Umorismo nero <genere fiction>

(Classe)

ملاحظة:
  • Sottogenere di satira e di comicità che tratta di eventi o argomenti generalmente considerati molto seri o addirittura tabù, come la guerra, la morte, la violenza, la religione, la malattia (e quindi la disabilità), la sessualità, la diversità culturale, l'omicidio e così via. Sebbene l'umorismo nero possa essere fine a se stesso, e avere l'unico scopo di causare l'ilarità attraverso la violazione di regole non scritte di buon gusto, è stato anche usato in letteratura e in altri campi con l'intento di spingere l'ascoltatore a ragionare in modo serio su temi difficili
Thesaurus
Rinvio da (UF)
Più generale (BT)
بما فيه: جميع عناصر التصفية، التالية
× ناشر Feltrinelli <casa editrice>
× أسماء Lindsay, Douglas

وُجِدَت 1 وثائق.

نتائج من أبحاث أخرى: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Il monastero dei lunghi coltelli
0 0 0
كتب عصرية

Lindsay, Douglas

Il monastero dei lunghi coltelli / Douglas Lindsay ; traduzione di Marco Scaldini

[Milano] : Feltrinelli, 2011

نبذة مختصرة: Ritorna Barney Thompson, barbiere di Glasgow e killer per caso nella Bottega degli errori. In questa seconda avventura Barney abbandona la sua piovosissima città per ritirarsi in un convento nel ghiacciosissimo nord della Scozia. Causa di questa fuga è l'eccessiva notorietà a cui lo sottopongono i media dopo che, per una forbiciata non proprio perfetta, ha ammazzato un paio di persone. L'accanimento dei giornali è parossistico. Barney diventa il capro espiatorio di qualunque cosa sia capitata in tutta la Scozia, in qualsiasi epoca. Come le sconfitte della squadra di calcio scozzese: L'errore di Billy Bremner contro il Brasile nel '74: colpa di Barney Thompson. Ma Barney non fa in tempo a rilassarsi che il convento viene funestato da un terribile serial killer che getta nello sconforto e nel terrore i poveri, ignari monaci e crea non pochi problemi all'ispettore capo Mulholland e al sergente Proudfoot, la coppia di poliziotti più strampalata che mente umana potesse inventare. Citazioni letterarie e cinematografiche, con una trama surreale e molto noir, il libro conferma il particolare black humour di Douglas Lindsay.