E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Include: none of the following filters
× Publisher Fabbri editori <Milano>
× Languages Russian

Found 933944 documents.

Show parameters
Giardino della gioia
0 0 0
Modern linguistic material

Calandrone, Maria Grazia <1964->

Giardino della gioia / Maria Grazia Calandrone

Mondadori, 2019

Abstract: Giardino della gioia è un'opera che impone Maria Grazia Calandrone come una delle figure di maggior rilievo nella poesia del nostro tempo. Una grande energia espressiva caratterizza questo nuovo libro di Maria Grazia Calandrone. Un'energia dirompente che corrisponde, peraltro, alla capacità di rapportarsi con il reale in modo reattivo, singolare e diretto, e che le consente di offrire una testimonianza vitale sulla molteplicità aperta in cui vive la sua esperienza. E sulla materialità dell'esserci, sulla sua presenza e sul suo vuoto, tra vita e pseudovita, nelle innumerevoli variabili dell'amore (che «sprofonda gli amanti / nella radiosità del mondo vero»), della gioia e del dolore, della sessualità e della morte. Tutto questo nella vicenda quotidiana e insieme nell'avventura, misera e mirabile al tempo stesso, dei corpi, nella «pasta di pane» dell'«affabile carne umana», in un mondo che appare, nelle sue contraddizioni, «radioso e gentile - e così / bello, privo di senso: perfetto». Maria Grazia Calandrone compie poi una serrata indagine sul male, con le sezioni dedicate a casi di cronaca nera. Ma si muove in profondo anche di fronte alla realtà storica del nostro tempo, come nel poemetto-reportage sulla Bosnia. L'autrice non si affida al frammentismo delle impressioni, ma ogni volta costruisce un organismo testuale libero eppure di interna e controllata coerenza, nei singoli capitoli come nella ricca unità del libro che qui ci propone. In virtù, poi, di una sensibilità di stile e forma, si muove sulla pagina usando un metro molto duttile, variabilissimo, che va dalla parola-verso alla totale apertura della prosa poetica.

Libro 8: Gennaio 1973-Giugno 1973
0 0 0
Modern linguistic material

Libro 8: Gennaio 1973-Giugno 1973

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0
Tutti giù per aria
0 0 0
Modern linguistic material

Postorino, Rosella <1978->

Tutti giù per aria / Rosella Postorino ; illustrazioni di Alessandra Cimatoribus

Salani, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Tina non sa cosa le è saltato in mente quel pomeriggio, quando ha accettato di giocare a pallavolo con i compagni. Di solito fa solo le cose che sa fare bene, perché ha sempre paura di sbagliare. Gli altri bambini la chiamano ‘perfettina’ e non la trovano molto divertente: la perfezione non ha mai fatto ridere nessuno! La palla cadrà nel fume, Tina per riprenderla precipiterà giù da una cascata e da qui tutto avrà inizio. Recuperata da un’enorme signora-mongolfera, viene portata in volo fino a uno strano paese, pieno di personaggi strampalati, quel giorno in festa per la Fiera degli Scarti e l’annuale Caccia al Tesoro. Chi arriverà primo? Ma soprattutto, cosa vinceranno gli altri? Perché, quando si gioca insieme, nessuno perde mai.

La bufera e altro
0 0 0
Modern linguistic material

Montale, Eugenio <1896-1981>

La bufera e altro / Eugenio Montale ; a cura di Ida Campeggiani e Niccolò Scaffai ; con un saggio di Guido Mazzoni e scritti di Gianfranco Contini e Franco Fortini

Mondadori, 2019

Abstract: Montale occupa, nella poesia italiana del Novecento, il posto che Leopardi ha in quella dell'Ottocento: è l'autore più importante del secolo, colui che ha Scambiato il modo di intendere la lirica nella nostra letteratura. E lo ha fatto con i versi scritti tra la fine degli anni Venti e l'inizio dei Cinquanta, compresi soprattutto nelle Occasioni e nella Bufera. Una parte importante della Bufera e altro raccoglie, in particolare, testi scritti fra il 1940 e il 1945, nei quali la drammatica realtà storica e politica irrompe prepotentemente nella poesia montaliana; questa noni può quindi che ritrarre un universo sconvolto dalla dittatura, dalla guerra e dall'insensatezza umana. E mantenendo un linguaggio a suo modo classico, che nella metrica e nella sintassi rifugge gli esiti estremi dell'anarchia postromantica, riesce ancora a darei all'esperienza personale un valore universale, trovando modi sempre nuovi per unire fisico e metafisico, e calare la ricerca di senso e la fugace illuminazione in un contesto estremamente concreto e storicamente connotato, il testo è accompagnato da un saggio di Guido Mazzoni, critico, poeta e interprete della poesia montaliana, da un profilo biografico dell'autore, da una bibliografia e, infine, da uno scritto di Pier Paolo Pasolini.

