Carducci, Giosuè <1835-1907>

(Persona)

Thesaurus
Rinvio da (UF)
Più generale (BT)

Gefunden 317 Dokumente.

Ergebnisse aus anderen Suchen: Rete Bibliotecaria Bergamasca

San Martino
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

San Martino / Giosue Carducci ; illustrato da Elisa Paganelli

Einaudi ragazzi, 2021

Abstract: Il titolo fa riferimento alla data dell'11 novembre (San Martino), giorno in cui, tradizionalmente, in Italia si «celebra la maturazione del vino nuovo» (donde la locuzione proverbiale: "San Martino, ogni mosto diventa vino"). La nebbia, dissolvendosi e lasciando il posto ad una leggera pioggerella, risale per le colline rese ispide dalle piante ormai prive di foglie e, spinto dal freddo vento di maestrale, il mare rumoreggia frangendosi sulla scogliera con imponenti onde bianche di spuma. Per le vie del paesello si propaga dai tini, dove fermenta il mosto, l'odore aspro del vino nuovo che allieta l'umore dei paesani. Nel frattempo sui ceppi che bruciano nel focolare scoppietta il grasso che cola dallo spiedo, e il cacciatore, fischiettando, se ne sta sull'uscio a guardare stormi di uccelli che, in contrasto con le nubi rosseggianti per l'imbrunire, appaiono neri come cupi pensieri che volano via nella quiete del tramonto. Si descrive un paesaggio in bianco e nero con l'eccezione del colore rossastro al termine della poesia che serve a far risaltare ancora di più il volo degli uccelli neri. Evidente il contrasto tra l'atmosfera del borgo e il suono del mare in tempesta agitato dal maestrale, simbolo di un'inquietudine che, a mano a mano che si sale con fatica verso la cima del colle, quasi svapora attraverso la nebbia[17] che vela la realtà, che non ci fa capire cosa veramente vogliamo, finché si giunge alla chiara allegrezza del borgo dove il rumore del mare è ormai lontano e dove si diffondono gli odori del vino che si sta facendo e della carne che gira sullo spiedo. Questi sono i suoni della pace, il vino che bolle nelle botti, la legna dello spiedo che scoppietta contrapposti alla furia del vento che agita il mare dell'esistenza umana. Al termine della faticosa salita per la conquista della tranquillità ci attendono il vino e il cibo, una consolazione e un modo per raggiungere serenità, lasciare alle spalle, giù in basso il mare agitato della vita. La serenità, oltre che negli odori, qui tinta di tristezza, è nel suono: nel fischiettio del cacciatore che appoggiato alla porta di casa guarda pensoso le nuvole rosse per il tramonto dove si stagliano uccelli neri che volano via come i foschi pensieri. È una pace questa che si percepisce durerà poco, poiché ancora si sente là, in basso, il mare della vita rumoreggiare e poiché il poeta è ormai al tramonto che precede le tenebre della notte.

Il poeta, la donnissima e il generale
0 0 0
Moderne Bücher

Sterpos, Marco

Il poeta, la donnissima e il generale : il grande amore di Giosuè Carducci / Marco Sterpos

Mucchi, 2020

Abstract: La storia d'amore tra Giosue Carducci e Lina Cristofori, moglie del generale Domenico Piva, ha sempre esercitato un notevole fascino sull'autore nei suoi molti anni di studi carducciani: personaggi divenuti così familiari da "costringerlo" a raccontare la loro storia in un libro che potrebbe collocarsi nella categoria manzoniana dei «componimenti misti di storia e d'invenzione». Il "corpus storico" è rappresentato dalle lettere rimaste, quasi seicento di Carducci e una settantina di Lina, e dalle poesie dedicate all'amata. L'invenzione colma i tasselli, spesso volutamente eliminati, di un legame scomodo, di cui si parlava con imbarazzata reticenza: basti pensare che nell'Edizione Nazionale dell'epistolario, tutte le lettere a Lina figurano indirizzate all'immaginaria Lidia delle poesie carducciane. Al centro della storia c'è naturalmente Carducci con la sua personalità vigorosa e passionale, espressa sia negli slanci d'amore più ardente, sia nelle esplosioni di gelosia frenetica, ma sua [...]

