E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Cataloghi di esposizioni

Trovati 18063 documenti.

Mostra parametri
Dentro Caravaggio
0 0 0
Libri Moderni

Dentro Caravaggio / a cura di Rossella Vodret

Skira, 2017

  • Copie totali: 4
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 3

Abstract: 20 capolavori assoluti di Caravaggio riletti sulla base delle ultime analisi della sua particolarissima tecnica esecutiva. Un progetto innovativo che, grazie alle nuove tecnologie diagnostiche, vuole fare luce dentro Caravaggio. Questo volume è il racconto da una prospettiva nuova e inesplorata della straordinaria produzione artistica di Michelangelo Merisi da Caravaggio che, in poco meno di quindici anni, fu autore di un profondo rinnovamento della tecnica pittorica, caratterizzato dal naturalismo dei soggetti, dal realismo delle composizioni e dall’uso personalissimo della luce e dell’ombra. Tenendo conto delle nuove date emerse dai documenti e dei risultati delle recenti analisi tecniche – da diversi anni la nuova frontiera della ricerca per la storia dell’arte –, il lavoro del Maestro è rivisitato cronologicamente e la sua tecnica peculiare esaminata da un punto di vista del tutto privilegiato, che consente di gettare lo sguardo lì dove non si era mai arrivati, dentro Caravaggio appunto. Il libro, curato da Rossella Vodret, presenta saggi dei più importanti studiosi di Caravaggio e lo studio di opere autografe e di alcuni selezionati documenti provenienti dall’Archivio di Stato di Roma e di Siena relativi alla vicenda umana e artistica del pittore. L’e-book, allegato al volume, contiene approfondimenti scientifici e diagnostici che consentono attraverso riflettografie e radiografie di seguire il procedimento creativo di Caravaggio, i suoi “pentimenti”, rifacimenti, aggiustamenti nell’elaborazione della composizione, e di operare un interessante confronto tra la redazione finale dell’opera e il “pensiero” che ha seguito l’artista nel realizzarla. Accanto alla rilevanza scientifica dei contributi saggistici pubblicati in volume, va sottolineato l’eccezionale apparato iconografico che esplora le opere del Merisi attraverso decine e decine di dettagli inediti, affascinanti e dalla forza visiva sorprendente.

Splendida Persia
0 0 0
Libri Moderni

Splendida Persia : visioni nel gioiello / a cura di Bianca Cappello, Sogand Nobahar

Universitas studiorum, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0
Antonio, Olves, Oscar
0 0 0
Libri Moderni

Antonio, Olves, Oscar : il Novecento dei Di Prata : AAB, vicolo delle Stelle 4, Brescia, dall'8 aprile al 3 maggio 2017, orario feriale e festivo 16-19,30 lunedì chiuso / mostra a cura di Fausto Lorenzi

AAB, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
In viaggio
0 0 0
Libri Moderni

Pinacoteca internazionale dell'età evolutiva Aldo Cibaldi <Rezzato>

In viaggio : spostarsi sulla terra, in cielo, sull'acqua o con la fantasia nei disegni della PInAC / [a cura di Elena Pasetti e Massimiliano Vitali]

Fondazione PInAC, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Catalogo della mostra sul viaggio, della collezione di Fondazione PInAC, tenuta a Rezzato, 23 settembre 2017-27 maggio 2018

Luigi Basiletti (1780-1859)
0 0 0
Libri Moderni

Luigi Basiletti (1780-1859) : scene di conversazione e ritratti / a cura di Paolo Boifava e Bernardo Falconi

Comune di Montichiari : Ateneo di Brescia : Scripta, 2017

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Giuseppe Diotti
0 0 0
Libri Moderni

Giuseppe Diotti : un protagonista dell'Ottocento in Lombardia / a cura di Valter Rosa ; con contributi di Marco Albertario ... [et al.]

Biblioteca A. E. Mortara, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Catalogo della mostra, allestita nel Museo Diotti, palazzo ottocentesco che fu dimora e studio dell’artista, che presenta oltre cento opere provenienti dai più importanti musei lombardi e da numerose collezioni private. Personaggio di spicco dell’arte italiana dell’Ottocento, Giuseppe Diotti ha insegnato per oltre trent’anni all’Accademia Carrara di Bergamo, formando una scuola di pittura che, nei primi decenni del XIX secolo, costituì, per metodo didattico e come vivaio di talenti, una valida alternativa alla più rinomata Accademia milanese di Brera (suoi allievi furono Enrico Scuri, Francesco Coghetti, Giovanni Carnovali detto Il Piccio e Giacomo Trécourt). La sua fama si diffuse rapidamente nell’ambiente culturale dell’epoca, al punto che Defendente Sacchi, critico tra i più autorevoli, lo definì “primo pittore lombardo”, riconoscendogli un primato oggettivo nella ripresa dell’antica tecnica dell’affresco e nel campo della pittura sacra.

