E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Include: all following filters
× Subject Memorie
Include: none of the following filters
× Date 2010
× Subject Memoriali

Found 8264 documents.

Show parameters
Senza via di scampo
0 0 0
Modern linguistic material

Ishikawa, Masaji <1947->

Senza via di scampo : la storia vera dell'incredibile fuga dalla Corea del Nord / Masaji Ishikawa

Newton Compton, 2019

Abstract: Metà coreano e metà giapponese, Masaji Ishikawa è il protagonista di un'incredibile storia vera. Quando la sua famiglia si trasferì dal Giappone alla Corea del Nord aveva solo tredici anni. Nessuno poteva immaginare l'incubo che li attendeva. Suo padre, coreano di nascita, decise di tornare al paese natale sedotto dalla propaganda che prometteva abbondanza di lavoro, un'educazione di alto livello per i figli e uno status privilegiato. Ma, una volta arrivati, fu chiaro che la realtà era molto diversa. In un racconto che abbraccia tutta la sua vita, Ishikawa ripercorre le tappe di trentasei brutali anni sotto lo spietato regime totalitario nordcoreano, tra miseria assoluta, fame e repressione, fino al giorno della sua fuga in Giappone, nel 1996. Una fuga rocambolesca che lo costrinse ad abbandonare la moglie e i figli, con la speranza di riuscire, una volta arrivato, a fare qualcosa per loro. Una speranza che tutt'oggi non si è mai realizzata. Un libro che non è solo il racconto scioccante della vita di tutti i giorni in Nord Corea, ma anche un'importante testimonianza della dignità e dello spirito indomabile dell'uomo che lotta per la propria libertà.

Un albero, una gatta, un fratello
0 0 0
Modern linguistic material

Ferrada, María José <1977->

Un albero, una gatta, un fratello / María José Ferrada ; traduzione di Marta Rota Núñez

Topipittori, 2019

Racconti di donne nella Resistenza
0 0 0
Monographs

Racconti di donne nella Resistenza / testo a cura di Katia E. Bresadola ; illustrazioni di Sabrina Valentini

Museo della Resistenza di Valsaviore

Abstract: Testimonianze di Enrichetta Gozzi, Maria Tranquilla Brizio, Maria Barbara Biondi coinvolte direttamente o semplici spettatrici della Seconda guerra mondiale.

La vernice
0 0 0
Modern linguistic material

Maioli, Angiolino

La vernice : diario di un verniciatore / Angiolino Maioli

[S.n.], 2018

Abstract: I ricordi di Angiolino Maioli, con particolare riferimento alla sua esperienza di verniciatore presso il mobilificio Reguitti di Agnosine.

I miei anni '80 a Taiwan
2 0 0
Modern linguistic material

Xiao Zhuang <1968->

I miei anni '80 a Taiwan / Sean Chuang ; traduzione dal cinese di Martina Renata Prosperi

Add, 2018

Abstract: "I miei anni '80 a Taiwan" è una nostalgica storia di formazione che racconta con sguardo cinematografico gli anni Ottanta, i suoi culti e manie come Bruce Lee, Mazinga e i robottoni giapponesi, la breakdance, senza tralasciare i forti condizionamenti della politica e delle restrizioni alla libertà imposte dalla legge marziale. A quei tempi Taiwan era tappezzata di manifesti che inneggiavano alla riconquista della Cina. Al cinema, prima di ogni spettacolo, ci si doveva alzare e cantare l'inno nazionale. Verso la fine degli anni Ottanta le cose iniziarono a cambiare, la gente scese in piazza per protestare e si arrivò addirittura a delle colluttazioni tra politici in parlamento. In parallelo, le strade furono invase di VHS pirata e spuntarono un po' ovunque baracchini della birra affollati di persone... I dodici episodi che compongono questo fumetto immergono il lettore nelle strade di Taipei e della provincia taiwanese, nei cortili delle case, nei cinema, nelle scuole, seguendo interminabili partite di baseball, combattimenti kung fu e le crisi d'ansia ricorrenti che il severo sistema scolastico cinese provoca al protagonista.

