عرض كل

آخر رسائل المنتدى

Un cuore semplice

Un racconto esemplare davvero "patetico" -nel senso etimologico del termine: cioè pieno di pathos-, scritto in uno stile bellissimo!

In una lettera del 1876, Flaubert stesso dichiara:
"La storia di Un cuore semplice è soltanto il racconto di una vita oscura, quella di una povera ragazza di campagna, devota ma mistica, che si sacrifica senza esaltazione, e tenera quale pane fresco. Lei ama via via un uomo, i figli della padrona, un nipote, un vecchio di cui si prende cura e infine il suo pappagallo. Quando il pappagallo muore, lo fa impagliare e, morendo a sua volta, lo confonde con lo Spirito Santo. Ciò non è affatto ironico, come potreste supporre; al contrario, è molto serio e molto triste. Voglio commuovere, far piangere le anime sensibili, essendone una io stesso".

La casa dell'oblio - R. L. Stine

Perché i *Piccoli Brividi* si fanno leggere solo ai ragazzini?
Per una pausa d'azione e inquietudine fra una lettura impegnativa e l'altra, o per bisbigliare apostrofi dark nella pervasiva bambagia rosa, sono perfetti anche per gli adulti!

R: Collasso - Jared Diamond

Come mai società potenti e avanzate, come quella dell'isola di Pasqua, o la Grecia micenea, o Angkor Wat, ad un certo punto sono svanite? Qual è stato il destino dei loro abitanti?
Cosa può imparare la nostra civiltà moderna, dai motivi ricorrenti del crollo di quelle passate?
"Le pratiche attraverso cui le società passate hanno messo a rischio se stesse, distruggendo il loro ambiente, rientrano in otto categorie, la cui rispettiva importanza varia da caso a caso: deforestazione e distruzione dell'habitat, gestione sbagliata del suolo (con conseguente erosione, salinizzazione e perdita di fertilità), cattiva gestione delle risorse idriche, eccesso di caccia, eccesso di pesca, introduzione di specie nuove, crescita della popolazione umana e aumento dell'impatto sul territorio di ogni singolo individuo".
Suona familiare?...
Saggio INTERESSANTISSIMO e attuale, documentato, ben scritto (anche se alcune pagine riguardanti la Cina, o l'Australia risultano necessariamente un po' datate, essendo un saggio aggiornato a 15 anni fa. La linea d'analisi, in ogni caso, si dimostra profetica...)!

(Jared Diamond é un biologo evolutivo e biogeografo. Ha vinto il Pulitzer con un saggio stupendo e fondamentale, che é ormai considerato un classico, intitolato "Armi, acciaio e malattie", dove ripercorre in modo stupefacente la vita dell'umanità negli ultimi 13.000 anni)

Viaggio in Francia - Edith Wharton

È il 1906. Edith Warthon, la scrittrice americana amica di Henry James, viaggia per la Francia a bordo di un'automobile (senza parabrezza, per cui le danno noia il vento e la polvere).
Il suo sguardo è quello di una raffinata e colta upper class newyorkese, che si sta allontanando dal paese natio e da un matrimonio infelice, che osserva il paesaggio, i monumenti e le persone tramite il filtro della cultura.
In certi momenti è snob, non le piacciono le camere d'albergo che le offrono, non vuole nemmeno guardarle. Altre volte è incantata da un filare di platani, da una piazza di paese, dal naso di un monumento ["Avendo rivisto il naso del cardinale, il primo motivo della nostra visita a Rouen è stato raggiunto"].
Edith s'innamora della Francia a tal punto, che dal 1910 Parigi diventerà la sua casa, fino alla morte.