Le vie della felicità
0 0 0
Libri Moderni

Le vie della felicità : ogni uomo ha diritto di essere felice / curatori Luciano Baiguera, Paola Mutti, Margherita Sommese

[S.n.], 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Catalogo della mostra tenuta a Ghedi, Auditorium BBC Agrobresciano, 27 ottobre-12 novembre 2017

Genovesino
0 0 0
Libri Moderni

Genovesino : natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona / a cura di Francesco Frangi, Valerio Guazzoni, Marco Tanzi

Officina libraria, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: È il catalogo della mostra monografica su Luigi Miradori detto il Genovesino, protagonista della pittura a Cremona per un ventennio intorno alla metà del XVII secolo. Una cinquantina di opere ne scandiscono il percorso: dagli esordi sotto la Lanterna, alla luce della vivacissima costellazione artistica che illumina il primo Seicento a Genova, agli anni stentati nella Piacenza farnesiana, che pure arricchiscono il suo bagaglio a contatto con i pittori della corte, fino al passaggio definitivo nella città del Torrazzo. L'approdo a Cremona, negli anni Trenta, segna anche il cambio di status sociale per il Genovesino, che diventa rapidamente il pittore più importante della città, grazie al rapporto con l'aristocrazia e in particolare con il governatore spagnolo, don Alvaro de Quinones. Il pittore emerge per la sostenuta cifra qualitativa, per l'abilità ritrattistica e la scelta di soggetti dall'iconografia inedita e rara (in cui dimostra la conoscenza, tutt'altro che ovvia, dei testi letterari di Pedro Calderón de la Barca), privilegiando gli aspetti della caducità della vita in una formidabile varietà di "Vanitas". Poi il gusto picaresco, quasi in parallelo con i bamboccianti romani, e i molteplici influssi, secondo una mappa sfaccettata di interessi visivi - Genova e Milano, le stampe nordiche, i pittori farnesiani, Guido Reni e Guercino - che danno risposte e aprono nuove prospettive di ricerca su uno dei pittori più suggestivi e affascinanti di un panorama sfiorato dal Mar Ligure e avvolto dalle nebbie della Lombardia spagnola.

Brunivo Buttarelli
0 0 0
Libri Moderni

Brunivo Buttarelli : tracce del tempo / a cura di Francesco Pagliari

Scoglio di Quarto, [2017]

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Carlo Baruffaldi
0 0 0
Libri Moderni

Carlo Baruffaldi : tra fantasia ed esotismo = between fantasy and exoticism / testi = text by Marzio Dall'Acqua, Renzo Margonari, Vittorio Sgarbi ; contributo critico e schedatura opere = critical contribution and descriptions of works Marco Scansani ; traduzioni = translations Sylvia Adrian Notini

Augusto Agosta Tota editore, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Nato a Correggioverde, fin da bambino Carlo Baruffaldi ha dimostrato la necessità profonda di esprimersi attraverso le immagini; talento che, anche grazie la frequentazione di accademie, ha potuto affinare nel tempo. L'artista costruisce il dipinto all'interno di una visione interiore, questa immaginazione viene dunque riprodotta sulla tela attraverso la memoria visiva, che non è quella fotografica, ma facoltà altra. Le sue fonti non sono celate, ma Baruffaldi ha la capacità di creare qualcosa di inedito e personalissimo, riuscendo ad autoindagarsi nel profondo, e sapendo traslare in modo eccelso i suoi pensieri in forme visibili. Un artista dalla molteplice e lunga esperienza, confrontabile con alcuni dei maggiori maestri internazionali del XX secolo, da De Chirico, con il quale ha condiviso esperienze e momenti di vita, al punto da considerarlo se non il proprio maestro almeno un costante punto di riferimento, a Chagall e Miró, conosciuti personalmente a Parigi.

Galalite, bachelite & Co.
0 0 0
Libri Moderni

Galalite, bachelite & Co. : 121 impugnature d'ombrello e altre meraviglie / catalogo a cura di Letizia Frigerio

[S.n., 2017]

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: La storia raccontata in questa mostra è curiosa: un ricco campionario di impugnature di ombrello in galalite prodotte artigianalmente a Casalmaggiore negli anni Cinquanta da Fulvio Rangoni e Umberto Ghezzi, mai arrivate sul mercato perché bruciate dalla scoperta e dalla diffusione del Moplen, plastica ben più economica e adatta a riprodurre in serie ogni oggetto. Nonostante il mancato decollo della ditta, quelle impugnature di ombrello sono a testimoniare ancora oggi le capacità artigianali ed artistiche che hanno saputo raggiungere Rangoni e Ghezzi. Custodite negli anni, quelle impugnature di ombrello in resina ora sono patrimonio di tutta la città, donate da Franco Rangoni e Ariela Ghezzi al Comune di Casalmaggiore. La mostra si completa con un approfondimento sulle resine nobili (di cui la galalite fa parte), dalla loro composizione, alla loro storia, ai loro usi, in una ricca panoramica che illustra la rivoluzione che, in quegli anni, la produzione e l'uso di queste plastiche comportarono per la società civile, l'industria, l'economia mondiale, le abitudini di vita. Fra gli oggetti, non potevano mancare monili e gioielli: bellissimi, di provenienza soprattutto francese, inglese e americana, ma anche italiana.

