Il sangue di Marklant
2 1 0
Libri Moderni

Monticelli, Miki <1975->

Il sangue di Marklant

  • Copie totali: 12
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Marca è sotto assedio da ormai quasi seicento anni attorno alle alte mura che difendono le case si assiepa l'esercito delle Darkalant, da sempre nemico, e poco più in là, oltre le montagne, rimangono in agguato gli Occlumsaac, i non-vivi, che aspettano soltanto di poter entrare in città e possono contare sulla sfibrante e quieta pazienza della morte. Drith ha sempre vissuto schiacciata dal peso della guerra: è la figlia di uno degli uomini più importanti del regno e ha sempre saputo di essere una guerriera, pronta a difendere il suo popolo dall'attacco esterno. Ha un dono, o meglio una terribile condanna: riesce a vedere e parlare con i morti. E questo è il marchio che la identifica come prescelta della profezia dei Pugno, destinata a liberare la città di Marca, pagando un caro prezzo.


Titolo e contributi: Il sangue di Marklant / Miki Monticelli

Pubblicazione: Piemme, 2015

Descrizione fisica: 584 p. ; 22 cm

EAN: 9788856645132

Data:2015

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore) (Editore)

Classi: 853.92 Narrativa italiana. 2000- [22] Fantasy <genere fiction>

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2015
  • Target: giovani, età 16-19
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 12 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
CAPRIOLO R GA PIE OB-45778 Su scaffale Prestabile
VETRINA GA 853.92 50569 UV-50569 Su scaffale Consultazione locale
BAGOLINO GA 853.92 MON SAN SC-22974 Su scaffale Prestabile
PALAZZOLO SULL'OGLIO L GA MON MIK OL-49537 Su scaffale Prestabile
VISANO FS 853.92 MON SAN EZ-8331 Su scaffale Prestabile
GHEDI GA 853.92 MON SAN EK-55402 Su scaffale Prestabile
GAVARDO GA 853.92 MON SAN SH-52070 Su scaffale Prestabile
CAZZAGO SM GA 853.92 MON CF-59557 Su scaffale Prestabile
VESTONE GA 853.92 MON SAN SW-35415 Su scaffale Prestabile
BRESCIA - SAN POLO 853.92.MON.SAN BC7-21248 Su scaffale Prestabile
CASTELLEONE NR GA MON SAN YG-60519 Su scaffale Prestabile
BOVEZZO GA NAR MON MIK TB-43014 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

2.5 stelle
"L'unica cosa innegabile è che Aric di Ooterham capì in quel gelido inverno di aver avuto sempre ragione: ogni cosa che ha un inizio ha anche una fine. Ma per fortuna ogni fine non è che un nuovo inizio."

Non posso dire di essere davvero soddisfatta da questa lettura. Conoscendo già l'autrice per la sua splendida trilogia de "La scacchiera nera" mi aspettavo molto, molto di più, ma probabilmente la verità è che alcuni scrittori sono più portati per alcuni generi piuttosto per altri.

L'idea di base - la Condanna portata dalla famiglia Pugno, che si è sacrificata per salvare la città di Marca - è indubbiamente affascinante e interessante, eppure lo stile della narrazione ha penalizzato l'originalità della storia. Infatti sono rimasta piuttosto perplessa in particolare dalle descrizioni delle scene di combattimento, perché non sono riuscita a ritrovare quell'azione concitata, realistica e ricca di pathos che avevo trovato in "La scacchiera nera" (nonostante l'ambientazione fosse molto più fantasy di questa).
Per quasi tutto il libro ho avuto la sensazione di girare in tondo senza però giungere a nessun risultato significativo, senza contare che anche quando c'è un passaggio di punto di vista non c'è nulla che lo segnali, quindi più di una volta ho dovuto rileggere il paragrafo perché non capivo se ci trovassimo ancora nell'accampamento dei Dragoni o a Marca.
"La Notte è il mio Scudo
Il Silenzio è la mia Arma"

Drith - la protagonista - è una ragazza che fin da bambina si è ritrovata tra le mani con un'eredità piuttosto scomoda, ma soprattutto potenzialmente mortale. E' stato molto affascinante testimoniare la sua evoluzione psicologica nel corso degli anni, documentare come la guerra (e il suo stesso sangue) l'abbia costretta a maturare fin troppo in fretta.
Ma non solo, anche a rinunciare a cose delle quali nessuno dovrebbe essere privato come l'amore, la tranquillità, la consapevolezza di andare a dormire sapendo di essere al sicuro.

Eppure questa ottima caratterizzazione ha anche un suo lato negativo: dal mio punto di vista la narrazione era fin troppo concentrata su di lei, lasciando gli altri personaggi nelle retrovie come delle semplici controfigure e vanificando il buon lavoro fatto con la protagonista. E' inutile avere un unico personaggio a tutto tondo, quando gli altri sono quasi nella totalità completamente piatti (con eccezione forse di Aric).

Insomma, dovendo valutare i pro e i contro e facendo un paragone con le altre opere della stessa autrice, non mi sento di consigliare particolarmente questo libro. Poi, ovviamente, de gustibus non disputandum!

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.