Diario di un'eternità
0 0 0
Modern linguistic material

Markaris, Petros <1937->

Diario di un'eternità : io e Theo Angelopoulos / Petros Markaris ; traduzione di Andrea Di Gregorio

La nave di Teseo, 2018

Abstract: Petros Markaris racconta il suo rapporto con il regista Theo Angelopoulos, con cui ha scritto alcuni dei più grandi capolavori del cinema del Novecento, tra cui il film L’eternità e un giorno, vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes. In queste pagine, cariche di ricordi ma non per questo amare, emerge con forza e dolcezza la storia di due grandi interpreti del nostro tempo, attraverso libri, film, dialoghi, passeggiate. Un racconto autentico e sincero, un memoir di rara finezza, tra cinema e letteratura.

Io e il commissario Charitos
0 0 0
Modern linguistic material

Markaris, Petros <1937->

Io e il commissario Charitos / Petros Markaris ; traduzione di Andrea Di Gregorio

La Nave di Teseo, 2018

Le carte segrete del "Post"
0 0 0
Modern linguistic material

Graham, Katharine <1917-2001>

Le carte segrete del "Post" : dai Pentagon Papers al Watergate : tratto da Personal history / Katharine Graham ; traduzione di Giorgio Moro

Aliberti compagnia editoriale, 2018

Abstract: La vera storia di un grande giornale e di una grande donna: il «Washington Post» e Katharine Graham, la sua editrice in uno dei periodi più turbolenti della storia americana. È la Graham stessa, in queste pagine tratte dalla sua autobiografia, a raccontare i risvolti dei due maggiori scandali politico-giornalistici del dopoguerra: i Pentagon Papers e il Watergate. Storie appassionanti e di un'attualità prepotente: il rapporto fra i media e il potere, la battaglia per la democrazia che non può fare a meno di un'informazione coraggiosa e libera. E il ruolo centrale di una donna, entrata quasi per caso in un universo di potere tutto maschile, ma capace di ribaltare il rapporto fra i sessi con il suo straordinario misto di intraprendenza, durezza, coraggio e dignità. Tratto dall'autobiografia "Personal history. La mia storia", questo è il racconto di come Katharine "Kay" Graham guidò il «Washington Post» negli scandali dei Pentagon Papers e del Watergate. Dopo aver ereditato la direzione del «Post» alla morte del marito nel 1963, "Kay" Graham si è ritrovata inaspettatamente a giocare un ruolo nella storia contemporanea non solo americana. In queste pagine ci racconta gli episodi salienti e appassionanti che hanno trasformato una donna che aveva da poco perso il marito in una leggenda del giornalismo. Accadde quando Kay decise di sfidare il governo americano: prima pubblicando i Pentagon Papers, le carte segrete sul Vietnam, poi facendo esplodere lo scandalo Watergate. Di queste vicende che sconvolsero l'America, la Graham ci offre uno straordinario punto di vista dall'interno, un resoconto "dietro le quinte" dei dibattiti, degli scontri, della tensione per quel gioco davvero ad alto rischio che lei e i suoi giornalisti scelsero di affrontare. La conclusione non può che essere una potente affermazione della libertà di stampa, come indispensabile baluardo contro gli abusi del potere.

Un chilo di cioccolato
0 0 0
Modern linguistic material

Pines, Chava Kohavi <1927->

Un chilo di cioccolato : diario di una ragazza ebrea a Auschwitz / Chava Kohavi Pines ; traduzione dall'inglese Francesca Cosi e Alessandra Repossi

Terra Santa, 2017 (stampa 2016)

