Terrorismo islamico

(Argomento)

Thesaurus
Rinvio da (UF)
Più generale (BT)
Vedi anche (RT)

Opere collegate

Found 260 documents.

Related search results: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Vulcano Pakistan
0 0 0
Analyticals

Vulcano Pakistan : il boomerang jihadista, la rivincita dei Taliban, le mani sulla bomba? / [scritti di Fabrizio Maronta ... et al.]

[American vendetta]/ Nelson DeMille
0 0 0
Modern linguistic material

DeMille, Nelson <1943->

[American vendetta]/ Nelson DeMille

2007

Firefight
0 0 0
Modern linguistic material

Ryan, Chris

Firefight / Chris Ryan

London : Arrow Books, 2009

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 1
Homeland
0 0 0
Monographs

Homeland : caccia alla spia

20th Century Fox Home Entertainment

Abstract: La serie ha per protagonisti Carrie Mathison, un'agente della CIA, affetta da disturbo bipolare.

The attack
0 0 0
Modern linguistic material

Khadra, Yasmina <1955->

The attack / Yasmina Khadra ; translated fron the French by John Cullen

Vintage Books, 2006

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: l dottor Amin Jaafari è un chirurgo israeliano di origine araba, una figura di confine in bilico tra due mondi. Si è sempre rifiutato di prendere posizione sul conflitto che oppone il suo popolo d’origine e quello d’adozione e ha scelto di dedicarsi al lavoro e al piacere di vivere accanto all’adorata moglie Sihem. Fino al giorno in cui in un ristorante affollato nel centro di Tel Aviv una donna fa esplodere la bomba che teneva nascosta sotto il vestito. È una carneficina. In ospedale scatta l’emergenza, arrivano i feriti, i corpi a brandelli, i cadaveri. Dopo ore interminabili passate in camera operatoria, Amin ritorna a casa sfinito per essere risvegliato da una telefonata dell’amico poliziotto Naveed. Gli viene chiesto di recarsi subito a riconoscere il corpo dilaniato di sua moglie. È lei la donna kamikaze che si è fatta esplodere causando la strage. Spinto dal rimorso e dalla determinazione cieca di chi vuole capire la verità, Amin affronta un viaggio verso i luoghi da cui proviene il terrorismo e i suoi sostenitori. Per trovare una spiegazione, una risposta al dolore, per comprendere la donna affascinante, intelligente, moderna con cui ha vissuto. Per capire le ragioni dell’attentato che ha devastato la sua vita.

La strategia della paura
0 0 0
Analyticals

La strategia della paura : guerre islamiche e stragi di Parigi, chi sono e che cosa (non) vogliono i giovani europei devoti al "califfo"

New York brule-t-il?
0 0 0
Modern linguistic material

Lapierre, Dominique <1931-> - Collins, Larry <1929-2005>

New York brule-t-il? : roman / Dominique Lapierre, Larry Collins

Laffont, 2004

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Nel settembre 2004, sei settimane prima della scadenza elettorale, George W. Bush si trova di fronte all'evento più cruciale della sua carriera politica: un gruppo di terroristi arabi è riuscito a introdurre a New York una bomba atomica di terrificante potenza e ora lo ricatta. Il presidente ha pochi giorni di tempo per salvare da un nuovo olocausto nucleare gli abitanti di New York e questo accadrà solo se riuscirà a ottenere dallo Stato d'Israele l'abbandono dei territori palestinesi occupati.

Chi ha paura del califfo
0 0 0
Analyticals

Chi ha paura del califfo : come governa lo stato islamico, i traffici fra jihadisti e noi, che cosa (non) dobbiamo fare in Libia

Abstract: Il volume è dedicato agli Stati del jihad: territori fuori dal controllo delle autorità statali internazionalmente riconosciute nei quali i movimenti integralisti islamici stanno provando o hanno provato a governare. Dallo Stato Islamico di Abu Bakr al-Baghdadi al Mali del Nord, dalla parte di Nigeria sotto Boko Haram ai paesi in cui una “primavera araba” mai fiorita ha favorito l’instabilità e la penetrazione di terroristi (Libia, Algeria, Tunisia). Sullo sfondo ma non troppo, le principali potenze mediorientali, dall’Egitto a Israele, dalla Turchia all’Arabia Saudita, ciascuna pronta a sfruttare lo spauracchio del terrorismo per i suoi interessi nazionali.

