Questo scaffale suggerisce libri stampati a caratteri grandi o con criteri tipografici di alta leggibilità.
E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Include: none of the following filters
× Date 2015
× Names Winkler, Henry <1945->
× Country USA

Found 990 documents.

Show parameters
Il ventre di Napoli
0 0 0
Modern linguistic material

Serao, Matilde <1856-1927>

Il ventre di Napoli / Matilde Serao

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2014

Abstract: Spesso considerata, con tono benevolo e sprezzante, un reportage, il capolavoro della Serao ha la forza della verità che si fa letteratura, del rifiuto per quella retorichetta a base di golfo e colline fiorite che serve per quella parte di pubblico che non vuole essere seccata con racconti di miserie. La sua denuncia resta, a un secolo di distanza, di straordinaria attualità: Questo ventre di Napoli, se non lo conosce il governo, chi lo deve conoscere? A che sono buoni tutti questi impiegati alti e bassi, questo immenso ingranaggio burocratico che ci costa tanto?

Peter Pan
0 0 0
Modern linguistic material

Barrie, J. M. <1860-1937>

Peter Pan / James Matthew Barrie

B.I.I. onlus, 2017

Abstract: La vera storia di Peter Pan e della sua seconda vita nei giardini di Kensington, dopo l'Ora di Chiusura, quando le fate si lanciano in balli scatenati. E si scopre che tutti i bambini sanno volare ma poi, crescendo, se ne dimenticano. Tutti tranne Peter Pan, il bambino in parte uccello, destinato a volare per sempre dentro i cancelli dei giardini di Kensington. Età di lettura: da 9 anni.

Il bergè
0 0 0
Modern linguistic material

Righero, Piero

Il bergè / Piero Righero

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Abstract: «Quella notte non riuscì a dormire. Aveva preso la sua decisione: voleva fare anche lui il bërgé. Non sapeva dove, come e quando. Per ora non voleva pensarci, solo sognare». Una storia d'amore persa nella memoria dei monti e tra gli alpeggi delle Terre d'Acaia. Una storia che scorre nell'anima come il grande fiume.

Il conte di Carmagnola
0 0 0
Modern linguistic material

Manzoni, Alessandro <1785-1873>

Il conte di Carmagnola / Alessandro Manzoni

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

Marco Valerio, 2009

Abstract: Il conte di Carmagnola è un dramma storico nel senso più attivo del termine, decisamente anti-archeologico, fino al punto di capovolgere l'effettiva responsabilità del suo protagonista. La vicenda di Francesco di Bartolomeo Bussone, conte di Carmagnola, generoso condottiero di ventura del XV secolo, conteso tra la primitiva militanza viscontea e il successivo servizio alla repubblica veneziana, inscena la tragedia dell'Innocente, ripetendo il calvario di Cristo e il tradimento di Giuda, nel quadro della miseria italiana e del potere ingiusto. Il dramma prende forma tra Shakespeare e teatro moderno tedesco, e Manzoni sollecita il lettore al ruolo di giudice, eludendo qualsiasi sua complicità con le passioni e il male del mondo.

Il drago e cinque altre novelle per fanciulli
0 0 0
Modern linguistic material

Capuana, Luigi <1839-1915>

Il drago e cinque altre novelle per fanciulli / Luigi Capuana

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Racconti sardi
0 0 0
Modern linguistic material

Deledda, Grazia <1871-1936>

Racconti sardi / Grazia Deledda

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2014

Cristina
0 0 0
Modern linguistic material

Serao, Matilde <1856-1927>

Cristina / Matilde Serao

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Gli ingenui
0 0 0
Modern linguistic material

Panzini, Alfredo <1863-1939>

Gli ingenui / Alfredo Panzini

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Giobbe
0 0 0
Modern linguistic material

Roth, Joseph <1894-1939>

Giobbe / Joseph Roth

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2014

Abstract: Il Giobbe di Roth si chiama Mendel Singer, è un «uomo semplice» che fa il ‘maestro’, cioè insegna la bibbia ai bambini di una cittadina della Volinia russa e ai propri figli: «migliaia e migliaia di ebrei prima di lui avevano vissuto e insegnato nello stesso modo». La sua vita scorre quietamente, «fra magre sponde», ma chiusa in un ordine intatto, fino alla nascita del quarto figlio, Menuchim, che è minorato. Da allora in poi, se «tutto ciò che è improvviso è male», come dice Mendel Singer, molti mali cominciano a sfrecciare sulla sua vita. Dovrà abbandonare la sua terra per andare a New York, in un mondo che gli è totalmente estraneo, e la moglie – ancora una volta un memorabile personaggio femminile –, la figlia e i figli saranno uno dopo l’altro toccati dalla guerra, dalla morte, dalla pazzia. Via via che sprofonda nella solitudine e nella disperazione, il Giobbe di Roth, quest’uomo comune che aveva seguìto nella sua vita l’ordine dei padri senza quasi riflettere, si staglia sempre più grandioso: dopo aver «visto andare in rovina un paio di mondi», si trova sul punto di bruciare i suoi libri sacri perché vuole «bruciare Dio» – e in quel momento raggiunge un’intensità e una essenzialità che sembrano negate per sempre ai consolatori che gli si affannano intorno. Ora soltanto, Mendel diventa veramente un «uomo semplice»: più la vita lo spoglia e lo sradica da tutto, più egli appare fermo, con lo sguardo lucido e una forza segreta di resistenza che gli impediscono di crollare. Una sotterranea corrente vitale lo lega al figlio che era stato dato per perduto: il loro insperato e miracoloso incontro, alla fine, è il ricongiungersi di queste due correnti che hanno continuato a scorrere fra le rovine della morte e dell’esilio, riapparendo sempre, testardamente, come unica risposta agli enigmatici colpi della sventura. Tutto il sapore, l’immenso «pathos», l’antica saggezza e l’indistruttibile forza vitale di una grande civiltà, sempre minacciata e condannata alla dispersione, sembrano concentrarsi nel profondo sonno finale di Mendel Singer, carico del «peso della felicità e della grandezza dei miracoli».

