Fandango libri <casa editrice>

(Ente)

Thesaurus

Found 580 documents.

Related search results: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Sirley
0 0 0
Modern linguistic material

Amoruso, Elisa <1981->

Sirley / Elisa Amoruso

Fandango libri, 2020

Abstract: È il 1989. Nina ha undici anni e una famiglia incasinata, il padre e la madre litigano sempre, Lorenzo – suo fratello minore –, quando si arrabbia, diventa un pericolo. Dal centro di Roma si ritrova catapultata in un quartiere di periferia, fatto di palazzoni, ragazzi sui motorini e prati bruciati. Anche la scuola è diversa, non ci sono le maestre ma le suore, non ha neanche un amico. Ma un incontro improvviso stravolge tutto, come una tempesta: ha tredici anni, abita nel palazzo di fronte, è mulatta e balla la lambada. Il suo nome è Sirley, viene dalla Guyana francese, in Sud America, e ha un sogno ambizioso: interpretare la Madonna nella processione di quartiere. Tra le due nasce un legame intenso, fortissimo, che porterà Nina a perdere finalmente il controllo, e a scoprire il suo posto non solo nel mondo, ma nel cuore della sua famiglia. Un romanzo di formazione tenero e avvincente, due protagoniste irresistibili, il racconto di come il desiderio plasma e trasforma l’infanzia in adolescenza.

Rusty Brown
0 0 0
Modern linguistic material

Ware, Chris <1967->

Rusty Brown / [Chris Ware]

Coconino : Fandango, 2020

Abstract: Rusty Brown, un timido scolaretto ossessionato dai supereroi. Chalky White, il compagno di scuola. Sua sorella Alison. Jason Lint, il bullo che li tormenta. Woody Brown, il padre, e Joanne Cole, la loro insegnante. Sei personaggi in cerca d'autore sullo sfondo di una popolosa città del Nebraska. Ware racconta ognuna delle loro storie dall'inizio alla fine, dai momenti formativi ai più trascurabili dettagli, cesellando un'epopea che è al tempo stesso banale e straordinaria, spassosa e straziante, in ogni caso eroica.

L'insaziabile
0 0 0
Modern linguistic material

Petrucci, Michele <1973->

L'insaziabile / Michele Petrucci

Coconino : Fandango, 2020

Abstract: La sua fame era inspiegabile e mostruosa. Come una malattia prodigiosa, maledisse la sua vita ma ne rese memorabile il destino. Michele Petrucci racconta la storia vera di Tarrare, L'insaziabile, l'uomo più vorace al mondo. Dalle peripezie come fenomeno da baraccone, nella Parigi dell'assalto alla Bastiglia, alle gesta nell'esercito rivoluzionario, dove con le sue singolari doti cercò di infiltrare le linee nemiche. E ancora, i vagabondaggi per la campagna francese e i ricoveri nei sanatori dove divenne oggetto di sbalorditi resoconti clinici. Un'opera narrativa avvincente, tra Freaks e Barry Lyndon. Il ritratto di un personaggio enigmatico e dolente che sembra aver incarnato gli appetiti di un'intera epoca.

La rosa più rossa si schiude
0 0 0
Modern linguistic material

Strömquist, Liv <1978->

La rosa più rossa si schiude / Liv Strömquist ; traduzione di Samantha K. Milton Knowles

Fandango libri, 2020

Abstract: Perché Leonardo di Caprio non si è mai innamorato? È la società consumistica che ci ha trasformati in eterni consumatori, dove la razionalità ha preso il posto dei sentimenti. Una riflessione ironica, ma attenta, sui cambiamenti dei nostri tempi e sull’ evoluzione dell’amore oggi.

Bunny
0 0 0
Modern linguistic material

Awad, Mona <1978->

Bunny / Mona Awad ; traduzione di Chiara Brovelli

Fandango libri, 2020

Abstract: Samantha Heather Mackey è un'assoluta outsider alla Warren University dove frequenta un corso iperselettivo di scrittura creativa. La fantasia di Samantha è molto più cupa di quella della maggior parte degli studenti del suo anno, tanto più quando si tratta del gruppetto di ragazze ricche e vestite di colori pastello che incontra sempre a lezione. Tra loro si chiamano Bunny, "coniglietta", e passano il tempo a mangiare mini cupcake, a dirsi l'un l'altra quanto siano straordinarie e a darsi abbracci di gruppo: sembrano la reincarnazione zuccherosa di Piccole donne e ignorano strenuamente Samantha. Ma tutto sembra cambiare quando un giorno la protagonista riceve l'invito a un loro riservatissimo party e decide di andare piantando in asso Ava, una caustica ex studentessa d'arte che detesta tutto quello che riguarda la Warren e che è anche la sua unica amica. Da quando si sono conosciute, loro due hanno passato ogni singolo giorno insieme, partecipando come coppia al corso di tango e ballando sul tetto della casa di Ava. Ma quando Samantha varcherà la soglia che conduce al mondo Bunny, tutto prenderà una piega imprevista e la protagonista verrà a conoscenza dei "rituali" che trasformano delle placide studentesse in creature mostruose.