Il fondamentalista riluttante
5 0 0
VCR: BluRay

Il fondamentalista riluttante / Riz Ahmed ... [et al.] ; ispirato all'omonimo best-seller internazionale il nuovo film di Mira Nair

Eagle Pictures, [2013]

Abstract: Nel 2010 a Lahore, durante una manifestazione studentesca, un giovane professore pakistano, Changez Khan, viene intervistato dal giornalista americano Bobby Lincoln. Changez, che ha studiato a Princeton, racconta a Lincoln il suo passato negli Stati Uniti; ma dopo l'11 settembre, guardato come potenziale terrorista islamico comincia a interrogarsi sulla propria identità e sui fondamentalismi sia occidentali che orientali

Homeland
0 0 0
Monographs

Homeland : caccia alla spia / Claire Danes, Rupert Friend e Mandy Patinkin

20th Century Fox Home Entertainment

Abstract: La serie ha per protagonisti Carrie Mathison, un'agente della CIA, affetta da disturbo bipolare.

ISIS: le complicità dell'Occidente
0 0 0
Analyticals

ISIS: le complicità dell'Occidente : un esodo di migranti, sfollati e rifugiati e quattro guerre: le nostre / a cura di Nicoletta Dentico e Marinella Correggia

Jihadismo globale
0 0 0
Modern linguistic material

Plebani, Andrea <1981->

Jihadismo globale : strategie del terrore tra Oriente e Occidente / Andrea Plebani

Giunti, 2016

Abstract: Com'è sorto lo "Stato islamico" nell'Iraq e nella Siria devastati dalla guerra civile e perché il jihad armato è diventato un attore chiave del panorama internazionale? Qual è la forza di un messaggio che attrae migliaia di foreign fighters? Perché il radicalismo islamista compie atti di inaudita efferatezza? Queste sono alcune delle domande cui il volume intende dare risposta, analizzando profili e strategie delle sigle che hanno scatenato una spirale di violenza capace di infiammare intere regioni del dar al-islam. Con la nascita di al-Qa'ida, e dopo l'11 settembre 2001, le formazioni che innalzano il vessillo del jihad armato hanno raggiunto un raggio d'azione che va dal Pakistan alla Mauritania e, nonostante sconfitte e ripiegamenti, sono riuscite a squassare i precari equilibri del mondo musulmano. Un'analisi precisa e articolata che dimostra con quali strategie il terrorismo jihadista sia stato capace, dopo la morte di Osama bin Laden, di riorganizzarsi e diversificarsi per agire da protagonista nel grande disordine della geopolitica mondiale. Oggi sta sfidando il predominio di potenze regionali come l'Arabia Saudita, l'Iran e la Turchia in uno scontro dagli esiti imprevedibili, e ha portato la sua violenza sanguinaria anche nel cuore dell'Europa.

E fshehta e muxhahedinit gjerman
0 0 0
Modern linguistic material

Sansal, Boualem <1949->

E fshehta e muxhahedinit gjerman : roman / Boualem Sansal ; epërktheu nga origjinali Nonda Varfi

