Community » Forum » Recensioni

Agata e pietra nera
0 1 0
Le Guin, Ursula K. <1929-2018>

Agata e pietra nera

Firenze : Salani, copyr. 1991

  • Copie totali: 81
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Può esistere una vera amicizia fra un ragazzo e una ragazza alle soglie dell'età adulta? Se esiste, è un dono raro, semplice e puro come la luce del sole che si rifrange attraverso una pietra d'agata raccolta sulla spiaggia in un giorno d'esaltante felicità. Ma è un dono che - come capita a Owen, il giovane futuro scienziato, e a Natalie, decisa a trovare un suo personale e ardito linguaggio nella musica - può anche chiedere di rischiare il proprio destino, e perfino la vita, prima di mutarsi in una più alta e compiuta espressione del rapporto d'amore. Il trapasso, delicato e sconvolgente, da un'esaltante amicizia fra Owen e Natalie, due giovani egualmente e diversamente soli, a un amore intensamente autentico e ricco di promesse e di significato, è narrato in forma di diario, con sorprendente capacità d'immedesimazione nelle profonde crisi dell'adolescenza.

72 Visite, 1 Messaggi
Andrea Gatta
2 posts

Agata e Pietra Nera è un romanzo della scrittrice statunitense Ursula Kroeber Le Guin. Il protagonista è Owen Thomas Griffiths, un ragazzo di diciassette anni, basso e sveglio. La scrittrice ha preferito non descrivere molti aspetti fisici di nessun personaggio, né di Owen né di Natalie, però si può capire dal libro che Natalie è una bravissima compositrice, scrittrice e strumentista, infatti suona più strumenti. Ha i capelli scuri è taciturna è molto riservata. Owen è invece un bravo ragazzo, ma per lui come per Natalie è difficile inserirsi nei gruppi. Il libro parla della vita di Owen, soffermandosi sul periodo dei suoi suoi diciassette anni. Owen conosce Natalie sullo scuolabus durante una giornata di pioggia, iniziano a chiacchierare e lui fa di tutto per farla ridere. In seguito a questo episodio c’è ne saranno altri, come quando Owen andrà a casa di Natalie, perché aveva bisogno di un’amica c’è lo ascoltasse. Andavano in giro insieme conversando e nel frattempo portavano a spasso Orville, il cane di Natalie. Si divertivano in spiaggia saltando e correndo attraverso le onde, costruendo castelli di sabbia ed arrampicandosi sugli scogli. Un giorno, scavando nella sabbia, Natalie trovò una Pietra Nera e Owen trovò un’agata che poi si scambiarono, immagino come segno ‘amicizia. Un giorno, durante un’altra gita in spiaggia, Owen trovò il coraggio di confessare i suoi sentimenti, ma Natalie, pur provando anche lei dei sentimenti verso Owen, era spaventata da quello che poteva succedere. In pratica questo libro racconta dei sentimenti d’amore tra un ragazzo e una ragazza. Essi si amano, ma per il momento hanno deciso di non andare “oltre”. Una frase di questo libro che mi ha colpito è “non parlammo dei nostri problemi, o dei genitori, o di automobili, o delle nostre ambizioni. Parlammo della vita. Decidemmo che non ha senso chiedersi qual’è il significato della vita, perché la vita non è una risposta, è una domanda, e tu, proprio tu, sei la risposta.” La lettura è stata piacevole, semplice e scorrevole, la trama molto interessante e se gli ambienti erano ben descritti, i personaggi non lo erano abbastanza per poter essere immaginati. Consiglio a tutti questo libro, perché ti fa riflettere sui sentimenti che possono nascere tra un ragazzo e una ragazza.

  • «
  • 1
  • »

6450 Messaggi in 5243 Discussioni di 761 utenti

Attualmente online: Ci sono 9 utenti online