Ombelico infinito
0 0 0
Modern linguistic material

Shaw, Dash <1983->

Ombelico infinito / Dash Shaw ; traduzione di Francesco Pacifico

Coconino Press : Fandango, 2020

Abstract: Commedia che segue le avventure disfunzionali della famiglia Loony. Dopo 40 anni di matrimonio, Maggie e David Loony scioccano i loro figli con il loro annuncio di un divorzio pianificato, che provoca un tentativo di ricongiungimento familiare durante una settimana nel corso di una settimana da trascorrere nella casa di villeggiatura. In un periodo di sei giorni ricco di avvenimenti, la famiglia vive una difficile quotidianità, ignorando spesso ciò che la circonda e consumata dai propri conflitti quotidiani.

Us
0 0 0
Modern linguistic material

Cocchi, Michele <1979->

Us / Michele Cocchi

Fandango libri, 2020

Abstract: Tommaso ha 16 anni e da 18 mesi non esce di casa, quasi non esce dalla sua stanza, è quello che gli psicologi chiamano hikikomori, letteralmente “chi si è ritirato, chi sta in disparte”. Da un giorno all’altro, ha abbandonato il basket, la scuola, le sue passioni e ormai passa il tempo a guardare video di vecchie partite NBA e a giocare ai videogame. C’è un gioco in particolare intorno a cui organizza le sue giornate, è il suo unico appuntamento fisso. Si chiama Us, noi in inglese: il gioco forma squadre da tre giocatori e le impegna in 100 campagne in un anno, una al giorno, vince la squadra che le completa per prima restando unita. L’avatar di Tommaso si chiama Logan e la sua testa è un teschio, insieme a lui giocano Rin che è una ragazza e assomiglia a un manga giapponese e Hud che sembra uscito da un videogame sparattutto. I tre non si conoscono, non possono parlare di sé, lo dicono le regole, ma diventano amici. Us ogni giorno propone loro una missione “storica”, ogni giorno li mette dalla parte delle vittime o dei carnefici, dalla parte delle Farc in Colombia, dei nazisti in Germania, di Mandela in Sudafrica, ogni giorno devono capire come arrivare alla fine avendo sotto gli occhi i massacri del ’900. Ogni giorno avranno qualcuno da salvare e qualcuno da eliminare. La Storia però può essere feroce e comportarsi da eroi non sempre è possibile, ammesso che eroe sia chi esegue gli ordini.

Sarah
0 0 0
Modern linguistic material

Piccinni, Flavia <1986-> - Gazzanni, Carmine <1989->

Sarah : la ragazza di Avetrana / Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni

Fandango libri, 2020

Abstract: 26 agosto 2010. In Salento, una giovane scompare. È una ragazza bionda, silenziosa, misteriosa. Si chiama Sarah Scazzi. L’Italia intera rimane sconvolta: cosa può essere successo a una quindicenne dall’aria così innocente? Molte saranno le ipotesi che si alterneranno durante i quarantadue giorni di ricerca. Ipotesi che sveleranno intimi segreti e rancori taciuti, arrivando a costruire un incredibile reality show dell’orrore e del grottesco in salsa pugliese. Avetrana, il paese dove tutto si svolge, ne sarà l’inaspettato set a cielo aperto. Le indagini porteranno prima alla confessione dello zio della ragazza, Michele Misseri, e quindi alla condanna all’ergastolo della zia e della cugina di Sarah, Cosima Serrano e Sabrina Misseri, che negli anni hanno continuato a dichiararsi innocenti. Eppure, come rivelano i due autori, la tragicommedia salentina – divenuta il primo processo mediatico del nostro paese – nonostante confessioni e condanne non può ancora dirsi risolta. Nel segno di A sangue freddo di Truman Capote e de L’avversario di Emmanuel Carrère, il libro ha la forma di un romanzo verità ambizioso e spietato, dallo stile insieme lirico e tagliente, che alla precisa ricostruzione di ciò che è accaduto – e, piuttosto, di ciò che è stato deliberatamente taciuto – unisce una riflessione sul male e sulla sua spettacolarizzazione, sulle conseguenze delle proprie azioni e su quanto siamo disposti a sacrificare per le persone che amiamo.