Juvenilia
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Juvenilia / Giosuè Carducci ; edizione critica a cura di Claudio Mariotti

2019

Teil von: [1]: Opere

Addio caro Orco
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907> - Vivanti, Annie <1866-1942>

Addio caro Orco : lettere e ricordi (1889-1906) / Giosue Carducci, Annie Vivanti ; saggio introduttivo e cura di Anna Folli

Feltrinelli, 2019

Abstract: Si tratta del carteggio tra Giosuè Carducci e Annie Vivanti, l'ultimo amore del poeta. In questo libro si racconta la favola carducciana del sommo poeta che paternamente innalza e protegge la fanciulla di genio per le vie dell'arte. Oggi è possibile una nuova edizione, poiché si sono ritrovati gli archivi Pancrazi e Marescalchi e si è potuto aver ragione di tutti i tagli e le censure moralistiche. In più si aggiungono materiali inediti dall'Archivio Marescalchi e ritrovamenti da numerosi fondi pubblici. Nella vita austera e provinciale del poeta, Annie entrò come un'apparizione di "fata o ninfa". Capricciosa e impudente Annie, mite e umile il vecchio poeta davanti alla sua porta.

Poesie
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Poesie / Giosue Carducci ; a cura di William Spaggiari

3. ed.

Feltrinelli, 2018

Abstract: Fortemente radicata nel suo tempo, la poesia di Carducci compendia al livello più alto, nell’arco di mezzo secolo, i caratteri e le tendenze della società italiana. Tuttavia, dopo aver esercitato influssi determinanti, è stata rapidamente accantonata per i suoi aspetti “fuori moda” (attitudine retorica, patriottismo celebrativo, mitologia risorgimentale). In realtà, quella lirica, saldamente connessa all’eloquenza del professore e agli studi del critico e del filologo, fu spesso in grado di proporre soluzioni originali e nuove, grazie alla sicurezza linguistica, alla vocazione sperimentale e alla varietà delle scelte metriche. In questa antologia sono ovviamente raccolte alcune delle sue liriche più belle e meritatamente celebri, ma anche poesie meno famose e meno lette che per varie ragioni presentano motivo di interesse e novità. Dalle sperimentazioni (anche metriche) giovanili fino all’ultimo Carducci, con le rime “alpine” e quelle per Annie Vivanti.

Odi barbare
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Odi barbare / Giosuè Carducci ; a cura di Luigi Banfi

Mursia, 2018

Carteggio (marzo 1877-maggio 1893)
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907> - Bergamini, Adele

Carteggio (marzo 1877-maggio 1893) / Giosuè Carducci, Adele Bergamini ; a cura di Anna Maria Tosi

Mucchi, 2018

Teil von: 4: Epistolario, carteggi

Abstract: Scrittrice di debole vena, amica di letterati, di poeti, di giornalisti e uomini di governo, la romana Adele Bergamini entrò d'impeto nella vita di Carducci, protesa a conquistare il titolo di musa ispiratrice della sua poesia. Sarà la corrispondenza tra i due a dipanare il filo di un intreccio amoroso segnato da brevi incontri, quando il poeta raggiungeva la capitale richiamato dagli impegni ministeriali, e per il resto affidato alle parole dello scambio epistolare, espressione di due mondi irrimediabilmente lontani non soltanto dal punto di vista geografico: da un lato la pagina colta di Carducci, mossa eppure sorvegliata anche nelle celebri lettere scritte dal Caffè dei Servi, e il riserbo prudente intorno alla sua vita bolognese; dall'altro le righe sgrammaticate tra parlato e dialetto di Adele Bergamini, che tratteggiano un quadro vario e a suo modo vivace della Roma degli anni Ottanta del XIX secolo, tra redazioni di giornali e Ministeri, scampagnate e scandali.

Carteggio, novembre 1864-agosto 1893
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907> - Borgognoni, Adolfo <1840-1893>

Carteggio, novembre 1864-agosto 1893 / Giosuè Carducci, Adolfo Borgognoni ; a cura di Federica Marinoni

Mucchi, 2017

Teil von: 4: Epistolario, carteggi

Poesie
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Poesie / G. Carducci ; a cura di Edoardo Ripari

Versione integrale

Rusconi libri, stampa 2016

Abstract: Con Rime e Ritmi (1899) ci troviamo dinanzi all'ultimo Carducci, crepuscolare e pugnace, inattuale e strenuamente fedele a sé stesso. Mentre il paese cambiava e i giovani si allontanavano da lui, egli tornava a sognare le utopie della propria giovinezza, la stagione dei suoi verd'anni. L'Italia del 1848 e del 1860 gli additava, fra le inquietudini di fine secolo, la via da seguire. Volti femminili, luoghi di un'Italia minore e provinciale, monumenti e memorie di una penisola arcaica e indivisa vengono qui evocati per definire l'immaginario e la sintassi di un popolo unito e coeso, pur nella varietà di mille storie locali.

