E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Include: all following filters
× Reading target Adult, general
× Names Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Found 590 documents.

Show parameters
La mite
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

La mite : racconto fantastico / Fedor Dostoevskij ; a cura di Serena Vitale

Adelphi, 2018

Abstract: Immaginate un uomo, accanto al quale sta stesa su un tavolo, la moglie suicida che qualche ora prima si è gettata dalla finestra. L'uomo è sgomento e ancora non gli è riuscito di raccogliere i propri pensieri... Ecco, parla da solo, si racconta la vicenda, la chiarisce da se stesso. Così Dostoevskij presenta al lettore il proprio racconto: 'fantastico' perché registra come sotto dettatura i pensieri che si svolgono nell'interiorità dell'uomo, ma anche estremamente 'reale' nella sua verità psicologica. Passando attraverso vari sentimenti spesso contraddittori, prima discolpandosi, quindi accusando, dandosi spiegazioni che si riveleranno fasulle, il protagonista giunge a poco a poco alla verità.

L'idiota
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

L'idiota / Fedor M. Dostoevskij

Ed. integrale

Rusconi libri, 2018

Abstract: Il principe Myskin, ultimo erede di una nobile famiglia decaduta, è uno che cerca nell'intimo della sua coscienza le motivazioni essenziali del suo modo di essere, mosso dalla candida fede nella fratellanza umana e dal proposito di fare il proprio dovere con onestà e sincerità. Tornato a Pietroburgo dopo un lungo soggiorno in Svizzera per curarsi dell'epilessia, viene travolto dalla vicenda di Nastas'ja Filippovna. Decide di chiederla in moglie per sottrarla ai suoi due contendenti: il violento Rogozin, che per un amore folle alza la propria offerta in denaro, e il segretario del generale Epancim, Ganja, che mira invece alla dote. Ma Nastas'ja, turbata dalla proposta, fugge con Rogozin, mentre del principe si innamora Aglaja, la figlia del generale.

Povera gente
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Povera gente / Fedor Dostoevskij

San Paolo, 2018

Abstract: Un ritratto della miseria umana scritto da uno dei maestri della letteratura russa.Sullo sfondo della Pietro-burgo di inizio Ottocento si incrociano due storie: quella del povero impiegato, Makar Devuskin, e della giovane Varen'ka che cerca di fuggire dalla povertà sposando un vecchio traviato.Divisi da un cortile i due si scambiano lettere in segreto. Si scrivono dei loro sogni d'amore e della loro quotidianità fatta di miseria, di disperazione, di mediocrità. E mediocre sarà la scelta di Varen'ka combattuta tra l'amore e la sicurezza economica.

Il coccodrillo
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881> - Marinangeli, Marco <1990->

Il coccodrillo / Fedor Dostoevskij ; illustrazioni di Marco Marinangeli

Orecchio acerbo, 2013

Abstract: Racconto veritiero di come un signore, di una certa età e di rispettabile aspetto, fu inghiottito vivo, e tutto intero, da un coccodrillo nel 'Passage' di Pietroburgo, e di ciò che ne seguì

Il sosia
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Il sosia / Fedor Dostoevskij ; introduzione di Vittorio Strada ; traduzione di Giacinta De Dominis Jorio

5. ed.

BUR, 2017

Abstract: Il mite e umile consigliere Jakòv Petrovic' Goljadkin non è quello che sembra: vive in lui un doppio, un sosia. Il suo io non è un tutto compatto e unico, bensì un mobile e disintegrabile complesso di impulsi che possono scindersi in altri io, tra loro in alternanza e in conflitto. Il suo sosia non è semplicemente una persona tanto somigliante a lui da poter essere per lui scambiata, ma, come dice la parola russa dvojnik, è la proiezione di un io in un altro io autonomo rispetto al primo. Esistono nel romanzo due Goljadkin che si completano in quanto totalmente opposti: uno timido e sottomesso, l'altro furbo e arrivista. E Goljadkin, come spiega Vittorio Strada nell'introduzione, è la patologia dell'uomo qualunque, il primo gradino di quello 'sdoppiamento' che costituisce la malattia dell'uomo moderno.

L'idiota
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

L'idiota / Fedor Dostoevskij ; traduzione di Alfredo Polledro ; con un saggio introduttivo di Vittorio Strada

26. ed.