Fiato sospeso
0 0 0
Modern linguistic material

Vecchini, Silvia <1975-> - Vincenti, Antonio <1969->

Fiato sospeso / Silvia Vecchini, Sualzo

Tunuè, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Olivia vive con il fiato sospeso. Sospeso come prima di un tuffo. Sospeso come sott'acqua prima di iniziare a espirare in mille bolle. Sospeso come quando il respiro sembra mancare a causa dell'allergia. Sospeso come quando avviene qualcosa che non ti aspetti.

Pane e dolci al naturale
0 0 0
Modern linguistic material

Barzanò, Carla <dietista e pubblicista> - De Marco, Dario <1975->

Pane e dolci al naturale / [testi di Carla Barzanò, Dario De Marco ; ricette a cura di Bianca Minerdo]

Slow Food, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Il pane, e i lievitati in generale, insieme ai dolci hanno suscitato grande interesse negli ultimi anni soprattutto per come possano essere preparati prestando attenzione alla nostra salute. Largo allora a farine poco raffinate e non di solo grano, alla pasta madre, alla frutta come dolcificante naturale. Questa raccolta nasce con l'intento di spiegare perché si tratta di scelte che fanno bene e come adottarle in cucina attraverso tante ricette facili da provare.

Passi da gigante
0 0 0
Modern linguistic material

Lambert, Anaïs <1986->

Passi da gigante / Anaïs Lambert

Pulce, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Una mattina un bambino gioca a esplorare il giardino fuori di casa: l’esperienza è così fantastica e avventurosa che attraverso i suoi occhi i ciuffi d’erba diventano foreste, i ricci di castagna mostri pungenti, i tronchi d’albero elefanti. Ma ad un certo punto un gigante buono sorprende il bambino, lo solleva e lo affianca nell’avventura di scoperta e di crescita. Un albo splendido e prezioso che racconta ai più piccoli, con uno stile semplice e poetico, le meraviglie della natura, e ricorda ai più grandi che, con lo sguardo e l’incoraggiamento giusto da parte degli adulti, i bambini possono fare passi da gigante.

Autoritratto entro uno specchio convesso
0 0 0
Modern linguistic material

Ashbery, John

Autoritratto entro uno specchio convesso / John Ashbery ; a cura di Damiano Albeni ; con uno scritto di Harold Bloom

Bompiani, 2019

Abstract: Primo poeta americano a vedere da vivo la propria opera raccolta e pubblicata dalla Library of America, John Ashbery è stato il riconosciuto maestro della generazione che ha esordito intorno agli anni settanta. Nel 1975 con «Autoritratto entro uno specchio convesso» ha ottenuto i tre più prestigiosi premi poetici degli Stati Uniti, presentando al pubblico un canzoniere complesso ed entusiasmante, evocativo, spesso onirico, ricco di riferimenti enciclopedici e reinvenzioni continue. La raccolta più incisiva del più importante poeta americano degli ultimi cinquant'anni.

La grande orchestra
0 0 0
Modern linguistic material

Laffon, Caroline <1972-> - Stella, Gaia <1982->

La grande orchestra / Caroline Laffon, Gaia Stella ; traduzione di Camilla Diez

Gallucci, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Scopri gli strumenti musicali, le loro storie e i loro suoni! Sai quali sono stati i primi oggetti suonati dagli uomini? E chi ha inventato la chitarra elettrica? È vero che il successo della fisarmonica è merito di un bambino? Esplora l'universo della musica e degli strumenti di tutto il mondo e di tutte le epoche!

Una casa per Oscar
0 0 0
Modern linguistic material

Timmers, Leo <1970->

Una casa per Oscar / Leo Timmers

Il Castoro, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Oscar è un gattone d’appartamento che non esce quasi mai. Ma un giorno la farfalla Vera gli propone di giocare a rincorrersi. Oscar la segue e senza rendersene conto… si perde nella città! Riuscirà a ritrovare la sua casa?