Abstract: Vienna, 1942. Eva è una ragazza come tante: la scuola, la famiglia, gli amici. Ma è ebrea, e questo cambia tutto: ogni cosa intorno a lei sembra ricordarle che è diversa. Le discriminazioni, l'intolleranza, il sospetto. E infine la deportazione. Prima nel ghetto "modello" di Theresienstadt, poi ad Auschwitz.Eppure, sullo sfondo di una tragedia più grande di lei, Eva sperimenta a modo suo tutto ciò che dovrebbe accadere a una ragazzina della sua età: le amicizie, l'amore per la musica, la voglia di divertirsi. Il contrasto, atroce e sorprendente, è all'origine di una storia intensa, fatta di inaspettata quotidianità e di piccole cose in un mondo grigio e inospitale, su cui sembra essere calata la notte. Sarà da queste piccole cose che Eva, ormai sola, trarrà la forza per andare avanti e trovare la propria strada. Lontano dai luoghi della sua infanzia e del dramma che ha appena vissuto. Una storia vera, nata dal bisogno di non dimenticare.

Da Sarajevo con amore
0 0 0
Modern linguistic material

Kalezić, Puniša <-2004> - Bosnjak Monai, Diana <1970->

Da Sarajevo con amore : diario dall'assedio / Puniša Kalezić, Diana Bosnjak Monai

Besa, 2017

Abstract: Un libro che è come un pianoforte suonato a quattro mani, per raccontare di un tempo lontano, diverso: in questo diario che raccoglie memorie passate da nonno a nipote, ritorna l’assedio di Sarajevo all’inizio degli anni Novanta. Dal maggio 1992 fino agli accordi di Dayton, Punisa Kalezic’ in quell’assedio ci vive, nella negazione totale di qualsiasi libertà di movimento ed espressione, sotto la minaccia della morte e della fame, senza mai abbandonare la città. I quotidiani appunti del suo diario – raccolti e ordinati narrativamente dalla nipote Diana Bosnjak Monai – ci riportano nel cuore dell’assedio, raccontando con straordinaria profondità il clima politico e sociale, la percezione degli eventi e la quotidianità vissuta durante uno degli snodi fondamentali della storia del Paese. Un testamento storico, culturale e personale, una storia vera raccontata con la bellezza narrativa di un romanzo che non si ferma agli anni dell’assedio ma abbraccia quasi un secolo di storia balcanica.

Pilota (abusivo)
0 0 0
Modern linguistic material

Salme, Thomas <1969->

Pilota (abusivo) : 13 anni tra le nuvole / Thomas Salme ; con Tom Watt ; traduzione di Alessia Rovelli

Cairo, 2017

Abstract: Lui è un bambino come tanti. Coltiva un sogno che è lo stesso di molti coetanei: vuole diventare pilota. Il padre lo porta spesso allo scalo di Arlanda, a 40 chilometri da Stoccolma, per vedere gli aerei decollare e lui si incanta e immagina di volare, di sentirsi libero. Inizia così, in sordina, l'incredibile vicenda di Thomas Salme che ha tutto della commedia hollywoodiana, ma che è vita, al cento per cento vera. Per 13 anni vola nei cieli di tutto il mondo alla guida di giganti dell'aria, trasporta 700mila passeggeri nelle loro mete nei diversi continenti. Ma non ha il brevetto. Un pilota abusivo, dunque. Non basta però essere un consumato teatrante per pilotare un Boeing: Thomas Salme è arrivato a sedersi in cabina di comando dopo un durissimo addestramento da autodidatta, visto che le sue finanze non gli permettevano di conseguire il brevetto da pilota per il trasporto passeggeri. Con la grinta di chi deve farcela a ogni costo, Thomas è diventato bravo, molto bravo e - il diavolo c'ha messo lo zampino - una compagnia aerea cercava proprio uno con le sue caratteristiche. È stato sufficiente presentarsi, con un brevetto goffamente contraffatto, e poi gli eventi hanno preso velocità, come un aereo sulla pista di decollo. Passare le selezioni non è certo stato un problema: Thomas ha sangue freddo da vendere, soprattutto nelle situazioni di emergenza, e una grande dose di umanità che gli guadagnano la stima e la simpatia di superiori e colleghi. La menzogna però è una strada senza ritorno: Thomas mente con tutti, anche con il padre, la moglie, i figli. In quei lunghi 13 anni, più volte è stato sul punto di essere scoperto. Da un certo momento in poi ci ha quasi sperato. Ma la fortuna sembrava sempre dalla sua parte. Finché, un giorno, qualcosa è andato storto...