Mangasia
0 0 0
Libri Moderni

Mangasia : la guida definitiva al fumetto asiatico / [a cura di] Paul Gravett

24 ore cultura, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Ungarn
0 0 0
Libri Moderni

Ungarn : Architektur der langen 1960er Jahre = Hungary : architecture of the long 1960s

Müry Salzmann, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
100 anni: scultura a Milano, 1815-1915
0 0 0
Libri Moderni

100 anni: scultura a Milano, 1815-1915 / a cura di Omar Cucciniello, Alessandro Oldani e Paola Zatti ; fotografie di Luca Carrà

Officina libraria, 2017

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il catalogo della mostra 100 anni. Scultura a Milano 1815-1915 rappresenta un indispensabile strumento di studio e di ricerca sul tema della scultura a Milano nell'Ottocento e nel primo Novecento e rende conto di un lavoro di censimento, valorizzazione e tutela delle collezioni della Galleria d'Arte Moderna di Milano, che si affianca al catalogo del patrimonio esposto della GAM. Preceduta da un'importante campagna di restauro, la mostra presenta una selezione dell'ingente patrimonio scultoreo della Galleria, inedito perché conservato nei depositi del museo e in larga parte mai esposto al pubblico. Ai depositi si attinge per documentare, con un centinaio di opere, la storia della scultura milanese nell'arco di cento anni (dal 1815 al 1915), dal neoclassicismo fino al tardo simbolismo, una stagione durante la quale Milano si attesta capitale della produzione scultorea italiana grazie alla presenza di alcuni maestri di fama internazionale (Grandi, Puttinati, Marchesi, Cacciatori, Troubetzkoy, Wildt, Vela, Barzaghi, Magni, Strazza e numerosi altri). La mostra, così come il catalogo che la affianca, si articola in sei sezioni. Si parte dall'importanza del Mito come punto di partenza per la produzione scultorea del Neoclassicismo, per proseguire poi con il fiorire delle tematiche letterarie, che si verifica nella nuova temperie romantica. Grande spazio viene dato poi alla stagione della cosiddetta "Scuola di Milano", dove la scultura, che affronta ora soprattutto temi di genere, si apre ai successi internazionali delle grandi esposizioni. Si prosegue quindi con il grande tema della Nazione: personaggi, storia e monumenti del momento risorgimentale, che animano le commissioni e le occasioni di lavoro degli scultori. Il percorso si chiude con il sopraggiungere della crisi della forma chiusa della statuaria nell'opera di artisti come Bazzaro, Troubetzkoy e Medardo Rosso, e infine con le inquietudini ormai moderne e già dentro il nuovo secolo della stagione del simbolismo e del realismo, con le sue tematiche ideali e le sue tensioni sociali. Il catalogo raccoglie saggi di importanti studiosi sui principali temi della vicenda scultorea milanese lungo un secolo di storia, oltre ad affondi sulla committenza, sui luoghi cittadini della scultura e sul suo contesto letterario e culturale. Completano l'opera la schedatura scientifica di tutte le opere e un utile regesto biografico degli artisti.

1927 il ritono in Italia
0 0 0
Libri Moderni

1927 il ritono in Italia : Salvatore Ferragamo e la cultura visiva del Novecento / a cura di Stefania Ricci e Carlo Sisi

Museo Salvatore Ferragamo : Skira, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Nel 2017 ricorrono novant'anni dal ritorno di Salvatore Ferragamo in Italia, nel 1927, dopo dodici anni trascorsi negli Stati Uniti. In occasione di questo anniversario, il Museo Salvatore Ferragamo ha ideato un progetto espositivo che si apre a una panoramica sull'Italia degli anni venti, decennio al quale oggi guardiamo come una vera fucina di idee e di sperimentazioni condotte con mente aperta e scevra da pregiudizi o condizionamenti ideologici. Ferragamo scelse di stabilirsi a Firenze in virtù della sua riconosciuta centralità nella geografia del gusto e dello stile nazionali in un momento storico scandito da molti ritorni: ritorno all'ordine, al mestiere, alla grande tradizione nazionale. La mostra narra proprio di questo attraversamento nella cultura del tempo, sviluppandolo per capitoli come un romanzo di formazione. Fil rouge del percorso espositivo curato da Carlo Sisi è il viaggio in transatlantico che Ferragamo compie per tornare in Italia, inteso come metafora del suo itinerario mentale attraverso la cultura visiva dell'Italia degli anni venti, da cui estrae le tematiche e le opere che influenzarono, in maniera diretta o indiretta, la sua officina poetica; senza trascurare nessuno degli aspetti culturali e sociali che contraddistinsero la rinascita civile del primo dopoguerra, alla vigilia dell'autoritaria affermazione del regime fascista.