"Le religioni sono vie di pace" (falso!)
0 0 0
Modern linguistic material

Naso, Paolo <docente di scienze politiche>

"Le religioni sono vie di pace" (falso!) / Paolo Naso

Laterza, 2019

Abstract: È falso che le religioni siano vie di pace. È falso che siano modelli irenici; è falso che si debba a loro quel fragile concetto di ‘tolleranza’ che ha permesso la coesistenza di diverse appartenenze confessionali; è falso che al cuore delle religioni vi sia un’unica regola d’oro che le orienta verso la pacifica convivenza; è falso, infine, che le religioni siano vittime di strumentalizzazioni di ordine politico ed economico, e non il motore stesso di alcune guerre. La storia è punteggiata da guerre e violenze scatenate da motivi religiosi: dall’antisemitismo cristiano alle Crociate, dai tribunali dell’Inquisizione alla Guerra dei Trent’anni. Lo scenario non cambia se ci volgiamo al tempo presente: dall’Irlanda del Nord ai Balcani, dalla crisi tra Russia e Ucraina al Medio Oriente. Negli ultimi anni, in particolare, si è parlato di fondamentalismo islamico a causa dell’Isis; ma i fondamentalisti non sono solo islamici: numerosi e significativi episodi di intolleranza fondamentalista si sono verificati anche in campo cristiano e in quello ebraico. Le religioni orientali non fanno eccezione: basti pensare alle violenze degli induisti contro i musulmani in India ma anche al suprematismo buddista in Sri Lanka, nel Myanmar, in Thailandia. Di fronte al diffondersi di conflitti ispirati a motivi religiosi si commenta, spesso, che gli elementi religiosi sono solo un pretesto che maschera ragioni politiche ed economiche. Ma è davvero così? Paolo Naso, sociologo delle religioni, contesta questa semplificazione e ci spiega perché le religioni non sono necessariamente vie di pace, a partire da un dato strutturale: le religioni non sono meri corpi spirituali che si muovono secondo il piano di Dio, ma costruzioni umane condizionate da interessi materiali e politici. Operano nella storia e per questo non sfuggono alle leggi della geopolitica quando si mobilitano per fini che hanno un carattere secolare. Basti pensare ai fondamentalismi e ai radicalismi religiosi dei nostri giorni che, per quanto giudicati devianti e talvolta eretici rispetto alle ortodossie confessionali, utilizzano linguaggi e simboli religiosi.

Si fa sera e il giorno ormai volge al declino
0 0 0
Modern linguistic material

Sarah, Robert <1945->

Si fa sera e il giorno ormai volge al declino / Robert Sarah ; con Nicolas Diat ; traduzione di Davide Riserbato

Cantagalli, 2019

Abstract: Una riflessione ambiziosa, potente, ormai ineludibile nella quale il cardinale affronta senza riserve la crisi del mondo contemporaneo, donandoci ancora una volta una preziosa lezione di vita e di spiritualità. Queste parole del cardinale Robert Sarah costituiscono il fil rouge su cui si dipanano le sue nuove conversazioni con Nicolas Diat. Il suo giudizio è chiaro: il mondo è sul ciglio di un precipizio. La crisi della fede e della Chiesa, il declino dell'Occidente, il tradimento delle sue élite, il relativismo morale, la globalizzazione senza regole, il capitalismo sfrenato, le nuove ideologie, la politica che arranca, le derive di un totalitarismo islamista... È giunto il tempo di una diagnosi che non conceda attenuanti. Nell'analisi a tutto tondo dei grandi sconvolgimenti della nostra epoca, il cardinal Sarah ci invita a prendere coscienza della gravità della crisi che stiamo attraversando, mostrandoci come sia ancora possibile evitare l'inferno di un mondo senza Dio, di un mondo senza l'uomo, di un mondo senza speranza.

