, per favorire il confronto e la riflessione del lettore.

L'anatomia della violenza
0 0 0
Modern linguistic material

Raine, Adrian

L'anatomia della violenza : le radici biologiche del crimine / Adrian Raine ; traduzione di Valentina Stagnaro

Mondadori Università, 2016

Abstract: Come mai fra i responsabili di certi terribili omicidi figurano anche rampolli di buona famiglia? Esistono davvero delle persone "nate per uccidere"? Se così fosse, in che modo potremmo identificarle e curare preventivamente la loro predisposizione alla criminalità? Da oltre trent'anni, Adrian Raine cerca di dare una risposta a queste domande, avventurandosi in ricerche pionieristiche volte a indagare le basi "biologiche" della violenza. In questo libro, l'autore presenta un numero sempre crescente, e sempre più sconvolgente, di prove che dimostrano come i geni e l'ambiente influenzino e plasmino la mente criminale, e come determinate caratteristiche apparentemente innocue, ad esempio una bassa frequenza cardiaca a riposo, possano essere in realtà sintomatiche di un'indole violenta. Grazie ad esperimenti geniali, a dati sorprendenti e a casi di studio impressionanti, Raine analizza lucidamente i delicati problemi etici sollevati dalla neurocriminologia in merito alla prevenzione del crimine e alle pene da comminare.

Libri per la comunicazione
0 0 0
Collections

Libri per la comunicazione

Mondadori informatica poi: Mondadori università

FM
0 0 0
Collections

FM : forma mentis

Mondadori università

A short history of English literature
0 0 0
Monographs

Cattaneo, Arturo <1951->

A short history of English literature / Arturo Cattaneo

Mondadori università, 2011

Storia della letteratura italiana
0 0 0
Monographs

Ferroni, Giulio <1943->

Storia della letteratura italiana / Giulio Ferroni

Mondadori università, 2012-2013

La mafia come metodo
0 0 0
Modern linguistic material

Tranfaglia, Nicola <1938->

La mafia come metodo / Nicola Tranfaglia ; con la collaborazione di Teresa de Palma

[Nuova ed.]

Mondadori università, 2012

Abstract: Nel 1991, un anno prima delle stragi di Capaci e di via d'Amelio, era già chiaro, per chi avesse la lucidità necessaria, che la mafia, o, meglio, le mafie italiane, avevano un metodo di comportamento che si stava espandendo nelle istituzioni politiche e nella società civile dell'Italia contemporanea e che la reazione dello Stato si era dimostrata, fino a quel momento, debole e inefficace. Quello che sta accadendo ora appare come la conseguenza di una lunga coabitazione tra mafia e politica che è destinata a durare ancora fino a quando lo Stato non debellerà il fenomeno mafioso. Ma questo tentativo è davvero in corso? L'autore ha molti dubbi al riguardo e sente il bisogno di rievocare quello che è successo nei primi centocinquant'anni dell'Italia unita, riandando sommariamente al periodo che precede l'unificazione nazionale, indicando le conquiste e le contraddizioni delle numerose commissioni parlamentari di inchiesta, le battaglie e le sconfitte dei magistrati, le stragi terribili degli anni ottanta e novanta. È una storia che ha segnato la nostra Italia, e ancora continua a segnarla, in maniera indelebile.