Magnum's first
0 0 0
Libri Moderni

Magnum's first : Robert Capa, Marc Riboud, Werner Bischof, Henri Cartier-Bresson, Ernst Hass, Erich Lessing, Jean Marquis, Inge Morath / a cura di = edited by Andrea Holzherr

Silvana, 2017

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il catalogo è dedicato a un autentico tesoro, ovvero le ottantatré stampe vintage in bianco e nero, che hanno costituito la prima mostra firmata dal gruppo dell’agenzia Magnum. Le fotografie, esposte in Austria tra il 1955 e il 1956, sono state fortunosamente ritrovate nel 2006, ancora chiuse nelle casse originali dopo essere state dimenticate in una cantina di Innsbruck nel lontano 1956. Autori degli scatti sono Henri Cartier-Bresson, Marc Riboud, Inge Morath, Jean Marquis, Werner Bischof, Ernst Haas, Robert Capa e Erich Lessing. Il volume, introdotto dai testi di Andrea Holzherr e Christoph Schaden, presenta le fotografie, che sono state oggetto di recente restauro, ed è completato dalle biografie dei fotografi.

Metodo Simoncini
0 0 0
Libri Moderni

Metodo Simoncini : ricerca di un'estetica dell'insieme / curatori Elisa Rebellato e Antonio Cavedoni ; progetto di Griffo-La Grande festa delle lettere

Ronzani, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Questo catalogo costituisce la prima monografia organica su Francesco Simoncini, ricostruita attraverso il materiale iconografico e documentario - in gran parte inedito - esposto nella omonima mostra di Bologna. Un libro che ripercorre le innovazioni e i traguardi raggiunti da questo singolare personaggio del Novecento italiano. Imprenditore dalle idee innovative e progettista autodidatta di caratteri per la stampa, Simoncini ha testimoniato come pochi altri il valore di un approccio globale al progetto, dove estetica e funzionalità, umanità e ricerca sono tutti elementi equivalenti e indispensabili. Nel progettare i propri caratteri, Simoncini si è sempre posto come obiettivi essenziali la chiarezza e la leggibilità, e a partire dagli anni Cinquanta i suoi caratteri ebbero largo impiego in ogni ambito della stampa in Italia: dal Delia, progettato per gli elenchi telefonici, al Garamond Simoncini, impiegato dalle edizioni Einaudi a partire dal 1960, e divenuto il carattere più emblematico e rappresentativo dell'editoria italiana del dopoguerra. Ancora oggi alcuni dei suoi caratteri sono noti e apprezzati in tutto il mondo.

Marta Vezzoli
0 0 0
Libri Moderni

Marta Vezzoli : urgenti attese : mostra personale, forno fusorio di Tavernole sul Mella, Brescia, 1-30 luglio 2017

E3 arte contemporanea, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Catalogo della mostra tenuta a Tavernole sul Mella, 1-30 luglio 2017

Magnum
0 0 0
Libri Moderni

Magnum : La première fois

Silvana, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: François Hébel, l'allora direttore dei Rencontres photographiques d'Arles, nel 2012 chiese ai fotografi di Magnum Photos di ricordare "la prima volta": quel fragile momento di passaggio in cui si sono "distinti" e che ha segnato un vero punto di svolta nel loro percorso artistico. Il volume "Magnum. La première fois" è ispirato a quell'istante e ricorda - con le serie fotografiche di Abbas, Christopher Anderson, Olivia Arthur, Bruno Barbey, Cornell Capa, Robert Capa, Chien-Chi Chang, Bruce Gilden, Harry Gruyaert, David Alan Harvey, Thomas Hoepker, Richard Kalvar, Peter Marlow, Susan Meiselas, Paolo Pellegrin, Gueorgui Pinkhassov, Eli Reed, Jacob Aue Sobol, Larry Towell e Alex Webb - il momento particolare in cui un artista si allontana dai propri maestri e inventa un linguaggio, un'estetica e una grammatica solo suoi. Il momento in cui, per la prima volta, la sua concezione della fotografia e il suo impegno hanno acquisito significato e individualità.

Serafino Zanella
0 0 0
Libri Moderni

Serafino Zanella : monografie d'arte

[A cura dell'autore], 2017

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Pubblicato in occasione della mostra tenuta a Buffalora di Brescia, Sala don Recaldini, 8 aprile-3 maggio 2017