I miei ricordi
0 0 0
Modern linguistic material

Ardoli, Aristide

I miei ricordi : 133° Regg.to artiglieria Div. Trento / Caporale maggiore T. 158765 Ardoli Aristide

[S.n., 2017?]

M Train
0 0 0
Modern linguistic material

Smith, Patti <1946->

M Train / Patti Smith ; traduzione di Tiziana Lo Porto

Milano : Bompiani, 2016

Memorie di guerra di un soldato seminarista
0 0 0
Modern linguistic material

Severgnini, Enrico <1893-1966>

Memorie di guerra di un soldato seminarista : 1915-1918 / Enrico Severgnini ; [introduzione e commenti a cura di don Pier Luigi Ferrari e don Marco Lunghi]

Grafinart editore, 2016

Abstract: Il volume raccoglie le memorie del seminarista cremasco Enrico Severgnini: chiamato alle armi nel 1915, ha prestato servizio prima nel Reparto di Sanità, poi a ridosso del fronte, nella laguna di Venezia e nella Trieste liberata. Nel centenario della Grande Guerra, il prezioso diario autografo datato 1920, conservato dalla nipote Angela Severgnini, è diventato una pubblicazione a cura di Don Pier Luigi Ferrari e don Marco Lunghi.

La rata
0 0 0
Modern linguistic material

La rata : voci di contrada / Luigi Agostini ... [et al.]

Fondazione civiltà bresciana, 2016

Abstract: La storia di Somagro, come quella di altre contrade di Vallio Terme, si è snodata lungo i secoli scandita dai fatti quotidiani di una comunità dedita alla fatica quotidiana del vivere. Questa pubblicazione dà voce a questa comunità; i diversi racconti, le testimonianze, le espressioni poetiche riaffiorate da un tessuto gelosamente custodito, compongono un mosaico variegato e prezioso. La rata si può ben definire antologia popolare e a dar voce a questa antologia sono gli abitanti del borgo, mossi dal desiderio di non lasciar perdere nell'oblio del tempo un passato significativo.

Quel paesaggio lontano
0 0 0
Modern linguistic material

Zweig, Stefan <1881-1942>

Quel paesaggio lontano : pagine di viaggio e di libertà / Stefan Zweig ; traduzione dal tedesco e introduzione di Gabriella Rovagnati

EDT, 2016

Abstract: Il bisogno di viaggiare, la ricerca di quello straniamento, di quel momentaneo uscire da sé che il soggiorno in una camera d'albergo sconosciuta o la visione di un paesaggio inaspettato possono causare, fu una delle vere costanti della vita di Stefan Zweig. Già a partire dal 1902, prima della laurea in Filosofia e della pubblicazione dei primi racconti, un ventunenne Zweig invia le sue cronache di viaggio a un giornale illustrato di Stoccarda: negli anni a venire continuerà a descrivere e documentare per quotidiani, riviste o piccoli libretti a tema i suoi viaggi in paesi anche remoti come gli Stati Uniti, l'India o la Russia. Rampollo di una famiglia viennese agiata e cosmopolita, scrittore di grande eleganza e torrenziale facilità, pacifista convinto e incrollabilmente fiducioso nell'appartenenza alla grande patria europea, Zweig continuerà infatti a viaggiare senza sosta fino ai suoi ultimi giorni. Diventa nel frattempo uno scrittore di inaudito successo per l'epoca, maestro riconosciuto della forma breve, della novella, della biografia romanzata e della cronaca di mondo. Le sue pagine di viaggio si rivelano così il luogo privilegiato per osservare il lento maturare di una scrittura che da fiammeggiante e salottiera si fa gradualmente più asciutta, venandosi di inquietudine e, col tempo, di un'amara nostalgia e dell'angoscia per la catastrofe a cui il suo "mondo di ieri" era andato furiosamente incontro.