Alberto Sordi
0 0 0
Modern linguistic material

Governi, Giancarlo <1939->

Alberto Sordi : storia di un italiano / Giancarlo Governi

Fandango libri, 2020

Abstract: "Mi dispiace, ma io so' io, e voi non siete un cazzo!" La celebre battuta del Marchese del Grillo, entrata immediatamente nell'immaginario collettivo, non potrebbe essere più lontana dalla personalità di Alberto Sordi, un uomo affabile, che aveva una straordinaria voglia di scherzare, di spiazzare l'interlocutore, di trovare sempre il lato debole delle cose e delle persone. Nei suoi innumerevoli personaggi ha incarnato e portato alla ribalta tutti i tipi dell'italiano, tratteggiandoli non solo con l'interpretazione ma anche con una cascata di colpi di genio. Sordi studiava personalmente le connotazioni esteriori dei suoi personaggi, il modo di vestire, il modo di camminare, il modo di pettinarsi, perfino l'attaccatura e la foggia dei capelli per far capire allo spettatore che tipo fosse: un cretino, un sognatore, un ingenuo, un furbo, un criminale, un povero cristo. Voleva rappresentare sulla scena la vita reale di un'Italia in rapida trasformazione, prima allegra negli anni Cinquanta e Sessanta del boom economico, poi tragica ai tempi del terrorismo, negli anni Settanta, e lo smarrimento degli anni successivi. La sua Storia di un italiano andò in onda su Rai2, tra il 1979 e il 1989, ottenendo un successo clamoroso. Giancarlo Governi lo ha accompagnato per due anni in questa avventura di selezione e montaggio, lavorando con il grande attore ogni giorno e parlando con lui di tutto: della Roma e della Lazio, del rapimento di Aldo Moro, del passato e del presente, di Mussolini e di Andreotti, di De Sica, di Fellini e di Totò. Ma con la sua Storia di un italiano Alberto Sordi ha raccontato soprattutto la storia d'Italia e del costume, il fascismo, la guerra, la ricostruzione, il boom e la crisi di un Paese. Quel che Giancarlo Governi oggi ci racconta, è l'opera colossale con cui Sordi ha voluto raccontare il suo tempo, attraverso i suoi film, un patrimonio che fa parte del "tesoro sordiano" custodito nel Museo a lui dedicato.

Quasi
0 0 0
Modern linguistic material

Larcenet, Manu <1969->

Quasi / Manu Larcenet

Coconino press : Fandango, 2020

Abstract: Sono passati vent’anni da quando il servizio militare obbligatorio è stato abolito in Francia, quindici nel nostro Paese. In questo graphic novel Manu Larcenet, uno dei maestri del fumetto contemporaneo, ci racconta la sua esperienza giovanile da soldato. E la definisce senza mezzi termini “un giro all’inferno”. Con stile asciutto e con un evocativo disegno in bianco e nero, l’autore descrive quello che è stato il suo incubo quotidiano: una vita in caserma fatta di obblighi insensati, punizioni assurde ed esplosioni di violenza.

Cinque
0 0 0
Modern linguistic material

Truppi, Giovanni

Cinque / Giovanni Truppi

Coconino Press : Fandango, 2020

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Cinque canzoni, in un cd che espande l’universo narrativo e musicale di Poesia e Civiltà, l’ultimo lavoro discografico di Giovanni Truppi. Nuove interpretazioni e brani inediti in collaborazione con Calcutta, Niccolò Fabi, Brunori Sas e La Rappresentante di Lista. Cinque storie a fumetti, realizzate da Fulvio Risuleo e Antonio Pronostico, Pietro Scarnera, Cristina Portolano, Mara Cerri, Zuzu. Come dei videoclip disegnati, una trasposizione per immagini delle suggestioni dei brani contenuti nell’album.

