E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Trovati 977390 documenti.

Mostra parametri
Guida poetica di Brescia
0 1 0
Materiale linguistico moderno

Tortelli, Andrea <1979->

Guida poetica di Brescia / Andrea Tortelli ; prefazione di Silvano Agosti ; nota introduttiva di Marcello Zane

Liberedizioni, 2021

Abstract: Raccolta di poesie sui luoghi, i personaggi, i monumenti, i fatti storici e di cronaca della città di Brescia e della sua provincia.

Elena Malatesta e i delitti della rivoluzione bibliotecaria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Elena Malatesta e i delitti della rivoluzione bibliotecaria / Paolo Gaspari

Gaspari, 2021

Il giallo italiano

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
L' intelligenza umana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L' intelligenza umana : una prospettiva neurocognitiva / John Duncan ; edizione italiana a cura di Francesco Pavani

Carocci, 2021

Studi superiori ; 1252

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Civiltà
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Civiltà : L'arte nel tempo / Mary Beard

Mondadori, 2021

Le scie

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Introduzione all'ergonomia cognitiva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Introduzione all'ergonomia cognitiva : usabilità ed esperienza utente / Roberto Nicoletti, Claudio Vandi

Carocci, 2021

Studi superiori ; 1260

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
L' altra metà del pianeta cinema. Cento donne sul grande schermo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L' altra metà del pianeta cinema. Cento donne sul grande schermo / Pierfranco Bianchetti

Aiep, 2021

Grandi manuali

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il futuro della filosofia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il futuro della filosofia / [a cura di] Emanuele Severino ; prefazione di Riccardo Rita

Armando Curcio Editore, 2021

Le perle

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Con grazia e coraggio. Storie di donne che hanno tracciato strade nuove
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Con grazia e coraggio. Storie di donne che hanno tracciato strade nuove / Vittoria Iacovella

Città nuova, 2021

I Prismi. Saggi

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Fra scepsi e mathesis
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fra scepsi e mathesis : il lungo cammino del pensiero occidentale alla ricerca del senso delle cose / Pierfranco Lisorini

Marcianum Press, 2021

Il calamo. Filosofia ; 6

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Gestione delle risorse umane
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gestione delle risorse umane : fondamenti / Gary Dessler ; edizione italiana a cura di Luca Solari e Francesco Virili

5. ed.

Pearson, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Memorie di uno scapolo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Memorie di uno scapolo / Emilia Pardo Bazán ; a cura di Daniela Pierucci

ETS, 2021

Bagatelle. Testi iberici in traduzione

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
NAtene e Bisanzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

NAtene e Bisanzio / Fabrizio Conca

Ledizioni

Consonanze

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Le parti, il tutto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Le parti, il tutto / a cura di Florinda Cambria

Jaca book, 2021

Mappe del pensiero

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Pierrette
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pierrette / Honoré de Balzac ; a cura di Pierluigi Pellini ; traduzione di Francesco Monciatti

Sellerio, 2021

Il divano ; 329

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Filippo IV
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Musi, Aurelio <1947->

Filippo IV : la malinconia dell'impero / Aurelio Musi

Salerno, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Filippo IV fu l'interprete della malinconia di un impero, quello spagnolo, che, nel giro di qualche decennio, oscillò tra apogeo e declino, tra delirio imperialistico e speranza di restare il centro del mondo, tra sfarzo e decadenza. Regnò dal 1621 al 1665, un periodo sconvolto dalla guerra dei Trent'anni (1618-1648), da rivoluzioni e trasformazioni socio-economiche che colpirono tutta l'Europa. Nei primi vent'anni del suo regno fu il sovrano della prima e unica grande potenza mondiale della storia. Ma a metà secolo quella potenza era già in declino, il mondo stava cambiando: nuovi protagonisti si affacciavano sulla scena. Tuttavia Filippo si dimostrò uno statista di primo piano, capace di gestire uno dei periodi più travagliati della storia dell'impero su cui "non tramontava mai il sole". La sua epoca fu l'apoteosi del barocco e Madrid ne fu la capitale: nella vita e nella società di Corte, nel suo cerimoniale, esempio e modello per Versailles; nel mecenatismo del re e del suo favorito Olivares; nelle vite parallele di Filippo, Rubens, Velazquez e Calderon. Gli eccessi del tempo si riflettevano nelle stanze dei suoi palazzi: la sessualità di Filippo fu sfrenata, tanto che qualcuno lo definì "sultano poligamo". Fu attratto da donne nobili e popolane, prostitute, attrici, cantanti. Ebbe molti figli, legittimi e non: alcuni morirono appena nati o bambini. Ebbe una vita familiare sfortunata, colpita da lutti che lasciarono un segno indelebile su di lui, malinconico come il suo impero.

Anche i partigiani però...
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Colombini, Chiara <storica>

Anche i partigiani però... / Chiara Colombini

Laterza, 2021

Abstract: Irresponsabili che con le loro azioni scatenano le rappresaglie naziste e fasciste che si abbattono sulla popolazione inerme. Esaltati che combattono per imporre una dittatura comunista in Italia. Assassini che infieriscono sui vinti. E ancora, autori di un racconto falsificato della storia, imposto a tutti. Questi giudizi sui partigiani oggi sono parte integrante di un senso comune diffuso, popolato di frasi fatte. Con un meccanismo connaturato ai media in generale ma amplificato dalla rete, prende forma un racconto che azzera i contesti, semplifica brutalmente, trasporta gli avvenimenti del passato nel presente per giudicarli con il metro dell'oggi. Come possiamo rispondere a questa offensiva pluridecennale? Chiara Colombini restituisce concretezza alla distanza che ci separa da quegli anni, calandosi nella realtà dura e drammatica, ma anche piena di speranza, di quei venti mesi che tanto hanno significato per la storia del nostro paese. Un libro per conoscere ciò che è stato. Senza retorica, tornando alla storia.

