View all

Recent forum posts

Aspettando te - Antonella Clerici

Conduttrice di numerosissime trasmissioni televisive (mai vista una anzi sì, “ the Voice” e scrittrice di… Udite udite: 32 libri (e ogni libro che scrive vende milioni di copie, vabbè…)
Ora: mai e poi mai mi sarei immaginato di aver letto un libro di Antonella Clerici, tantomeno di recensirlo.
Nonostante fossi molto prevenuto, devo ammettere che è un libro scritto bene e può essere utile a molte donne.
Una storia vera scritta col cuore.

La casa delle mille porte - Tan Twan Eng

Una bella scoperta questo scrittore della Malesia , il libro si svolge verso i primi anni del XX secolo… parla di amicizia, di omosessualità ( tra lo scrittoreW.Somerset Mougham) di tradimenti e di un processo per omicidio con una bellissima scrittura ✍️ consigliato

Lucy davanti al mare - Elizabeth Strout

Sono felice di aver letto questo libro anche se gli ho dato solo 3 stelle di valutazione. Il mio giudizio è legato al fatto che, il libro non decolli mai. Sono un elenco di eventi che si susseguono, mantenendo una narrazione che non cambia mai ritmo.
Il periodo storico di cui narra, è il periodo del Covid, per cui è facile immedesimarsi anche nella protagonista, ma i giorni e le descrizioni si susseguono tutti uguali. E pochi sono i momenti di respiro da quella situazione. D'altronde, questo è stata per due anni la nostra quotidianità, quindi complimenti alla scrittrice per come ha saputo rendere attraverso la scrittura questo periodo nebuloso per tutti.

Rive lontane - Anaïs Flogny

"Rive lontane" è un gangster americano a fumetti dai colori freddi e dalle tavole a tutta pagina che incorniciano personaggi eleganti e complessi in ambienti Art déco che rendono la storia sofisticata e intimistica.

Il test della gallina - Alessandro Domenighini

Prendete il piglio rude e virile di Salvo Montalbano, oppure Rocco Schiavone con i suoi demoni interiori e il sarcasmo pungente, o ancora il fascino distaccato e sornione di Carlo Monterossi. Prendete anche il meglio delle capacità investigative di questi tre detective – nati dalla penna di alcuni fra i giallisti italiani di maggior successo e da cui sono state tratte serie televisive di tutto rispetto – e nell’approcciarvi alla lettura del libro di cui vi parlo…dimenticatevene.

Sì, perché Antonio Belafatti, il protagonista di “Il test della gallina” di Alessandro Domenighini, è quanto di più lontano dalla tipica figura del poliziotto (e dintorni) forte, coraggioso, amato dalle donne, spesso dal carattere bizzoso e insofferente alle regole, ma sempre e comunque dotato di spiccate doti di intuito e talento che gli consentono di risolvere i casi più intricati senza mai sfigurare e nell’ammirazione unanime.

È proprio questa lontananza da un cliché molto abusato a permettere ad Antonio Belafatti di conquistare il lettore, che non tarda a entrare in sintonia con questo poliziotto mite, pacifico, impacciato, legato alla famiglia, senza scheletri nell’armadio o un passato ingombrante alle spalle, senza macchie ma con molte paure, indifferente alle strategie carrieristiche e poco considerato da colleghi e superiori, oggettivamente privo di un acume eccelso alla cui mancanza cerca però di ovviare con impegno e buona volontà. E tanto basta, in un mondo in cui a vincere è troppo spesso chi sgomita o alza la voce più degli altri, a fare di lui un vincente. Perché sarà proprio il lato umano del protagonista, fatto di domande più che di risposte, che avrà modo di emergere in tutta la sua imperfezione portando alla scoperta del colpevole.

Trovate qui la recensione completa di Brescia si legge: https://www.bresciasilegge.it/il-test-della-gallina-alessandro-domenighini/

Aspettando te - Antonella Clerici

Conduttrice di numerosissime trasmissioni televisive (mai vista una anzi sì, “ the Voice” e scrittrice di… Udite udite: 32 libri (e ogni libro che scrive vende milioni di copie, vabbè…)
Ora: mai e poi mai mi sarei immaginato di aver letto un libro di Antonella Clerici, tantomeno di recensirlo.
Ho asserito più volte che le storie vere sono il soggetto del genere dei miei libri preferiti tanto è che “ open” di Andre Agassi e, finito di leggere da pochissimo mi è piaciuto tantissimo e lo consiglio.
Nonostante fossi molto prevenuto su questo invece mi ritrovo ad a dover ammettere che tutto sommato è scritto bene e può essere veramente utile a molte donne…
Non aggiungo altro altrimenti rovino la lettura a chi si accingeva a leggerlo.

Il sentiero dei nidi di ragno - Italo Calvino

Bello, coinvolgente, un romanzo di formazione dove Pin deve diventare grande alla svelta per potersi orientare nel mondo. Pochi sono i punti e le figure di riferimento che ha, e spesso anche fragili, e quel suo fare da sè per trovare il proprio posto nel mondo è una doppia lotta, o gara, alla sopravvivenza in un' Italia ferita. Bello davvero.

Sakura - Matilde Asensi

E la Asensi non delude nemmeno stavolta. Riesce a immergerti nell'arte anche se non sei un appassionato, e nel Giappone anche se non ci sei mai stata..