I russi sono matti
0 0 0
Modern linguistic material

Nori, Paolo <1963->

I russi sono matti : corso sintetico di letteratura russa : 1820-1991 / Paolo Nori

UTET, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Esilarante e rocambolesco, sbilenco e a suo modo intimo, passa in rassegna le idiosincrasie e il genio dei grandi autori: da Puskin che per primo e forse per caso abbandona l’aristocratico francese per scrivere «nella lingua dei servi della gleba», creando di fatto il romanzo russo, a Erofeev che in piena dissoluzione dell’Urss riempie di bestemmie un capitolo del suo Mosca-Petuški, mettendo però cortesemente in guardia le lettrici; da Tolstoj che in una lettera dice di non poterne più di scrivere «la noiosa, la triviale Anna Karenina» a Dostoevskij che si considera «un uomo felice che non ha l’aria contenta». Eppure se anche davvero I russi sono matti, hanno creato in appena due secoli una delle più grandi letterature mai esistite, capace di cogliere l’umorismo tragico dell’esistenza e di togliere l’“imballaggio” alle parole, restituendo loro tutta la forza poetica perduta nell’uso, di cogliere l’intraducibile byt (diciamo per semplicità: la vita) nel suo farsi, di costruire romanzi pieni, come diceva un detrattore di Puskin, di «scenette insignificanti da vite insignificanti», ma che forse proprio per questo ancora oggi ci sembrano più veri del vero.

Il mondo è sessuato
0 0 0
Modern linguistic material

Fraisse, Geneviève <1948->

Il mondo è sessuato : femminismo e altre sovversioni / Geneviève Fraisse ; a cura di Annarosa Buttarelli ; postfazione di Luisa Muraro

Nottetempo, 2019

Abstract: Tutte le donne sono cittadine, alcune donne sono artiste. La cittadina e l’artista possono essere equiparabili all’uomo? Sì. Coinvolte a un tempo sia nella politica che nell’arte? Sì. Agli albori dell’era democratica, iniziata dalla Rivoluzione Francese, queste affermazioni furono tuttavia fonte di polemiche e dibattiti: alle donne la famiglia, non la città (che è come dire il privato e non il politico); l’essere la musa e non il genio, argomentavano uomini non tutti classificabili come reazionari. Duecento anni dopo, ne discutiamo ancora. Il libro torna alle conseguenze di questo momento fondativo. Rende conto del lavoro senza fine della dimostrazione dell’uguaglianza, in una “democrazia esclusiva” dove ciascuno – e di cui ciascuno – può teoreticamente vedersi individuo, soggetto, cittadino, creatore, uno, una tra tutti e tutte. Da Poulain de la Barre, filosofo del XVII secolo, a Jacques Rancière, pensatore contemporaneo, con Virginia Woolf così come con Simone de Beauvoir, i testi qui riuniti mostrano fino a che punto queste questioni rimangano essenziali per la modernità: quella del rivendicato godimento, quella della strategia sovversiva, quella della misura dell’emancipazione delle donne, quella del femminismo come deregolamentazione della tradizione occidentale.

La gente normale
0 0 0
Modern linguistic material

Escoffier, Michaël <1970-> - Monloubou, Laure <1976->

La gente normale / Michaël Escoffier, Laure Monloubou

Pane e sale, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Durante l’intervallo a scuola c’è stato un battibecco e Ludovico ha detto una cosa strana a Rita: le ha detto che, secondo lui, lei non è affatto una persona normale! Rita c’ha pensato un po’ su, ma non ha mica capito bene il senso di quell’espressione... In fondo, cosa significa veramente essere “normale”? Rita è decisa a scoprirlo.

Il ragazzo che nuotava con i piranha
0 0 0
Modern linguistic material

Almond, David <1951->

Il ragazzo che nuotava con i piranha / David Almond ; illustrazioni di Oliver Jeffers ; traduzione di Giuseppe Iacobaci

Salani, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Come la prenderesti se all’improvviso tuo zio decidesse di trasformare la casa in una fabbrica di pesce in scatola piena zeppa di macchine rumorose e puzzolenti?Stanley ha cercato di adattarsi, perché adora gli zii che lo hanno cresciuto, ma un giorno la sua pazienza finisce e decide di abbandonare la vecchia vita e unirsi ai carrozzoni del luna park: più precisamente alla bancarella del pesca-la-papera. Lo aspetta un mondo di personaggi che si infiammano come scintille dell’autoscontro, ma dal cuore soffice come zucchero filato, magici come la luce lunare e leggendari come Pancho Pirelli, l’uomo che nuota nella vasca dei piranha. Sarà proprio lui a vedere in quel ragazzino pelle e ossa il suo successore: riuscirà Stan a… tuffarsi nel proprio destino?