Il diritto & il desiderio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fiorin, Massimiliano <1967->

Il diritto & il desiderio : ritrovare sé stessi attraverso le crisi familiari / Massimiliano Fiorin ; presentazione di Claudio Risé

Ares, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Con sguardo alla disgregazione che mina tanti settori della vita sociale, e in particolare le coppie e le famiglie, il cardinale Carlo Caffarra asseriva che «la progressiva identificazione del diritto con il desiderio è la vera metastasi delle nostre società occidentali ». Questa affermazione, apparentemente cruda, che mette in contrasto l'autodeterminazione e la legge trova riscontro nelle 12 storie di crisi qui raccolte. I titoli dei capitoli rimandano a precise immagini archetipiche della psicologia analitica - l'Innocente, l'Orfano, il Guerriero, il Saggio, il Mago, il Folle - che l'Autore, avvocato familiarista, ha studiato nei suoi fondamenti. L'intento è di aiutare i singoli e le coppie a ritrovare attraverso le difficoltà anzitutto sé stessi, senza arrendersi agli oceani di sofferenza e di ingiustizia che il divorzio «facile» illude di non causare. Si trovano perciò qui dolorose vicende di separazione e divorzio, aspre lotte con l'altro e con sé stessi e però anche percorsi di rinascita. Una particolare attenzione è concessa agli uomini, che spesso, soprattutto quando sono padri, diventano la parte più punita nella ricomposizione del conflitto. I racconti sono stati trasfigurati nel rispetto del segreto professionale e per far emergere dalla realtà condizionata dagli schemi del divorzismo i princìpi della psicoanalisi di Jung e di successivi interpreti come l'americano James Hillman e l'italiano Claudio Risé.

Quelle della pallavolo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonetti, Mathilde <1971->

Quelle della pallavolo / Mathilde Bonetti

Giunti, 2021

Abstract: La squadra di pallavolo della scuola media Carducci è in crisi: una delle giocatrici si è fatta male e non potrà gareggiare per un lungo periodo. Le ragazze hanno quindi un problema impellente: trovare in fretta e furia una sostituta per partecipare al torneo interscolastico. L’unica a farsi avanti è Allegra Chitti, una delle studentesse più popolari della Carducci, che si presenta alle audizioni per vincere la scomessa fatta con il fratello maggior e ottenere così un appuntamento con il ragazzo più carino della scuola.

Viola e il Blu
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bussola, Matteo <1971->

Viola e il Blu / Matteo Bussola ; con illustrazioni dell'autore

Salani, 2021

Abstract: Questa è la storia di Viola, una bambina che gioca a calcio, sfreccia in monopattino e ama vestirsi di Blu. Viola i colori li scrive tutti con la maiuscola, perché per lei sono proprio come le persone: ciascuno è unico. Ma non tutti sono d’accordo con lei, specialmente gli adulti. Tanti pensano che esistano cose ‘da maschi’ e cose ‘da femmine’, ma Viola questo fatto non l’ha mai capito bene. Così un giorno decide di chiedere al suo papà, che di lavoro fa il pittore e di colori se ne intende. È maggio, un venerdì pomeriggio, il cielo è azzurrissimo e macchiato di nuvole bianche, il papà è in giardino che cura le genziane. Le genziane hanno un nome da femmine, eppure fanno i fiori Blu. Però ai fiori, per fortuna, nessuno dice niente. Non è come con le persone, pensa Viola. Un fiore va bene a tutti così com’è… In questa storia, ispirata dalle conversazioni con le sue figlie, Matteo Bussola indaga gli stereotipi di genere attraverso gli occhi di Viola, una bambina che sa già molto bene chi è e cosa vuole diventare. Un racconto per tutti, che celebra la forza della diversità e l’importanza di crescere nella bellezza e nel rispetto delle sfaccettature che la vita ci propone. Una storia dedicata a tutti quelli che vogliono dipingere la propria vita con i colori che preferiscono.

Un tè a Chaverton House
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gazzola, Alessia <1982->

Un tè a Chaverton House / Alessia Gazzola

Garzanti, 2021

Abstract: "Mi chiamo Angelica e questa è la lista delle cose che avevo immaginato per me: un fidanzato fedele, un bel terrazzino, genitori senza grandi aspettative. Peccato che nessuna si sia avverata. Ecco invece la lista delle cose che sono accadute: lasciare tutto, partire per l'Inghilterra e ritrovarmi con un lavoro inaspettato. Così sono arrivata a Chaverton House, un'antica dimora del Dorset. Questo viaggio doveva essere solo una visita veloce per indagare su una vecchia storia di famiglia, e invece si è rivelato molto di più. Ora zittire la vocina che lega la scelta di restare ad Alessandro, lo sfuggente manager della tenuta, non è facile. Ma devo provarci. Lui ha altro per la testa e anche io. Per esempio prepararmi per fare da guida ai turisti. Anche se ho scoperto che i libri non bastano, ma mi tocca imparare a memoria i particolari di una serie tv ambientata a Chaverton. La gente vuole solo riconoscere ogni angolo di ogni scena cult. Io invece preferisco servizi da tè, pareti dai motivi floreali e soprattutto la biblioteca, che custodisce le prime edizioni di Jane Austen e Emily Brontë. È come immergermi nei romanzi che amo. E questo non ha prezzo. O forse uno lo ha e neanche troppo basso: incontrare Alessandro è ormai la norma. E io subisco sempre di più il fascino della sua aria da nobiltà offesa. Forse la decisione di restare non è così giusta, perché io so bene che quello che non si dovrebbe fare è quello che si desidera di più. Quello che non so è se seguire la testa o il cuore.