Bota Shqiptare, 2013

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Un romanzo che, tra finzione e verità storica, lega il nazismo all'estremismo islamico. A raccontare la storia di questo romanzo sono due fratelli nati da madre algerina e da padre tedesco. Parlano al lettore attraverso le intime pagine dei loro diari. Entrambi sono stati allevati nella banlieue parigina da un vecchio zio immigrato, mentre i due genitori sono rimasti in Algeria. A Parigi Rachel si è sposato con la bella Ophélie e ha fatto carriera in una multinazionale, mentre il fratello minore Malrich non è riuscito a integrarsi. Nel 1994 il Gruppo Islamico Armato massacra nel villaggio dei genitori trenta persone in nome della guerra santa. Al dolore per la perdita dei genitori si aggiunge, per i due fratelli, una scoperta ancora più atroce: loro padre - che in Algeria aveva partecipato alla guerra d'indipendenza dalla Francia, diventando poi il capo del villaggio - era stato un ufficiale delle SS e come ingegnere chimico aveva fatto esperimenti sul gas usato nei lager. Rachel è sconvolto. Decide di fare i conti col passato del padre; ma quello che scoprirà sarà insostenibile. Basato su una storia vera, il romanzo porta in primo piano tre episodi che sembrano dissimili, ma che invece hanno molti punti di contatto: la Shoah, vista attraverso gli occhi di un giovane arabo che scopre con orrore la realtà dello sterminio degli ebrei.

L'ora del leone
0 0 0
Modern linguistic material

DeMille, Nelson <1943->

L'ora del leone / Nelson DeMille ; traduzione di Renato Pera

Milano : A. Mondadori, 2002

Abstract: All'aereoporto di New York una squadra di agenti speciali sta aspettando un volo, con a bordo un terrorista libico, noto come il Leone. Sembra un'operazione di routine, ma è l'inizio di una terribile partita, senza regole né tregua. Ben presto l'intera America viene attraversata da una scia di sangue. Per sopravvivere non sono più ammessi indugi: sta per scoccare l'ora del Leone.

La spada di Dio
0 0 0
Modern linguistic material

Collins, Larry <1929-2005>

La spada di Dio / Larry Collins ; traduzione di Stefano Fusi

Milano : A. Mondadori, 2000

Abstract: L'ex agente Jim Duffy viene richiamato d'urgenza al quartier generale della Cia: Un gruppo di estremisti iraniani è riuscito ad impossessarsi di tre ordigni nucleari e ora progetta un attentato per radere al suolo Tel-Aviv. Riuscirà Jim Duffy a fermarli prima che l'incubo diventi realtà?

Tom Clancy's Op-Centre. Line of control
0 0 0
Modern linguistic material

Clancy, Tom <1947-2013>

Tom Clancy's Op-Centre. Line of control / created by Tom Clancy and Steve Pieczenik ; written by Jeff Rovin

London : HarperCollins, 2001

Abstract: Mentre cresce la tensione fra India e Pakistan per il possesso del Kashmir e i due paesi marciano decisi verso una guerra che potrebbe portare a un olocausto nucleare, un attentato devasta un tempio indù in territorio indiano. Gli indizi conducono a un gruppo di terroristi pakistani che stanno cercando di tornare in patria attraverso le impervie montagne del Kashmir. L'India è pronta all'attacco, e Paul Hood invia un aereo di Strikers, le unità speciali di Op-Center, per impedire, con un blitz segreto, la catastrofe nucleare. Per farlo, dovranno scoprire come sono andate davvero le cose, e sopravvivere per raccontarlo al mondo.

Le donne di Panjaur
0 0 0
Modern linguistic material

Badami, Anita Rau <1964->

Le donne di Panjaur / Anita Rau Badami ; traduzione di Fabio Zucchella

Venezia : Marsilio, 2008

Nome in codice Dark Winter
0 0 0
Modern linguistic material

McNab, Andy <1959->

Nome in codice Dark Winter : romanzo / Andy McNab ; traduzione di Stefano Tettamanti

Milano : TEA, 2007

Abstract: Le agenzie di controspionaggio dell'Occidente sono in allarme arancio, il massimo livello di allerta. Come sempre, Nick Stone, ex comandante del SAS e ora agente K, è in prima linea. Su mandato della CIA, viene inviato in Malesia per eliminare un biochimico di Al Qaeda che sta progettando una serie di attentati. Al ritorno, Nick spera di poter finalmente dedicare un po' di tempo a Kelly, la giovane figlia adottiva intrappolata nei traumi del proprio passato, ma la lotta al terrorismo non dà tregua, e Nick è richiamato in missione: New York, Londra e Berlino sono nel mirino di terroristi islamici giunti proprio dalla Malesia per diffondervi il virus di una peste polmonare, nome in codice Dark Winter. Ancora una volta, Stone è costretto a collaborare con i suoi vecchi superiori, non meno spietati del nemico, per ritrovarsi coinvolto in una caccia all'uomo in cui è al contempo predatore e preda. Ancora una volta si troverà di fronte a una scelta impossibile...

