Ronchi, Barbara <attrice cinematografica e teatrale>

(Persona)

Thesaurus
Più generale (BT)

Opere collegate

Gefunden 3 Dokumente.

Ergebnisse aus anderen Suchen: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Padrenostro
0 0 0

Padrenostro / un film di Claudio Noce

CG, 2021

  • Nicht buchbar
  • Gesamtkopien: 6
  • Buchbar von: 05/08/2022

Abstract: Roma, 1976. Valerio ha 10 anni e una fervida immaginazione. La sua vita di bambino viene sconvolta quando, insieme alla madre Gina, assiste all'attentato ai danni di suo padre Alfonso da parte di un commando di terroristi. Proprio in quei giorni difficili Valerio conosce Christian, un ragazzino poco più grande di lui. Solitario, ribelle e sfrontato, sembra arrivato dal nulla. Quell' incontro, in un'estate carica di scoperte, cambierà per sempre le loro vite.

Padrenostro
0 0 0

Padrenostro / un film di Claudio Noce

CG, 2021

  • Nicht buchbar
  • Gesamtkopien: 1
  • Buchbar von: 05/08/2022

Abstract: Roma, 1976. Valerio ha 10 anni e una fervida immaginazione. La sua vita di bambino viene sconvolta quando, insieme alla madre Gina, assiste all'attentato ai danni di suo padre Alfonso da parte di un commando di terroristi. Proprio in quei giorni difficili Valerio conosce Christian, un ragazzino poco più grande di lui. Solitario, ribelle e sfrontato, sembra arrivato dal nulla. Quell' incontro, in un'estate carica di scoperte, cambierà per sempre le loro vite.

La città invisibile
0 0 0

La città invisibile / un film di Giuseppe Tandoi ; [Alan Cappelli ... et al. ; con Nicola Nocella ; e con la partecipazione straordinaria di Gabriele Cirilli e Riccardo Garrone]

CG, 2012

Abstract: La terra trema....e il mondo non è più lo stesso. Tutto cambia. Cambiano i paesaggi, cambiano le persone, cambia la vita. Spesso i cambiamenti sono solo l'inizio di una nuova vita. Una vita che può sorgere dalle ceneri di una città distrutta, dalle rovine di una città come l'Aquila. Questo è ciò che accade a Luca e Lucilla. Entrambi vittime, come i loro familiari e i loro amici, di una tragedia forse annunciata, ma al contempo forse inevitabile. Tutto sembra essersi interrotto quella fatidica notte del 6 aprile 2009, eppure la vita deve continuare: Luca e Lucilla studiavano medicina all’Università dell’Aquila, il primo con la speranza in realtà di sfondare nella musica rock, lei con la passione di aiutare il prossimo. Entrambi scelgono di non abbandonare la loro città e continuare la loro professione di studenti all’interno di una emergenza (post-terremoto) nella quale si sentono di essere parte attiva. I loro sogni, i loro desideri, le loro paure e ansie non sono state abbattute dal terremoto, anzi si sono rafforzate.