Community » Forum » Recensioni

La lezione del freddo
5 1 0
Casati, Roberto <1961->

La lezione del freddo

Einaudi, 2017

Abstract: «Volpe, pneumatico, volpe, uccellino, ciaspola, cane. La neve ci parla dell'ordine delle cose. Del prima e del dopo. Si esprime qui tutta la sincerità del mondo: non puoi nascondere il tuo passaggio alla neve». Un filosofo, la sua famiglia e altri animali all'esigente scuola del freddo: ritrovare un sentiero perso nel bianco; leggere Thoreau e Hawthorne; mai e poi mai usare il freno sul ghiaccio; coltivare stalattiti; costruire un pratico igloo davanti a casa, lasciare il cane in macchina senza farlo congelare… Piegare la vita domestica alle intemperie significa imparare ad assecondare la natura invernale del mondo. Senza fuggirla, addestrando la mente e le mani a comprenderla. Perché il freddo non è un nemico, per quanto sia temibile. Il freddo è un grande maestro che rischiamo di perdere per sempre. Il giorno in cui la famiglia trasloca nel New Hampshire, davanti agli occhi si apre un incanto: la casa è immacolata, le doghe di legno percorse dalle ombre del bosco, il tetto verniciato di un azzurro fiabesco. L'estate caldissima sembra non voler mai terminare, ma le allusioni misteriose nelle conversazioni con i vicini e i colleghi fanno presagire una minaccia. In un batter d'occhio arriva la neve, il grande fiume è già ghiacciato, bisogna attrezzarsi: le bambine e il cane ammirano in silenzio lo spettacolo bianco in cui vivranno per un anno. Tra sputaneve elettrici e cataste di legna, orsi nel giardino e incendi divampati nella canna fumaria, piste di fondo oniriche e impronte calcate nel bianco per essere certi di ritrovare la strada, la grande scoperta è che il gelo può diventare un membro della famiglia, una lente d'ingrandimento, un modo di sentire. L'esperienza quotidiana del freddo è un'avventura estrema, a cui non siamo piú abituati e che potrà sorprenderci come una possente rivelazione.

381 Visite, 1 Messaggi
Clara Toninelli
268 posts

IL New Hempshire è bellissimo, soprattuto in inverno. In questa stagione i boschi mandano ombre blu sulla neve e alle finestre si formano fiori di ghiaccio, ogni mattino diversi. I ritmi rallentano, il freddo costringe ad un esercizio di pazienza e attenzione. Per questo c'è molto da imparare.
Casati, filoso delle scienze cognitive, ci insegna a guardare al lato invernale del mondo con uno sguardo poetico e pratico al tempo stesso, curioso e affascinato.
Il testo è corredato da numerose fotografie scattate da Casati stesso. Bellissima lettura!

  • «
  • 1
  • »

6571 Messaggi in 5344 Discussioni di 776 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.