Einaudi, 2017

Abstract: Il principe Myskin, ultimo erede di una nobile famiglia decaduta, è uno che cerca nell'intimo della sua coscienza le motivazioni essenziali del suo modo di essere, mosso dalla candida fede nella fratellanza umana e dal proposito di fare il proprio dovere con onestà e sincerità. Tornato a Pietroburgo dopo un lungo soggiorno in Svizzera per curarsi dell'epilessia, viene travolto dalla vicenda di Nastas'ja Filippovna. Decide di chiederla in moglie per sottrarla ai suoi due contendenti: il violento Rogozin, che per un amore folle alza la propria offerta in denaro, e il segretario del generale Epancim, Ganja, che mira invece alla dote. Ma Nastas'ja, turbata dalla proposta, fugge con Rogozin, mentre del principe si innamora Aglaja, la figlia del generale.

Povera gente
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Povera gente / Fedor Dostoevskij ; a cura di Serena Prina

2. ed.

Feltrinelli, 2017

Abstract: Un ritratto della miseria umana scritto da uno dei maestri della letteratura russa.Sullo sfondo della Pietro-burgo di inizio Ottocento si incrociano due storie: quella del povero impiegato, Makar Devuskin, e della giovane Varen'ka che cerca di fuggire dalla povertà sposando un vecchio traviato.Divisi da un cortile i due si scambiano lettere in segreto. Si scrivono dei loro sogni d'amore e della loro quotidianità fatta di miseria, di disperazione, di mediocrità. E mediocre sarà la scelta di Varen'ka combattuta tra l'amore e la sicurezza economica.

L'adolescente
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

L'adolescente / Fëdor Dostoevskij ; traduzione di Eva Amendola Kühn ; prefazione di Angelo Maria Ripellino

8. ed.

Einaudi, 2017

Abstract: Un figlio illegittimo e sensibile (Arkadij Dolgorukij), un padre indifferente e libertino (Versilov), un'educazione opprimente e umiliante, un sogno assurdo (quello di diventare ricco come Rothschild) per il quale si sacrifica ogni cosa salvo vanificare poi il tutto in un attimo di follia, un triste amore impossibile e vergognoso, il rifugiarsi nei meandri del proprio sottosuolo mentale dove, grazie alle farneticazioni del proprio Io, trovare un illusorio riscatto dal fallimento di un'esistenza. Infine l'apparizione di un redentore, Makar, che predicherà un nuovo cristianesimo che sorgerà spontaneamente dal cuore del popolo e riscatterà la Grande Madre Russia.

I demoni
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

I demoni / Fedor Michajlovic Dostoevskij ; introduzione di Fausto Malcovati ; traduzione di Francesca Gori

Garzanti, 2017

Abstract: Petr Verchovenskij, guidato ideologicamente dal demoniaco Stavrogin, è a capo di un'organizzazione nichilista e lega i suoi seguaci con una serie di delitti. L'ultima vittima è Satov, un ex-seguace convertitosi alla fede ortodossa. Per coprire il delitto Petr obbliga Kirillov a scrivere una lettera di autodenuncia, prima di suicidarsi. Altri delitti, apparentemente immotivati, seguono e solo il suicidio di Stavrogin che si impicca nella soffitta del suo appartamento, sembra pore fine all'azione di questi demoni.

Il giocatore
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Il giocatore / Fedor Dostoevskij ; traduzione di Alfredo Polledro ; con uno scritto di Antonio Pennacchi

Mondadori, 2017

Abstract: Scritto in soli ventisei giorni nel 1866, Il giocatore narra la passione incondizionata per il gioco d'azzardo che animava lo stesso Dostoevskij. La duplice attrazione del protagonista per il gioco e per l'altera e inquietante Polina, pur in circostanze e atmosfere vagamente allucinate, riflette infatti vicende e ambienti reali della vita dell'autore. Ma un altro motivo autobiografico determina un più segreto e vertiginoso intreccio nella storia, dal momento che Dostoevskij si trovò costretto a consegnare il manoscritto del Giocatore in un tempo brevissimo, pena l'acquisizione dei diritti sulle sue opere da parte di un editore-usuraio. Così, da uomo divorato dalla passione per la roulette, scriveva della natura sovranamente superflua del gioco. E mentre s'innamorava di una donna serena, salda, positiva, si trovava emblematicamente a raccontare di un sentimento forsennato, oscillante fra desiderio di schiavitù e pulsione omicida, per una figura di donna ambigua, imprevedibile, possessiva. Con uno scritto di Antonio Pennacchi.