Il muro
0 0 0
Modern linguistic material

Graglia, Piero <1963->

Il muro : Berlino e gli altri / di Pietro S. Graglia

People, 2019

Abstract: 1989-2019: a trent'anni dalla caduta del Muro di Berlino, ancora si costruiscono barriere, in Europa e altrove. Tornare a parlare del 'Berliner Mauer', rintracciandone la storia e le finalità politiche, serve per comprendere appieno il concetto stesso di "muro": non come segno di sovranità e di controllo, ma come segno della mancanza, o della debolezza, di entrambi. Cadono le ideologie, restano le macerie, tornano le paure: di fronte a situazioni geopolitiche instabili, e a un fenomeno migratorio sistemico che tutti ci coinvolge, come possono reagire le generazioni post-Muro? In questo volume Piero Graglia ci parla delle società murate di ieri e di oggi, dalla Grande Muraglia cinese fino all'attuale confine USA-Messico, mettendoci in guardia rispetto al rischio che comporterebbero nuove chiusure nel panorama mondiale.

Il lavoro delle donne nell'Italia contemporanea
0 0 0
Modern linguistic material

Pescarolo, Alessandra <docente di sociologia>

Il lavoro delle donne nell'Italia contemporanea / Alessandra Pescarolo

Viella, 2019

Abstract: Come sono cambiate, nella storia, le leggi e le obbligazioni morali che regolano il lavoro femminile? E come hanno influito sulle pratiche concrete? I mariti "normalmente" mantenevano le mogli, considerando incompatibile con il proprio onore la loro presenza negli spazi pubblici? Oppure le donne hanno sempre lavorato, in casa e fuori? Il lavoro era fonte di autostima e diritti o era solo una penosa incombenza cui ci si doveva assegnare? Le domande sono molte e il dibattito è intenso, ma per la prima volta questa sintesi vuole offrire una risposta. Possiamo così ripercorrere una nuova storia delle italiane dall'Ottocento a oggi, seguendo per le varie figure professionali le tensioni fra rappresentazioni ed esperienze. Mestieri e soggetti ripopolano una scena dominata fino a oggi dal mito della fabbrica fordista: contadine e domestiche, setaiole e trecciaiole, sarte e ricamatrici. E poi telefoniste, commesse, dattilografe, maestre e infermiere, avvocatesse, donne medico e magistrato. Ma anche lavoratrici della casa, con il loro lavoro di cura. Fino alle giovani di oggi, esposte nuovamente alla precarietà e al disincanto di una rivoluzione incompiuta.

Libro universale dei diritti umani
0 0 0
Modern linguistic material

Nazioni Unite

Libro universale dei diritti umani = Universal book of human rights

Liberedizioni, 2019

35 borghi imperdibili
0 0 0
Modern linguistic material

Stefani, Manuela <giornalista e scrittrice> - Reali, Claudia <giornalista>

35 borghi imperdibili : Dolomiti / Manuela Stefani, Claudia Reali

Edizioni del Capricorno, 2019

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Nel 2009 l'UNESCO ha dichiarato Patrimonio Mondiale dell'Umanità, per la loro «bellezza monumentale unica», nove zone delle Dolomiti, giganti di pietra che si ergono nelle province di Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone e Udine. Da ovest a est, pinnacoli, guglie, strette gole, declivi, pascoli, fitti boschi si susseguono senza soluzione di continuità. Uno spettacolo straordinario che diventa ancora più unico alle prime luci del giorno e al tramonto: è il fenomeno dell'«enrosadira», quando la dolomia si accende di rosa, rosso, oro e arancio. Oggi a migliaia accorrono da tutto il mondo per vivere i meravigliosi «Monti Pallidi». Ma fino all'inizio del secolo scorso, le Dolomiti erano ancora una terra poco frequentata, punteggiata di piccoli paesi dove gli esseri umani lottavano quotidianamente per resistere alle condizioni estreme della montagna. Ogni borgo vanta una ricchezza culturale unica: la sua storia, la lingua, le tradizioni, i prodotti tipici, i tesori artistici, le architetture rurali. Questa guida vi accompagna alla scoperta di 35 perle dolomitiche, in Trentino-Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Un viaggio al cospetto di «una delle cose più belle, potenti e straordinarie di cui questo Pianeta disponga», come descrisse le Dolomiti Dino Buzzati nel 1956.