L'attentatrice
0 0 0
Modern linguistic material

Khadra, Yasmina <1955->

L'attentatrice / Yasmina Khadra

Milano : Mondolibri, stampa 2007

Abstract: l dottor Amin Jaafari è un chirurgo israeliano di origine araba, una figura di confine in bilico tra due mondi. Si è sempre rifiutato di prendere posizione sul conflitto che oppone il suo popolo d’origine e quello d’adozione e ha scelto di dedicarsi al lavoro e al piacere di vivere accanto all’adorata moglie Sihem. Fino al giorno in cui in un ristorante affollato nel centro di Tel Aviv una donna fa esplodere la bomba che teneva nascosta sotto il vestito. È una carneficina. In ospedale scatta l’emergenza, arrivano i feriti, i corpi a brandelli, i cadaveri. Dopo ore interminabili passate in camera operatoria, Amin ritorna a casa sfinito per essere risvegliato da una telefonata dell’amico poliziotto Naveed. Gli viene chiesto di recarsi subito a riconoscere il corpo dilaniato di sua moglie. È lei la donna kamikaze che si è fatta esplodere causando la strage. Spinto dal rimorso e dalla determinazione cieca di chi vuole capire la verità, Amin affronta un viaggio verso i luoghi da cui proviene il terrorismo e i suoi sostenitori. Per trovare una spiegazione, una risposta al dolore, per comprendere la donna affascinante, intelligente, moderna con cui ha vissuto. Per capire le ragioni dell’attentato che ha devastato la sua vita.

Che fine ha fatto Osama bin Laden?
0 0 0
Modern linguistic material

Spurlock, Morgan <1970->

Che fine ha fatto Osama bin Laden? / Morgan Spurlock ; traduzione di Flavia Buzza

Roma : Fandango libri, copyr. 2008

Abstract: Dopo aver dimostrato che mangiare esclusivamente hamburger in dosi massicce danneggia gravemente la salute e arricchisce notevolmente le multinazionali del cibo, Morgan Spurlock si cimenta in un'impresa ancora più ardua e pericolosa: scovare il nascondiglio di Osama bin Laden. Dopo aver appreso alcune informazioni fondamentali su Bin Laden, l'Islam e la Guerra al Terrore e dopo aver affrontato il corso di sopravvivenza Surviving Hostile Regions, inizia per lui il lungo cammino alla ricerca di Osama bin Laden. Il globo è pieno di tracce del nemico pubblico numero uno e Morgan Spurlock è deciso a seguirle tutte. Girerà il mondo in lungo e in largo, toccando alcuni dei luoghi simbolo del terrorismo che ha caratterizzato la seconda metà del ventesimo secolo, fino ad avvicinarsi al cuore delle tenebre, il confine fra Afghanistan e Pakistan, dove si suppone si nasconda Osama. Lungo il tragitto incontra e intervista imam e principi, rifugiati e soldati, accademici e terroristi. In Europa visita i ghetti delle grandi città dove le nuove generazioni di immigrati aspirano alla Guerra Santa globale, rompe il digiuno del Ramadan al Cairo, viaggia nel furgone di una squadra di bombardamento a Tel Aviv e scrive il suo gruppo sanguigno sulla maglia di Kevlar nella base statunitense di stanza a Kandahar. Un libro divertente (forse l'unico del genere sul terrorismo) ma soprattutto uno strumento per comprendere il conflitto globale che sta oscurando le esistenze di molta parte del mondo.