Un mondo senza noi
0 0 0
Modern linguistic material

Dviri, Manuela <1949->

Un mondo senza noi / Manuela Dviri ; prefazione di Gad Lerner

Piemme, 2015

Abstract: La 'mia' Shoah, quella di molti ebrei italiani, è mia madre ragazzina che non trova il suo nome nel tabellone dei voti a scuola, perché gli ebrei sono a parte. Che non può ricevere un otto, perché i voti degli ebrei non possono superare quelli degli 'ariani'. È mio padre, che fino alla morte conserva il telegramma dell'amico Bruno, che gli dice di usare la sua casa, in caso di bisogno. La mia Shoah sono bambine che spariscono da scuola per sette anni e quando tornano nessuno gli chiede dove sono state. Prima delle leggi razziali, prima della Vergogna, mia madre, mio padre, i nonni, gli zii, i cugini, erano normali cittadini italiani. Finché non divennero 'di razza ebraica', e persero il lavoro, la dignità, la sicurezza, e infine rischiarono anche la vita: la scelta fu scappare, oppure morire. Qualcuno fu deportato. Qualcuno non tornò. Poi, mio padre e mia madre si conobbero in un campeggio ebraico, nel dopoguerra, e riconquistarono la 'normalità'. Grazie a loro sono qui. A raccontare. Di loro e degli altri. Manuela Dviri è una figlia che riscopre un po' alla volta un grande mosaico famigliare, ed è una madre che perde in guerra l'amato figlio ventenne e trova nel suo ricordo la forza di rinascere e di battersi perché ad altre madri sia risparmiata l'orribile sofferenza. Tra l'Israele di oggi e l'Italia di ieri risale i rivoli che si ricongiungono nel vasto fiume di una grande famiglia ebraica.

Il vocabolario del cuore
0 0 0
Modern linguistic material

Gatti Galasi, Marmilia <1921->

Il vocabolario del cuore : racconti / Marmilia Gatti Galasi

[S.n.], 2015

Everest 1996
0 0 0
Modern linguistic material

Bukreev, Anatolij - DeWalt, G. Weston

Everest 1996 : cronaca di un salvataggio impossibile / Anatolij Bukreev, Gary Weston DeWalt

La Gazzetta dello sport : Corriere della sera, 2015

Tracce di memoria
0 0 0
Modern linguistic material

Lantos, Peter

Tracce di memoria : il mio viaggio nell'olocausto e ritorno / Peter Lantos

Giunti, 2015

Abstract: Imparare a contare fino a dieci può essere un gioco, un piccolo esercizio da condurre insieme alla mamma, a cinque anni nella spensieratezza della propria camera. Non è lo stesso se il gioco si trasforma in una pratica di sopravvivenza, per evitare i geloni alle dita nel freddo della spianata di Bergen-Belsen, in attesa dell'appello mattutino. Peter Lantos è ancora un bambino quando, insieme alla sua famiglia, viene prelevato dalla casa di Makó, in Ungheria, e rinchiuso prima nel ghetto della città e poi costretto a un lungo viaggio che lo condurrà al lager tedesco. Saranno gli americani a trarre Peter in salvo, ma lo stalinismo sovietico costringerà il ragazzo ad affrontare nuovamente gli stenti di una vita senza la piena libertà. Fuggito a Londra e divenuto adulto, Peter ripercorre le tappe del suo viaggio. Dopo anni trascorsi a studiare la mente umana come neurologo, non accetta che il ricordo di quei giorni sia per lui così confuso. Ma la ricostruzione è molto difficile: i testimoni stanno morendo, i luoghi hanno cambiato geografia e aspetto. Aggrappandosi a ogni indizio e risalendo alle origini di ogni traccia di passato, Peter ricompone i ricordi. Questo è per lui il modo di tenere viva la memoria del suo viaggio, e di restituirla a tutti noi.