L'idiota
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

L'idiota / Fëdor Dostoevskij ; traduzione di Eugenia Maini ed Elena Mantelli ; introduzione di Igor Sibaldi ; con un saggio di Hermann Hesse

Mondadori libri, 2017

Abstract: Pubblicato a puntate nel 1868 sulla rivista moscovita Russkij vestnik, L'idiota fu scritto freneticamente da un Dostoevskij incalzato dai debiti, tormentato dagli attacchi di epilessia, attratto dal canto di sirena della roulette. Eppure, nell'abisso della sua disperazione, il grande scrittore russo ha saputo dare un'opera di grande luminosità, uno di quei libri il cui valore artistico va oltre la qualità letteraria. L'idiota è infatti il romanzo in cui il realismo fantastico di Dostoevskij si misura con l'altissimo obiettivo di dare una rappresentazione artistica dell'uomo assolutamente buono. Un uomo, frammento del Cristo, attorno a cui prende vita quel mondo di tragedie e macchiette che è la Russia dell'Ottocento.

I demoni quotidiani
0 0 0
Monographs

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

I demoni quotidiani : lettere / Fëdor Michajlovič Dostoevskij ; a cura di Ettore Lo Gatto

Aragno, 2017

Delitto e castigo
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Delitto e castigo / Fedor Dostoevskij ; a cura di Serena Prina ; con uno scritto di Pier Paolo Pasolini

Mondadori libri, 2016

Abstract: Raskol'nikov è un giovane che è stato espulso dall'università e che uccide una vecchia usuraia per un'idea, per affermare la propria libertà e per dimostrare di essere superiore agli uomini comuni e alla loro morale. Una volta compiuto l'omicidio, però, scopre di essere governato non dalla logica, ma dal caso, dalla malattia, dall'irrazionale che affiora nei sogni e negli impulsi autodistruttivi. Si lancia cosi in allucinati vagabondaggi, percorrendo una Pietroburgo afosa e opprimente, una città-incubo popolata da reietti, da carnefici e vittime con cui è costretto a scontrarsi e a dialogare, alla disperata ricerca di una via d'uscita. Nuova traduzione di Emanuela Guercetti. Prefazione di Natalia Ginzburg e saggio introduttivo di Leonid Grossman.

Le notti bianche
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Le notti bianche / Fedor Dostoevskij ; a cura di Giovanna Spendel ; con un saggio di Andrè Gide

Mondadori libri, 2016

Abstract: Nell'incanto evanescente delle notti pietroburghesi, un giovane vagabondeggia in solitudine. L'incontro con una donna che piange una delusione d'amore, appoggiata al parapetto di un ponte, gli regalerà il sogno di un'avventura meravigliosa.

I capolavori
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881> - Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

I capolavori / Fëdor Michajlovič Dostoevskij ; introduzione generale di Fausto Malcovati ; premesse di Chiara Cantelli ... [et al.]

Newton Compton, 2016

Abstract: Raskol'nikov è un giovane che è stato espulso dall'università e che uccide una vecchia usuraia per un'idea, per affermare la propria libertà e per dimostrare di essere superiore agli uomini comuni e alla loro morale. Una volta compiuto l'omicidio, però, scopre di essere governato non dalla logica, ma dal caso, dalla malattia, dall'irrazionale che affiora nei sogni e negli impulsi autodistruttivi. Si lancia cosi in allucinati vagabondaggi, percorrendo una Pietroburgo afosa e opprimente, una città-incubo popolata da reietti, da carnefici e vittime con cui è costretto a scontrarsi e a dialogare, alla disperata ricerca di una via d'uscita. Nuova traduzione di Emanuela Guercetti. Prefazione di Natalia Ginzburg e saggio introduttivo di Leonid Grossman.

Ricordi dal sottosuolo
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Ricordi dal sottosuolo / Fedor Dostoevskij ; traduzione di Tommaso Landolfi

7. ed.