[Vol. 3]: Paradiso
0 0 0
Modern linguistic material

Alighieri, Dante <1265-1321>

[Vol. 3]: Paradiso

Lo scarabeo d'oro
0 0 0
Modern linguistic material

Poe, Edgar Allan <1809-1849>

Lo scarabeo d'oro / Edgar Allan Poe

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Padri e figli
0 0 0
Modern linguistic material

Turgenev, Ivan Sergeevič <1818-1883>

Padri e figli / Ivan Sergeevic Turgenev

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Favole
0 0 0
Modern linguistic material

La Fontaine, Jean de <1621-1695>

Favole / Jean de La Fontaine

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2014

Abstract: Età di lettura: da 6 anni.

La capanna dello zio Tom
0 0 0
Monographs

Stowe, Harriet Beecher

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Abstract: Kentucky, attorno al 1850. Stroncato dai debiti, George Shelby si vede costretto a vendere il suo schiavo nero più fidato e onesto. Una serie di vicissitudini aspettano d'ora in poi il povero Tom che, sostenuto da una fede incrollabile e da una grande forza d'animo, non perde mai la speranza di riconquistare la libertà. Il giorno di Capodanno del 1863, in piena guerra di Secessione, il presidente degli Stati Uniti Abraham Lincoln proclamò solennemente l'abolizione della schiavitù ed espresse la sua gratitudine alla piccola donna che ha acceso la scintilla di questa grande guerra. Alludeva all'autrice della Capanna dello zio Tom. Età di lettura: da 8 anni.

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 1
0 0 0
Modern linguistic material

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 1

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 2
0 0 0
Modern linguistic material

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 2

La certosa di Parma
0 0 0
Monographs

Stendhal <1783-1842>

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal)

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Abstract: Questo romanzo racconta il nostro paese attraverso le vicende del giovane Fabrizio del Dongo, incerto tra sogni d'amore e segni di gloria. Sono gli anni di Napoleone, di fermenti ideali e di passioni trascinanti: Fabrizio parte e va alla guerra ma torna presto in Italia dove comincia per lui una lunga stagione di alterne ed incredibili avventure. Famosi gli episodi della battaglia di Waterloo, le descrizioni degli intrighi di corte e della prigionia: Stendhal riesce a raccontare l'amore e l'intelligenza, l'eroismo e l'astuzia coinvolgendo i lettori e nello stesso tempo assistendo con animo distaccato allo svolgersi degli eventi, proprio lui che in questo romanzo ha trasfuso ogni sua autentica esperienza di vita.

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 1
0 0 0
Modern linguistic material

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 1

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 2
0 0 0
Modern linguistic material

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 2

Tre uomini in una barca (per tacer del cane)
0 0 0
Modern linguistic material

Jerome, Jerome K. <1859-1927>

Tre uomini in una barca (per tacer del cane) / Jerome K. Jerome

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

MarcoValerio, 2017

Abstract: J., Harris e George compongono un terzetto alquanto balzano. J. ha la fissa della malattia: le ha passate tutte (gli manca solo il ginocchio della lavandaia). Harris - a suo dire - fa tutto lui, ma tiene sempre in scacco gli altri con ordini e contrordini. George non farebbe che dormire, ma la pigrizia è un vizio che non lo riguarda. Ai tre amici si accompagna un cane, e anche lui ci mette la sua: Montmorency è un feroce fox-terrier certo di essere troppo buono per questo mondo. Tutti assieme fanno un viaggio in barca lungo le rive del Tamigi. Ne nasce una storia esilarante, costellata di piccole sventure e comiche avventure, con curiosi aneddoti di costume e ricordi di esperienze buffe, in una serie di gag sulle gioie e i dolori della vita sul fiume. Tre uomini in barca, che negli anni ha conosciuto un successo di pubblico straordinario, è ormai unanimemente considerato un classico della comicità anglosassone, fatta di humour e nonsense, che all'ironica paradossalità delle vicende narrate sa unire realistiche descrizioni delle campagne inglesi e brevi note di filosofia spicciola.