9.2: Rime nuove
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

9.2: Rime nuove / edizione critica a cura di Emilio Torchio

2016

Teil von: [1]: Opere

Poesie
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Poesie / G. Carducci ; a cura di Edoardo Ripari

Rusconi, 2016

Abstract: Con Rime e Ritmi (1899) ci troviamo dinanzi all'ultimo Carducci, crepuscolare e pugnace, inattuale e strenuamente fedele a sé stesso. Mentre il paese cambiava e i giovani si allontanavano da lui, egli tornava a sognare le utopie della propria giovinezza, la stagione dei suoi verd'anni. L'Italia del 1848 e del 1860 gli additava, fra le inquietudini di fine secolo, la via da seguire. Volti femminili, luoghi di un'Italia minore e provinciale, monumenti e memorie di una penisola arcaica e indivisa vengono qui evocati per definire l'immaginario e la sintassi di un popolo unito e coeso, pur nella varietà di mille storie locali.

Carducci
0 0 0
Moderne Bücher

Benozzo, Francesco <1969->

Carducci / Francesco Benozzo

Roma : Salerno, 2015

Sestante ; 33

Nuove poesie
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Nuove poesie / Giosuè Carducci ; a cura di Chiara Tognarelli

Marsilio, 2014

Chiose e annotazioni inedite all'Inferno di Dante
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Chiose e annotazioni inedite all'Inferno di Dante / Giosuè Carducci ; edizione critica a cura di Stefania Martini

2013

Teil von: [1]: Opere

Abstract: Che il testo sia la prima preoccupazione di Carducci commentatore dei classici, è noto; e lo dimostrano ancor più queste chiose e annotazioni private, frammentarie e composite all'"Inferno" dantesco, con ogni probabilità stratificate nell'arco di un trentennio. Già in una lettera del 1874 a Lidia lo stesso Carducci precisava il suo modus operandi nelle vesti di professore: nelle sue lezioni sui classici era solito scrivere "la sola parte filologica"; per la "parte estetica" si lasciava andare a dire "cose improvvise", ossia, comprendiamo, si affidava ai suoi straordinari acume logico e talento intuitivo, alla sua erudizione di letterato e alla sua ipersensibilità di poeta. Carducci fece interfoliare con due carte l'"Inferno" e il "Purgatorio" dichiarati da Brunone Bianchi (Le Monnier 1854). Nelle carte aggiunte alla prima cantica le facciate annotate sono trecentoundici, le facciate mute centosessantasette. I canti sono disparmente annotati. Ma le duecentoquaranta pagine del testo a cura del Bianchi - ivi comprese le note - sono pressoché tutte chiosate con varianti in margine, in interlinea

Juvenilia (1850-1860)
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Juvenilia (1850-1860) / Giosue Carducci

Cesati, 2013

Poesie
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Poesie / Giosue Carducci ; a cura di Mario Saccenti

Mondadori, 2013

Rime, ritmi e sogni d'ombre
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Rime, ritmi e sogni d'ombre / Giosue Carducci ; a cura di Ezio Savino

Corriere della sera, 2012

Rime e ritmi
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

Rime e ritmi / Giosue Carducci ; introduzione e commento a cura di Marco Veglia

Roma : Carocci, 2011

Abstract: Con Rime e Ritmi (1899) ci troviamo dinanzi all'ultimo Carducci, crepuscolare e pugnace, inattuale e strenuamente fedele a sé stesso. Mentre il paese cambiava e i giovani si allontanavano da lui, egli tornava a sognare le utopie della propria giovinezza, la stagione dei suoi verd'anni. L'Italia del 1848 e del 1860 gli additava, fra le inquietudini di fine secolo, la via da seguire. Volti femminili, luoghi di un'Italia minore e provinciale, monumenti e memorie di una penisola arcaica e indivisa vengono qui evocati per definire l'immaginario e la sintassi di un popolo unito e coeso, pur nella varietà di mille storie locali.

9.1: Giambi ed epodi
0 0 0
Moderne Bücher

Carducci, Giosuè <1835-1907>

9.1: Giambi ed epodi / edizione critica a cura di Gabryela Dancygier Benedetti

2010

Teil von: [1]: Opere

Notte di maggio
0 0 0
Analytische

Casella, Alfredo <1883-1947>

Notte di maggio : op. 20 / Olivia Andreini, Mezzo-soprano