Adelphi, 2016

Abstract: Memorie dal sottosuolo, uscito a puntate a partire dal 1864, costituisce una tappa centrale nella vicenda artistica e spirituale di Fëdor Dostoevskij. In forma di monologo-confessione, è la storia della fallita redenzione di una prostituta e, nello stesso tempo, la tormentata indagine sull'inconscio, il sottosuolo, e sull'impossibilità di capire a fondo se stessi e gli altri. L'io narrante è uno dei cosiddetti uomini superflui, uno che si limita a prendere atto dell'immensa ricchezza nascosta nel proprio intimo e non trae alcuna conseguenza pratica, soffrendo acutamente, al tempo stesso, del proprio fallimento. È la prima incarnazione di quel tipico personaggio di ribelle non riconducibile ad alcuna fazione, di individuo smarrito tra l'angosciosa ricerca della verità e un'incolmabile distanza dalla realtà, che sarà protagonista dei grandi romanzi di Dostoevskij.

Scritti dal sottosuolo
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Scritti dal sottosuolo ; Masa è distesa sul tavolo ; Socialismo e cristianesimo / Fedor M. Dostoevskij ; introduzione e saggio conclusivo di Tat'jana Kasaktina ; a cura di Elena Mazzola

La Scuola, 2016

Abstract: Memorie dal sottosuolo, uscito a puntate a partire dal 1864, costituisce una tappa centrale nella vicenda artistica e spirituale di Fëdor Dostoevskij. In forma di monologo-confessione, è la storia della fallita redenzione di una prostituta e, nello stesso tempo, la tormentata indagine sull'inconscio, il sottosuolo, e sull'impossibilità di capire a fondo se stessi e gli altri. L'io narrante è uno dei cosiddetti uomini superflui, uno che si limita a prendere atto dell'immensa ricchezza nascosta nel proprio intimo e non trae alcuna conseguenza pratica, soffrendo acutamente, al tempo stesso, del proprio fallimento. È la prima incarnazione di quel tipico personaggio di ribelle non riconducibile ad alcuna fazione, di individuo smarrito tra l'angosciosa ricerca della verità e un'incolmabile distanza dalla realtà, che sarà protagonista dei grandi romanzi di Dostoevskij.

I fratelli Karamazov
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

I fratelli Karamazov / Fedor M. Dostoevskij ; nuova traduzione di Serena Prina

Feltrinelli, 2016

Abstract: I fratelli Karamazov sono il romanzo più grandioso che mai sia stato scritto, l'episodio del Grande Inquisitore è uno dei vertici della letteratura universale, un capitolo di bellezza inestimabile... Non è certo un caso che tre capolavori di tutti i tempi trattino lo stesso tema, il parricidio: alludiamo all'Edipo re di Sofocle, all'Amleto di Shakespeare e ai Fratelli Karamazov di Dostoevskij. In tutte e tre le opere è messo a nudo anche il motivo del misfatto: la rivalità sessuale per il possesso della donna. (Sigmund Freud)

Il giocatore
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881> - Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Il giocatore ; Le notti bianche ; La mite ; Il sogno di un uomo ridicolo / Fedor M. Dostoevskij ; a cura di Mauro Martini, Luisa De Nardis e PieLuigi Zoccatelli

Newton Compton, 2015

Abstract: Scritto in soli ventisei giorni nel 1866, Il giocatore narra la passione incondizionata per il gioco d'azzardo che animava lo stesso Dostoevskij. La duplice attrazione del protagonista per il gioco e per l'altera e inquietante Polina, pur in circostanze e atmosfere vagamente allucinate, riflette infatti vicende e ambienti reali della vita dell'autore. Ma un altro motivo autobiografico determina un più segreto e vertiginoso intreccio nella storia, dal momento che Dostoevskij si trovò costretto a consegnare il manoscritto del Giocatore in un tempo brevissimo, pena l'acquisizione dei diritti sulle sue opere da parte di un editore-usuraio. Così, da uomo divorato dalla passione per la roulette, scriveva della natura sovranamente superflua del gioco. E mentre s'innamorava di una donna serena, salda, positiva, si trovava emblematicamente a raccontare di un sentimento forsennato, oscillante fra desiderio di schiavitù e pulsione omicida, per una figura di donna ambigua, imprevedibile, possessiva. Con uno scritto di Antonio Pennacchi.

Le notti bianche
0 0 0
Modern linguistic material

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881> - Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Le notti bianche ; La cronaca di Pietroburgo / Fedor Dostoevskij ; a cura di Serena Prina

5. ed.

Feltrinelli, 2015

Abstract: Nell'incanto evanescente delle notti pietroburghesi, un giovane vagabondeggia in solitudine. L'incontro con una donna che piange una delusione d'amore, appoggiata al parapetto di un ponte, gli regalerà il sogno di un'avventura meravigliosa.