L'amore ai tempi del petrolio
0 0 0
Modern linguistic material

al Sa'dawi, Nawal <1931->

L'amore ai tempi del petrolio / Nawal al-Sa'dawi ; traduzione dall'arabo di Stefania Dell'Anna

Fandango libri, 2020

Eichmann
0 0 0
Modern linguistic material

Massini, Stefano <1975->

Eichmann : dove inizia la notte : un dialogo fra Hannah Arendt e Adolf Eichmann / Stefano Massini

Fandango libri, 2020

Abstract: Nel 1960 viene arrestato in Argentina Adolf Eichmann, il gerarca nazista responsabile di aver pianificato, strutturato e dunque reso possibile lo sterminio di milioni di ebrei. Dai verbali degli interrogatori a Gerusalemme, dagli atti del processo, dalla storiografia tedesca ed ebraica oltre che dai saggi di Hannah Arendt, Stefano Massini trae questo dialogo di feroce, inaudita potenza. Il testo è un atto unico, un’intervista della stessa Arendt a colui che più di tutti incarna la traduzione della violenza in calcolo, in disegno, in schema effettivo. In un lucidissimo riavvolgere il nastro, Eichmann ricostruisce tutti i passaggi della sua travolgente carriera, dagli albori nella piccola borghesia travolta dalla crisi fino all’ebbrezza del potere, con Hitler e Himmler raccontati come mai prima, fra psicosi e dolori addominali, in un tripudio di scuderie, teatri e salotti. Da una promozione all’altra, in un crescendo di poltrone, prestigio e denaro, si compone lentamente il quadro della Soluzione Finale, qui descritta nel suo aspetto più elementare di immane macchina organizzativa: come si sperimentò il gas? Quando fu deciso (e comunicato) l’inizio dello sterminio? Come si gestiva in concreto l’orrore di Auschwitz? Ed ecco prendere forma, passo dopo passo, una prospettiva spiazzante: Eichmann non è affatto un mostro, bensì un uomo spaventosamente normale, privo di alcun talento se non quello di trarsi d’impaccio, capace di stupire più per la bassezza che per il genio. Incalzato dalle domande della filosofa tedesca, egli si rivela il ritratto squallidissimo dell’arrivismo, della finzione, del più bieco interesse personale, ma niente di più. È mai possibile che l’uomo più temuto da milioni di deportati, il cui solo nome incuteva terrore, fosse un essere così vicino all’uomo medio? Contraddittorio, superficiale, perfino goffo, Eichmann assomiglia a noi più di quanto si possa immaginare. Ma è proprio qui, in fondo, che prende forma il male: nella più comune e insospettabile piccolezza umana.

Stupidi e contagiosi
0 0 0
Modern linguistic material

Za, Giovanni <1978->

Stupidi e contagiosi : antologia di sogni e desideri di media-borghesia tardonovecentesca / Giovanni Za

Fandango libri, 2020

Abstract: L'autore ci racconta le avventure tragicomiche di un gruppo di liceali prossimi alla maturità. Era l'obiettivo numero uno. Spaventare non piacere. Com’era avere quasi diciotto anni alla metà degli anni ’90? Quando non c’erano i cellulari e la musica era quella delle band scalcagnate? quando per conquistare una ragazza si preparavano le compilation in cassetta e il primo viaggio da soli era l’Interrail?

Cinquemila chilometri al secondo
0 0 0
Modern linguistic material

Fior, Manuele <1975->

Cinquemila chilometri al secondo / Manuele Fior

Nuova ed.

Coconino Press : Fandango, 2020

Abstract: Piero, Lucia e il loro amico Nicola. Una delicata graphic novel dei sentimenti, narrata con i colori ora sommessi ora accesi di Manuele Fior: il ritratto di una generazione precaria anche negli affetti, sospesa tra il desiderio di fuga e la nostalgia delle proprie radici.

Signorina
0 0 0
Modern linguistic material

Sfregola, Chiara <1987->

Signorina : memorie di una ragazza sposata / Chiara Sfregola

Fandango libri, 2020

Abstract: Dall'11 maggio 2016 le unioni civili sono legge. E se sul matrimonio è stato scritto molto e sulle donne altrettanto, sulle donne che hanno deciso di sposarsi fra loro si sa molto meno. A riempire con la sua intelligenza questo vuoto, arriva Chiara Sfregola che, a partire dalla sua esperienza di lesbica, di femminista e di moglie, racconta con un passo a metà tra saggistica e memoir cosa è stato storicamente e cosa sta diventando, oggi, il matrimonio. Una volta pronunciato il fatidico sì molte persone, anche di destra, anche persone che sono sempre state contrarie all'adozione da parte delle coppie gay, hanno iniziato a chiederle quando aveva intenzione di fare figli. Altre persone, lesbiche incluse, hanno chiesto dell'abito: chi indosserà quello bianco? (che è la versione politically correct del "chi fa l'uomo?"). Alcune femministe l'hanno guardata male: tu quoque, ossequi l'istituzione antiquata e collabori col patriarcato? La sfida di questo libro è rispondere a queste e a molte altre domande. Per esempio: se il matrimonio nasce come istituzione che limita la libertà delle mogli, qual è il senso del matrimonio fra due donne? Come si può reinventare, fra pari, quello che è sempre stato, storicamente, un rapporto di sottomissione? Se non vuoi avere dei figli, cosa ti sposi a fare? Che succede ora che una femminista può sposare una sua "collega"? La risposta possibile è una: succede che il matrimonio va a un corso di aggiornamento. Perché se le donne cambiano, anche il matrimonio deve cambiare. Una lettura indispensabile per capire i nuovi modelli di famiglia e inventarne di nuovi.

I tonni non nuotano in scatola
0 0 0
Modern linguistic material

Fiorentino, Carla <1979->

I tonni non nuotano in scatola / Carla Fiorentino

Fandango libri, 2020

Abstract: Violetta detta Vetta, giornalista di viaggi in una redazione romana, si è fatta spedire dal suo capo nell'isola della sua infanzia, Carloforte, dopo aver trovato nella giacca del fidanzato una scatoletta: una scatoletta da anello di fidanzamento. Terrorizzata dalla prospettiva del matrimonio, oltre che dal tradimento di Federico con cui si erano sempre detti che mai e poi mai si sarebbero convinti a quel "mercimonio orrendo", Vetta approda sull'isola pronta a scrivere un reportage leggero sulla tonnara e a godersi qualche giorno da sola, immersa nei colori e nei sapori che tanto le sono mancati. Il suo cicerone è Pietro, sommozzatore silenzioso e affascinante che accetta di portarla con sé durante la mattanza, dopo aver casualmente diviso con lei un piatto di "cascà". Solo che quello che doveva essere un innocuo reportage si trasforma in un'indagine piena di misteri, dal momento in cui Vetta in mezzo ai tonni intravede il corpo di una donna e urla. Tutti sull'isola tentano di distoglierla dal cercare la verità, da Tango - lo spinone di Pietro - che sembra quasi pedinarla a Caterinetta, l'anziana proprietaria della casa in cui alloggia, che la mette in guardia dal paese che tutto sa e che se vuole nasconde.

Jimmy Corrigan
0 0 0
Modern linguistic material

Ware, Chris <1967->

Jimmy Corrigan : il ragazzo più in gamba sulla Terra / by MR. F. C. Ware

Nuova ed.

Coconino Press : Fandango, 2020

Abstract: Il racconto generazionale di Jimmy Corrigan, un anonimo uomo di mezza età che ha seri problemi sia a relazionarsi con il prossimo, che a riconciliarsi con il padre che lo abbandonò da piccolo.

L'arte di uccidere un uomo
0 0 0
Modern linguistic material

Alonge, Giaime <1968->

L'arte di uccidere un uomo / Giaime Alonge

Fandango, 2020

Abstract: Al crepuscolo del XX secolo, nella città un tempo nota come Leningrado, l'ex colonnello dell'Armata Rossa Sergej Orlov, eroe dell'Afghanistan, sopravvive a se stesso e ai propri ricordi lavorando per una delle tante ditte di sicurezza private nate in Russia dopo il crollo del comunismo. Una nuova commessa lo porta in Iraq assieme a Peter Jennings, un ufficiale inglese passato ai sovietici alla fine degli anni Settanta. All'apparenza sembra una missione come un'altra, ma le cose prendono subito la piega sbagliata e per i mercenari comincia un lungo viaggio di ritorno in un territorio ostile.

Disperanza
0 0 0
Modern linguistic material

Cavalli, Giulio <1977->

Disperanza / Giulio Cavalli

Fandango libri, 2020

Abstract: I disperanti sono uomini e donne del nostro tempo, giovani che non si aspettano niente, che credono nell’occasione e non nell’opportunità, adulti che hanno reso le armi ma non possono permettersi di abbandonare la lotta, cittadini sempre in transito di una società che ci spinge a essere inevitabilmente ottimisti, positivi e performanti. Disperante è Giulio Cavalli, che a partire dalla propria esperienza personale, affronta a cuore aperto un fenomeno unico del nostro tempo. È possibile individuare il momento in cui abbiamo perso la speranza? Quali sono i motivi, lavorativi, personali, di salute, politici che ce l’hanno fatta smarrire? Oggi si possono ancora dichiarare senza vergogna le nostre fragilità contro la retorica del superomismo? Una riflessione coraggiosa che si arricchisce del- le storie dei lettori che l’autore ha chiamato a raccolta sui suoi social, con un’unica domanda: Quando avete perso la speranza? Una cassetta degli attrezzi per continuare a sperare.